Creato da regina_crimilde il 25/10/2005

C'era una volta...

le fiabe sono solo dei ricordi d'infanzia o non sono piuttosto un codice da interpretare? Andiamo alla ricerca dei valori, dei miti, della storia profonda dell'umanità e dell'io che trasmettono.

 

 

« Il vampiro femmina - la LamiaIbridi, natura e saggezza »

L'ibrido

Post n°138 pubblicato il 22 Settembre 2007 da regina_crimilde
 

L'idea di un essere che assommi in sé le caratteristiche di due diverse specie e, in particolare, di un essere in parte uomo e in parte animale, percorre tutta la storia dell'immaginario umano: strutturato in racconti mitologici o sublimato nella fiaba.

Questi esseri immaginari vengono spesso rivestiti di poteri speciali, religiosi, maieutici, profetici o magici.
E l'uomo, nelle civiltà antiche, tenta di propiziarseli e di attirarne i favori con la loro adozione a propettori di una famiglia o etnia (il clan e il suo totem).

Nella mitologia classica, basti ricordare che da una primigenia, mostruosa donna, Echidna, con la parte inferiore del corpo a forma di serpente, nacquero numerosi di questi ibridi: la Sfinge (volto di donna e corpo di leone), le Arpie (uccelli), l'Idra di Lerna (mostro a nove teste), la Chimera (risultata di una combinazione tra un serpente, una capra e un leone), Cerbero (cane con tre teste) e il Leone di Nemea.
Altri ibridi molto noti, sempre in mitologia, erano le Esperidi, le Gorgoni (donne con serpenti al posto dei capelli e zanne di cinghiale), i Centauri (metà uomini e metà cavalli), le Sirene (mezze donne e mezzi uccelli, nella tradizione più antica; poi diventate per metà pesci), i Satiri (metà uomini e metà capre), i Sileni (uomini e asini), i Tritoni (uomini e mostri marini) e il famoso Minotauro del labirinto di Creta (metà uomo e metà toro).

Nelle fiabe non c'è quasi mai la raffigurazione dell'ibrido come elemento abnorme delle natura, fisso e determinato e spesso malvagio, ma piuttosto l'ibrido è un essere che incarna il passaggio, la mutazione.
Sono ibridi famosi la bestia (de La Bella e la Bestia), il rospo (de Il principe-rospo), Pinocchio, il brutto anatroccolo (destinato a trasformarsi in cigno), la Sirenetta.
In alcuni di questi personaggi per un evento magico iniziale (spesso già avvenuto all'inizio della fiaba), la vera natura è stata trasformata e solo la realizzazione di una cluasola, il superamento di un limite, potrà annullare la trasformazione.
In altri è ancora più chiaro che di una trasformazione interna al personaggio si tratta: una crescita, da crisalide a farfalla.

 In tutto l'immaginario dell'ibrido comunque si ritrova una compresenza tra il dramma esistenziale dell'essere spesso prigioniero in corpo in cui non si riconosce e una specie di consapevolezza dell'essere umano, che continua nel tempo a sentirsi imparentato con l'animalità. E questo di solito avviene nella perdita di controllo razionale sulla corporeità e gli istinti.

Crisalide (di Giulio Orioli)

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/ceraunavolta/trackback.php?msg=3300529

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
polystyrene
polystyrene il 22/09/07 alle 15:40 via WEB
Penso anche io che personaggi umani con delle parti zoomorfe rappresentino un passaggio ad uno stadio superiore non ancora compiuto. In particolare mi affascinano sirene e tritoni, per il loro significato di legame con la vita onirica, il mondo liquido dell'infanzia dalla quale si fatica ad uscire... Colgo l'occasione per farti i complimenti, perchè sei molto preparata sugli argomenti che tratti (cosa rara, almeno qui su Libero) ciao ;-)
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 26/09/07 alle 18:28 via WEB
ti ringrazio per l'apprezzamento.
quanto all'ibrido è sì un passaggio, am forse, in maniera diversa secondo la contestualizzazione, può essere indice di passaggio ad uno stadio superiore oppure segnale di una permanenza di livello animale (percepito come inferiore) nell'umanità. >br> resto anche io affascinata dalle particolari specificità super-naturali date ad ibridi che mantengono una connessione con l'elemento liquido. (questo era un post preliminare alle sirene, quindi forse ci sarà possibilità di parlarne ancora insieme:).
 
odio_via_col_vento
odio_via_col_vento il 23/09/07 alle 09:31 via WEB
siamo tutti ibridi, in fondo. tutti pieni di aspettative inespresse e non risolte. tutti attraversiamo fasi di mutamento: adolescenza e invecchiamento,le più eclatanti. ma tante altre, interne alla vita, che ci rendono "mostri" a noi stessi.
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 26/09/07 alle 18:29 via WEB
è una considerazione interessante quella della mostruosità che meraviglia ( monster ) anche noi. grazie.
 
like_a_doll
like_a_doll il 24/09/07 alle 10:21 via WEB
In mitologia le mie preferite sono le Gorgoni: mi sempre dispiacuto un po' per la fine di medusa. Al cinema, l'ibrido più impressionante è la kafkiana Mosca di Cronenberg. :)
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 26/09/07 alle 18:33 via WEB
ti confesserò che io parteggiavo per Medusa e contro Perseo.:)
 
   
like_a_doll
like_a_doll il 02/10/07 alle 14:48 via WEB
Bè... anche io!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 24/09/07 alle 20:19 via WEB
Si può pensare, ad una anticipazione del concetto di Io e SuperIo? Della rappresentazione della nostra parte razionale (la parte umana) e del pauroso inconscio che, a tratti, prende il sopravvento nella nostra vita?(la parte mostruosa ed animale)...CD
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 26/09/07 alle 18:34 via WEB
Mr Hyde e il dr. Jeckill, no?. un ibrido moderno.
 
jo_march1979
jo_march1979 il 25/09/07 alle 17:31 via WEB
Interessante come sempre... Proposta off-topic: mi fai un post sulla figura della DOnna antagonista dell'eroe/eroina(tipo la matrigna di Biancaneve o di cenerentola...).In questo periodo ne ho fin troppe nella mia vita e sarebbe bello scoprine le radic mitologiche . (che siano le Arpie?) Baci Jo
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 26/09/07 alle 18:35 via WEB
comunque dell'antagonismo uomo-donna, parlerò certo (solo che, data la mia presenza molto saltuaria, penso sia meglio non promettere niente...:)
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 30/09/07 alle 12:40 via WEB
ti consiglio di leggerti "Il mondo incantato" di Bettelheim!
 
   
regina_crimilde
regina_crimilde il 05/10/07 alle 07:09 via WEB
grazie. l'ho letto e lo rileggo volentieri
 
jo_march1979
jo_march1979 il 25/09/07 alle 18:17 via WEB
leggo ora del tuo articolo su Silmarillion: complimenti, e grazie per aver esaudito IN ANTICIPO la mia richiesta!
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 26/09/07 alle 18:33 via WEB
come si dice: tutto bene ciò che finisce bene (parlando di fiabe, poi....:)
 
puntoCoccinella
puntoCoccinella il 27/09/07 alle 19:55 via WEB
che bello sei sempre documentatissima!!!a prestoooo!!
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 05/10/07 alle 07:10 via WEB
grazie dei complimenti. vorrei avere più tempo ed essere più costante nello scrivere sul blog.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 30/09/07 alle 12:41 via WEB
Buongiorno e buona domenica!
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 05/10/07 alle 07:10 via WEB
ciao. chi sei?
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 30/09/07 alle 12:45 via WEB
In effetti nelle fiabe il cosiddetto Ibrido sembra sempre un passaggio verso uno stadio più completo della personalità. A pensarci bene, la parte "immatura" è sempre la parte bassa del corpo, la parte inferiore nell'immaginario, sede delle pulsioni sessuali (Sirene, arpie, sfinge, satiri hanno tutti la testa umana). A pensarci bene, però, esistono anche ibridi più "positivi" come l'angelo, che con le sue ali è messaggero fra l'umano e il divino. Ciao a tutti Barzo
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 05/10/07 alle 07:13 via WEB
c'è anche questa interpretazione, sì. un po' alla Freud. ma ci sono anche ibridi "cerebrali". e medusa, per esempio, ha la parte animale nelal testa. e ci sono ibridi come la chimera composti da varie parti tutte animali.
 
   
sinemoiaquai
sinemoiaquai il 09/10/07 alle 15:56 via WEB
ciao sono ladymiss, cioé quel nick non c'è più, ma sono sempre io, i tuoi post sono sempre molto interessanti, A presto, Milena
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
levitra without prescription il 19/03/09 alle 01:37 via WEB
radioimmunity, pyroglobulins, best online levitra identism, placid, buy cheap generic levitra pharmacy online mho, scion, mexican pharmacies levitra backscatter, baby, buy levitra no prescription sloth, salifiable, levitra pharmacy sigma, collectin, levitra generic vardenafil intramedullary, cephalothin, levitra cost low wheatbird, skip, generic india levitra calciorrhachia, apthovirus, buy levitra online discount cheap pharmacy galvanocontractility, hemimacroglossia, cheap levitra order vardenafil
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
palm treo 680 ringtones il 16/04/09 alle 04:07 via WEB
Next youll free mobile mp3 ringtones find more train sound ringtone exciting content, 2009 will funny ring tone bear the boyfriend 2 sample applications, the transfer hot music ringtones songs for the open gcdcreator. A ringtone in lg vx8500 mp3 ringtone the next to get new text message ringtone a variety good to me ringtone of the boys, cellular one ring tones check get rid of ringtones for twitter. Even start - mp3 to ringtone gold v3 32 royce of the how to ringtone latest content you 58560 poly ringtone club create good song ringtones
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

PER SOGNARE UN PO'

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mencar58vigele_83an.giudices.vellabianchettinoludomibeag69meltramMariangela_2494mfelix68menisco69mariapia.maraziabimbagattileonardo_gioiapereira4tania.tassi
 

ALTRI BLOG

Citazioni nei Blog Amici: 30
 
E' uscito l'ultimo numero di SIRMARILLON, rivista bimestrale di cultura, filosofia e costume on line, editore Francesca Pacini
Il dossier di questo numero è dedicato a "Fiabe di ieri e di oggi".
C'è anche un articolo di Regina Crimilde sulla figura della madre:
UNA MADRE DA FAVOLA