Sorridere è Amare

...Crederci e mettersi in gioco sempre...

 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: pazza105
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 32
Prov: RE
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG PREFERITI

ULTIME VISITE AL BLOG

Coulomb2003Tatayahqueenfrancymariaizzo86thegreatgiginthesky9grossofabiolavaligiaverdewiola.cK.rivFranny_SpringpsicologiaforenseDominellamr.red_yhold_me_closepazza105
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

E adesso VOLA !!!

Post n°209 pubblicato il 06 Ottobre 2010 da queenfrancy

 

^______^

 

.

 
 
 

Buon Anno..

Post n°208 pubblicato il 15 Gennaio 2010 da pazza105
Foto di pazza105

Passando sempre più raramente da questo blog, ogni volta mi dispiaccio del fatto che sia sempre così fermo e stabile....

Muovo le pedine con un augurio,
passo lasciando un segno positivo...

... e cominciando aprendo l'agenda....

 

 
 
 

la vita è un brivido che vola via

Post n°207 pubblicato il 11 Agosto 2009 da pazza105

Sally cammina per la strada senza nemmeno guardare per terra
Sally è una donna che non ha più voglia di fare la guerra
Sally ha patito troppo,
Sally ha già visto che cosa ti può crollare addosso!
Sally è già stata punita
per ogni sua distrazione o debolezza
per ogni candida carezza
data per non sentire l'amarezza!

Senti che fuori piove
senti che bel rumore.
Sally cammina per la strada sicura
senza pensare a niente
ormai guarda la gente con aria indifferente.
Sono lontani quei momenti
quando uno sguardo provocava turbamenti
quando la vita era più facile
e si potevano mangiare anche le fragole
perchè la vita è un brivido che vola via
è tutto un equilibrio sopra la follia
.. sopra la follia!

Senti che fuori piove, senti che bel rumore.
Ma forse Sally è proprio questo il senso, il senso / del tuo vagare
forse davvero ci si deve sentire alla fine un po' male!
Forse alla fine di questa triste storia qualcuno troverà il coraggio
per affrontare i sensi di colpa e cancellarli da questo viaggio
per vivere davvero ogni momento con ogni suo turbamento e come se fosse l'ultimo!

Sally cammina per la strada leggera
ormai è sera
si accendono le luci dei lampioni
tutta la gente corre a casa davanti alle televisioni.

Ed un pensiero le passa per la testa
forse la vita non è stata tutta persa
forse qualcosa si è salvato
forse davvero non è stato tutto sbagliato
forse era giusto così!
Eh forse, ma forse, ma sì!

Cosa vuoi che ti dica
senti che bel rumore...

 
 
 

grazie mille

Post n°206 pubblicato il 07 Agosto 2009 da pazza105

Quando si vedono
le montagne che non c’è foschia
quando le vacanze iniziano
e quando poi torno a casa mia
quando mi alzo e sento che ci sono
quando sfreghi il naso contro il mio
quando mi respiri vicino
sento che sento che

Per ogni giorno, ogni istante, ogni attimo
che sto vivendo
Grazie Mille

Quando si giocano
le coppe in tele il mercoledì
quando sento un pezzo splendido
che mai pensavo bello così
quando il cane mi vuol salutare
quando vedo i miei sorridere
quando ho l’entusiasmo di fare
sento che sento che

Per ogni giorno, ogni istante, ogni attimo
che sto vivendo
Grazie Mille

Quando un microfono
non lo vorrei abbandonare mai
quando i miei amici prendono
un’accoppiata secca alla SNAI
quando il mondo mi sembra migliore
anche solo per un attimo
quando so che ce la posso fare
sento che sento che

Per ogni giorno, ogni istante, ogni attimo
che sto vivendo
Grazie Mille


Per ogni istante, ogni giorno, ogni attimo
che mi è stato dato
Grazie Mille
Grazie Mille
Grazie Mille
Grazie Mille
Grazie Mille
Grazie Mille

 
 
 

Ti sogno ancora..

Post n°205 pubblicato il 21 Luglio 2009 da pazza105

.. a distanza di qualche mese,
con la tua testardaggine nel non volere chiamare l'ambulanza e la mia del provare e riprovare e riprovare... mi accorgo solo dopo essere completamente senza forze del paradosso di quel 118 che non si riesce a fare, mi avete invertito i numeri sulla tastiera e quando trovo la combinazione mi accorgo che la cornetta è staccata....

e poi sì, ci riesco, parlo con qualcuno, una donna ... le dico l'urgenza, le dico di mandarmi un'ambulanza, e lei confermando tranquillamente mi continua a tenere al telefono... mi parla mi parla... e nel frattempo vado a recuperare mio padre... mi sembrano i tratti di un altro infarto, non c'è tempo... c'è poco tempo....

Rimane al telefono senza inviarmi nessuno.. finchè qualcuno mi grazia e mi dice che stanno risolvendo un problema sul chi dovrà prendersi questo "caso"... l'altra volta, mi dice, c'erano stati un po' di errori, si ta cercando di capire quale dottore dovrà curarlo...

e la voce di mia madre in sottofondo mi dice: "...ecco e ora sai anche questa..." 

chiudo tutto, spengo tutto... vorrei scappare con mio padre.... ma mi sveglio e faccio fatica a capacitarmene!

 
 
 

Papà

Post n°204 pubblicato il 19 Marzo 2009 da pazza105

Ogni tanto ti sento per telefono, mi chiedi come va, cosa faccio, se va tutto bene, quanto tornerò...

Ieri sera mi hai raccontato la tua soddisfazione, mi hai chiesto di chiedere alla mamma cosa ne pensava lei, ma io volevo sapere tu, tu cosa ne pensavi, come stavi, se eri contento, come ti sentivi...

... sento che vai in panico quando arrivano queste domande personali, che non sei abituato, che non sei allenato, che nessuno forse te le ha mai fatte...
... e mi rispondi in dialetto, un po' impacciato, un po' commosso... un po' così senza parole... e sei bellissimo!!

Ti faccio i complimenti, mi congratulo con te, ma neanche a questi, forse, sei abituato e di nuovo scansi il 'colpo' dicendomi che il merito non è il tuo...

E allora vi complimento tutti, che insieme ce l'avete fatta...

 

mi saluti, mi ripeti cinque, sei, sette volte 'ciao'
sento che lo singhiozzi, che piangi,
come ogni volta ormai quando ci salutiamo...
non riesco a chiudere la telefonata e rimaniamo in silenzio
finchè tu stacchi tutto...

  

Papà, Ti voglio bene

 

 

 

 
 
 

Educatore o padreterno?

Post n°203 pubblicato il 17 Marzo 2009 da pazza105

.. Relazioni d'equipe..

mettiamo un punto per poi ricominciare...

Racconto del mio senso di fallimento, di responsabilità, di colpa nei confronti di quei  ragazzi che "escono e rientrano", che scappano, che abbandonano, che rinunciano al percorso...

.. forse perchè non sono preparata, quando arrivo nelle strutture son pronta a dare il via alle attività che abbiamo programmato e son proiettata altrove non lì, non a 'subire' quella notizie...

Si, subisco..
Sento di non avercela fatta, di non essere riuscita a trasmettergli nulla, di non aver percorso la strada giusta... forse potevo fare di più, forse potevo dare di più.... e invece.... son fuggiti prima che io, IO ci riuscissi...

Riuscire a fare cosa? io sono chi?
L'avevo studiato sì, un'anno e mezzo fa... eppure la pratica, la prima esperienza a lungo termine e la reazione a caldo non mi ci avevano fatto pensare...
..forse non c'ho neppure pensato... ho subito, ho sentito e ho provato emozioni forti.. poi ho chiuso tutto senza soffermarmi...

In equipe questa 'sofferenza'/'responsabilità' esce chiara... mi viene posta una domanda: ti senti educatore o padre eterno?

'noi non dobbiamo salvare nessuno, e non è la salvezza il nostro obiettivo primario...anche e forse alla lunga...
Oggi quel che dobbiamo fare è lasciare dei piccoli semi in ognuno dei ragazzi, semi che fra dieci, venti o forse trent'anni questi stessi ragazzi utilizzaranno e noi non lo sapremo nemmeno...'  

'portare la nostra gioia e le nostre competenze, dare a loro il più possibile'...

..penso all'attaccamento, al feeling che nasce inevitabilmente, al rapporto che cresce, penso ai gesti, al distacco che diventa una carezza, a quella mano che mi sfiorava il viso e che era diventato un suo gesto, il mio riconoscerla in quel gesto..

penso che infondo ogni incontro è occasione, ogni ora è dono..
che a lungo termine se vogliamo c'è ben poco, che è importante che ogni volta si dia il 150% e che ogni momento sia pieno di tanti piccoli semini, per noi e per loro...

 

 

 

 

 
 
 

Sogni.. o forse no...

Post n°202 pubblicato il 01 Marzo 2009 da pazza105

Mi sveglio affannata, sono le 6.53..

Non riesco a chiudere gli occhi, penso...
E' solo la scadenza più grande e l'unica cosa certa, che mi fa scegliere.

E' la morta o il suo lento e inesorabile avvicinarsi.
La stanchezza questa settimana a far da padrona, mi vedo ammalata e stanca, di quella stanchezza che diventa soglia tra la vita e la morte.

Piango e guardo il mondo, l'alba, il sole, i monti, il mare, un fiore, un abbraccio, un sorriso... cose che osservo solo "quando ho tempo"... cose che potrei accogliere ogni giorno..

Piangere ed essere consapevole che sorridere e divertirsi alza la soglia del dolore e che allora per vivere meglio questo stato sarebbe meglio ridere e ridere sempre...

Non è facile, vedo gli affetti correre veloci, comparire e scomparire in continuazione, piangere perchè io non ce la faccio più... piango sulla spalla di un amico clown con il quale in questi mesi ho condiviso parte della mia strada, mi stringe, mi accoglie, mi tiene stretta.. guardo il mondo intorno e lo vedo tutto così da esplorare...

C'è mia madre che insieme a un'amica rinuncia ad un'uscita, le mie condizioni stanno peggiorando.. piangono entrambe... le confido un segreto...

e ora vorrei continuare a vivere... ma sto per morire...

 

 

mi alzo definitivamente, piango ancora... un sogno?... oggi è un sogno..

 
 
 

Casa...

Post n°201 pubblicato il 15 Gennaio 2009 da pazza105

 

.. Camera, la mia camera...
.. chissà se quella più grossa o quella più piccola... ma c'è, finalmente.

E comincio a respirare aria di libertà, di spazi miei, di parità, di diritti oltre che di doveri...

Un buon accordo sulla spesa, che mi convince... altrimenti, mi sarei davvero sentita derubata...

Attendo....e il pensiero corre già a quando dovrò andarmene....
...e se mi trovo bene...
...e se avessi voglia di rimanere...
...e se... e se... e se....

 

 

..ma oggi sono contenta!

 

 

 
 
 

Post N° 200

Post n°200 pubblicato il 10 Novembre 2008 da pazza105

un saluto, un abbraccio..

stringere forte qualcuno, e rendersi conto che ... ma .... difficile...

che non ti è mai mancato, che non ne hai sentito il bisogno, che non volevi tornare a casa...

... e ora è lì, lo stringi e forse lo senti, lo senti vivo, senza maschere, lo senti nudo, senza ruoli, lo senti vero, con le emozioni che esplodono...

e di colpo manca tutto, manca il poterci parlare, manca il poter condividere, senti i giorni che sono passati e che passeranno, come i mesi, gli anni...
e la vita, l'invecchiare... prosegue anche quello come tutto il resto...
e io, io non riesco ad approfittarne, e mi trovo con un corpo tra le braccia, lo stringo come fosse l'ultima volta, forse come non ho mai fatto, non mi guarda, non so nulla di lui e non ho più tempo ora... devo andare....

e sale la voglia di piangere.. 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: pazza105
Data di creazione: 21/11/2005