Community
 
AlessioFerr...
   
 

IGNOTA VERITAS

MISTERI - ENIGMI - RIVELAZIONI

 
 

TAG

 

UN VANGELO SPIRITUALE

Gesù disse: "Colui che cerca, non smetta di cercare finchè non trova e quando troverà sarà commosso e quando sarà commosso contemplerà  e  regnerà  su  tutto"    Vangelo di Tommaso

  

 

LA PORTA ALCHEMICA

La Porta Alchemica, detta anche Porta Magica o Porta Ermetica o Porta dei Cieli, è un monumento edificato tra il 1655 e il 1680 da Massimiliano Palombara marchese di Pietraforte (1614-1680) nella sua residenza, villa Palombara, sita nella campagna orientale di Roma sul colle Esquilino. La villa che ora non esiste più, si trovava vicino piazza Vittorio, dove oggi è stata collocata la strana porta. La Porta Alchemica è l'unica sopravvissuta delle cinque porte di villa Palombara, sull'arco della porta perduta sul lato opposto vi era un iscrizione che permette di datarla al 1680, inoltre vi erano altre quattro iscrizioni perdute sui muri della palazzina all'interno della villa.

 

AFFRESCO CON CAVALIERI CROCIATI A CLERMONT

 

PASTORI IN ARCADIA DI N. POUSSIN.

 

L'ULTIMA CENA,DI LEONARDO DA VINCI

 
 

CHI E'?

 

MARIA MADDALENA, ATTRIBUITO A LEONARDO DA VINCI

 

SAN MICHELE ARCANGELO

 

MADONNA DEL PILERIO, COSENZA

 

LA DEA ISIDE CHE ALLATTA HORUS

 
Questo blog non è a scopo di lucro, le immagini e il contenuto degli articoli presenti, sono dei rispettivi proprietari.
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 21
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

 

« Cavalieri templariRecensione »

Catacombe "ad decimum"

Post n°45 pubblicato il 03 Marzo 2009 da AlessioFerrazzoli
 

L'uomo, fin dalla sua comparsa sulla terra si è sempre preoccupato di come la sua vita potesse proseguire dopo la morte e in che forma. L'idea che dopo la morte ci sia il nulla, il buio, l'assenza di ogni cosa e di ogni memoria.... l'oblio, ha sempre spaventato l'umanità di qualsiasi luogo del mondo e in qualsiasi epoca. I primi cristiani  per tradizioni a loro precedenti e risalenti ai primordi della storia dell'uomo, praticavano  riti funebri e  particolari cure verso i defunti. (pratica acora in uso) I primi cristiani  hanno lasciato a questo riguardo numerose testimonianze (le catacombe). E' risaputo  inoltre che il culto dei morti era anche un' usanza religiosa giudaica . Il culto  dei morti è una pratica ancora in uso in quasi tutte le principali religioni. L'archeologia pone sempre maggior rilievo all'orgine giudaica del cristianesimo ponendolo come una religione in un certo senso "derivata". Anche se molti rituali nel tempo sono stati modificati ed abbandonati, l'intera struttura del credo cristiano affonda le sue radici nella religione giudaica. I giudeo-cristiani sono stati gli ebrei che hanno riconosciuto in Gesù il Messia tanto atteso anche se  non tutti accettarono in Lui la divinità. La morte rappresentava quindi un passaggio inevitabile per raggiungere Dio e le meraviglie del Suo Regno. La scorsa primavera mi sono recato a Grottaferrata dove ho passato una bellissima giornata e ho visitato le catacombe ad decimum. Le catacombe ad decimum furono scoperte per caso dai proprietari del vigneto sovrastante. La scoperta avvenne in tempi  recenti, esattamente nel 1905. Le catacombe sono situate ad decimum miliarum dell’antica via Latina, praticamente a circa 15 chilometri da Porta Capena, appartenente alle Mura Serviane. L’importanza storica-archeologica delle catacombe ad decimum è testimoniata anche dalla venerazione dei “corpi santi” di martiri e papi che vi erano seppelliti. Stranamente di questo sacro ipogeo non è rimasta traccia nei documenti agiografici medievali e nelle descrizioni topografiche della zona. E' doveroso segnalare l’importanza di queste catacombe come antico e ritrovato luogo di pellegrinaggio. Questo cimitero paleocristiano sotterraneo si trova al X miglio dell'antica via Latina, vicino a Grottaferrata. Le catacombe sono databili tra la fine del III e l'inizio del V secolo, e erano utilizzate da una comunità locale di modesta estrazione sociale, in parte costituita dalla servitù delle grandi ville di epoca imperiale che si trovano nei paraggi ed in parte dagli abitanti del piccolo nucleo urbano che sorgeva a pochi passi dall'area cimiteriale (al X miglio si trovava anche una stazione di posta). Le tombe non sono né  grandi, né particolarmente decorate (ci sono solo due cubicoli dipinti), ma sono comunque di grandissimo interesse, perché, essendo state scoperte solo all'inizio del '900, sono rimaste quasi integre. Le iscrizioni in greco e latino presenti sulle lapidi tombali e nella malta che sigillava i loculi costituiscono effettivamente uno strumento preziosissimo per studiare l'evoluzione della lingua e della scrittura proprie di quell’epoca. 


La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/ignotaveritas/trackback.php?msg=6623018

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
fatamatta_2008
fatamatta_2008 il 11/03/09 alle 14:36 via WEB
speriamo rimangano integre ancora a lungo..purtroppo molti monumenti del nostro pasato stanno andando in malora si pensa a costruire ma nn a preservare....un caro saluto Lilly
 
squinzisquanzi
squinzisquanzi il 19/03/09 alle 12:26 via WEB
Sempre interessantissimi i tuoi post, bravissimo ...forse dovresti pubblicizzarli di più fra gli amici invitandoli a leggerli, sono veramente belli...un caro abbraccio, Squinzi
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: AlessioFerrazzoli
Data di creazione: 25/11/2007
 

TORRE MAGDALA, RENNES-LE-CHÂTEAU

 
 

CHIESA DELLA MADDALENA, RENNES-LE-CHÂTEAU

 

CHIESA DELLA MADDALENA, RENNES-LE-CHÂTEAU.

Il demonio Asmodeo, sostiene l'acqua Santa
 

LABIRINTO, CATTEDRALE DI CHARTRES

 
 

SAN GALGANO, SIENA

L'abbazia di San Galgano, dalle marcate caratteristiche architettoniche gotico-cistercensi, fu costruita a partire dal 1218 e poco lontano dalla Rotonda. L'edificio è imponente e testimonia, così, la diffusione ed il grande seguito del culto di san Galgano. L'abbazia raggiunse, nel XIV secolo, una grande potenza, anche grazie alle immunità ed ai privilegi concessi da vari imperatori, tra i quali Federico II, ed alle munifiche donazioni ricevute; a ciò si aggiunse l'esenzione dalla decima da parte di papa Innocenzo III. La ricchezza raggiunta nel Cinquecento fu tale da scatenare una contesa tra la Repubblica di Siena ed il Papato, che portò nel 1506 ad un interdetto del papa Giulio II contro Siena, che resistette ordinando ai sacerdoti la celebrazione regolare di tutte le funzioni liturgiche.

 

CATTEDRALE DI SANTIAGO

 

CHIOSTRO, CATTEDRALE DI SANTIAGO DE COMPOSTELA

 

ABBAZIA DI CASAMARI

 

L' Abbazia di Casamari è uno dei più importanti monasteri italiani di architettura gotica cistercense. Fu costruita nel 1203 e consacrata nel 1217. Si trova nel territorio del comune di Veroli, in provincia di Frosinone.

 

CORO DELL'ABBAZIA DI CASAMARI

 
 

BASILICA DI COLLEMAGGIO, L'AQUILA.

 

INTERNO DELLA BASILICA DI COLLEMAGGIO,(AQ)

 

PIETRA DEI COSTRUTTORI, COLLEMAGGIO, (AQ)

 

SAN PIETRO AD ORATORIUM, CAPESTRANO, (AQ)

La chiesa di San Pietro ad Oratorium, si trova nel territorio di Capestrano, a sinistra del fiume Tirino, nella valle Tritana, fu fondata da Desiderio, ultimo re dei Longobardi verso la fine del 756 d. C. Il re Desiderio, donò all'abate di allora, Attone, molti beni e possedimenti perchè vi edificasse anche un monastero da dare ai monaci. La chiesa che oggi vediamo, è un rifacimento del 1100 come si legge dall'iscrizione sul portale. Nell' VIII secolo fu uno dei principali monasteri di tutto l'Abruzzo e godeva di particolari privilegi, rinconfermati successivamente anche da Carlo Magno nel 775 e da re Pipino, Ludovico, Lotario I e II. Pochi monasteri, furono così celebri, Papi, imperatori, re, cardinali, granduchi e in specialmodo i Medici di Firenze, lo resero celebre con la loro protezione e questo condizionò profondamente la vita delle popolazioni della valle Tritana.

 

SATOR, SAN PIETRO AD ORATORIUM, CAPESTRANO (AQ)

 

ARCHEOLOGIA E MISTERI

EGITTO 2007

 

ULTIME VISITE AL BLOG

angelosandronemtscaroludlikforlinikPYRIELzuzzurroneclaudioit53ariannafragomeliaxelfoley1987tosca.tampellinisantini_eliosimopolispinafranca2albagrandegiunovi
 

ULTIMI COMMENTI

Ciao volevo segnalarti un altro sito in Italia dove si...
Inviato da: Alessandro de Simoni
il 10/11/2013 alle 15:52
 
Per favore mi scrive il nome del tuo sito,grazie,Alice.
Inviato da: Alice
il 22/04/2013 alle 13:39
 
con la U
Inviato da: ilpoeta68
il 09/11/2012 alle 11:22
 
Qualunqismo o forse apologia dell'ignoto indagabile...
Inviato da: ilpoeta68
il 06/11/2012 alle 15:35
 
La Maddalena è un'anima pura che riconosce subito il...
Inviato da: AURORA
il 27/04/2012 alle 18:26
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom