C'E' BISOGNO SEMPRE..

 

Area personale

 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 
Creato da: flaviaflavia1 il 03/08/2009
liberamente

 

 

UNA STORIA IN 5 SCENE

Post n°333 pubblicato il 07 Agosto 2015 da flaviaflavia1




 

Prima scena.
Odio i supermercati.
Ma quel giorno, al corso serale d'inglese, dovevo descrivere un fatto di quotidianità con le parole e i verbi imparati fino a quel momento: un acquisto al supermercato.
«Yesterday, I went by car to supermarket with my wife....» - balbetto.
Al termine della mia esposizione, l'insegnante esclama:
«Well, let us say THeO is a three P's man, Park, Push, Pay» fra le risate della classe.

Seconda scena.
Odio i supermercati, ma ieri ci sono andato per acquistare un paio di buste di carta forte per spedire documenti.
I cartolai sono chiusi, a cavallo di ferragosto!
Parcheggiata la macchina, a passo spedito mi dirigo all'ingresso, e proprio nel momento in cui si spalancano le porte automatiche una persona si affianca a me. Ma quella persona non cammina, no. E' su una sedia a rotelle motorizzata ancor più veloce del mio passo. La osservo muoversi: si dirige verso uno scaffale e preleva un lettore di codici a barre (saprò in seguito che è un dispositivo per chi vuol fare la spesa più facilmente ed uscire senza passare dalla cassa).

Il percorso, all'interno di un supermercato, è obbligato, e quindi ci ritroviamo ancora affiancati all'ingresso del mercato vero e proprio. Ma lei si muove con disinvoltura; ha solo qualche difficoltà a prelevare un cestello che non vuole staccarsi da quelli sottostanti. L'aiuto. Lei mi squadra da capo a piedi e ringrazia.
- Signora, ha bisogno di aiuto? - le domando.
Ancora mi squadra da capo a piedi - «E perché no, mi prenda un carrello.» - risponde porgendomi una moneta.
Non senza difficoltà riesco a staccare un carrello da una lunga catena e la raggiungo di nuovo spingendo, davanti a lei, quel carrello che non vuole andare mai nella giusta direzione.
Mi muovo con difficoltà perché incontro altre persone nella mia stessa condizione e non serve tenere la destra.
- «Lasci andare avanti me» - mi dice quella signora - «quando mi vedono, si appiattiscono tutti contro gli scaffali.» - aggiunge con un sorriso quasi beffardo.
Continuiamo il giro, prelevo per lei i prodotti che mi indica, glieli porgo, lei legge il codice a barre e li ripongo nel carrello.
Acchiappo al volo le due buste che mi servono e ci dirigiamo all'uscita.

Terza scena.
La sua macchina è parcheggiata fra le strisce gialle. Apre con un telecomando una portiera che scorre lateralmente, e automaticamente esce una pedana.
- «Che caldo, vero? Metta la roba nel bagagliaio intanto che si cambia l'aria.» - mi dice.
Ci presentiamo.
- Ma poi a casa come fa a scaricare la roba, c'è qualcuno che l'aiuta? - le chiedo.
«Oh si, c'è mio marito che scende, oppure qualche vicino. Oltretutto la macchina deve essere messa nel box e il mio è stretto, e così i condomini mi hanno permesso di costruire una tettoia nello spazio comune.»

Rimango affascinato vedendo come sale sulla vettura con la carrozzella. Davanti a lei un volante tutto speciale.
- Ma lo trova sempre un parcheggio pubblico con tanto spazio? -
«Eh no,  tante volte è occupato da gente che può benissimo camminare sulle proprie gambe.» - risponde con un sorriso mentre avvia il motore e manovra per uscire dal parcheggio.
«Arrivederci e grazie» - è il suo saluto accompagnato dal gesto di una mano.
Si allontana rapidamente.
Vado a depositare il carrello, estraggo la moneta e metto sottobraccio le mie due buste di carta pesante.
Ma solo in quel momento mi accorgo di avere una moneta che non è mia e due buste non pagate.
Getto la moneta in aria e la riacchiappo: testa o croce?
Ma cosa me ne importa...mi sento importante!

Quarta scena.
Dovrei rientrare nel supermercato e pagare le due buste. Ma io non le ho rubate! Erano nel carrello di quella signora che è passato incontrollato alla cassa.

Quinta scena.
Tutti quanti facciamo grandi crociate che portano grandi nomi, quando invece basterebbe soltanto guardarsi al fianco e aiutare chi ha bisogno.
Ma non lo facciamo perché non ha un grande nome e non ci fa sentire grandi. Non ci fa spiccare agli occhi della gente!

 

    

scritto il 18 Agosto 2009 da Albatrho.s  

 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Plutone

Post n°332 pubblicato il 14 Luglio 2015 da albatrho.s
 


 

Conto alla rovescia per l'incontro con Plutone. Dopo un viaggio di 9 anni attraverso il Sistema Solare, alle 13,39 (ora italiana) è previsto ''il saluto'' della sonda New Horizons della Nasa al pianeta nano.

Nel frattempo il Sole saluterà l'evento scagliando sul pianetino uno sciame di particelle cariche liberato da una delle ultime eruzioni.

Da Terra, gli astrofili, fra i quali Albatrho.s, hanno già cominciato a puntare i telescopi sul pianetino e a scattare bellissime immagini.

Ecco, nella foto a colori, il pianeta nano indicato dalla freccia.


[foto eseguita attraverso le sbarre della cella del carcere di sicurezza di Bollate]

la diretta dell'incontro la potete seguire qui.

Metadati:

• Fotocamera              Canon 450D
• Orientamento           Sx superiore
• Risoluzione  X           72
• Risoluzione  Y           72
• Datra e ora              2015:07:14 03:32 UTC
• Posiz. YCbCr            co-situato
• Tempo espos.          4 ore
• Numero F                 4,5
• Lung. focale             4.500
• Gamma colori           sRVB
• Unità piano focale     pollice


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La sai l'ultima?

Post n°331 pubblicato il 07 Luglio 2015 da albatrho.s


 

Intorno al 1911, Willis Haviland Carrier, sfruttando l'equazione di stato dei gas, inventò il condizionatore.
Possiamo quindi affermare che, in ossequio alla legge di Boyle-Mariotte, l'espansione di un gas produce freddure.

 

►◄

il tema è stato ampiamente discusso su Facebook, laddove è stato messo in dubbio il lavoro di eminenti fisici del calibro di Clausius, Kelvin, Carnot, Galileo, Newton, Joule, Avogadro, Maxwell, Gay-Lussac, Volta e, per finire, di Albatrho.s, oltre ai già citati Boyle e Mariotte.

A sostegno della tesi, in apertura del post, e a dimostrazione che l'espansione di un gas produce freddure,  si riporta questa tesi di laurea che un professore di termodinamica ha assegnato ai suoi studenti.

Il compito consisteva in una domanda:

"L'inferno è esotermico (libera calore) o endotermico (assorbe calore)?
 Sostenete la risposta con delle prove".

La maggior parte degli studenti ha cercato di dimostrare le proprie convinzioni citando la legge di Boyle-Mariotte (un gas si raffredda quando si espande e si riscalda quando viene compresso), o alcune sue varianti.
 Uno di loro, tuttavia, ha scritto quanto segue:

"Innanzitutto, dobbiamo sapere come cambia nel tempo la massa dell'inferno.
E quindi abbiamo bisogno di stabilire i tassi di entrata e di uscita dall'inferno delle anime. Credo che possiamo tranquillamente assumere che quando un'anima entra all'inferno non è destinata a uscirne. Quindi nessuna anima esce.

  Per quanto riguarda il numero di anime che fanno il loro ingresso all'inferno, prendiamo in considerazione le diverse religioni attualmente esistenti al mondo: un numero significativo di esse sostiene che se non sei un membro di quella stessa religione andrai all'inferno.
  Siccome di queste religioni ce n’è più d’una, e visto che le persone abbracciano una sola fede per volta, possiamo dedurne che tutte le persone e tutte le anime finiscono all'inferno. Dunque, stanti gli attuali tassi di natalità e mortalità della popolazione, possiamo attenderci una crescita esponenziale del numero di anime presenti all'inferno.
  Ora rivolgiamo l'attenzione al tasso di espansione dell'inferno, poiché la legge di Boyle-Mariotte afferma che per mantenere stabile la temperatura e la pressione dentro l'inferno, il volume dello stesso deve crescere proporzionalmente all'ingresso delle anime. Questo ci dà due possibilità:
  1) Se l'inferno si espande ad una velocità minore di quella dell'ingresso delle anime, allora temperatura e pressione dell'inferno saranno destinate a crescere fino a farlo esplodere.
  2) Naturalmente, se l'inferno si espande più velocemente del tasso d'ingresso delle anime, allora temperatura e pressione scenderanno fino a quando l'inferno non si congelerà.

Dunque quale delle due è l'ipotesi corretta?
 Se accettiamo il postulato comunicatomi dalla signorina Therese Bayran durante il mio primo anno all'università, secondo il quale "Farà molto freddo all'inferno prima che io venga a letto con te", e considerando che ancora non ho avuto successo nel tentativo di avere una relazione sessuale con lei, allora l'ipotesi 2 non può essere vera.         
  Quindi l'inferno è esotermico".


[ omaggio a Flegetonte]



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

E' STRANO QUESTO BUIO

Post n°330 pubblicato il 04 Giugno 2015 da flaviaflavia1
 


 

E’ strano questo buio!

E’ nato in un oggi che è già ieri da qualche minuto… ed appartiene, vista l’ora, ad un oggi che io chiamo ancora domani.
Ed io qui a respirare fumo e notte, con dentro la calma per aver fatto tutto… ed allo stesso tempo, l’agitazione data da quella strana sensazione d’aver, tuttavia, dimenticato qualcosa d’importante.
Ma cosa?
Gli amici sono arrivati e ora riposeranno tranquilli, o forse guarderanno dalla finestra dell’albergo le luci di una città che non conoscono, pensando… pensando poi chissà a cosa!

Pronti gli abiti,  tutto fatto per la festa di domani, eppure…

Sento la mia signora sbrigare le ultime cose, mi fa compagnia il suo muoversi, il suo andirivieni… il suo esistere in questa casa… Nella mia vita.

Vita: vita che se ora desiderassi averla vissuta in modo diverso, non saprei come immaginarla.
Vita… in cui lei è entrata in punta di piedi e con forza ha dato uno strattone al mio cuore, alla mia esistenza e senza accorgermene io l’amavo.
Né mai ho pensato un solo istante, ritornando a casa, di non trovarci lei ad aspettarmi e solo oggi, solo questa notte, mi chiedo il “Perché?”
Perché non ho mai avuto il timore di non trovarla, ritrovandomi poi solo… come tanti, come molti altri…
Bella lo è sempre stata! Dolce e aggressiva al punto giusto e tanto grande è sempre stato il suo amore!... Ecco! Il suo amore, così forte, cosi pregnante, così denso, che se ora, stringendo la mano chiudessi le dita, mi parrebbe quasi di toccarlo.

Continua a fare strani balzi il mio pensiero viaggiando dalla mente al cuore e questo buio m’è compagno e complice, se nasconde questa lacrima che mi scivola giù per la guancia facendomi sentire tanto ragazzino.

La fiamma del mio accendino illumina per un momento  lo spazio circostante; la prima sigaretta s’è fumata da sola, mentre guardavo nel buio inseguendo i miei pensieri.
Ne accendo un’altra e ad ogni tiro s’illumina la brace e si scioglie la tensione, l’ansia.

Tutto sparisce, ora sono sereno e ho capito cosa fosse quella “ Cosa “ che mancava, che avevo dimenticato di fare; l’ho capita mentre la sua mano mi accarezzava una spalla dicendomi: - Andiamo? -
- Grazie- le ho sussurrato. Solo un grazie… ma so che lei ha capito tutto quello che vi fosse racchiuso e nascosto.

Dovevo ringraziarla, ecco cosa avevo dimenticato di fare oggi e sempre.
Ed era la cosa più importante!



Grazie per esserci, grazie per questo amore, per tanta dedizione;
grazie per questa vita vissuta insieme.

 

 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

asini a squola

Post n°329 pubblicato il 25 Maggio 2015 da albatrho.s


 

asini a squola

 


Margherita_Hack
(Astronoma di fama mondiale)
Rimandata in matematica a ottobre dopo la terza ginnasio.             

 


Charles_Darwin
(Naturalista -Teoria sull'evoluzione dela specie)
Si è ritirato dalla Scuola di Medicina ed è stato spesso rimproverato dal padre per essere troppo pigro e sognatore.

 

Peter_Higgs (Premio Nobel per la fisica)
Noto soprattutto per aver ipotizzato l’esistenza del bosone che porta il suo nome, poi confermata da un esperimento condotto al CERN, ha ammesso che non era particolarmente attratto dalla fisica.

 

Evariste_Galois (Matematico e ragazzo prodigio)
Bocciato per due anni consecutivi all’esame d’ammissione all’École Polytechnique. Lanciava il cancellino della lavagna contro i professori che non capivano i suoi passaggi matematici.

 

Albert_Einstein (Premio Nobel per la Fisica e artefice della Teoria della Relatività Generale)
Ha avuto delle difficoltà di apprendimento e ha superato l'esame d'ingresso al Politecnico di Zurigo al secondo tentativo.

 

Thomas_Edison (Scienziato, inventore, imprenditore)
Inventore della lampadina, del fonografo, della sedia elettrica, del tasimetro, del cinetoscopio. E' stato espulso da squola quando aveva 12 anni perché aveva grandi lacune in matematica.

 


Albat
rho.s
(Blogger e. . . . . . . . .)

n.p.

 

 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

GRAZIE TANTIRICCIROSSI ( GIULY)

      

"NON POSSO SENTIRE

LA TUA VOCE,EPPURE

ASCOLTO LE TUE PAROLE.

NON POSSO GUARDARE

NEI TUOI OCCHI,EPPURE

VEDO CIO' CHE GUARDI,

NON POSSO CAMBIARE

IL TUO SGUARDO, MA...

SE FACCIO PARTE DI CIO'

CHE VEDI E VEDO CIO'

 CHE SEI.. ALLORA GRAZIE 

PER ESSERE ANCHE MIA AMICA"

la foto è presa dal web,le parole

sono un commento inviatomi

da tantiricci che ringrazio per

avermi capita veramente..

 

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

mauriziocamagnamgf70massimocoppaletizia_arcurighionnamarcoprigionieracosmicapsicologiaforenseMarquisDeLaPhoenixalbatrho.scall.me.Ishmaelafrodite.58Perturbabileflaviaflavia1axxxxo
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I miei link preferiti