Community
 
A_L_W_A_Y_S
   
 
Creato da A_L_W_A_Y_S il 29/11/2006

DIETRO L'ANGOLO

[...]

 

 

Post N°609 - Di.Co.

Post n°610 pubblicato il 23 Giugno 2011 da A_L_W_A_Y_S

C’è che i contratti si fanno per comprare casa o una macchina. E tutti gli scontrini che ci danno (e qualche volta anche no) i negozianti, anche quelli son dei contratti.
-Ti do quattro euro, tu mi dai un chilo di pane-
Non voglio firmare un contratto che dichiari che ti amo.
Perchè non ti voglio comprare. Perchè non ho paura che un giorno ti svegli e non vuoi più stare con me. Andandotene senza dover mettere in mezzo avvocati o scuse.
O per poter andare in giro e dire “mio marito” come se facesse figo.

E questi forse son discorsi che fanno chi non si sposa perchè per qualche motivo uno dei due è contrario -come quella storia che pestare la cacca porta fortuna e chi l’ha detto è solo perchè ne ha pestata una e doveva trovare una scusa da qualche parte-

è che, ammettiamolo: che senso ha chiamarti ‘marito’ quando posso chiamarti Amore.

 
 
 

[dormo in un cassetto]

Post n°608 pubblicato il 14 Agosto 2009 da A_L_W_A_Y_S

[Always]

 

Torno a casa dalle vacanze sempre con un qualcosa in più. Il ritorno mi fa riflettere. Che sia in macchina sull’autostrada del sole, in aereo accanto ad un amica o in treno da sola con la testa poggiata al finestrino fino ad Ancona. Poi il mare non si vede più e mi metto a chiacchierare con una cubana e il suo primo viaggio con le ferrovie italiane. Ha sbagliato treno. Glie lo fa notare il controllore che si limita a farle pagare la differenza augurandole ‘buon viaggio’. Io sorrido e butto l’occhio sulla copertina di Wired: ‘Paul è morto nel 1966’.
Di questa leggenda metropolitana non sapevo nulla. Ho letto tutto nel viaggio di andata mentre una bimba di origine albanese cantava accanto a me. Ed io subito ho sfoggiato i pochi vocaboli della sua lingua che conoscevo. ‘Miredita’, ‘kermill’…  poi mi sono bloccata ricordandomi che il resto che sapevo erano prevalentemente parolacce.
Le sorridevo felice. Felice di arrivare a Pescara, di riposarmi, di riprendermi gli abbracci persi nell’ultima settimana.

“non ti sei abbronzata gran che”
“non prendo le ferie per passarle sotto il sole”
[e poi fa male troppo sole. Lo dice anche la tv. Perché la si ascolta solo quando dice cavolate??]
Mi rendo conto di quanto alcune mentalità siano spesso tarate. Vacanze, mare o ferie o chiamale come vuoi, non vuol dire stare stese sulla sabbia e diventare nere. Vuol dire staccare la presa, stare con gli amici e pensare che quel cornetto al cioccolato mangiato sul lungomare sia il più buono che io abbia mai assaggiato.

Per non parlare degli arrosticini con Jessi che reclamava un pezzetto!
Sei giorni che non sarebbero dovuti finire mai.
E il segno del costume andrà via presto ma poco importa quando a casa hai foto da sfogliare e sere da passare insieme a loro.
Sono felice. Davvero.

 

 
 
 

[ I V A N H O E ]

Post n°607 pubblicato il 27 Maggio 2009 da A_L_W_A_Y_S

 
 
 

chi trova un 'mbuto trova un tesoro

Post n°606 pubblicato il 30 Aprile 2009 da A_L_W_A_Y_S

Tu sei quello che le persone  non si dimenticano mai di invitare. Tu sei quello che in una cena con amici è al centro dell’attenzione, che fa ridere, che racconta a chi non lo sa del tuo coinquilino beccato in atti osceni. Così qualcuno si ritrova a doverla ascoltare per l’ennesima volta, ma ugualmente ride. Ride come se non l’avesse mai sentita. È il tuo modo di raccontare che piace. È il tuo modo di muovere le mani, di sistemare le parole giuste. E quando gli occhi sono tutti su di te, non dai l’aria di essere in imbarazzo. In qualsiasi posto tu sia è il contorno ad adattarsi su di te.
E quando magari nel gruppo c’è qualcuno di nuovo che io non conosco, magari una ragazza che ti guarda mentre parli, dentro di me penso: è inutile che ci fai un pensiero, è già impegnato. Ha già una ragazza. Allora ti stringo forte come a cercare conferme.

 

 
 
 

.

Post n°605 pubblicato il 02 Aprile 2009 da A_L_W_A_Y_S

 
 
 

S.

Post n°604 pubblicato il 31 Marzo 2009 da A_L_W_A_Y_S


[Chiara (e i futuri inverosimili)]

 
 
 

in via tosarelli, pressapoco.

Post n°603 pubblicato il 19 Marzo 2009 da A_L_W_A_Y_S


[misonopersa]

 
 
 

Sette anime.

Post n°602 pubblicato il 08 Febbraio 2009 da A_L_W_A_Y_S
 
Tag: MOOVIE

Fino alla metà del film non riesci neppure a capire cosa stai guardando. Poi quando qualcosa lo riesci ad intuire pensi che sia una storia già vista o meglio già letta.
Sul diario di seconda superiore, magari.
Me la scrisse una mia compagna di classe. Del cuore di lei, del cuore di lui.
Solo che il film dura due ore invece che una pagina. E Willy Smith nel film è più di un cuore.
Aveva appena finito di fare il supereroe in Hancook, un po’ malconcio, ed eccolo qua, che non perde il vizio e te lo ritrovi in ‘Seven Pounds’. Un eroe in veste di ‘esattore delle tasse’. Un eroe che più che ‘Ben’ (o Tim), io, l’avrei chiamato Nicholas. Anche se Nicholas non teneva meduse in camera e non aveva rimorsi.

Carino, comunque.

 

 
 
 
 
 

Post N° 599 - Malanni, primavera/estate, e svenimenti vari!

Post n°600 pubblicato il 30 Gennaio 2009 da A_L_W_A_Y_S
 
Tag: JOB

è bello vedere che almeno uno dei capi, quelli più insignificanti, ma pur sempre superiori, si preoccupano per te.
Una di loro ieri ha chiamato la mia responsabile dicendole:
"Non fare aprire i colli alla Sara che poi sviene"
???
In compenso ho fatto un volo in magazzino che ringrazio il cielo di possedere ancora entrambe le gambe!!

 
 
 

Post N° 598 - Dio vede ma soprattutto provvede

Post n°599 pubblicato il 29 Gennaio 2009 da A_L_W_A_Y_S

Premetto che non sono una persona che va contro la Municipale, Carabinieri o chi per loro, così, a priori. Spesso le multe che fanno le considero meritate. Superi i limiti? prendi la multa e evita di commentare. Hai parcheggiato la macchina in divieto di sosta? Sei cieco per non riuscire a vedere il cartello? Hai superato dove non dovevi? Inizia a considerare la possibilità di tornare a scuola guida. Sei entrato in zona traffico limitato? Fattelo dire, sei un idiota. E non parliamo delle preferenziali.
Tollero gli Autovelox ma i fotored non li sopporto. Mi mettono ansia. Ogni volta incrocio le dita, con la speranza di vedere da lontano il semaforo diventare rosso.
Comunque, fino a ieri avevo 38 e mezzo di febbre. Stamattina leggo questa notizia. Improvvisamente ogni malanno è passato.

 
 
 

Post N° 597 - G.

Post n°598 pubblicato il 27 Gennaio 2009 da A_L_W_A_Y_S


[ComeUnRomanzo]

Non è da persone normali che la mia responsabile mi svegli di prima mattina per parlare delle ferie. Con qualsiasi collega, negli ultimi giorni, non si parla d’altro.
E alla sottoscritta non importa nulla: aspetta solo di vederlo passare, e basta. Un bacio sulla guancia e quattro chiacchiere.
”ma a te che ti manca?”
te?
Poi il telefono suona sempre.
”Centropincopallo, buonasera”
Occhiolino. E ti vedo andare via.
La prossima persona che chiama, giuro, la strozzo.


 
 
 

Titolo (obbligatorio, max 128 caratteri)

Post n°597 pubblicato il 25 Gennaio 2009 da A_L_W_A_Y_S


[rosiehardy]

Non so guidare e parlare al telefono contemporaneamente. Così mi ritrovo a fare il giro della stessa rotonda tre volte. E non trovo l’entrata della tangenziale giusta perché mi dimentico dove sono. È la tua voce che distrae.

 
 
 

Titolo: La brum del capo ha un buco nella gomma. Sottotitolo: ma noi la ripariamo con il cewingum

Post n°595 pubblicato il 24 Gennaio 2009 da A_L_W_A_Y_S
 
Tag: JOB, ME

La mia collega rideva ascoltando la mia ignoranza in materia ‘strade del centro di Bologna’.
Io me ne stavo con l’evidenziatore blu a segnarmi il tragitto sul TuttoCittà del 2007. Cercando magari qualche punto di riferimento. Qua c’è il ristorante dove abbiamo fatto la cena di lavoro. [Qua c’è un semaforo appeso]. Qua c’è lo stadio. Ecco, di fronte c’è l’ufficio.
L’ufficio nuovo, che chiamarlo ufficio è un crimine. C’è persino una cucina con il caminetto. Ci sono due stanze che entrando ti sembra di essere tornata a lavoro. È identico al negozio. Manca solo la cassa. Il Boss in quel momento ti sembra un bimbo felice mentre mostra ai suoi amichetti la nuova pistola giocattolo che le ha comprato la mamma.
Sbirci quale sarà la nuova collezione invernale di quest’anno e nel frattempo ti dimentichi per quale motivo avevi preso appuntamento con il Boss.
Sei impacciata e gesticoli. Ti senti il quadratino in basso a sinistra del tg2. Quello della versione per i sordo muti. Lui ride. O meglio sorride.
Lo vedi diversi minuti più tardi montare un tavolino dell’IKEA. E in quel momento il capo, se non fosse stato il tuo capo, tu, ieri, l’avresti abbracciato.

 
 
 

Post N° 594 - Quarantena

Post n°594 pubblicato il 21 Gennaio 2009 da A_L_W_A_Y_S
 
Tag: JOB


[365bunnies]

Al telefono.
"Scusi, mi potrebbe dire quando finiscono i saldi"
"Il 4 marzo"
"Ah... mi sa che non riesco a fare in tempo allora, perchè sa, ho un po' di influenza"

azz...

 
 
 

Titolo: dimmi che mutande indossi ti dirò a che banca appartieni. Sottotitolo: la mia banca è indifferente.

Post n°593 pubblicato il 20 Gennaio 2009 da A_L_W_A_Y_S
 
Tag: JOB

Lunedì mi si presenta in negozio un ragazzo, all’incirca della mia età, un po’ maraglietto con tutti i jeans strappati e l’aria di chi con un mignolo potrebbe spaccare anche il mondo se solo volesse.
”Sono la banca, devo cambiare il POS”
Partendo dal fatto che presentarsi con il nome di ‘banca’ è un po’ generico. Non so, magari sarebbe stato più carino un ‘piacere sono Filippo sarei venuto a sostituire il POS’, seconda cosa prima di presentarti dandoti un importanza abbastanza grande, quando ti pieghi per staccare gli ottomila cavetti dietro la cassa, ti prego, TIRATI SU LE BRAGHE. Capisco voler far vedere le mutande, ma tu, dove cavolo le hai nascoste? Perché io non le ho viste.
Il signor banca oltretutto attirava i clienti (perché si sa ‘quando la cassa non va tutti a reclamare scontrini’). E mentre una coppia di signori mi convinceva ad andare a Cesenatico a modi pubblicità a cura di regione EmiliaRomagna ‘Cesenatico un mare di sogni’ Mr.Banca se la rideva. E io riderei poco se mi trovassi in un negozio con il culo di fuori.
”signorina, è il suo fidanzato quello dietro la cassa?”
E ancor prima di attaccare un bel NO in lettere cubitali in fronte, il maraglietto mi precede.
”No, sono la banca” Eccolo e te pareva…


 
 
 

Post N° 592 [[ma cos'è sta cosa del titolo obbligatorio?]]

Post n°592 pubblicato il 19 Gennaio 2009 da A_L_W_A_Y_S
 
Tag: ME


[unatesta(viola)chesbatte]

Per strada c’erano i maxi cartelloni pubblicitari di ‘alla ricerca di Nemo’. Mi chiesero di andarlo a vedere ma io preferii prendere, abusivamente, l’ascensore panoramico di un grattacielo e andare a guardarmi le stelle. Lo guardai poi una mattina in gita scolastica diretti a Praga.
Friends veniva ancora trasmesso in prima visione tv da Raidue.
Sognavo di prendere una mongolfiera e la radio ogni quattro canzoni faceva ascoltare ‘where is the love?’
Già, e l’amore dov’è che era? Mi portava ogni mattina a scuola.  Ci scambiavamo uno sbadiglio contagioso e messaggi stupidi durante l’ora di matematica. E quando pioveva rimanevo sotto i portici finché non smetteva.
E quando avevo la febbre io dopo tre giorni l’avevi tu!

 
 
 

Post N° 591

Post n°591 pubblicato il 17 Gennaio 2009 da A_L_W_A_Y_S
 
Tag: BLOG, ME

Click

Due anni fa ho aperto il blog con lo stesso entusiasmo con cui si apre la lettera dell’estratto conto o del canone Rai. L’ho aperto non per sbaglio ma per gioco. Un gioco che sarebbe durato non più di un anno. Forse non più di un mese.
Ho sentito dire che chi apre un blog qualche problema lo deve avere. Il mio problema? Volevo qualcuno con cui parlare. Ma che non rispondesse. Due orecchie senza una bocca.
Mi si potrebbe paragonare a quei pazzi che girano per Bologna parlando da soli.
Raccontare di se ad uno sconosciuto, che legge, non di Sara ma di Always, in fondo è un po’ come non raccontarlo a nessuno. E io avevo bisogno di questo. Senza giudizi, senza consigli. Che si sa, è con la propria testa che si ragiona e i consigli, spesso, servono solo a far numero.
Poi è capitato che ho preso un treno e sono andata a Cesenatico a dare ad un paio di nomi un volto. Non so cosa mi sia balzato per la testa quel giorno, so solamente che sentivo di potermi fidare, nonostante io sia una che a malapena si fida del vicino di casa. Con due parole scritte e una voce sentita al telefono ho sentito del buono.
Ho continuato a scrivere a parlarmi da sola, sapendo che qualcuno leggeva. Così oltre a tante orecchie adesso avevo anche una bocca.
Due anni fa inconsapevolmente ho dato un nome alla mia anima: Always. Pesa 21 grammi.
Il fatto è che sono una persona molto riservata, e Dietro l’angolo mi ha dato la possibilità di aprire un piccolo spiraglio. Non mi è mai piaciuto parlare di me avevo come l’impressione che agli altri non glie ne potesse fregare in nessun modo. Persino alle persone a cui volevo più bene.
Quattro anni fa mio padre stava morendo ed io non ho cercato l’appoggio di un amica anche se lei mi ha sempre detto: ‘per qualsiasi cosa io ci sono’. La verità è che forse non le ho mai creduto. In Mary non ho mai sentito quel buono nonostante il bene che provavo e Ste, beh con lei non potevo. Perché mi sarei sentita una merda. Perché quando toccò a lei io non c’ero. Così ho cercato l’appoggio in una foto che tenevo stretta al petto. Quel giorno più che in Dio ho creduto in una foto stampata male. E se l’importante è credere in qualcosa, allora funziona. Quella foto in quel momento è stato come il blog negli ultimi due anni.
Ecco cos’è per me Dietro l’angolo.
Ecco cos’è/chi è per me Always.

 
 
 

Post N° 590

Post n°590 pubblicato il 14 Gennaio 2009 da A_L_W_A_Y_S


[Natascha]

Alle 2 mi sveglio. Colpa di un telefono che suona. E mentre Ligabue canta piccola stella senza cielo leggo il tuo nome. Lascio che si stanchi di lampeggiare e riprovo a prendere sonno. Svegliandomi stamattina ho pensato che potrebbe essere stato anche solo un sogno. Ma non mi sono messa a cercare prove nelle chiamate senza risposta. So che ne troverei due.

Ma, cioè, nel cuore della notte?
Nel cuore?

 
 
 

Post N° 589

Post n°589 pubblicato il 13 Gennaio 2009 da A_L_W_A_Y_S

Non mi chiedi mai come sto. Magari mi domandi cosa ho fatto il giorno prima, dove ho preso l’ultimo caffe, se la pasta era alla crema o al cioccolato. A che ora mi sono svegliata e su quale film mi sono addormentata l’altra notte. Ma non mi chiedi mai come sto.

Camst, cioccolata, ottoedieci, Lost.

 
 
 
Successivi »
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: A_L_W_A_Y_S
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 28
Prov: BO
 

AAAAAAALWAYSSS!

And I will love you, baby - always
And Ill be there forever and a day - always
Ill be there till the stars dont shine
Till the heavens burst and
The words dont rhyme
And I know when I die, youll be on my mind
And Ill love you - always

 

ULTIME VISITE AL BLOG

avv.carlarussoci161081La_Luce_del_SoleAnimaNeraBastardaTheRoseInTheGardenmiciolina.mgiancarlommmelior1luna2912PianetAzzurromassimopierleonipulcenelcuoreCornFlakes_GirlAtena.88selezioneinamarche
 

ODIO E AMO

Odio e amo. Forse vuoi sapere come faccio.
Non lo so, ma sento che mi succede ed è un tormento.

ODIO: la sensazione dell’essermi dimenticata qualcosa, l’odore del sigaro, i ritardi, il mio non sapermi tenere strette le persone, avere torto, essere tenuta per i polsi, i tirapacchi, l’odore di incenso e dell'asfalto, le code chilometriche in tangenziale, odio quella persona che mi ha trovato cambiata che ho deluso che ho ferito e forse realmente è l’unica cosa che ho odiato in vita mia.

AMO: i viaggi in macchina che non ti portano da nessuna parte, il primo caffè della mattina, i numeri dispari, i treni, il profumo dei libri nuovi e della benzina, Fabio e la Ste, tutto quello che è blu, i jeans a vita bassa, respirare nell'aria NarcisoRodriguez, stare sotto il piumone in inverno, Bologna, sedermi vicino al finestrino, i giri in macchina con l'Alessia, lo shampoo, Fabio Volo, quello Stupido Hotel, L'Egitto, le stradine strette di campagna, le metafore, le mie dugonghe, chi ti chiede ‘come stai?’ ed è realmente interessato alla risposta, mio papà, quei 5 mongoli che mi hanno cambiato la vita scolastica e che mi hanno fatto tanto crescere soprattutto Daniele.
e come dice Vasco ‘amo te…’

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

ERA IL 2008


Sì, questo è l'anno del capricorno 9 cose belle, a cui dare valore, per il momento sono successe

 

SISSY & WOLF

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

ULTIMI COMMENTI

un grande articolo
Inviato da: yemek tariflleri
il 30/03/2014 alle 19:13
 
Grazie!
Inviato da: Jouet transitionnel
il 26/08/2013 alle 08:35
 
ma ti sembra un commento da fare?
Inviato da: Silvia
il 27/09/2011 alle 19:10
 
adoro il tuo blog, il tuo modo di scrivere e le immagini...
Inviato da: majoliefolie
il 13/06/2010 alle 19:13
 
Ciao, guarda mi hai fatto venire in mente la mamma del mio...
Inviato da: ERIKARUCOLA
il 26/08/2009 alle 14:53
 
 

 


[(Grazie all'ingegnere rugbysta, permaloso, curioso che va a letto alle 4 del mattino e si porta il pc alle cene)]
 

ECCIU_SALUTE

Hit counters 

 

MAP LOCO


Visitor Map

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom