Mondo Parallelo

Ritagli di vita e di suoni

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

les_mots_de_sabletocco_di_principessamenegi53carloreomeo0gesu_risortoannunz1NORMAGIUMELLIDoNnA.Slascrivanagattachicca1DueHalzini49MarquisDeLaPhoenixdinobarilisyllabusvirgola_dfkhenan
 
Citazioni nei Blog Amici: 34
 

ULTIMI COMMENTI

Felice Serata Una carezza Leica (clikkami)
Inviato da: tocco_di_principessa
il 23/11/2014 alle 19:27
 
Mi ispira di più questa
Inviato da: NORMAGIUMELLI
il 23/11/2014 alle 11:31
 
Sono incontenibili le emozioni dell'anima,che vibrano...
Inviato da: DoNnA.S
il 23/11/2014 alle 11:28
 
Uau! :-)) Tipo così??
Inviato da: NORMAGIUMELLI
il 23/11/2014 alle 11:28
 
Bellissima l'immagine.... e le parole...beh, sono...
Inviato da: NORMAGIUMELLI
il 23/11/2014 alle 11:20
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

BACK TO BLACK

He left no time to regret, kept his dick wet, same old safe bet. Me and my head high, and my tears dry, get on without my guy, you went back to what you knew, so far removed from all that we went through, and I tread a troubled track, my odds are stacked, I'll go back to back. We only said good bye with words, I died a hundred times, you go back to her and I go back to...I go back to us, I love you much; it's not enough, you love blow and I love puff, and life is a pipe, and I'me a tiny penny rolling up the walls inside. We only said good bye with words, I died a hundred times, you go back to her, and I go back to...

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

SI DEVE ESIGERE PIÙ DA SE STESSI CHE DAGLI ALTRI

Se a un certo punto un'amicizia o un amore cessano, forse non sono mai esistiti davvero.


aquila

 

S'I' FOSSE FOCO (SONETTO DI CECCO ANGIOLIERI)

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

SMILE: THE LIFE IS SO GOOD!

 

LOVE HER AGAIN (DAL CD "ALONE" DI G.M.)

    

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FIAMMELLA SEMPRE ACCESA NEI CUORI

L'importante è come si vive e non quanto.

 

THE SECRET (BY GIOV@NNI)

 

 

AROUND IN THE TOWN

Post n°645 pubblicato il 23 Novembre 2014 da menegi53
 
Tag: Streets
Foto di menegi53

 

 

 

 

 

 

Suonano le ruote della giostra che gira

ma solo la voce dei bimbi si sente.

Con volo e precisione di freccia,

scende il rumore del cielo con gravità di pioggia,

e la sua voce sparge piccole lame di vetro;

torna la forza del vento carica di nuovi profumi,

di fiori appena sbocciati e di nuovi mattini;

poi m'accompagna tra le note d’un pianoforte,

sospeso a mezz’aria tra il mare e i cirri più bianchi

e mi invita a suonare, anche se le mie dita

oggi son pigre e gli occhi un po’ stanchi.

 

                                                             Giov@nni 

 
 
 

MENTRE IL SOLE CALA

Post n°644 pubblicato il 23 Novembre 2014 da menegi53
 
Foto di menegi53

Sarebbe impossibile dormire la notte qui fuori, anche se lo volessi, tra mura spesse e finestre chiuse, impossibile dormire per via di queste stelle che son troppe, troppo lucide, troppo vicine! Impossibile non rimanere storditi per via del mormorio sul greto mentre squillante risuona da ogni dove il loro sussurro, sotto le sfere bianche delle loro perle, i loro ciottoli di luce. Affiorano le alghe salate che si sono radunate sulla riva per via del rumore di un motore sul mare come un cuore che batte, per via dei fantasmi venuti dal nulla sorti dal molo che invadono la stanza dei sospiri alla luna. Un fazzoletto al collo per abitudine, un colore blu che mi piace, di sotto la camicia tenuto con un nodo, forse perché mi va di vederlo sciogliersi al vento mentre in sella a una moto mi fermo sulla collina di sotto una roccia sfumata di rosa. Parlano i pini con la loro lingua verde, il mare empie le sue cantine di passi, di campane e di gemiti e io dall’alto sulla stradina sterrata, mentre il sole comincia a calare, sciolgo le catene del cuore, poi della moto per ritornare faccio di nuovo rombare il motore. E domani arriverà con passi verdi sfumati d’autunno: nessuno arresta il fiume dell'aurora. Nessuno arresta il fiume del tempo stretto tra le mie mani, entro le dita la luce e negli occhi un sogno dipinto, ascolto, come cinguettio di passeri in volo, al cuore lo sento che sale sotto quel cielo che chiude su di me le sue ali.

 

Giov@nni

 
 
 

PROSPETTIVA DI SILENZI

Post n°643 pubblicato il 22 Novembre 2014 da menegi53
 
Foto di menegi53

 

 

 

 

 

 

Si srotolano le tue parole

pellegrine nel cuore.

Da straniero

adagio in grembo

le tue piccole mani,

e tra i singhiozzi delle onde

tu semini fiori.

Rovesciami in cuore

una pioggia ardente

di felicità.

Un giorno improvvisamente

sentirai dentro di te

il peso dei miei passi

che si allontanano esitando:

quel peso sarà quello più grave.

Le mie parole pozzi profondi,

le mie parole erano stanchezza,

le mie parole erano

solo…  parole.

 

                                                          Giov@nni

 
 
 

PER ABBRACCIARTI

Post n°642 pubblicato il 22 Novembre 2014 da menegi53
 
Foto di menegi53

Sabato. Son venuto a trovarti, anche oggi, per abbracciarti. Ho le chiavi apro io, come sempre, altrimenti se suono non entro. Ti sei stancata di portare il peso degli anni, lo vedo, lo sento, ti sei stancata delle tue mani ruvide e macchiate dal tempo; nei tuoi occhi, aperti come piccole fessure, l’ombra di un sorriso piano si staglia e i tradimenti del tempo si fanno sentire nella stanchezza che avanza, nella noia serale, e di colpo ecco che senti le parole indistinte da un canale televisivo, messo a caso tanto per compagnia. Incendi e gemiti tra le immagini apparse, un continuo gridare e tanta violenza; meglio il silenzio, ti rende più assorta e del cuore ti fa ascoltare i ricordi, pur se la solitudine è una fredda compagna senza parole né gioia, piena di grigio e di noia. Ti guardi attorno, hai sentito il rumore d’un battere d’ali, o forse è il tuo cuore che batte più forte, ma tu davvero hai le tue ali e non puoi volare! Io ho le mani per accarezzare e non posso e non voglio pensare a un domani senza sentire i tuoi passi. Finito, dirà un giorno madre natura, finito di ridere e di piangere e tutto continuerà nel mondo come prima, ma sarà tutto più vuoto, tranne una pioggia di stelle ogni volta che volgerò gli occhi al cielo: tu questo lo sai, ma fai finta di niente, mi accarezzi e mi stringi poi mi chiedi: “Che pensi?”. “Niente, pensavo a domani, alle tue mani rugose che mi mostran ritratti, foto di ieri, di me piccolino, dei miei fratelli e di parenti così lontani nel tempo, che a stento ricordo. Foto sbiadite, in bianco e nero, foto a colori: ricordo le ho fatte prima che i capelli ti divenissero bianchi, e tu sei la stessa, solo un po’ più piccina e lenta nel passo, ma il sorriso è rimasto quello, non è cambiato, suvvia dammi un bacio che poi devo scappare!”, le lacrime scendon da sole, ma non le posso asciugare, se ne accorgerebbe, sorrido, ma mi costa fatica, non so… devo andare! “No, non pensavo a nulla, sì non pensavo… a nulla!”. Finito, dirà un giorno madre natura, a una vecchia madre che come lei accarezza i suoi figli… finito di ridere e di piangere e tutto continuerà come prima e sarà ancora quella vita immensa che non vede non parla e... non pensa.

 

Giov@nni

 
 
 

WORDS

Post n°641 pubblicato il 21 Novembre 2014 da menegi53
 
Foto di menegi53

Girate parole, girate a vostro piacere, fate che il vostro narrare si bagni di luce! Naufragio di inchiostro nelle pagine bianche, così che ogni sillaba alla fine arda e sveli i nostri difetti. Di bruciatura in bruciatura le labbra a volte non le trattengono, troppo impegnate da un pensiero che nasce, troppo forti le offese inaspettate. Girate parole, girate a vostro piacere! Per i paesi, fra la gente di tutte le razze, parole tradotte come poesie scorrono in versi cantando, offrendo a ciascuno il suo dono, come sorgente di luce, o fresca acqua cui attingano il senso le generazioni a venire. Parole tracciate con penne affilate nel libro del mondo che trabocca di canti: a ogni cantore la sua canzone, ad ogni cuore il suo battito dolce, con l’orologio senza le sfere. E quando poi salgono piano a sfiorare dei ricordi le note, la mente le mette da parte e ripete all’inizio e alla fine lo stesso ritornello che dice: girate parole, girate a vostro piacere! Fra i roveti di consonanti, su un fazzoletto a quadretti posato sui fianchi, mentre seduto consulto con gli occhi velati di commozione il libro della natura, ho tra le labbra una matita gialla e in mano un foglio bianco. E volan le parole tenendosi strette abbracciate, tracciando disegni fatti di minuscole lettere sulle dimore vuote, sulle dimore deserte di chi nel suo viaggio si è perso, nel mare immenso di parole senza senso; e il pensiero si nasconde nel ricordo dei giorni che appartengono al sole, quando coi raggi per gioco lui brucia foreste di parole che dipingono un mondo fatto di anteriore bellezza per la mediocre alleanza che intercorre oramai fra l’udito e la vista: così almeno è nel mio sentire, a sostegno di uno più caro a venire. Come accesso alle conoscenze sottili, ove nulla sia dato scontato, per una migliore comprensione. Sì, solo parole con altre parole in mille modi scritte, per avanzare nei giorni senza pretese e con le mani tese, come d’incanto, verso quella realtà ancora troppo oscura per gli umani destini. Là, dove la notte e il giorno cessino di opporsi, ma restino appesi a parole d’amore che dall’una e dall’altra parte del globo si possano legger in tutte le lingue senza alcun se, senza alcun ma, così, sempre… allo stesso modo.

 

Giov@nni

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: menegi53
Data di creazione: 23/11/2011
 

L'IGNORANZA E' MENO ODIOSA DELLA PRESUNZIONE

 

NON FARE DEL BENE SE NON ACCETTI L'INGRATITUDINE

 

CI VUOLE TUTTA UNA VITA PER IMPARARE A VIVERE

 

LA FELICITA' E' FATTA DI POCHI ISTANTI

aquila-immagine-animata-0012

 
Citazioni nei Blog Amici: 34
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

INCONTRIAMO IL DESTINO SULLA VIA PER EVITARLO

L'amicizia: gli amici ti aiutano, i conoscenti ti salutano!

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 34
 

A VOLTE UN PO' DI SOLITUDINE CI FA STARE BENE

Chissà perchè certe donne e certi uomini non cambiano mai! Com'è squallida l'umanità, e io ne faccio parte!

 

RONDINI (DAL CD "TIME OFF" DI G.M.)

 

Volano, come rondini volano

poi nel cielo scompaiono

i miei sogni così.

Tornano come rondini tornano

anche se non vorrei...

I miei sogni così.

Chi non ama ricordi non ha...

sempre solo restare dovrà...

Una vita vissuta così...

non vorrei...non vorrei.

Meglio ridere e piangere se...

se l’amore ora viene ora va...

fa soffrire, ma è meglio così:

solo non sarai...no mai!

I ricordi verranno da te

come gocce di pioggia...

cadranno giù...

dai tuoi occhi dal cuore e poi tu,

sognerai... Di tornar tra le braccia di chi... se ne andò..

senza dirti nemmeno perché...

Sognerai... Di fermare quel bacio... così,

che hai rubato alle labbra di chi...mai t’amò... mai t’amò.

 

NOTHING MORE

 

Alcuni si ricordano dell'educazione

solo quando la pretendono dagli altri

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

Felice Serata Una carezza Leica (clikkami)
Inviato da: tocco_di_principessa
il 23/11/2014 alle 19:27
 
Mi ispira di più questa
Inviato da: NORMAGIUMELLI
il 23/11/2014 alle 11:31
 
Sono incontenibili le emozioni dell'anima,che vibrano...
Inviato da: DoNnA.S
il 23/11/2014 alle 11:28
 
Uau! :-)) Tipo così??
Inviato da: NORMAGIUMELLI
il 23/11/2014 alle 11:28
 
Bellissima l'immagine.... e le parole...beh, sono...
Inviato da: NORMAGIUMELLI
il 23/11/2014 alle 11:20
 
 

FELICITÀ

Non parlate della vostra felicità a chi è meno felice di voi.

La felicità è come la febbre poichè tutti ci sono intorno per farcela passare.Felicità

 

SCENDI! (A SONG BY GIOV@NNI)

 

TURBOLENZE D'ONDE

Senza il tuo consenso nessuno potrà mai farti sentire inferiore.

 

 

POLVERE DI STELLE SULLE MANI

Io sono più importante dei miei problemi.

 

COME SPIGHE DI GRANO

Il falso amico è come l'ombra che ci segue finché dura il sole