tracce di me

...una finestra sul mio mondo...

 

NUMERO VISITATORI PRESENTI

who's _nline
 

DISEGNO DI "FRATELLO CORAGGIO"


 

(ATTI 1:8)

Testimonianze

ma avrete forza dallo Spirito Santo

che scenderà su di voi

e mi sarete testimoni

fino agli estremi confini della terra


 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

LICENZA COMMON

Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.

 


 

ULTIMI COMMENTI

Citazioni nei Blog Amici: 27
 

FEDE NUZIALE

VINO ROSSO

ingannai il dolore con del vino rosso
buttando il cuore in qualunque posto
mi addormentai con un vecchio disco
tra i pensieri che non riferisco
chiudendo i dubbi in un pasto misto

immagine

 

MAPPA VISITATORI

 

CERTIFICATO

immagine

 

LA LIVELLA

 

TAG

 

IL MIO CUGINETTO...

A volte mi domando
perche nessuno parla d'Amore
cosi sorpreso
come se fossi il solo a sentirlo.

Liberando i desideri
il momento che più amo
discende sempre da un Amore.

Con lo stesso suono 
e lo stesso volto che si perde
col vento,

in un tempo che non si conta
con i numeri, 
perchèil tempo
ha tutto il tempo,
per viverlo.

F.Franco  

 

 

Il bisogno di Dio

Post n°606 pubblicato il 05 Giugno 2013 da CRIUNAMICAXTE

Ogni essere umano porta con se dei bisogni,  e cerca intorno a se il modo di trovare soddisfazione a queste necessità. Lo stesso uomo si è sbizzarrito nel tentare di classificarli considerandone qualcuno di più elevata dignità, mentre altri bisogni sono catalogati tra quelle cose prive di valore.  In verità il BISOGNO è quella sensazione che l’uomo sperimenta ogni qualvolta si sente mancante di qualcosa ed è talmente pregnante questa emozione che l’uomo arriva a perdere il sonno, la gioia, finanche la vita pur di poter colmare in qualche modo questo vuoto. Ci sono bisogni che talvolta hanno richieste più definite e risposte più immediate. Altre volte il vuoto  che sentiamo dentro pare avere una forma indefinita, e il suo soddisfacimento  da adito ai più svariati tentativi di colmarlo.

Ora non si disdegni l’idea che l’uomo abbia proprio BISOGNO di Dio, come se in questo volgersi a Lui vi sia una qualche forma di subdolo interesse. Non sto parlando dello sfruttamento che l’uomo fa di un Dio che non esiste, al fine di piegare il suo prossimo. Ma penso piuttosto alla creatura che ad un certo momento della sua vita realizza di essere parte di una meravigliosa creazione, di un uomo o di una donna che sperimenta tutto lo stupore dell’esperienza del Dio che si fa uomo in Cristo Gesù, e di questa natura che Dio stesso decide di condividere con tutta l’umanità, a partire dal Gesù.

Quando lo Spirito di Dio prende dimora dentro di noi, diveniamo compartecipi di questa realtà, e la vita di Dio comincia a scorrere in noi. Questa nuova creazione, che viene chiamata da Dio stesso FIGLIO, perché da Lui generato, acquista la forma e le sembianze del primo Figlio, il primogenito tra molti fratelli, che è Cristo Gesù.  Gesù stesso, vero Uomo e vero Dio,  ha bisogno del Padre, ne ha bisogno per avere indicazioni sul da farsi, ne ha bisogno affinché gli si provveda del cibo, ne ha bisogno per ogni aspetto della sua vita e al Padre si rivolge fiducioso (Padre nostro..) affinché gli siano conosciute tutte le sue necessità.

 

Il BISOGNO di Gesù e dei suoi è forse lo specchio di un mancato amore verso il Padre? E a chi altro dovremmo rivolgerci per colmare ogni nostra necessità se non a Colui che ci ama al di sopra di ogni inimmaginabile cognizione umana, tanto da creare ogni cosa visibile e invisibile affinché noi potessimo entrare a far parte di questa vita divina, semplicemente accettando e credendo a tutto quanto Cristo ha detto e fatto per noi?

L’uomo che ha bisogno di Dio, anche lo ama.  Perché da Dio è colmata ogni sua necessità. Dalla fame, al bisogno di essere amati. E Dio si rallegra del fatto che  il centro della sua creazione, cioè l’uomo creato ad immagine e somiglianza Sua, Lo riconosca come l’origine e il fine di ogni bene. Dio è l’unica fonte di bene inesauribile che abbiamo a disposizione e possiamo andare a Lui in ogni momento, indipendentemente da quali chiese frequentiamo, e da quale sia stata la nostra condotta fino ad oggi. Perché si, per Dio ogni giorno è OGGI.

Noi tutti verso i nostri stessi genitori abbiamo avuto attenzioni altalenanti, guidate il più delle volte dal bisogno del momento. Questo non ha misurato necessariamente l’amore che avevamo per loro. Ma ci siamo rivolti a loro in un alcune occasioni invece che altre, perché sapevamo di poter contare su di loro, potevamo FIDARCI.  Dio rassomiglia a quel Genitore, che non importa quanto grossa tu l’abbia combinata, è sempre sull’uscio di casa che aspetta il tuo rientro, perché sa che il primo a pagare per i tuoi errori sarai tu stesso, e non è li per buttarti ancora più in basso ma piuttosto per aiutarti a non commetterne degli altri.

Il paragone tra genitori e figli aiuta a comprendere il carattere di Dio, tuttavia non è sufficiente a raccontare in maniera esaustiva la grandezza, la larghezza, la lunghezza e la profondità dell’amore di Dio. Infatti fin quando abbiamo cercato qualcosa o qualcuno che soddisfacesse le nostre necessità, dalle più superficiali alle più profonde, difficilmente abbiamo trovato qualcosa o qualcuno che rispondesse alla totalità dei nostri bisogni. Le nostre relazioni di ogni giorno sono decisamente corrose e alterate da questo vano tentativo di trovare nell’altro quella parte che possa colmare il vuoto che ci portiamo dentro.

Quando facciamo l’esperienza della vita di Dio che entra in noi, lo sentiamo muoverci in noi, attraverso noi, verso di noi, Dio con noi, allora ecco che la totalità dei nostri BISOGNI viene pienamente soddisfatta, e solo da questo momento in poi, sebbene si tratti di un processo che va maturandosi nel tempo attraverso il rinnovamento della mente, che avviene per la fede in Cristo, cominciamo davvero a sperimentare quella LIBERTA’ che Dio promette a tutti quanti abbiano esercitato FIDUCIA nell’opera di redenzione operata da Cristo.

Se ogni mio bisogno è soddisfatto in Dio, non ho davvero più necessità di nulla e posso vivere ogni cosa e ogni persona non come qualcosa che mi soddisfa.. ma come un DONO. Cristo si è fatto DONO per me, e tutta la creazione diviene DONO del Suo amore per me. Una massima che condivido spesso con dei cari amici e fratelli nella fede è questa: l’unica cosa che un amico si aspetta quando ti fa un dono, è che tu lo RICEVA! La vita è un dono, il mio prossimo è un dono, la mia auto è un dono e anche la salute, lo è il sole, cosi come un figlio, è un dono un marito, cosi come lo sono gli amici.

Sapere che Dio ha creato ogni cosa come un dono per me, mi riempie il cuore di amore verso Lui. Perché Lui per primo ci ha amati, sacrificando Gesù per ristabilire  la comunione che l’uomo aveva perso con Dio, affinché non solo Lui potesse donarsi, ma che per la fede in Cristo ci fossero uomini e donne che potessero godere di questa pienezza di vita preparata per noi.

E la povertà? La fame? La violenza? La morte? Sono anch’esse un dono di Dio? Non siamo stati pensati da Dio affinché patissimo il freddo, la fame, la violenza, ne tanto meno perché la nostra vita avesse un termine. Questo sono l’esatto risultato dell’uomo che ha smesso di AVERE BISOGNO di Dio, e che è scaduto nell’orgoglio. Dall’orgoglio nasce la ribellione, nasce il desiderio di sopraffazione, nasce la natura fragile dell’uomo, con la malattia e anche la morte. Dio detesta tutte queste cose, e continuamente non come un tiranno bensì come un genitore esercita la sua patria potestà, educando e consigliando e curando tutti coloro che si prestano ad essere custoditi, educati, consigliati e curati.

Ma soddisfare in Dio ogni nostro bisogno non ci porta solo a vivere ogni istante fino all’eternità nella più profonda gratitudine, ma ci conduce a considerare anche noi stessi come UN DONO, offerto a tutti coloro che ci avvicinano. Un dono che si offre e  non può pretendere di essere accettato, ma la cui dignità non dipende ne da chi lo riceve, ne da quanti gli si offrono, ma dalla gioia e dalla consapevolezza di essere pienamente amati e accettati e completi perché oggetto della totalità dell’amore di Dio.   

Cristina.S.

 
 
 

Ogni cosa buona e ogni dono perfetto vengono dall'alto

Post n°605 pubblicato il 03 Giugno 2013 da CRIUNAMICAXTE

 
Al mio caro amico
 compagno di viaggio
mio fratello nella nella fede
... mio sposo...

Ringrazio insieme a lui Dio
che ci ha concessi l'uno all'altra
come un immenso dono:
meravigliosa manifestazione del Suo amore.
Grazie Gesù
Andrew&Cristina

 
 
 

Alleluja

Post n°604 pubblicato il 08 Aprile 2012 da CRIUNAMICAXTE

Ma io so che il mio Redentore vive
e che alla fine si alzerà sulla polvere.
E quando, dopo la mia pelle,
sarà distrutto questo corpo,
senza la mia carne, vedrò Dio.

Io lo vedrò a me favorevole;
lo contempleranno i miei occhi,
non quelli d'un altro;

il cuore,
dal desiderio,
mi si consuma!


(Giobbe 19:25-27)

 
 
 

voglio parlare a te

Post n°603 pubblicato il 02 Aprile 2012 da CRIUNAMICAXTE

io non lo so se sei mai rimasto stupito davanti alla perfezione di un cucciolo d'uomo... ne se un tramonto o lo sbocciare della primavera ti abbia mai riempito il volto di meraviglia... non lo so se hai mai sentito il battito del tuo cuore, o se tu
abbia mai realizzato quanto sia fragile in se per stessa la vita umana... io non so se tu abbia mai sentito il nome di Gesu, nè se tu abbia mai conosciuto la persona a cui appartiene, non so se tu abbia mai vissuto per esperienza personale cosa significa essere oggetto dell'amore di Dio... quello che voglio dirti stasera è che aprire il cuore all'amore di DIo è qualcosa di unico e grandioso... Ne senti l'odore quando in autunno senti nell'aria il profumo della pioggia... Lo intuisci quando resti senza fiato sulla vetta innevata di una montagna.. e chiudi gli occhi e alzi le braccia al cielo e ti pare di ricevere un abbraccio dal cielo... questo non è che una briciola dell'amore di Dio. E' qualcosa di talmente alto, largo e profondo che nessuna parola al mondo riesce a definirne un immagine... è qualcosa che vale la pena di vivere... ma che dico... di piu... è qualcosa in cui vale la pena abbadonarsi completamente.... nella fiducia piu cieca... di sapersi totalmente amati da DIo grazie a Gesu... che è morto per me, e per te, affinchè avessimo la vita eterna... Grazie a Gesu, che risorto vive in mezzo a noi, oggi, ora... io ne sono testimone sulla mia pelle: Gesu è vivente! Egli è il Dio vivente e nel suo nome presto o tardi ogni ginocchio si piegherà ed ogni lingua confesserà che Egli è il Signore... alla Gloria di Dio Padre, amen.

è qualcosa che ti spezza il fiato, un tonfo al cuore che pare volerti scoppiare in pètto, e che poi sgorga in un fiume di lacrime e gratitudine... perchè in quel GRAZIE cè tutto quello che non riesci a dire... cè tutto quello che vorresti poter contenere in una parola... ma sai che Lui in quel momento è li, che tiene il tuo cuore tra le mani e vi legge esattamente tutto l'amore che tu stesso non riesci a dire, e che nemmeno ti riesce di fare... ma Lui lo sa... Lui conosce e vaglia i cuori.. Li riempie Egli stesso di lode e senza di Lui non vi è parola di saggezza... ma in Lui? oh in Lui le meraviglie non finiscono mai... si scalano monti e si attraversano valli e Gesu? è sempre li... Egli è IL fedele.... prendo fiato e mi lascio abbracciare. Signore custodiscimi. Custodisci ciò che è Tuo... ♥

Cristina

Il regno dei cieli è anche simile a un mercante che va in cerca di belle perle; e, trovata una perla di gran valore, se n'è andato, ha venduto tutto quello che aveva, e l'ha comperata. (giovanni 13:45-46)

Perché chiunque chiede riceve, chi cerca trova, e sarà aperto a chi bussa
.Luca 11:10

 
 
 

Tutto è in Cristo

Post n°602 pubblicato il 01 Aprile 2012 da CRIUNAMICAXTE

 
 
 

Le pietre

Post n°601 pubblicato il 12 Gennaio 2012 da CRIUNAMICAXTE
Foto di CRIUNAMICAXTE

Le pietre non sentono.

Non si rompono…

Le pietre non provano la tristezza, la solitudine, il rifiuto.

Le pietre  non parlano..

non sognano, non hanno alcun bisogno.

Le pietre non muoiono.

e neanche nascono.

Esistono… ma non vivono.

Le pietre possono ascoltare qualunque cosa

senza subire alcun danno

Sono comprensive le pietre:

non giudicano,

l’unica risposta che danno

è quel silenzio tombale

 

Le pietre non sentono freddo

non si commuovono

 

Le pietre son fatte per essere calpestate

o lanciate o usate.

Le pietre non sono di nessuno

semplicemente stanno.

 

Le pietre non sanguinano

non gemono

non si arrabbiano

non odiano.

 

Quale miglior condizione dell’essere una pietra.

Ma nemmeno quella sono capace di essere fino in fondo.

 

Cristina

 
 
 

Danzami ancora...

Post n°600 pubblicato il 17 Ottobre 2011 da CRIUNAMICAXTE

 

 

Il sole non sarà più la tua luce di giorno,
né ti illuminerà più
il chiarore della luna.
Ma il Signore sarà per te luce eterna,
il tuo Dio sarà il tuo splendore.
(Isaia 60, 19)

 
 
 

Signore mio…..

Post n°599 pubblicato il 15 Ottobre 2011 da CRIUNAMICAXTE

La Grazia di Dio è un fiume di tale portata che quando rompe gli argini, inonda ogni cosa.

Non c’è parte che non ne venga sommersa.

E l’apparente causa di un  disastro si prepara ad essere terra fertile.

Terra che va arata, e coltivata ancora e ancora, ma che ha ricevuto il suo nutrimento proprio grazie ad un “disastro ambientale”.

 

E qui si intravede il pensiero di Dio.

 

Per un momento si conosce per la propria pelle, come il pensiero di Dio sovrasti completamente il nostro.. se ne riconosce la giustizia, (e tentenno nello scriverlo) … soprattutto l’amore piu profondo di Dio che comporta anche correzione, riprensione, ammaestramento.

La volontà di Dio ci chiama costantemente a delle prese di posizione. Ma non altrettanto spesso siamo disposti a pagare “senza denari”, ma ad un determinato costo.

 

Signore mio…..

 

Facciamo che mi fido di Te, certa che anche questa volta Tu hai tutto sotto controllo.

Grazie perché ci sei Gesu…

Grazie.

 
 
 

Vengo vicino a Te, Gesù.

Post n°598 pubblicato il 15 Luglio 2011 da CRIUNAMICAXTE

se Ti ascolto ed obbedisco
più del sacrificio vale per Te

Gesù, il mio Maestro
sei la luce del mio cammino
la forza che mi consola
la speranza di gloria in me

 
 
 

Oh mio SIgnore, guarda il mio cuore..

Post n°596 pubblicato il 04 Maggio 2011 da CRIUNAMICAXTE

«Infatti i miei pensieri non sono i vostri pensieri,né le vostre vie sono le mie vie»,dice il SIGNORE. «Come i cieli sono alti al di sopra della terra,così sono le mie vie più alte delle vostre vie,e i miei pensieri più alti dei vostri pensieri. (Isaia 55:8-9)

 ci mancherebbe solo che Dio pensasse come noi...

 Il desiderio del cuore  piuttosto, è crescere, ricevendo anche la mente di Dio, il Suo cuore: ciò che Egli è...

 è dura!

 Stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano.Matteo 7:14

 Rimaniamo cosi agganciati a noi stessi che non sempre ci si abbandona alla Sua volontà per noi.. perchè che Lui scelga sempre il meglio per noi, è una certezza!

Lo Spirito Santo ce ne da la certezza nel cuore..

 Eppure la nostra carne si ribella........ e ?

 (pausa)

 Signore aiutaci....

Tu lo sai..

 L'uomo è simile a un soffio,
i suoi giorni sono come l'ombra che passa.
Salmi 144:4

 Signore aiutami..

 Non conformatevi a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza quale sia la volontà di Dio, la buona, gradita e perfetta volontà. (Romani 12:2)

 Tu sei sempre Buono e Sempre Giusto e non chiederesti niente che tu non abbia gia stabilito da Te stesso.. e i Tuoi giudizi sono giusti.. riconosco la riprensione una grande benedizione, ma raccolgo anche l'esortazione a non disperare.. ma ad avere Fede.. smisurata fiducia verso il cuore di nostro Padre che ha la straordinaria capacità di prevedere sempre i nostri passi successivi...

 il domani diventa un passo di fede nella certezza ch'Egli è sovrano del nostro cuore..

 Signore dammi la Tua mente.. dammi il Tuo cuore..
io non sono capace nemmeno di desiderarti , riconosco che anche questa è Grazia Tua.. Signore vieni in soccorso alla mia bassezza..

Tu ti sei chinato verso me e mi hai raccoltà.. ed io ho sentito sul mio cuore, la carezza di un Padre..

 Signore coprimi.. riconosco che non sono nulla.. e ho bisogno che intervieni in mia difesa..

 Signore vincimi ancora!

 Proteggimi e salvami;fa'
che io non sia confuso,

perché in te confido.
(Salmi 25:20)

 Ma io confido in te, o SIGNORE;
io ho detto: «Tu sei il mio Dio».
Salmi 31:14

Io non confido nel mio arco,
e non è la mia spada che mi salverà;
(Salmi 44:6)

 cantico: http://youtu.be/Y6nS5qMSde8

Pace del Signore,
Cristina

Riva del Garda, 2 maggio 2011

 
 
 

8 dicembre 2010

Post n°595 pubblicato il 09 Dicembre 2010 da CRIUNAMICAXTE

"C'è un nome nuovo ora scritto in gloria
è il mio
si il mio
tutti gli angeli in ciel cantan la storia
della mia redenzione!!!"

 
 
 

Della gloria dell’umiliazione e dell’abbassamento dell’orgoglio

Post n°594 pubblicato il 25 Novembre 2010 da CRIUNAMICAXTE

Esaminami, o Dio, e conosci il mio cuore.
Mettimi alla prova e conosci i miei pensieri. (Salmi 139:23)

 Quando ci mettiamo dinanzi alla Parola di Dio e il Signore fa si che facciamo nostra una supplica come quella descritta in questo salmo, c’è da aspettarsi che il Signore ci prenda in parola. Quel che ne consegue è che nell’essere esaminati da Dio ci troviamo a fare i conti con i pensieri che abitano il più profondo del nostro cuore, e che forse non sapevamo nemmeno di avere..
Meditavo su quanto ancora il mio cuore reclami giustizia dinanzi al mondo sia questo inteso come “non credenti” quanto alla Chiesa del Signore. Su quanto ancora, sebbene io possa averne i motivi più giusti, il mio cuore va cercando giustizia e approvazione. E questo lo vedo ogni volta che tento di giustificare (anche se a ragione ripeto) le mie posizioni, ogni qual volta mi trovo a difendermi da accuse o considerazioni che ritengo nel mio cuore sbagliate e ingiuste.

Nel momento in cui ho realizzato questa attitudine mi ha fatto eco nel cuore questo passo della Parola:

“ Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato anche in Cristo Gesù, il quale, pur essendo in forma di Dio, non considerò l'essere uguale a Dio qualcosa a cui aggrapparsi gelosamente, ma spogliò se stesso, prendendo forma di servo, divenendo simile agli uomini; trovato esteriormente come un uomo, umiliò se stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte di croce.” (Filippesi 2:5-8)

E mi sono detta: Lui Gesù, il Figlio di Dio, il Re dei Re, colui dinanzi al quale ogni ginocchio si piegherà .. si proprio Lui com’è che non ha fatto nulla per difendersi, ma addirittura si spoglia di se stesso, diviene servo, ed ubbidì sottomettendosi fino alla morte più ignobile.

Mi vengono in mente alcuni episodi in cui Gesù avrebbe non solo potuto argomentare potentemente la sua difesa, eppure se ne restò in silenzio, dinanzi a Pilato, dinanzi a Caiafa e al sinedrio, ma addirittura sopra la croce: quando dal basso gli si diceva: se sei il Figlio di Dio scendi da quella croce! Certamente Gesù avrebbe avuto più diritto di me di avanzare una qualche giustizia, sarebbe certamente stato in grado di difendersi più di quanto possa fare io, ma non fece nulla.

 Maltrattato e umiliato, non aperse bocca. Come un agnello condotto al macello, come pecora muta davanti ai suoi tosatori non aperse bocca. Isaia 53:7

Ora Egli stava dando la Sua vita per me, per noi, affinché per la morte di Lui io potessi avere vita. Ma né allora ne oggi molti lo compresero. Ma pur sapendo, Egli non si tirò indietro. Senza rivendicare appunto la Sua condizione di Dio.. ma umiliando piuttosto Se stesso..

E cosa ci chiede Dio se non quello di divenire ad immagine di Cristo? Noi non possiamo certamente portare i peccati del nostro prossimo, al prezzo di questo, ha gia provveduto totalmente Gesù sulla croce.

Però il Signore nella Sua Parola ci dice: Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato anche in Cristo Gesù

 E questo sentimento lo ritroviamo quando Gesù si trova a lavare i piedi degli apostoli confermando quanto detto altrove: Poiché anche il Figlio dell'uomo non è venuto per essere servito, ma per servire (Marco 10:45)

Cosa dunque rimane della difesa che in cuor mio pretenderei di avere diritto?
Cosa rimane dell’umiliazione subita ingiustamente?
Cosa rimane di ogni occasione in cui vengo derisa, mal giudicata, non approvata?
Cosa rimane del desiderio di “difendere” la Verità?

 L’unica radice che dal cuore reclama giustizia, diritto, approvazione, si chiama ORGOGLIO, ed è il peggior nemico delle anime nostre, perché ci impedisce di somigliare a Gesù.

Gesù è la Verità eppure non si è difeso.. perché è il bugiardo ad avere bisogno di difesa.. chi non ha nulla che possa essergli imputato rinuncia alla sua difesa. Gesù si presenta e dice la Verità ma non la difende con la spada perché la verità non ha bisogno di difesa alcuna.

 La Parola poi ci ricorda: Poiché chiunque si innalza sarà abbassato e chi si abbassa sarà innalzato». Luca 14:11

E Gesù ci è di esempio proprio in questo: nella Sua profonda umiliazione, la morte di croce Egli riceve il massimo della gloria:

Perciò Dio lo ha sovranamente innalzato e gli ha dato il nome che è al di sopra di ogni nome,  affinché nel nome di Gesù si pieghi ogni ginocchio nei cieli, sulla terra, e sotto terra,  e ogni lingua confessi che Gesù Cristo è il Signore, alla gloria di Dio Padre. (Filippesi 2:9-11)

 Che il Signore mi insegni a tacere come Egli ha taciuto, che mi insegni la vittoria della “non difesa”, che tolga dal mio cuore questa radice di orgoglio che mi impedisce di somigliare a Lui..

Affinchè la mia difesa sia affidata totalmente a Dio
La mia giustizia saziata completamente in Cristo
e che il mio bisogno di essere compresa approvata e appoggiata, si tramuti in SERVIZIO.

 Per il mondo questa è una logica folle, perché colui che si ritiene giusto pretende ogni cosa, e difende ogni cosa.
A questi il Signore dice:
com'è scritto:«Non c'è nessun giusto,neppure uno. (Romani 3:10)
poichè:
tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio -(Romani 3:23)

 Ma per quanti hanno sperimentato la GRAZIA (=totale remissione della pena) che Gesù ha operato sulla croce a nostro favore, non resta che far fede alla promessa di Dio:

 Perché la nostra momentanea, leggera afflizione ci produce un sempre più grande, smisurato peso eterno di gloria (2Corinzi 4:17)

 gloria a Dio

Cristina (25 novembre 2010)



 
 
 

La legge della fede

Post n°593 pubblicato il 30 Ottobre 2010 da CRIUNAMICAXTE

Per me è stato come guardarmi in uno specchio.. in cui se da un lato trapela tutta la mia miseria, dall'altra appare tutta la gloria di Dio.. nella certezza che possa giovare alle vostra anime.. ve lo condivido e vi abbraccio forte nell'amore del SIgnore. Cristina

E' per me un grande onore poter predicare in questo luogo sono meravigliato dalla bontà di Dio per l’opportunità concessa di poter essere in questo luogo per condividere l’Evangelo di Gesù Cristo in comunione con credenti.

Un privilegio immenso! Non vi scoraggiate, non vi scoraggiate mai!!!

Non avete motivo di esserlo . Alcune delle più grandi prediche e manifestazioni di Dio sono avvenute tra una manciata di credenti. Non dovremmo seguire la saggezza del mondo ma quella di Dio.

Se fosse facile, tutti lo starebbero facendo. Non si tratta di quanto possiamo essere utili, o del successo che possono sfoggiare i nostri ministeri ma di conformarci all’immagine di Cristo.

Il piano di Dio non consiste nell’affidarsi a noi come se dipendesse dal nostro servizio,  ma ci concede il privilegio di partecipare all’opera che Lui compie. A Dio non fa alcuna differenza se siamo servi di successo.. ma che piuttosto ci conformiamo sempre più a Gesù Cristo: questo è il piano di Dio. Fu quando mi resi conto che Dio non distribuisce il Suo amore a seconda dei miei sforzi o magari a seconda delle mie capacità, intelligenza o risultati che compresi di essere semplicemente AMATO.

Quando vedo me stesso, mi vedo cosi sbagliato, ingiusto e ignorante riguardo le cose di Dio, che mi vergogno tanto! Pensavo che la mia felicità, la mia sicurezza, allegria, e pace provenissero da ciò che si possa fare per Dio.. NO.. la mia felicità, la mia sicurezza, allegria e pace provengono da ciò che Dio ha fatto per me nella perfetta opera di Cristo.

Dio non vuole che la tua fonte sia qualunque altra cosa all’infuori di Lui e della Sua grazia. A volte ci allontaniamo dai sentieri che ci indica il Signore, e nel Suo amore, Lui ci convince del peccato, e spesso proviamo tristezza per le volte che veniamo meno nell’ubbidienza, ma rendiamoci conto di una cosa: sapete qual è l’operato di Dio nella vita del credente dopo averlo salvato? Insegnargli a rinunciare a sé stesso. Per questo dopo un breve periodo di protezione con la Sua grazia, Lui rimuove un poco la Sua protezione su di noi per mostrarci che DA SOLI NON POSSIAMO NULLA, DIPENDIAMO TOTALMENTE DA LUI!

Per questo motivo molti predicatori, se sono uomini di Dio si scontreranno con anni e anni di fallimenti! Ma certo, esistono eccezioni, come Spurgeon, ma di norma Dio permette che passiamo di fallimento in fallimento nella capacità di leggere la Parola, fallimento nella predica, nella preghiera fino a quando non arriviamo a dire: “Chi ho in cielo fuori di Te e sulla terra io non desidero che Te (salmi 73:25)

E allora si che Dio opererà nelle nostre vite e nei nostri cuori
Desidero tanto che comprendiate questo: non cercate la gioia, o l’allegria nei vostri sforzi, ma nell’opera compiuta da Cristo. Solo nella persona di Cristo Gesù troverete la gioia, la pace ed una felicità costante perché fondata in Lui. Ma fino a che la fonte di tutte queste cose nasce dai vostri sforzi, vivrete incessantemente alla ricerca di qualcosa di irraggiungibile.

Qualcuno di molto entusiasta mi disse: “Sai potresti seguire questo metodo comprovato e il tuo ministerio incrementerà, diventerai famoso, acclamato, potrai promuovere il tuo ministerio via TV.. sarai felice e sarà molto bello!” Gli risposi: “Ma quando troverò tempo per andare a pescare poi?” Mi guardò stupefatto… “Sei una delle persone meno spirituali che abbia mai conosciuto!” probabilmente stava pensando… Risposi: “Ascoltami, per molto tempo della mia vita cristiana ho pensato che fosse necessario un risultato specifico per vincere l’amore di Dio ma ho compreso che il favore di Dio non si può guadagnare attraverso le opere, né diventando famosi perché in Cristo, sono eternamente, profondamente e perfettamente amato.  E le opere? Ma certo! Dio volendo, porterò i miei frutti a Lui, perché mi ama così tanto! Ma non sarà attraverso un successo strepitoso né diventando acclamato a rendermi speciale agli occhi di Dio!

 DIO MI AMA E QUESTO MI BASTA.

 Voglio che tu sappia che se ti sei ravveduto e credi in Gesù Cristo: DIO TI AMA!

Il più grande atto di fede: “resuscitare un morto.. ah allora si!!” Ho sentito dire.. “Mah! E allora qual è secondo lei Signore Washer?” Secondo me? Specchiarmi nella Parola di Dio e vedere le mie mancanze, tutti i miei peccati, le volte quando sono venuto meno, e credere che Dio mi ami! Questa è la fede!

Fratelli e sorelle se siete in Cristo, siete amati e accettati per mezzo della Sua grazia! E non solo, in Cristo il vostro sostegno è basato nella sicurezza della Sua presenza! I legalisti non gradiscono certi discorsi, ma per uno come me incapace di riuscire alla perfezione come fanno altri, è una notizia meravigliosa!

 Romani 3: 23-28  tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio -  ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù.  Dio lo ha prestabilito come sacrificio propiziatorio mediante la fede nel suo sangue, per dimostrare la sua giustizia, avendo usato tolleranza verso i peccati commessi in passato,  al tempo della sua divina pazienza; e per dimostrare la sua giustizia nel tempo presente affinché egli sia giusto e giustifichi colui che ha fede in Gesù. Dov'è dunque il vanto? Esso è escluso. Per quale legge? Delle opere? No, ma per la legge della fede; poiché riteniamo che l'uomo è giustificato mediante la fede senza le opere della legge.

 Questo è probabilmente il passaggio più importante dell’intera Bibbia! Il fondamento della fede cristiana, cosi diceva Dr. Martyn Lloyd Jones. L’avete mai letto e compreso? La più grande verità mai espressa! Alcune persone semplicemente ci passano su e ricordano a malapena il riferimento eppure questo passaggio è essenziale per comprendere il significato della Croce di Gesù Cristo.

 Mi vedo cosi sbagliato, cosi ingiusto e cosi ignorante riguardo le cose di Dio e mi vergogno cosi tanto davanti a Lui.. ma la mia felicità, la mia sicurezza, allegria, e pace provengono da ciò che Dio ha fatto per me nella perfetta opera di Cristo!

 

Paul David Washer

 
 
 

Lava il mio cuore; pietà di me.

Post n°592 pubblicato il 12 Ottobre 2010 da CRIUNAMICAXTE

Così qual sono misero ingrato
Vengo a quel sangue da Te versato;
Sotto di esso, o mio Signore,
Lava il mio cuore; pietà di me.

Così qual sono indifferente
Debole, frale, vengo fidente,
A Te m'accosto e Tu Signore,
Lava il mio cuore; pietà di me.

Così qual sono disavveduto
E senza forze, vienmi in aiuto!
Vengo pentito a Te, Signore,
Lava il mio cuore; pietà di me.

Così qual sono mi faccio avanti
Bramo restare con tutti i santi,
Sempre vicino a Te, Signore,
Lava il mio cuore; pietà di me.



 
 
 

Fare i cristiani o esserlo ???

Post n°591 pubblicato il 10 Ottobre 2010 da CRIUNAMICAXTE

e tu.. ci fai o ci sei ???

 

 
 
 

la mia Stella Polare: Gesù!

Post n°590 pubblicato il 03 Ottobre 2010 da CRIUNAMICAXTE

Ho bisogno di incontrarti nel mio cuore
Di trovare Te di stare insieme a Te.
Unico riferimento del mio andare,
Unica ragione Tu,
unico sostegno Tu.
Al centro del mio cuore ci sei solo Tu.
Anche il cielo gira intorno e non ha pace
Ma c'è un punto fermo è quella stella là.
La stella polare è fissa ed è la sola
La stella polare Tu,
la stella sicura Tu.
Al centro del mio cuore ci sei solo Tu.
Tutto ruota intorno a Te, in funzione di Te
E poi non importa il "come" il "dove" il "se".
Che Tu splenda sempre al centro del mio cuore
Il significato allora sarai Tu
Quello che farò sarà soltanto amore
Unico sostegno Tu,
la stella polare Tu
Al centro del mio cuore ci sei solo Tu.
Tutto ruota intorno a Te, in funzione di Te
E poi non importa il "come" il "dove" il "se".

 
 
 

Per Te mio Signore..

Post n°589 pubblicato il 13 Settembre 2010 da CRIUNAMICAXTE

 

 
 
 

GRAZIE X GLI AUGURI CRY...PREGA X ME.FRANCY

Post n°588 pubblicato il 02 Settembre 2010 da framedgl2

 
 
 

Desideri DIo?

Post n°587 pubblicato il 27 Agosto 2010 da CRIUNAMICAXTE



Ama dunque il Signore Dio tuo
con tutto il tuo cuore,
con tutta l'anima tua,
con tutta la mente tua,
e con tutta la forza tua
".

(Marco 12:30)

 
 
 

Dritto al centro: Gesù!

Post n°586 pubblicato il 18 Agosto 2010 da CRIUNAMICAXTE

Si possono fare le cose migliori
per il
motivo sbagliato..
o le peggiori cose
per il motivo giusto
in entrambi i
casi si è mancato il bersaglio:
la gloria di DIo.


Cristina


 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: CRIUNAMICAXTE
Data di creazione: 20/02/2005
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: CRIUNAMICAXTE
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 35
Prov: TN
 

LC 15:4


 

TAG

 

"AMORE È UN FARO" (MY VIDEO)

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto
una Licenza Creative Commons.
 

PANE DEL CIELO (MY VIDEO)

 

ECLISSI

immagine
 

CERTIFICATO

immagine

 

GESÙ CRISTO

Gesù Cristo ritorna
perchè qui abbiam bisogno di Te.
Per favore ritorna,
hanno sporcato tutto quello che c'è..
(Alessandro Bono)
 

SUI TUOI PASSI...

immagine
 

TU SEI LA MIA CASA..

Tu sei la mia vita
altro io non ho
Tu sei la mia strada,
la mia verità,
nella tua parola io camminerò
finché avrò respiro
fino a quando Tu vorrai
non avrò paura sai
se Tu sei con me
io ti prego resta con me. (...)

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.