L'isola che non c'è

Post n°39 pubblicato il 20 Luglio 2007 da mossiaddu
 
Tag: Pompu
Foto di mossiaddu

E' un piccolo paese del centro Sardegna che passerebbe inosservato come tanti altri piccoli borghi rurali, se non fosse conosciuto per un modo di dire in uso tutt’ora.

Per molti sardi Pompu rappresenta un punto geografico senza luogo e senza tempo, collocato in un angolo indefinito della Sardegna, una sorta di paradossale non-luogo.

Come mai proprio Pompu è stato elevato a simbolo di  luogo sperduto non è chiaro, visto che, fino a pochi decenni fa, non era il solo paese collegato alle strade principali da una sola e tortuosa strada bianca, impercorribile durante il periodo invernale, creando di fatto un isolamento stagionale. Forse è proprio il simpatico nome che ha ispirato questa nomea, di cui i pompesi vorrebbero sicuramente farne a meno.

“mi dd’ aporrisi ca esti in casin’ ‘e Pompu?”
(Mi passi l’oggetto, che è nel casino di Pompu? Riferito ad un oggetto difficile da raggiungere)

“Benidi de Casin’ ‘e Pompu”
(Viene dal casino di Pompu, riferito ad una persona che viene da molto lontano)

Colui che fa qualcosa in modo inusuale potrebbe sentirsi apostrofare:

“ma dde innui ses? De Pompu?”
(Ma di dove sei? Di Pompu?)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Frastimus

Post n°38 pubblicato il 11 Luglio 2007 da mossiaddu
 
Foto di mossiaddu

Colui che si lamenta o che combina qualcosa di sbagliato, può capitare che si senta apostrofare più o meno scherzosamente con un malaugurio che talvolta fa riferimento ad un fatto o ad un personaggio di qualche paese che col tempo è divenuto proverbiale.



Il primo, già citato, è riferito ai maldestri o ai ladruncoli:

Sas manos che-i su milesu, chi contaiat s’aranzu chin sos pes
(che ti diventino le mani come quelle del milese che contava le arance con i piedi).

A chi si lamenta per la fame:

Su famene de sa partorza e Sedilo chi si c'aiada pappadu sas mantas
(la fame della partoriente di Sedilo che si mangiò le coperte)

A chi si lamenta per il troppo caldo:

Sa callantura de su predi de Mogoro
(Il caldo di cui soffrì il prete di Mogoro, riferito al prete che ebbe in cura molti anni addietro la parrocchia mogorese ma che morì tragicamente arso vivo nell’incendio della sua abitazione)

E, infine, a chi si lamenta di essere povero:

Sa pobaresa de su sraghestau de Biddarega ca sinci fiat pappau is manus po su famini e, no potendindi prusu, sonada is campanas cu is dentis!

(La povertà del sacrestano di Villagreca che si mangiò le mani dalla fame, e non avendone più, suonava le campane con i denti).

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Mamma li turchi !!!

Post n°37 pubblicato il 04 Luglio 2007 da mossiaddu
 
Foto di mossiaddu

Narbolia è un paese dell’oristanese poco distante dalla costa occidentale.
I paesi del circondario li definiscono

naraboiesus turcus
(narboliesi turchi)

in riferimento alle numerose scorrerie dei mori che colpivano la zona nei secoli passati, e in particolare ad una leggenda che parla di un’ orda barbaresca insediatasi a Narbolia per lungo tempo.

Un altro modo di dire che riguarda lo stesso paese, sentito a San Vero Milis, viene usato quando si vuole esprimere uno stato di noia (quando per esempio qualcuno sbadiglia), esclamando:

Arribbendi i naraboiesus
(“stanno arrivando i narboliesi” come dire “arriva la noia”)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Chelinu e Trinu

Post n°36 pubblicato il 29 Giugno 2007 da mossiaddu
 
Foto di mossiaddu

A Mogoro si usa fare beffa del paese di Morgongiori raccontando storielle che dipingono i suoi abitanti come poco intelligenti.

In un racconto, i due morgongioresi di turno di nome  Chelinu e Trinu (pare che, secondo la storia,  a Morgongiori abbiano tutti di nome Chelinu che stà per Michelino o Trinu che stà per Pietrino) vedono la sagoma di un aereoplano solcare il cielo.

Chelinu, puntando il dito verso l’aereo chiede all’amico con aria stralunata:
“Là, d’asi biu cussu pilloni?”
(Guarda, hai visto quell’uccello?)

Gli risponde Trinu con la saccenza di chi conosce già da tempo la novità:
“Eia, d’appu biu atras ‘ortas.  Deppi tenni su niu m’in Conch’ ‘e Mraxi”
(Si, l’ho visto altre volte. Deve avere il nido in Conch’ ‘e Mraxi).

Conch’ ‘e Mraxi è un imponente costone basaltico del monte Arci, molto adatto alla nidificazione degli uccelli.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Ruba Santi IV

Post n°35 pubblicato il 26 Giugno 2007 da mossiaddu
 
Foto di mossiaddu


        In un luogo solitario della montagna di Bolotana venne eretta un'umile chiesetta dedicata a nostra Signora de Sauccu (dai molti sambuchi che vi crescono), in onore di un simulacro della Madonna pervenuto fortunosamente, pare dal mare.

Col tempo, secondo la leggenda, i vicini del paese di Bortigali se ne appropriarono, celebrando i festeggiamenti con molta solennità. 
Per questo fatto i bortigalesi vennero apostrofati col nomignolo di fura-Santos, specie dai bolotanesi che si sentirono defraudati dell'onore di farla essi, la festa: tal ché in occasione dell'8 settembre ogni anno avvenivano delle furibonde risse tra bolotanesi e bortigalesi... in onore alla Madonna. 
Ora non più: l'affronto è stato ormai dimenticato e gli animi si sono placati.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

Tag

 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

silvia.murtasl.damonte63francamaulurob.annaSoloamicicerco3victordim4000ciromar0alexc72urbsdettorieuforbia01mario.pintorigiovanni_fancelloBlennidyescarpa
 

Ultimi commenti

tornerai un giorno?
Inviato da: pal_jazz
il 29/08/2008 alle 17:37
 
Colgo l'occasione della ricorrenza pasquale per...
Inviato da: shardana0
il 22/03/2008 alle 17:48
 
Ciao Sandro Serene festività Paquali a te e ai tuoi cari,...
Inviato da: giovanna_156
il 22/03/2008 alle 15:14
 
ogni tanto passo e spero di trovarti ancora e...
Inviato da: pal_jazz
il 17/03/2008 alle 21:28
 
Torra!!!!!
Inviato da: mistyc61
il 26/02/2008 alle 16:06
 
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
 
Statistiche