Creato da Majin79 il 20/02/2010

Cinema & Co.

Un "Collage di pensieri sparsi" sul cinema

 

 

Serie TV: White Collar e il fascino criminale di Matthew Bomer

Post n°27 pubblicato il 20 Aprile 2013 da Majin79
 



È una serie televisiva americana che va in onda dal 2009 ed ora da noi stanno trasmettendo la 4a stagione… si tratta d un poliziesco/commedia. Racconta le vicende di Neal Caffrey un genio della truffa che dopo essere stato arrestato dall’agente speciale dell’FMI Peter Burke comincia a collaborare con la stessa FBI alla risoluzione dei casi di truffa più spinosi all. scopo di farsi commutare la pena in un regime di semi-libertà.

La serie è interessane e non poco, ben ideata, ben girata e ben recitata, ma quello che più di ogni altra cosa fa salire l’interesse degli spettatori è il fascino del protagonista Matthew Bomer…



 

Dopo queste foto non ho bisogno di spiegarvi perché il sottotitolo italiano della serie è “fascino criminale”…

E visto che qualcuno dall’alto ogni tanto vuole darci dimostrazione della sua presenza, vi posso dare anche la notizia che è gay, ma prima che vi venga la bava alla bocca devo avvisarvi che non c’è trippa per gatti perché il nostro Matthew è felicemente accasato con il pubblicitario Simon Hall dal quale ha avuto ben tre bambini grazie alla gravidanza surrogata.
Eccovi qui la felice famigliola:

 

 
 
 

Noi siamo infinito

Post n°26 pubblicato il 18 Aprile 2013 da Majin79
 

 

Film da vedere senza troppi ma e però… vedetelo e non ve ne pentirete!

Ho visto questo film più per caso che per una scelta voluta, ma giusto il tempo che il mio cervello cominciasse ad elaborare suoni ed immagini e in meno di cinque minuti me ne ero innamorato… un film bello, coinvolgente e con attori che nonostante la giovane età sono entrati perfettamente nel ruolo, anzi, se non fosse che è la trasposizione di un romanzo degli anni ’90 (Ragazzo da parete di Stephen Chbosky che è anche il regista del film), si potrebbe quasi pensare che i ruoli siano stati scritti appositamente per loro…
Confesso che il libro non l’ho mai letto (pare che in America fosse un best seller, ma in tutta onestà me l’ero perso), quindi non conoscevo la storia e perciò mi sono accostato al film con l’idea di vedere una commedia giovanile condita con qualche spruzzo di autoanalisi qua e là, ma mai idea fu più sbagliata, e per fortuna… aggiungerei.
Straordinari i tre attori protagonisti, in particolare Emma Watson che si lascia con questa interpretazione il ruolo un po’ ingombrante di Hermione da Herry Potter ed Ezra Miller che interpreta la parte del ragazzo gay del gruppo e che in tempi recenti ha fatto anche coming out.
In genere i trailer sono ingannevoli e quando vai a vedere il film ti accorgi che non vale nemmeno la metà di quello che il trailer prometteva, bene stavolta è l’opposto, perché il film è decisamente meglio del trailer:


Dimenticavo, e vuoi mettere poi la colonna sonora? In una parola perfetta!

 
 
 

(S)ex List, fiml, trailer e considerazioni varie sugli ex...

Post n°25 pubblicato il 08 Novembre 2011 da Majin79
 

Un po’ per mancanza di tempo, in effetti fra università, studio, palestra e il resto mi sembra davvero che la giornata abbia ridotto il numero di ore, ma soprattutto perché non ho molto da dire sono ormai una ventina di giorni che non pubblico nulla sul blog… Infondo come ho da sempre sostenuto se uno non ha nulla di buono da dire è meglio che non dica nulla…

Ma del resto non si può mica restare sempre zitti anche perché altrimenti il cervello si atrofizza ed il mio è gia sulla buona strada :p


Comunque veniamo un po’ al succo di questo post. L’altro giorno ho visto (S)Ex List, in ordine l’ultima commediola romantica in stile americano uscita sui nostri schermi. All’inizio non è che fossi entusiasta di vederla, ma poi considerando che tra i protagonisti c’era Chris Evans (che finalmente toglie la tutina da super eroe)... ho pensato che dopo tutto valesse la pena di darci un’occhiatina :P


Alla fine devo ammettere che non mi è affatto dispiaciuto (ne Chris ovviamente, ne il film). La storia è quella di Ally che alla soglia dei 30 anni legge su una rivista una ricerca secondo cui le donne che hanno avuto più di 20 uomini sono destinate a restare zitelle a vita… facendosi bene i conti scopre che lei è arrivata effettivamente a 20, presa dallo sconforto e avendo deciso di non superare questa soglia fatidica, dopo aver rivisto un suo ex che negli anni è decisamente migliorato, le viene l’idea di riprovarci con loro sperando che fra di loro almeno uno sia quello giusto. Ad aiutarla a rintracciarli c’è il suo vicino Colin… ovviamente fra un malinteso e l’altro fra i due scoccherà la scintilla.




Una delle paranoie che porta la protagonista ad impelagarsi nella serie di peripezie che affronta nel film è la convinzione che se si supera un certo limite di partner si entra in una sorta di circolo vizioso per il quale diventa difficile riuscire a stabilire relazioni sufficientemente stabili e serie da condurre al matrimonio (o alla convivenza che si voglia). Insomma l’idea sarebbe che se ti diverti troppo in giro poi diventa difficile mettere la testa apposto e cominciare a ragionare non più nell’ottica del single impenitente, ma in quella di un individuo che è parte di una coppia.

Facendo un po’ di ricerche veloci sulla rete ho scoperto che la media dei partner sessuali è all’incirca di 13 per gli uomini e 7 per le donne…

Questi sarebbero anche di conseguenza i limiti oltre i quali non c’è più ritorno…

D’altra parte si è sempre detto che per trovare il principe azzurro bisogna pur baciare qualche rospo… cioè se non ci si da fare in giro non si troverà nemmeno la persona giusta: alla fine più rospi si baciano e maggiori saranno le probabilità di trovare il principe…

Insomma due teorie più che contrastanti, direi quasi opposte…


E voi come la pensate qual è la teoria giusta? O forse non lo è nessuna delle due?

 
 
 

Burlesque

Post n°24 pubblicato il 23 Febbraio 2011 da Majin79
 

Fate mai qualcosa tanto per fere… ecco io l’altro giorno non avendo nulla di meglio da fare ho deciso di vedere Burlesque il film di Cristina Aguilera (ma da quando è un’attrice?) con Cher... onestamente viste le premesse e le recensioni lette non sembrava un gran film e se non fosse stato che non avevo davvero nulla di meglio da fare non l’avrei di certo visto, ma invece ed a sorpresa mi sono dovuto ricredere, se da una parte la trama è un po’ scontata e banalotta (diciamo che non c’è o che se c’è si capisce perfettamente entro i primi 30 secondi di film) dall’altra l’Aguilera si è dimostrata se non una brava attrice quantomeno dotata di un certo potenziale, poi in questa parte che sembra essere scritta apposta per lei riesce a mettere in mostra tutte le sue doti canore… quelle si davvero grandi.

Cher canta solo due volte, ma come al solito è grandiosa sia nella voce, sia nell’aspetto, che nella recitazione.

Una nomination a parte va fatta a Cam Gigandet e al suo fondoschiena ha urlo, uno spettacolo della natura davvero :P

Come sempre vi la scio la trama tratta da wikipedia e il trailer del film:

“Sognando di diventare una cantante, Ali lascia il suo piccolo paese di provincia trasferendosi a Los Angeles in cerca di fortuna. Dopo poco trova lavoro come cameriera presso il Burlesque Lounge, locale gestito con fatica da Tess. Ben presto, Ali rimane affascinata dai costumi e dalle coreografie burlesque, che ogni sera animano il locale, sperando un giorno di calcare quel palcoscenico. Presa sotto l'ala protettrice di Tess, che l'insegna l'arte del burlesque, riuscirà a farsi strada nel mondo dello spettacolo, trovando inoltre l'amicizia di Georgia, l'amore con il bel Jack ma anche la rivalità con la prima ballerina del locale Nikki. La sua potente voce riporta il Burlesque Lounge al suo antico splendore, fino a quando un carismatico imprenditore di nome Marcus Gerber arriva con una proposta allettante.”

 


 
 
 

Espiazione

Post n°23 pubblicato il 05 Febbraio 2011 da Majin79
 

Distraendo con molta fatica le mie attenzioni “dall’oggetto del mio desiderio” ho visto in settimana uno splendido film che già da un po’ meditavo di vedere… ESPIAZIONE

Il film si sviluppa su un percorso solo apparentemente lineare, quello della gelosia, delle sue conseguenze ed in fine all’espiazione di esse… ed è proprio quest’ultima parte a dare il titolo al film ed al romanzo di Ian McEwan da cui è tratto.


Una storia avvincente, un ottima regia ed una bravissima Keira Knightley, oltre che un finale decisamente a sorpresa, rendono questo film assolutamente da vedere… sono lontano dal definirlo un capolavoro, ma è un piccolo gioiellino cinematografico che merita decisamente di essere visto… alla fine del film sono rimasto decisamente soddisfatto e con la netta sensazione di aver impiegato bene le quesi due ore trascorse a vederlo :)

Cosa che raramente mi capita di fare ho dato al film il voto di 5 stelline su 5… insomma avrete capito che mi è piaciuto molto :O


Come al solito vi lascio la trama tratta da Wikipedia ed il trailer del film:


Nell'estate del 1935, la tredicenne Briony Tallis è testimone della relazione tra Robbie, il figlio di una serva, e la sorella maggiore Cecilia. Briony, a causa della giovane età e della sua fervida immaginazione, fraintende drammaticamente parole e atti di Robbie, credendo che il ragazzo sia un maniaco sessuale e che cerchi di abusare della sorella. Lo proverà quando vedrà la violenza del ricco e giovane proprietario di una fabbrica di cioccolata (ospite a casa sua) su una sua amica, accusando Robbie di essere il violentatore. Ciò causerà infauste conseguenze per Robbie, il quale, invece di restare a marcire in una prigione, sceglierà di partire per la guerra sul fronte francese dove morirà poco tempo prima che le navi salpino per l'Inghilterra. Cecilia invece morirà annegata dopo il bombardamento della metropolitana in cui si trovava. Briony, dovrà affrontare un doloroso cammino di pentimento ed espiazione durante i terribili anni della Seconda guerra mondiale fino a diventare una scrittrice di successo. Lei, ricorderà la sorella e il suo amato nell'ultima storia che scriverà (appunto Espiazione).

 

 
 
 

Fratellanza Brotherhood

Post n°22 pubblicato il 16 Novembre 2010 da Majin79
 

Man mano la sera sto smaltendo i film che avevo preso, ma che per una questione o per l’altra non avevo ancora visto... stavolta è stato il turno di “Fratellanza – Brotherhood” di Nicolo Donato…


È un film al quale sulle cinque stelle canoniche io gliene ho do ben quattro… il tema è quello del neonazismo e dell’omosessualità… due parole che sembrano inassociabili, ma che come mostra questo film possono collidere fino a creare una situazione esplosiva fra ciò che una folle e cieca ideologia insegna da una parte e ciò che al contrario il cuore ricerca dall’altra…


Questa è la storia di Lars che, lasciato l’esercito per colpa della sua “presunta” omosessualità, entra quasi per caso in un gruppo neonazista cosa che ai suoi genitori resta inaccettabile e per questo, lasciata la casa paterna, chiede aiuto alla fratellanza ed alloggia temporaneamente con Jimmy al quale viene affidato il compito di “introdurlo” alle regole del gruppo.

In maniera inaspettata (beh questo si fa per dire vista la tensione palpabile che si respira fra i due) scocca la passione che porterà poi i due ad un rapporto che va ben oltre l’intesa fisica.

Ovviamente l’omosessualità è qualcosa di inaccettabile per il branco che, una volta scoperta la situazione, porrà Jimmy davanti ad una scelta che non ammette repliche…


Non è sicuramente un film semplice, ne lo si può definire bello nel senso più classico del termine, ma io consiglio comunque di guardarlo, difficilmente lascerà indifferente...


Vi lascio come al solito il trailer del film:

 


 
 
 

DVD della settimana: Colpo di fulmine alias I love you Phillip Morris

Post n°21 pubblicato il 13 Novembre 2010 da Majin79
 

Da ieri qui c’è vento, freddo e pioggia alla faccia di chi dice che Napoli è “O paese do Sole”… e le previsioni dicono che non passerà nemmeno tanto presto…

Insomma il tempo ideale per starsene in casa, mettere su un DVD e starsene spaparanzati sul divano con il gatto che ti fa le fusa intorno alle gambe…

Ieri sera dopo che mio padre si era finalmente addormentato e dopo aver sfamato la gatta (che ha un appetito da leone) ne ho approfittato per vedere finalmente “Colpo di fulmine” con Jim Carrey l’avevo preso la scorsa settimana, ma fra una cosa e l’altra non c’era ne il tempo ne la voglia di vederlo…

So leggendo i blog di chi mi segue che molti di voi hanno già visto questo film, comunque visto che ormai l’ho visto volevo dire anche la mia :)


Su questo film c’è da dire che è stato accompagnato da una vasta serie di polemiche in quanto all’epoca dell’uscita nei cinema ci fu un’importante opera di censura fatta nel trailer e in quasi tutta la pubblicizzazione del film in Italia (lo stesso titolo del film in italiano “Colpo di fulmine, Il mago della truffa” toglie ogni riferimento alla tematica gay ne è un esempio lampante).

Nonostante questo io l’ho trovato spassosissimo, in pieno stile Carrey, dissacrante, ma al contempo non banale anche nelle scelte fatte per strappare una risata…


La cosa poi che mi ha lasciato piuttosto di stucco è sapere che il film è tratto da una storia vera… infatti il film è basato sulla storia vera di Steven Russell (Jim Carrey) che è un marito devoto, un poliziotto integerrimo e suona l'organo in chiesa ogni domenica, ma quando sente la sua vita appesa ad un filo decide di chiudere con il passato e dire la verità: è gay, anzi gay, gay,gay! Per sopravvivere si trasformerà in un perfetto truffatore, spesso nei guai con la legge, sempre in fuga e in grado di mettere a segno un colpo impossibile dopo l'altro pur di realizzare i suoi desideri e quelli di Phillip Morris (Ewan McGregor), l'uomo che ama.

Prodotto da Luc Besson, è una storia che nonostante sia vera ha dell'incredibile!


Vi lascio il trailer originale del film che rende decisamente il senso molto meglio di quello italiano che a guardarlo sembra tratto da tutto un altro film…

 


 
 
 

Making Love

Post n°20 pubblicato il 13 Settembre 2010 da Majin79
 

Non ho potuto fare a meno di comprare il DVD di questo film avendolo cercato per anni senza mai essere riuscito a trovarlo quando poi l’altro giorno l’ho visto in offertissima a soli 2,50€…

Nonostante questo film abbia i suoi anni alle spalle (parliamo infatti del 1982) è decisamente un film intenso e coinvolgente che mi ha preso dall’inizio alla fine… il tema affrontato, quello del gay sposato, che oggi può sembrare quasi banale e scontato era invece estremamente coraggioso per quel periodo in cui certi argomenti erano se non tabù comunque difficilmente presi in considerazione.


Zack è sposato con Claire da circa otto anni; lui è un medico di successo, mentre lei lavora in una televisione. Il matrimonio dei due appare perfetto, ma l’arrivo di Bart, uno scrittore gay, dimostrerà che le cose non stanno veramente così ridestando in Zack emozioni e sensazioni che per anni aveva nascosto anche a se stesso e costringendolo a un percorso che lo porterà ad ammettere apertamente a se stesso e agli altri la sua vera natura.

Gli attori principali sono Michael Ontkean, Kate Jackson ed Harry Hamlin, mentre la regia è di Arthur Hiller.

Come si legge sul retro di copertina del DVD: “Una storia emozionante sull'onestà, il coraggio e l'amore di un uomo che affronta la propria omosessualità”.


Visto che un vero e proprio trailer non sono riuscito a trovarlo, vi lascio con una clip tratta dal film:

 


 
 
 

Robbie Williams e Gary Barlow: Shame, il video ispirato a I segreti di Brokeback Mountain

Post n°19 pubblicato il 09 Settembre 2010 da Majin79
 

Ha cominciato a girare per la rete sui principali network di diffusione di filmati il nuovo video di Robbie Williams in cui duetta insieme all’ex collega dei Take That Gary Barlow nella canzone “Shame”.

Ve ne parlo perché il video è palesemente ispirato al pluripremiato film “I segreti di Brokeback Mountain” di Ang Lee che, oltre ad essere uno dei miei film preferiti, è probabilmente uno dei più importati film a tematica gay degli ultimi anni.

Seppure il video di Robbie e Gary non parla esplicitamente di una storia d’amore fra i due la sottintende per quasi tutta la durata, in più considerando a quale film si sono ispirati diventa evidente l’ammiccamento ad una fascia di target ben definita…

La canzone, di genere country, è piuttosto orecchiabile e a me non dispiace per nulla e poi i due vestiti da cowboy sono davvero molto sexy:

 

il video lo trovate qui


Se non avete mai visto il film personalmente non posso fare altro che consigliarvelo di cuore.

Vidi questo film una notte di diversi anni fa tutto d’un fiato e senza un secondo d’interruzione. È uno dei film più belli e struggenti che abbia mai visto e, seppure non lo rivedo da allora, lo ricordo e credo lo ricorderò per molto molto tempo.

A Signal, nel Wyoming, Ennis Del Mar (Heath Ledger) e Jack Twist (Jake Gyllenhaal) si incontrano nell’ufficio del rancher locale Joe Aguirre (Randy Quaid), dove entrambi sono alla ricerca di un lavoro.
I due i ragazzi sembrano certi degli obiettivi che vogliono raggiungere nella vita: un lavoro stabile, il matrimonio e la famiglia, ma ambiscono anche a qualcosa che non riescono ancora a vedere con chiarezza.
Quando Aguirre li manda a lavorare come guardiani del gregge in cima alla montagna di Brokeback, fra di loro si instaura prima un rapporto cameratesco e poi un’intimità più profonda.
Alla fine dell’estate i due devono lasciare Brokeback e separarsi. Ennis rimane in Wyoming, sposa la sua fidanzata Alma (Michelle Williams), con la quale avrà due figlie, e cerca di tirare avanti come meglio può.
Jack, in Texas, conquista la reginetta del rodeo Lureen Newsome (Anne Hathaway). Si fidanzano, si sposano, fanno un figlio e cominciano a lavorare per il padre di lei.
Quattro anni dopo, un giorno Alma porta a Dennis una cartolina di Jack, che è in viaggio verso il Wyoming. Ennis aspetta ansioso il suo amico e quando Jack finalmente arriva si capisce subito che il tempo non ha fatto altro che rafforzare l'amore tra i due uomini.
Negli anni successivi, Ennis e Jack fanno di tutto per mantenere vivo il loro legame segreto. Si vedono diverse volte l’anno e anche quando sono lontani si trovano costretti ad affrontare le eterne problematiche della fedeltà, dell’impegno e della fiducia.
In definitiva la sola costante della loro vita è una forza della natura, l’amore.


 
 
 

True Blood

Post n°18 pubblicato il 04 Giugno 2010 da Majin79
 

In attesa delle prossime puntate di The Vampire Diaries ho cominciato a seguire una nuova serie tv sempre sui vampiri, giusto per non rischiarne l’astinenza: True Blood.

Anche in questo caso la saga ha un origine letteraria, infatti è basata sui romanzi del Ciclo di Sookie Stackhouse della scrittrice Charlaine Harris. Pur vincitrice di diversi premi, a causa di molte scene di nudo, di sesso esplicito e di scene ritenute splatter, la serie è stata più volte al centro di polemiche.

In ogni caso va detto che questa serie è legata a doppio filo al mondo gay, sia perché ci sono diversi personaggi apertamente omosessuali (tra cui Lafayette, cuoco gay del Merlotte's e cugino di Tara la migliore amica della protagonista), sia per la presenza di numerosi gran bei ragazzi nel cast, sia per l’impegno nel sociale chew ha dimostrato, infatti il cast della serie ha organizzato una raccolta di fondi di beneficenza il cui ricavato è stato destinato all’associazione Gay, Lesbian and Straight Education Network, che da anni si batte contro le discriminazioni sessuali.


Decisamente degni di nota poi sono i personaggi maschili della serie, non tanto per le loro doti artistiche (comunque presenti), ma soprattutto per i loro corpi… innanzitutto Stephen Moyer che interpreta il vampiro protagonista Bill Compton e poi Ryan Kwanten che interpreta Jason Stackhouse il fratello della protagonista che, davvero molto carino (è quello nella foto qui sotto per capirci), vediamo più nudo che vestito ed è obbiettivamente un gran bel vedere :p



Eccovi la trama, come al solito tratta da Wikipedia e la scena del primo inconto fra i due protagonisti:


In un futuro non ben precisato, i vampiri e gli umani possono vivere assieme pacificamente, grazie ad un'invenzione rivoluzionaria di una ditta farmaceutica giapponese, che ha inventato uno speciale tipo di sangue sintetico di nome Tru Blood che può soddisfare i bisogni fisiologici dei vampiri. Ormai sono due anni che vampiri e umani vivono gli uni accanto agli altri, pur se con difficoltà e contrasti. A Bon Temps, una piccola e tranquilla cittadina della Louisiana vive Sookie Stackhouse, una cameriera che ha il dono di leggere i pensieri della gente. Una notte Sookie incontra Bill Compton, un vampiro di 173 anni originario di Bon Temps, tornato in città dopo parecchi anni. Tra i due nasce un legame amoroso che li porta a dover lottare contro i pregiudizi degli amici e dei cittadini di Bon Temps.



Per ora io sono solo alle primissime puntate della prima stagione, ma la storia già promette di avere evoluzioni molto interessanti… visto che so che alcuni di voi già l’anno vista che ne pensate vi è piaciuta?

 
 
 
Successivi »
 

Le mie foto

Majin79

.

.

“Ciascuno, a modo suo, trova ciò che deve amare, e lo ama […]; qualunque sia la cosa che amiamo, è quello che noi siamo”. Come dire, capite quello che amo e capirete chi sono...

Visualizza il profilo completo

 

LA MIA COLLEZIONE DI DVD

 

ULTIME VISITE AL BLOG

LorenzAdd1979mandragora.idclicblogannerice99reginadellamore_200biaroxyFedericaBaisabel85fautoelettronicapnSEMPLICE.E.DOLCEvololowgiovannazadraanima_frasemprepazzaMajin79
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

TAG

 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

I MIEI LINK PREFERITI