Creato da romolor il 20/07/2005
gossip e altro
 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 34
 

Ultime visite al Blog

lab79pikkaliacristianoagnellicharlotte_mscrema.chantillyEternal.Snoworsobianco.amromolorilpolsoannamatrigianonohrmaissfmilenazoomerle.note.dell.anima
 

Ultimi commenti

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Moda Dickliner. "C'è u...Quello sketch di Mika co... »

Incassi del venerdý cinematografico: conferme e delusioni

Post n°7348 pubblicato il 26 Novembre 2016 da romolor
 
Foto di romolor

La classifica di un sabato prenatalizio, riguardante il box office cinematografico con pertinenza alla giornata di un venerdì di fine novembre , dovrebbe rappresentare, al di là delle cifre, il trionfo del cinema americano, quello fantastico e supportato da pellicole precedenti (dello stile Harry Potter) e l'enorme divario (nei numeri) con le pellicole italiane.
Al primo posto si conferma Animali Fantastici e dove trovarli, tratto da J. K. Rowling con 495 mila euro d'incasso e 8 milioni (e rotti) complessivi, mentre secondo è La Cena di Natale, una commedia ambientata in Puglia, seguito di un film precedente, con 123 mila di incasso.
Il confronto è impari e nelle posizioni di testa risalta il film, terzo , Come diventare grandi nonostante i genitori, che ha il merito, comunque, di non rapportarsi a opere precedenti e che si dedica al mondo degli adolescenti.
Negli incassi, non dista molto dalla Cena di Natale, super pubblicizzata.
Gli altri film alternano film di genere a proseguimenti, per concludere , al decimo posto, con un cartone animato.
Mancano, oltre a vere novità di contenuti, film italiani di impegno: ma è probabile che registi, produttori e distributori non abbiano voluto rischiare, proponendo prodotti che, prima dell'infornata di film natalizi a partire dal 14 dicembre, rischiano di essere tolti forzatamente dai cartelloni.
Ad ogni modo dalla "top ten" sono fuori delicati catoni animati come "Palle di Neve" (troppi questi film in uscita, che una volta venivano centellinati, ottenendo maggiori risultati al botteghino) e commedie generazionali come Three Generation, con la matura e affascinante Susan Sarandon,
Ma ormai attrice di nicchia.
Romolo Ricapito

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog