Community
 
gameplayer
   
 
 

MEMORIE DI UNA GEISHA

Il cuore muore di morte lenta. Perdendo ogni speranza come foglie. Finché un giorno non ce ne sono più. Nessuna speranza. Non rimane nulla.

 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 35
 
Creato da: gameplayer il 26/08/2006
un percorso nell'anima

 

 
« DI NUOVO IN GINOCCHIOVARIAZIONI SUL TEMA »

GHIACCIAI EMOTIVI

Post n°708 pubblicato il 19 Gennaio 2012 da gameplayer
 

Di fronte allo specchio io e la mia maschera… Nessuno è pronto a vedere il mio vero volto e quindi è meglio che copra le lacrime che scorrono con questa espressione distaccata e serafica che vogliono che io assuma… E’ più facile essere quella rassicurante che non se la prende per nulla, che aprirsi, svelare le proprie emozioni essere e mostrarsi per come si è.

Nessuno è pronto ed io stessa sono stufa di prendere calci in faccia ogni volta che decido di mostrarmi con le mie vulnerabilità, ogni volta che decido di aprirmi e farmi conoscere.

E’ indubbiamente più facile aderire alle richieste di chi mi circonda che mostrare le mie, una casa che fila senza problemi  tranquillizza  e rassicura tutti, dire sempre sì va bene, impedisce all’altro di vedere le lacrime che scorrono e alle quali nessuno è preparato. Sono ormai l’esperta dell’assecondamento, sì va bene, sì è come dici tu e il mondo va avanti senza scossoni.

Ma mi manca quell’anelito di libertà appena assaggiato, quell’autentica curiosità nei miei confronti, quelle magnifiche domande volte a conoscere chi io fossi e cosa pensassi, senza giudizi o forzature.. Mi mancano ,dio mio quanto mi mancano, mi manca quello spazio personale che sentivo mio, in cui mi riconoscevo, quel guardare dentro di me con gentilezza e dolcezza ma con autentica curiosità…

Mi manca perché era calore, era sentir musica nel vuoto e nel ghiaccio che fanno parte di me. Quanto è crudele il mio destino che mi fa assaggiare quello che avevo sempre desiderato e che immediatamente me lo toglie dalla bocca… Quanto è beffardo… Ed ora mi rimangono queste lacrime silenziose che nessuno vuol vedere e tutto il ghiaccio e il vuoto che si sono nuovamente formati in me…

Ma va bene così… meglio il silenzio e il vuoto ora che dover mostrarsi e dire … Meglio dire sempre sì va bene che esprimersi… per buona pace di tutti, per la tranquillità di tutti.

Il mio vuoto d’altronde non si può riempire, non è destino, ma io sono diventata brava a riempire quello degli altri.

Suvvia, indossiamo quella maschera cosicchè le lacrime non scendano copiose e rimangano celate alla vista di chi, forse, ma non ci credo, potrebbe notarle… Ecco aggiusta il tuo finto sorriso e vai in scena; signori benvenuti ecco a voi la parodia della vita…!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

chelidonium_majusgameplayerorso3458LuxxilGery63cercolamore2014dlcpccntHeavenIsALiebloggounicoamore_17volpina_44olegna69serenella1210cabir2
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

DAL WEB

Perso in riva la mare
Contare innumerevoli tracce
A ciascuna una vita
Diversa, sconosciuta
Io uomo curioso
Io granello di sabbia
Intravedo mille volti
Mentre l'acqua ricopre
Cancellando le realtà
Io curioso granello di sabbia
Tra l'immensità della spiaggia

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom