Creato da: ste262 il 18/07/2006
LiberaMente in LiberoMondo

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

gattinacattiva80giovannisavflydaste262asso_di_quadri_1bal_zaczvsqyyberardi.cbplatinum5dalila.corraoarchimedepitagoric1male.giovanniniTheEnchantedSeaGianluca.Savipodavunamamma1
 
 

counter

Ultimi commenti

RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

NICK ANCESTRALE

immagine



 

Sensazioni in una immagine..

Il calendario 2007 dei santi laici

   Basta! Parlamento pulito

                                           L'Italia ripudia le mafie: NON LASCIAMOCI SOLI - www.ammazzatecitutti.org

immagine  

 

 

 
« Messaggio #163Messaggio #165 »

Post N° 164

Post n°164 pubblicato il 11 Febbraio 2008 da ste262

IL MITO DELLA SCRITTURA: FRA CONOSCENZA E SAPIENZA...

Quando giunsero all’alfabeto: “Questa scienza, o re – disse Theuth – renderà gli Egiziani piú sapienti e arricchirà la loro memoria perché questa scoperta è una medicina per la sapienza e la memoria”. E il re rispose: “O ingegnosissimo Theuth, una cosa è la potenza creatrice di arti nuove, altra cosa è giudicare qual grado di danno e di utilità esse posseggano per coloro che le useranno. E cosí ora tu, per benevolenza verso l’alfabeto di cui sei inventore, hai esposto il contrario del suo vero effetto. Perché esso ingenererà oblio nelle anime di chi lo imparerà: essi cesseranno di esercitarsi la memoria perché fidandosi dello scritto richiameranno le cose alla mente non piú dall’interno di se stessi, ma dal di fuori, attraverso segni estranei: ciò che tu hai trovato non è una ricetta per la memoria ma per richiamare alla mente. Né tu offri vera sapienza ai tuoi scolari, ma ne dai solo l’apparenza perché essi, grazie a te, potendo avere notizie di molte cose senza insegnamento, si crederanno d’essere dottissimi, mentre per la maggior parte non sapranno nulla; con loro sarà una sofferenza discorrere, imbottiti di opinioni invece che sapienti”

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog