Creato da comandantekil il 16/08/2005

enterprise

il viaggio del comandante Kil alla colonizzazione del pianeta Felicità Maybe you and I could pack our bags and hit the sky

FOTO PER IL COMANDANTE

PATACCA GOLD USER

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: comandantekil
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 51
Prov: RA
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 26
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Bestiolina4bimbayokoemilytorn82zerbinodelledonnecassetta2fiumechevaferdys40cateritrovatogesrgBimba_CattivaPinkturtleocchiodivolpe2bridjet_2005cuorediselvaggiajobur66
 

ULTIMI COMMENTI

http://blog.libero.it/helloween84/9404770.html
Inviato da: helloween84
il 19/10/2010 alle 15:56
 
certo che arrivano davvero STRANE mail!!..ciao un ^____^
Inviato da: io_ribelle
il 05/08/2010 alle 17:35
 
ma bravo,divertiti:)))
Inviato da: bimbayoko
il 01/09/2009 alle 13:21
 
grazie a te carissimo, è stata una serata molto divertente...
Inviato da: comandantekil
il 24/08/2009 alle 14:41
 
grazie comandante! ;)
Inviato da: ilMEV
il 24/08/2009 alle 10:37
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

METEO RUSSI

Il Tempo Domani a Russi
 

 

drammi esistenziali

Post n°277 pubblicato il 03 Giugno 2009 da comandantekil

Ebbene si, da un po' di tempo a questa parte sono afflitto da gravi crisi esistenziali e drammi che mi danno il tormento.

Tutto cominciò qualche mese fa, quando mi vidi arrivare un e-mail di una pia signorina dagli Stati Uniti che mi suggeriva di allungare il pene. "Ohibò" mi dissi, "sarà stata una coincidenza o un errore nel digitare il destinatario della mail, io poi negli USA non conosco praticamente nessuno..." A distanza di pochissimi giorni ricevetti altre richieste volontarie di soccorso nei miei confronti dall'Australia, Nuova Zelanda, Inghilterra, insomma da qualsiasi parte del mondo, nelle quali mi si suggeriva di rafforzare e dare energia al mio povero Giuseppino. Commosso da tanta umanità nei miei confronti mi sono interrogato sul come potessero essere trapelate notizie sì tanto tragiche sul mio conto; ho persino pensato che un enzima burlone e completamente avvinazzato abbia subliminalmente mandato S.O.S. a tutto il globo. Ieri sera prima di coricarmi ho preso in disparte Peppino e gli ho chiesto il perchè non me ne avesse mai parlato a quattrocchi, che certe cose è meglio prima risolverle in famiglia e poi casomai chiedere un aiuto esterno; lui mi ha guardato un po' sbalordito e quasi infastidito dopodichè mi ha sputato (forse l'avevo stretto un po' troppo forte e le fasi del dialogo erano un po' concitate).  

Tra una decina di giorni, poi, andrò dalla mia amatissima compagna e chiederò anche a lei dei chiarimenti, siccome va dicendomi dagli inizi che Giuseppino è un ottimo operaio, che fa il suo dovere in maniera ampiamente soddisfacente e che vorrebbe tanto vederlo lavorare e produrre di più di quel che le condizioni attuali lo permettano. A sentire quei filantropi che mi spediscono tutte quelle mail di solidarietà e di aiuto, la mia adorata mi avrebbe raccontato balle fin dall'inizio, allora......infingarda!!

Vorrei con queste poche righe tranquillizzare il mondo intero; le mie condizioni non sono ancora disperate..... chiunque legga qui è pregato di diffondere il verbo: il comandante sta bene!!! Gioiamo!

 
 
 

Venerdì notte

Post n°276 pubblicato il 22 Maggio 2009 da comandantekil

Festa in spiaggia, 500 persone accalcate una sull'altra. Venti metri più lontano io le stelle e "shine on you crazy diamond". Decisamente surreale

 
 
 

VACANZE, CHE PASSIONE!!

Post n°275 pubblicato il 13 Ottobre 2008 da comandantekil

E anche per quest'anno ho terminato il bonus vacanze; non è stato un grande sforzo, considerato che il bonus  è di una settimana in Ottobre, che poi se ne riparla in Ottobre 2009!!! Destinazione Tenerife in Hotel a 4 stelle a Sud dell'isola e più precisamente Playa De Las Americas, meta ambita da Britannici con tasso alcolemico non inferiore a 2.5 e Britanniche con cosce paragonabili solo a quelle di Karl Heinz Rumenigge, rimpianto centravanti dell'Inter degli anni '90.

E' sempre dopo queste vacanze che mi chiedo come sia possibile che l'Italia sia al terzo posto nella classifica dei bambini più obesi nel mondo dopo Stati Uniti e Portogallo; a colazione già vedi dei teneri infanti flaccidi, ovviamente Inglesi, che ti passano davanti con piatti carichi di bacon, uova fritte, uova al tegamino, uova alla cock (mancava solo l'uovo di cioccolata Lindt e avremmo fatto l'en plein), e fiumi di fagioli in salsa di pomodoro; un giorno qualcuno mi spiegherà come cazzo si fa a pensare di mangiare fagioli dopo soli 20 minuti che ti sei stropicciato gli occhietti...mah!!!

Il fancazzismo ha regnato imperioso per tutta la settimana, tanto che la preoccupazione più grande era non sforare l’orario di chiusura della cucina per le colazioni. Spiaggia per tutto il giorno e shopping selvaggio prima di rientrare in albergo. Considerato che i prezzi di profumeria sono nettamente inferiori a quelli in Italia e la quantità di profumerie a Las Americas eguaglia quelle presenti in tutto il Piemonte Lombardia e Emilia Romagna messe assieme, ne consegue che il Comandante e la sua Bimba adorata trascorrevano ore e ore a testare (e acquistare) profumi, tanto che all’uscita dai negozi avevamo addosso un mix di profumi talmente rivoltante che un agente della CIA ci ha proposto di usarci come arma chimica da scagliare contra Al Queida.

Una cosa che ancora mi infastidisce nelle località di vacanze sono i “buttadentro” davanti ai ristoranti che ti ammorbano i maroni per invitarti a mangiare fino a che non li guardi male o semplicemente fai finta di non sentirli. Per 3 giorni consecutivi all’uscita dell’albergo c’era un ragazzo inglese che ci guardava e chiedeva “Are you guys from UK?” Le prime tre volte mi sono limitato a rispondergli che eravamo Italiani, ma alla quarta volta non ce l’ho più fatta e gli ho chiesto se avesse guardato bene la mia bimba, abbronzatissima, capelli nero corvini e sguardo e portamento decisamente mediterranei…. Dopo mezz’ora l’ho reincontrato e gli ho chiesto “Hey man, are you from UK?” Ha sorriso cosciente di essere un po’ rompiballe.

L’unica gita fuori porta l’abbiamo fatta a Puerto De La Cruz, deliziosa cittadina a Nord dell’isola a circa 2 ore di macchina da Las Americas. Davvero incantevole e molto meno caotica; si respirava un po’ più di Spagna e la passeggiata è stata incantevole. Pranzo in un ristorantino un po’ imboscato ma assolutamente delizioso (Los Gemelos) e poi camminata per il centro e la costa dove c’era un complesso di diverse piscine ricavate dalle rocce che era qualcosa di indescrivibile. Probabilmente il più bel posto che abbiamo visto nell’Isola (foto sotto)

Poi però tutto svanisce, ritorni a casa, e già dal volo capisci che stai rientrando nell'ordine naturale delle cose. Anzichè atterrare a Bologna, ci hanno fatto prendere il volo che arrivava a Verona. Un'ora ad attendere all'aeroporto un signore nel nostro volo con cui avevamo fatto amicizia, che all'uscita del baggage claim è stato fermato dalla polizia di dogana che gli ha sequestrato le 7 stecche di sigarette che si era portato in Italia, con annessa multa di 600 Eurini. Inutile poi rimarcare che il gruppo guastatori che alberga nella mia boccuccia di rose ha agito nuovamente nell'ombra facendo saltare l'ennesimo ponte, rendendo pressochè grottesca la mia masticazione. E soprattutto la sorpresina di trovarsi una perdita di acqua abominevole (nell'ordine di 12 lt. al minuto) nel mio fabbricato, che per riuscire a rintracciarla stiamo pensando di interpellare un team composto da Giucas Casella, il mago Otelma e il maestro Do Nascimento (purtroppo il tentativo di far funzionare il mio naso a mo' di rabdomante non ha sortito risultati soddisfacenti). E così per questi giorni sono costretto ad aprire e chiudere l'utenza di acqua a singhiozzo e solo quando strettamente necessario, il tutto condito e intervallato da bestemmie altisonanti, che persino un camionista Bulgaro impallidirebbe.

 
 
 

ROBERT SCOTT

Post n°274 pubblicato il 15 Settembre 2008 da comandantekil

la marcia di avvicinamento alla mia settimana di ferie si intensifica a piccoli passi, ma è pur sempre progressione, e la sento in modo corroborante, un po' come un povero disgraziato che vaga per giorni nel deserto senza cibo, e poi ad un tratto comincia a distinguere le forme di un piatto di cappelletti in lontananza e ne sente pure il profumo del ragù, ma ancora non riesce ad addentarlo!

Rincuora molto il fatto che partendo per le ferie a fine settembre, nella mia deliziosa pianura padana cominceranno a far capolino le prime nebbie, l'umidità si intensificherà e l'autunno si presenterà d'improvviso beffardo come un maniaco che di fronte a giovani virgulte si apre d'improvviso l'impermeabile. Esattamente in quei giorni io sarò in costume con la mia deliziosa compagna a crogiolare le mie povere carni semi biancastre al cospetto di un sole rigoglioso.

E dunque, Venerdì scorso mi sono recato all'aeroporto di Forlì alla volta della Sicilia per un sospirato weekend con la mia Bimba adorata; quasi 30°, la fronte rigogliosamente e abbondantemente perlinata, la lingua che sudava in bocca e le solite madonne di rito per l'ennesimo ritardo della Windjet. All'avvicinamento con l'aeroporto Falcone Borsellino il comandante prende l'altoparlante e annuncia la temperatura a terra di 19° sotto gli sguardi attoniti dei passeggeri, poi l'atterraggio a zig zag che confermava la mia tesi che il comandante si fosse scolato una bottiglia di assenzio, considerato che appena uscito dall'aeroporto la temperatura era di 29° e non 19. La prima intenzione era quella di prendere a prestito una motosega per farmi largo attraverso l'afa che era tutto intorno a me, un po' come la Vodafone. Poi però nella sera di Sabato è arrivata finalmente un po' di pioggia a rinfrescare la situazione, peccato che a Cefalù ci fosse la notte bianca (e continua la leggenda sempre più reale che il comandantekil porta sfiga!!). Sto pensando seriamente di chiedere alla provincia di Palermo qualche premio o riconoscimento per il mio enorme apporto di precipitazioni, considerato che era da Aprile che non vedevano acqua piovana! La temperatura si era dunque lievemente abbassata, rendendo tutta l'atmosfera più gradevole.

Poi stamane il rientro a casa. Il solito annuncio poco credibile da parte del comandante dell'aereo, e una vota uscito dall'aeroporto ho incontrato Sir Robert Falcon Scott che alla guida della sua muta di cani imprecava in perfetto British perchè a suo dire Amudsen l'aveva di nuovo preceduto alla riscoperta del Polo Sud. Quando gli ho detto che eravamo al Ridolfi di Forlì mi voleva aizzare contro uno degli Husky della muta perchè mi accusava di essere una spia-collaboratore di Amudsen e che certe temperature in questa particolare stagione esistono solo al Polo Sud. In effetti c'erano 12-13° gradi stamane e converrete con me che passare dai 30° di Venerdì pomeriggio ai 13 di stamane..... e io in maglietta....prcpttn!!!!!!

Countdown... - 14 giorni Tenerife ci aspetta

 
 
 

TROMBIBLOG

Post n°273 pubblicato il 08 Settembre 2008 da comandantekil

Ho notato in alcuni blogs la possibilità di lasciare una foto via webcam a testimonianza della visita al blog e l'ho trovata una cosa davvero carina. L'ho messa anche nel mio blogghino in un box in alto a sinistra. Sarebbe bello che chi entrasse qui, lasciasse un suo scatto, evitado per cortesia eventuali rappresentazioni falliche (considerando le ultime visite al mio bloggo ^__^).

Buona settimana a todos (considerato che sono in procinto di andare in Spagna, è bene rinfrescare la lingua)

 
 
 

AUSPICI DELLA SETTIMANA

Post n°272 pubblicato il 01 Settembre 2008 da comandantekil

ULTIME VISITE
 
 
 
 
 
 
 
Domanda: Cominciare la settimana con un NUDOINFOTO come ultimo visitatore del mio profilo, è di buon auspicio???

 
 
 

FINITE LE FERIE??

Post n°271 pubblicato il 25 Agosto 2008 da comandantekil

Ed eccoci al lunedì dopo le feste! Valanghe di vacanzieri ferragostani se ne tornano riposati nelle loro case dopo aver trascorso due settimane in completo relax nelle spiaggie o in giro nelle città d'arte; come??? "riposati"?? "in completo relax"??? In effetti credo di essere stato tremendamente ottimista, perchè nella realtà dei fatti la gente spesso se ne rientra più stressata di quando sia partita; vuoi perchè si sono fatti kilometri di coda in autostrada sia all'andata che al ritorno, vuoi perchè nelle due settimane nelle quali quasi tutti si prendono le ferie si fanno file dappertutto, anche solo per acquistare una bottiglia d'acqua al bar, vuoi perchè quando si è in spiaggia col lettino ti sembra di essere in un bazar di Marrakech, tutti accalcati uno sopra l'altro che se il tuo vicino di lettino non si è lavato le ascelle prima di venire in spiaggia sai che passerai una terribile giornata d'inferno con visioni mistiche annesse, vuoi perchè parti sempre con l'ottimismo di trovare tutto perfetto e ogni piccola imperfezione che incontri, ti va giù la catena e ti incazzi come uno scoiattolo a cui abbiano ciulato una ghianda da sotto il naso.

Io invece, che di ferie ad Agosto non posso farne, me ne rimango tranquillo a casa e vado al mare nei weekend, e devo dire che le due settimane in cui tutti sono in ferie me le godo davvero molto; mi piace girare per le strade senza traffico (a parte i classici vecchietti col cappello sulle fiat "uno" che sono più pericolosi di un pilota da rally ubriaco marcio, drogato, e con un insolito istinto omicida/suicida), mi piace sentire i racconti di viaggio degli amici che sono partiti e rientrati, e soprattutto la calma che regna in ufficio, essendo tutte le aziende o quasi, in ferie.

Ieri io e il prode Gotta ci siamo laureati campioni intergalattici di racchettone. In verità è una sfida che si ripropone ogni estate contro i prefidi Benny e Trinco, in una gara secca ma ad alto contenuto di pathos. Le troupes di Sky non sono riuscite ad arrivare in tempo per riprendere l'evento, a causa del traffico intenso per raggiungere il Coco Loco, ma già in tutto il territorio della Romagna si sta diffondendo l'eco delle gesta atletiche del Comandante impegnato in tuffi alla Cagnotto per recuperare le palline insidiose del truce Benny e in doppi carpiati reali per schiacciare la pallina nel campo avversario. E' finita 9 a 7 col campo completamente inondato dal sudore dei 4 valorosi che dopo una sana doccia sono andati a festeggiare nel più classico dei modi: davanti  un fantastico piatto di cappelletti del bagno Paradiso..... e ditemi voi se questa non è vita!!!  

 
 
 

SE CERCATE IL COMANDANTE NEI PROSSIMI 3 GIORNI.........

Post n°270 pubblicato il 14 Agosto 2008 da comandantekil


Visualizzazione ingrandita della mappa

Lo trovate esattamente dove indica la mappa sopra riportata

 
 
 

BUON COMPLEANNO COMANDANTE!

Post n°269 pubblicato il 13 Agosto 2008 da comandantekil

42 anni e non sentirli, se non fosse per quel mal di schiena col quale mi sono svegliato stamattina, e quel risentimento allo stomaco per il troppo gelato che io, il prode Benny e Jpeg ci siamo sbafati ieri sera. E forse dovrei anche smetterla di pensare che la bilancia abbia ordito un complotto contro la mia autostima e finalmente convincermi che quei 4 numerini digitali che lampeggiano, in fondo in fondo mi stanno dicendo che quel gelato di ieri sera, così come quelli dei giorni scorsi, più che la mia autostima accrescono il mio autopeso.

Ma tutto sommato oggi è una giornata fantastica, anche se sono qui in ufficio; perchè il sole splende, perchè ho la certezza che sono una persona fortunata, perchè la salute c'è, gli amici in abbondanza e l'amore mi circonda.

E allora mi dedico questa canzone bellissima che mi accresce il buonumore e mi fa sorridere. Auguri comandante, sei arrivato fino a 42 e ti senti felice.

 
 
 

COMPLEANNO DEL COMANDANTE

Post n°268 pubblicato il 04 Agosto 2008 da comandantekil

Innanzitutto ringrazio tutti coloro che mi hanno fatto gli auguri di compleanno in questi giorni. Prenderò i vostri auguri e li custodirò per la data vera del mio compleanno (invero non molto lontano dal 2 Agosto). Si perchè al momento della mia iscrizione a Digiland devo aver erroneamente scritto la data di nascita che non è il 02 Agosto, bensì il 13 Agosto 1973 (forse ho esagerato eh... beh, non è proprio il 1973 ma è come se lo fosse). Comunque ora che lo sapete, magari, volendo se Mercoledì 13 Agosto me li volete rifare....

 
 
 

MA CHE BELLA GIORNATA!!

Post n°267 pubblicato il 29 Luglio 2008 da comandantekil

Si riconferma ancora l'assurda ipotesi che quando dormo poco di notte, poi il giorno dopo sono iperattivo, mantre quando dormo abbondantemente mi sveglio rincoglionito come un anguilla palustre e arrivo a sera ridotto come un ameba.

In effetti ieri notte sono rincasato a un orario non esattamente convenzionale, cosciente che oggi sarebbe stata una mattinata tutto sommato tranquilla, ma stamane, varcando l'uscio di casa, intravedo un certo Sig. Murphy che da dietro un pallet di sacchi di sale mi balza incontro dicendomi: "ti ricordi vero che ho ideato una serie di leggi...ineluttabili!!". Ho cominciato a sospettare che oggi sarebbe stata un'interminabile giornata di merda.

Innanzitutto la nuova assunta nel bar dove solitamente vado a fare colazione mi ha somministrato una bevanda al gusto di caffè (dolente, ma non posso farla ricadere nella categoria "caffè") che ha rasentato il tentato omicidio; al ritorno in ufficio mi chiama il fratello (il capo) che mi dice che c'è da fare un preventivo semplice semplice per una grande azienda. Per redigere il preventivo sarebbero occorsi circa 15 minuti; il tempo effettivo per la stesura dell'offerta....2 ore e 20 minuti!!!!! Ogni 2 minuti ricevevo una telefonata di clienti intervallate da 3 visite di altrettanti clienti che sono venuti a ritirare del materiale. Telefonate che tra l'altro provocavano rotazioni centrifughe dei maroni. Albergatori che prendono prodotti da un'altra ditta e che poi chiedono a noi di portargli minchiate che non possono reperire altrove pretendendo poi sconti (che brutta razza!!!). Clienti privati che ti dicono "buongiorno chiamo da Ravenna e il mio depuratore ha un problema" "Ok, se mi lascia nome e indirizzo, prendo nota e veniamo appena possibile" "Si ma l'indirizzo lo sapete, siete venuti ancora" "Ok, ma Ravenna è grande e abbiamo parecchi clienti, se mi lascia i suoi dati, le mando poi qualcuno" "Ma si dai.... siete venuti anche 3 mesi fa, sono quello che lavorava nel tal posto.." MA CAZZO, QUANTO MINCHIA TI CI VUOLE PER DARMI  UN NOME E UN INDIRIZZO!!!!!!!!!

Ho bisogno di ferie, e per fortuna che Ferragosto si avvicina... e sto meditando di scappare lontano di qui!

 
 
 

QUANDO RUSSEL APPARE IN VISIONE

Post n°266 pubblicato il 22 Luglio 2008 da comandantekil
Foto di comandantekil

Com'è noto Giovedì scorso la mia amatissima è salita in Romagna a trovarmi, e io da buon padrone di casa ho fatto i salti mortali per farle trovare un ambiente accogliente e soprattutto tanto sole per non farle rimpiangere la sua Sicilia. Tutti sapranno che il weekend appena trascorso è stato a dir poco splendido con temperature molto miti, afa contenuta e sole in abbondanza. Cappelletti e spiedini non le sono di certo mancati (so come viziare le persone!!) così come le seratine tranquille al baretto, lontani dagli schiamazzi furiosi di Marina di Ravenna. Le ho fatto addirittura trovare il concerto di sentitebenechi.......lui...il leggendario...mitico.. quelsantuomodiGianlucaGrignani; ovviamente era gratuito e noi ci siamo capitati per caso, visto che era lungo la strada per il baretto; ho sentito due ragazzi che mentre si allontanavano a concerto in atto dicevano "dopo mezzora che canta, la canna del gas in gola è un sollievo". Ho sentito più stecche in un'ora di quante ne possa aver fatto io in tutti gli anni che canto per hobby (lui prende pure un pozzo di soldi).

Poi ieri, visto che tornerà in Sicilia oggi pomeriggio, mi sono detto che si sarebbe annoiata a stare in casa mentre io lavoravo in ufficio e dunque ho preso una decisione storica quasi senza precedenti: MI PRENDO IL POMERIGGIO LIBERO! La destinazione era Bertinoro, un bel paesello arroccato nelle colline Forlivesi, noto per il buon vino e per i panorami suggestivi, che avevamo già visitato un paio di anni prima e le era piaciuto non poco. Dopo pranzo guardo in cielo per decidere se andare in scooter o in auto; noto uno strano addensamento di nuvole e nel mezzo... d'improvviso... mi appare lui.... Russel Crowe che mi guarda dritto negli occhi, si gira indietro e dice "AL MIO SEGNALE...SCATENATE L'INFERNO!!!!" Dopo 20 secondi, veri e propri acini d'uva con la scorza ghiacciata si rovesciano sulle nostre facce incredule; 10 minuti di vero terrore con la grandine agitata dal vento e la corsa a mettere al riparo le auto in cortile; abbassamento repentino della temperatura e rotazione a mulinello dei miei maroni. Al termine del cataclisma, mi riappare Russel e mi sussurra: "che sia l'ultima volta che ti vengono certe idee balzane, e lavora, COGLIONE!!" 

 
 
 

PATACCA

Post n°265 pubblicato il 17 Luglio 2008 da comandantekil

Come si evince dal bollino in alto a sinistra, recentemente sono stato insignito di una somma onorificenza: PATACCA GOLD USER. A quei pochi poveri malcapitati in questa pagina web occorre però dare una spiegazione al termine Patacca.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Patacca è il termine con il quale venivano indicate diverse monete, in genere grosse, pesanti e di scarso valore.

Ma il Romagnolo è lingua sopraffina, vuoi perchè in passato ha subito le dominazioni dello Stato Pontificio (e da allora è una delle due regioni a maggiore densità Comunista) e della Repubblica Francese (sarà per quello che i Francesi mi stanno tanto sui coglioni??) e dai Francesi devono appunto aver ereditato la purezza delle lingue provenzali, vuoi perchè ci siamo permessi il vezzo di pronunciare le Z come nessun altro al mondo (lo facciamo apposta eh... che a pronunciarlo bene è fin troppo facile).

E dunque in Romagnolo il termine Patacca assume diversi significati a seconda del contesto dove viene utilizzato, un po' come il verbo Inglese "to get" che lo metti in tutti i brodetti quando non sai bene che cacchio di verbo utilizzare.

1) Patacca = Bugia  es: "Brot sgraziè t'am e cunte na pataca" "Brutto disgraziato, mi hai raccontato una fottola"

2) Patacca = Organo genitale femminile  es: "Socia ac pez ad pataca!!" "Corbezzoli che pezzo di organo genitale femminile!!"

3) Patacca = Vanitoso  es "Quel e fa tant e pataca ma un nin taja mez" "Quello fa tanto il vanitoso ma non è capace di fare nulla"

4) Patacca = ingenuo credulone  es: "Ci propri un pataca!!" "Sei proprio un ingenuo"

Riassumendo potremmo anche (in teoria) ipotizzare una frase che riassume i quattro significati

"Cla pataca d'una pataca la t'a cunte na pataca e te ta je cardu com'un pataca!" "Quella gnocca vanitosa ti ha raccontato una frottola e tu ci hai creduto come un coglione"

Frase pressochè impossibile da sentire in giro, ma comunque grammaticalmente plausibile.

Ora.... come interpretare l'onorificenza assegnatami dal saggio Wordghost??

 
 
 

QUESTIONE DI FEDE

Post n°264 pubblicato il 08 Luglio 2008 da comandantekil
Foto di comandantekil

Non abbiatecela con me, la fede e la religione non hanno mai occupato posti di rilievo nella mia esistenza; ricordo ancora in tenera età in uno dei camp estivi sulle Dolomiti con la parrocchia (che più che altro era un bel pretesto per stare con tutta la generazione della mia età per 15 giorni a scorrazzare per i monti), il parroco - molto vicino ai giovani - mi prese da parte e mi chiese preoccupato se io credessi nel signore e nella fede (in seguito mi chiese anche se leggevo riviste non convenzionali col credo cattolico), e riuscii a frenare la mia lingua in tempo prima che l'istinto mi spingesse a dire che credevo molto di più in Bruno Conti e Paolo Rossi che qualche giorno prima ci avevano regalato la Coppa del Mondo di calcio. Ebbi l'impressione già da allora che la fede non fosse aspetto prioritario, considerati anche i pruriti alla vista di avvenenti donzelle.

Qualche anno più tardi andai a prendere un paio di amici da un ritrovo di giovani cattolici un sabato sera. C'era anche una mia ex compagna delle elementari e cominciammo a parlare di faccende serie e impegnate; a un certo punto della conversazione la guardai con viso cupo, quasi rassegnato e le dissi "scusa, ma temo di aver perso..." "la fede?" mi interruppe lei, e io "no, le chiavi della macchina, porca troia! Le avevo messe nella tasca del giubbotto, ne sono sicuro!!" Non so bene se il suo sguardo sgomento stesse a significare rassegnazione nei miei confronti o una sorta di rabbia per la risposta.

Qualcuno evidentemente non vuole demordere e spera sempre in una mia folgorazione sulla via di Damasco (suppongo che qualcuno mi voglia anche solo folgorato e basta). Già, perchè è ormai risaputo che il mio attuale vicino di casa altri non è che la Sala del Regno dei testimoni di Geova, e in diverse occasioni mi hanno invitato a seguire una loro funzione perchè, dicono, non mi posso ostinare a tenere chiusi gli occhi e ignorare una presenza così grande che è dentro me (e qui non faccio la battuta perchè scadrei nel volgare). Ma dico io... perchè cazzolina me lo venite a dire anche di Domenica mattina?? Porca puzzola, vi sento persino dal bagno di casa quando fate la funzione... non è come assistere di persona?

Che poi io sono uno che un po' se la lega anche al dito! Ricordo bene quando edificarono loro stessi la Sala, alla Domenica mattina alle 7.00 a dare martellare mentre io dormivo con la finestra aperta. La bestemmia tonante che tirai (che deve aver risuonato come un eco tanto era forte) servì a farli smettere per quel giorno, ma non per quelli a venire; e anche se non sono tipo vendicativo loro qualche funzione col sottofondo degli Aerosmith e Gun's&Roses se la sono fatta!

Ma loro non cedono, anche stamattina uno di loro + venuto a comprare del sale da me e mi ha invitato all'assemblea a Imola..... Con la solita flemma gli ho detto che se non vado da loro che sono i miei vicini, cosa cazzolina gli fa pensare che io vada a farmi 50 km per andare a Imola?

COMANDANTE SANTO SUBITO!!!!! 

 
 
 

QUIZ A PREMI

Post n°263 pubblicato il 24 Giugno 2008 da comandantekil
Foto di comandantekil

Quiz a premi: indovina a cosa sta pensando il comandante e vinci una fantastica confezione monodose di docciaschiuma al mughetto e frutto della passione (faticosamente ciulato in un albergo siciliano mesi or sono).

A) "Perdincibacco, Il continuo aumento della temperatura della terra potrà avere in futuro devastanti conseguenze sociali, economiche e ambientali. Se solo avessi potuto contribuire al protocollo di Kyoto... !"

B) "Ma il muflone, durante l'accoppiamento cambia il pelo o mantiene quella lanugine arricciata folta?"

C) "Ma quando Parmenide affermava che "l'essere è e non può non essere, il non-essere non è e non può essere" si era iniettato il siero della saggezza oppure aveva fumato della rucola geneticamente modificata?"

D) "Se Hahn e Strassman anzichè sperimentare la fissione nucleare con lo stronzio avessero provato col berillio avrebbero ottenuto gli stessi risultati?"

E) "Per fortuna che tra 15 minuti stacco e vado a farmi un'oretta di sonno con Bijou"

 
 
 

GUAI CON LA LEGGE

Post n°262 pubblicato il 23 Giugno 2008 da comandantekil

Prima o poi doveva capitare! Tanti proclami all'inizio della stagione sulle intenzioni di seguire alimentazioni atte a migliorare la salute e l'aspetto fisico già praticamente perfetto del comandante; insalatine, frutta in abbondanza, una condotta decisamente impeccabile, poi.......poi....

Maledetti fotografi d'assalto!!!

 
 
 

SI TORNA A CASA

Post n°261 pubblicato il 23 Giugno 2008 da comandantekil

Come diceva sempre Barbareschi in un gioco a quiz di qualche anno fa (Greed) "a caaaaaaasa!!". Usciamo da questa competizione Europea non come ha detto ieri Donadoni "a testa alta", ma con la coda tra le gambe, consci di aver meritato l'esclusione; perchè non è questa la nazionale che tutti conosciamo che faceva della difesa e del centrocampo la sua arma migliore, che organizzava il gioco con una sapiente trama di passaggi fino all'area avversaria; non è pensabile che in un quarto di finale l'unica idea di gioco che una squadra può esprimere sia il lancio lungo dalla propria metà campo alla ricerca della testa dell'unica punta, peraltro "spuntata". Sarà pur vero che il giorno dopo siamo tutti allenatori che avrebbero fatto giocare questo al posto dell'altro, ma qui non si tratta tanto di chi ha giocato, ma di come ha giocato e di che tipo di gioco gli sia stato ordinato di effettuare; la Spagna con 5 tocchi era già al limite della nostra area, e seppur non abbia fato gran che, perlomeno ci ha provato esprimendo un canovaccio che si avvicinava di gran lunga più del nostro, al gioco del calcio.

Dopo aver visto la partita di Sabato sera dove i giocatori Russi correvano come degli indemoniati e apparivano usciti dalla perfetta "macchina del calcio" fin a sembrare i testimonial della Red Bull che ti mette le ali, la partita Italia Spagna era la perfetta sintesi della trasmissione notturna di Marzullo che ti fa precipitare la palpebra dopo 10 minuti che lo guardi. Stanchi e privi di idee, semplicemente questo. E allora, tutti a casa a fare un po' di ferie e magari guardatevi un po' le restanti partite della Russia e imparate cos'è la fame di vittoria

 
 
 

LA RESA DEI CONTI

Post n°260 pubblicato il 17 Giugno 2008 da comandantekil
Foto di comandantekil

E' dunque giunto il fatal giorno di Italia-Francia. La prima tentazione sarebbe quella di farmi legare a un palo come già Ulisse fece per resistere al canto delle Sirene, con la variante di una tagliola pronta a scattare sullo scroto nell'eventualità io riuscissi a sciogliere i nodi che mi imprigionano e volessi guardare la partita in TV; poi però mi dico che Italia-Francia è comunque uno spettacolo che merita di essere visto a prescindere dalla sfiga che io riesco a sprigionare ogni qualvolta guardo e tifo davanti alla TV.

D'altronde Italia-Francia è una sfida classica dell'ultimo trentennio che ci ha procurato gioie e dolori. Ricordo ancora piuttosto bene nei mondiali di Agentina del 1978 (il che la dice lunga sulla mia età anagrafica) quando incontrammo la Francia nella prima partita del girone e dopo solo 40 secondi fui impietrito dal gol di Lacombe nella prima azione della partita poi ribaltato da Rossi e il mitico Zac.

Ricordo ancora meglio la finalissima degli Europei 2000 in Belgio-Olanda quando al Bar Terrazza assistetti al pareggio in extremis della Francia all'ultimo minuto e al golden goal di Trezeguet che quel bontempone di Domenech si ostina a non portarsi appresso nelle ultime competizioni internazionali.

La finale Italia-Francia dei mondiali in Germania è ormai nella Storia. Se quella sera mi avessero proposto di barattare l'eventuale vittoria dell'Italia con 7 notti infuocate in compagnia di Angelina Jolie, Charlize Theron e la Arcuri, avrei sicuramente propeso per quel fantastico momento in cui Grosso ha insaccato l'ultimo rigore.

Già, perchè ormai è diventata una questione di orgoglio sportivo nazionale. Qui non si tratta solo di passare un turno degli europei, ammesso che l'Olanda non faccia la vaccata di turno, qui si tratta di mortificare e far tacere quegli spocchiosi di Francesi e quel suo allenatore che scorreggia minchiate (una faccia da culo non parla, scorreggia) ogni qualvolta i suoi 2 neuroni spossati riescono a fare la sinapsi. Come i Francesi, pure i Tedeschi che non vincono qualcosa in campo UEFA e internazionale in generale da tempi ormai preistorici.

DOBBIAMO FARLI STARE     M U T I ! ! ! ! !

 
 
 

CHI BEN INIZIA.....

Post n°259 pubblicato il 10 Giugno 2008 da comandantekil
Foto di comandantekil

All'indomani della sconfitta con l'Olanda nel campionato Europeo di calcio, ho letto e sentito ogni tipo di amenità sulla partita stessa, sull'allenatore Italiano, sui giocatori, sul disboscamento dell' Amazzonia e sul surriscaldamento della crosta terrestre... insomma, che palle!!!!!!

Possibile che non si riesca a ridimensionare un evento simile? Possibile che prima dell'incontro di ieri sera la nostra Nazionale fosse la più forte e la favorita del torneo e oggi invece si sia trasforamata in una cozzaglia di amatori che hanno fatto una sgambettata su un prato di Berna? E' stata davvero una sorpresa così grande che alcuni giocatori non fossero propriamente nelle condizioni migliori, considerato anche il loro rendimento di fine campionato?

Innanzitutto la partita di ieri sera è stata fino ad ora la più bella dell'intero torneo. Due squadre tecnicamente validissime che si sono affrontate senza tanti calcoli da amministrare,  mostrando che il bel gioco non è ancora un'utopia. Poi è subentrata anche un po' di sfortuna oltre al fatto che alcuni giocatori non erano decisamente in forma. Il Gattuso dei giorni migliori avrebbe morsato nelle caviglie degli avversari, mentre ieri sera era spesso in ritardo e fisicamente non a posto. E nonostante ciò si notava che la grinta ha provato a tirarla fuori. Non dimentichiamo poi che Nesta e Cannavaro non sono clonabili, e i Barzagli con Materazzi di ieri sera non erano in grado di fare la degna controfigura. In attacco non siamo stati incisivi, e a tratti anche un po' sfortunati, fino addirittura a far appararire "saponetta" Van der Sar come un eroe tra i pali. Ciò detto, abbiamo creato gioco, abbiamo dato anche noi spettacolo ed è forse una delle rare sconfitte dopo la quale mi ritengo comunque soddisfatto. E di fronte a noi non c'era la repubblica popolare del Congo; checcè quei rompicoglioni di opinionisti, telecronisti, giornalisti e avventori di bar possano pensare l'Olanda non è mai stata squadra da dare per scontata.

E comunque.... ne sono certo.... Italia in finale! (ho consumato il cavallo dei jeans a furia di toccarmi!!). Vietato leggere il post precedente!!!!!!

 
 
 

SI SCRIVE "COMANDANTE" E SI PRONUNCIA "SFIGA"

Post n°258 pubblicato il 09 Giugno 2008 da comandantekil
Foto di comandantekil

Credere o no alla sfiga è una questione del tutto soggettiva, ma quando gli eventi ti segnano allora diventa impossibile non prendere in considerazione il fattore "S". Questa ignobile nuvoletta del moderno Fantozzi ha dato i primi segni di vita anni fa, quando la tecnologia informatica cominciò a sfornare i primi potenti virus; sullo schermo in bianco e nero del mio PC apparve la scritta "bye bye virus" che mai come allora sembrava una presa per il culo, considerato poi che per debellarlo dovetti dire bye bye al disco fisso e riformattarlo con annesso rosario a corredo dell'operazione. Mi informai se tra tutti gli amici ce ne fosse stato uno che avesse contratto il medesimo virus, ma la sfiga aveva appoggiato la sua manina purificatrice solo sulla mia spalla col chiaro intento di accompagnarmi per un lungo viaggio. A quei tempi cantavo con i Royal with Cheese, e la sala dove facevamo le prove (a casa del bassista) era ipertecnologica, tanto che registravamo direttamente su PC i pezzi che provavamo . Il giorno che contrassi il bye bye virus, entrai in sala prove, d'improvviso lo schermo del PC sul quale registravamo si spense e non dette più segni di vita per diversi giorni. Cominciò a balenarmi nella testa l'idea di essere un portatore, nemmeno tanto sano, di virus informatici. Ne ebbi la conferma quando qualche giorno più tardi entrai in banca per fare un'operazione di sportello; ricordo la faccia dell'impiegato quando digitando il mio nome in anagrafica mi guardò e disse "ops, si sono bloccati tutti i terminali". Chiamò la centrale CED dove lavora peraltro il prode Sanetti, e riuscirono a ristabilire la normalità. Tre giorni dopo mi recai di nuovo in banca, allo stesso sportello con lo stesso impiegato che guardandomi avvicinare sbiancò in viso, scrisse il mio nome in anagrafica e PAM!!... tutto bloccato nuovamente; al telefono il prode Sanetti capì tutto ancora prima che gli dicessero che ero ancora io la causa. Inutile rimarcare che da quel giorno il mio rapporto con l'elettronica e la tecnologia in generale non fu di certo meno traumatica di quello tra Aldo Biscardi e il congiuntivo.
Ma si sa, il fattore "S", come ogni moderno virus, se non viene debellato tende a ramificarsi in diverse direzioni, e ti appare così sotto forma di vapore acqueo e derivati. Come sempre cominci a sospettare l'ineluttabile quando, ad esempio, chiedi alla tua donna che tempo faccia in Sicilia il giorno prima che ti rechi a trovarla, e in risposta ti viene detto che si suda come dei cammelli. Tu prepari la tua bella valigina con abiti leggererrimi, atterri a Punta Raisi e non ti aspetti di certo che quelle due goccie che stanno cadendo all'uscita dell'Aeroporto si trasformeranno in 3 giorni di pioggia ininterrotta con abbassamento sensibile delle temperature. Da quel giorno ho preso coscienza di avere poteri che trascendono l'immaginazione comune. Non vedo un bel sole da abbronzatura praticamente dall'Agosto scorso. L'unico weekend in cui la Romagna è stata baciata dall'Astro agognato fu quando io mi recai nella bella Isola del Sole e praticamente trovai nuvole stratificate e temperature non troppo gradevoli. Il weekend scorso i meteorologi avevano ipotizzato maltempo ovunque tranne che in Sicilia, ove era previsto un sole intenso, ma è chiaro che non avevano fatto i conti col il fattore "S" del comandante.... di giorno cielo velato, alla sera umidità e temperature in ribasso notevole.
Gli operatori turistici oramai mi temono come uno sciatore teme la valanga. Ipotizzo che tra breve riceverò minacce ed esortazioni a emigrare in Uzbekistan. Più che "comandante" ormai sono cosciente di essere divenuto un "rabdomante", che anzichè trovare sorgenti d'acqua dal sottosuolo, te la trova sottoforma di precipitazioni. Mi aspetto presto la chiamata da parte della regione Sicilia, se dovesse mai verificarsi un periodo di forte siccità

 
 
 
Successivi »