Creato da digirita70 il 04/02/2009

Di tutto un pò

Musica, parole e colori... un viaggio alla scoperta della mia vita.

 

« LA VITA NON E'.......FORZA RED »

UN UOMO PURCHE' SIA...ossia la sindrome delle donne girasole... che non sanno vivere senza un uomo.

Post n°202 pubblicato il 13 Aprile 2011 da digirita70

     Mi sono imbattuta nella lettura di questo libro intitolato  "Un uomo purchè sia", scritto dalla psicologa Gianna Schelotto edito da Mondadori. ammetto che inizialmente ho avuto seri problemi ad immedesimarmi nella lettura ed a capire e metabolizzare certi costrutti che l'autrice utilizza, poi piano piano ci sono entrata dentro e pagina dopo pagina mi si aprivano mondi sconosciuti, ho analizzato comportamenti e situazioni, che in qualche modo rispecchiano il mio modo di vivere e pensare il mio rapporto con il sesso maschile.

   Nuove dipendenze, le definirei io scaturite da insicurezza,mancanza di autostima,fallimenti sentimentali sono alcuni dei motivi che rendono queste donne dipendenti tanto da contentarsi del primo che capita perché la solitudine per loro non è positiva, ma terrificante.

    Non è ricerca interione né equilibrio psichico, non è apertura all'altro e conoscenza di sé, ma isolamento e fallimento.

     Voglio riportarne un breve riassunto perchè vale veramente la pena soffermarsi sulla lettura di questo libro, che a mio modesto parere fa capire e comprendere il perchè di certi comportamenti.

 

     Chi non ha incontrato almeno una di queste donne ,così ben descritte dalla psicologa Gianna Schelotto nel suo nuovo libro - che vogliono un uomo a tutti i costi, anche scarsamente innamorato o niente affatto adatto a loro?

    Donne di età diverse magari anche colte, belle e ben inserite in una professione, alle quali l' esistenza senza un uomo accanto pare noiosa, sprecata, se non insopportabile? E fin qui non ci sarebbe niente di male né di molto strano, perché la solitudine, si sa, non piace a nessuno.

     Lo strano, l' incomprensibile, il drammatico comincia là dove queste ragazze e signore, forse esasperate da anni di fallimenti sentimentali o di inutile attesa, si concentrano sul primo che passa immaginandosi innamorate e chiudendo perciò gli occhi su tutti gli eventuali aspetti negativi, le idee non condivise se non addirittura le incompatibilità della persona in questione; difetti che, in tempi normali e a mente fredda, riconoscerebbero probabilmente al primo sguardo. 

      Nel libro la  Schelotto mette in fila sette storie di donne che definisce «girasole», donne che si adattano, cioè, con fede cieca e senza badare alle inevitabili difficoltà, a ogni uomo che incontrano, sempre pensando che sia quello giusto, e il risultato ricorda quel che succede se si infila un piede di taglia quaranta dentro una scarpa del trentotto e mezzo: dopo qualche passo doloroso e incerto si è inevitabilmente costretti a scalciarla via, convinti che la colpa sia tutta della scarpa troppo piccola e non di chi ha preteso di indossarla.

     I casi che l' autrice narra le sono stati ispirati sia dalle sue pazienti sia dalle lettrici che scrivono alle sue rubriche di posta, dagli innumerevoli sfoghi e confessioni, dunque, che da anni ascolta e immagazzina.

    E sono casi che commuovono, irritano, sbalordiscono tanto sono incredibili, visti da lontano. Perché chi legge, dopo poche pagine ha già capito l' andazzo e intravisto il fallimento del connubio; potendo, vorrebbe avvisare la malcapitata signora girasole che quel tipo non va bene per lei, che non la ama, che ha in mente altro, che a volte va in cerca soltanto di qualche vantaggio, e che tutti e due si meriterebbero un partner più adatto, più giusto.

     Inutile dire - e Gianna Schelotto lo illustra con chiarezza nel commento a ciascun episodio - che la sindrome dell' uomo a tutti i costi è una specie di malattia le cui cause vanno cercate nel passato delle donne, nella loro infanzia e giovinezza, nel loro rapporto con i genitori per qualche verso andato storto

    E il risultato è quell' insicurezza, quella mancanza di autostima e di fiducia in sé che fa sentire coloro che si ritrovano prive di un fidanzato, di un marito, di un compagno le ultime della terra, indegne di essere amate e perciò costrette a mettersi in caccia sistematica di un soggetto di genere maschile purchessia. Guarire non è facile, sostiene la dottoressa, ma per fortuna qualcuna ci riesce.

    Per tutte queste storie il lieto fine insomma, non è assicurato, però due storie su sette  finiscono bene....

    Se a qualcuno, maschio o femmina che  sia, venisse la curisità di leggere questo libro, consiglio di farlo con grandissima apertura di mente e grande curiosità perchè vale la pena di leggerlo ...a me è servito per capire certi miei comportamenti e per analizzarli fino , il miglior medico per se stessi ritengo sia proprio la persona stessa e la sua interiorità.... buona lettura Rita

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

 

 

 

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

RITA PENSIERO

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

ULTIME VISITE AL BLOG

giaclavansememontalemargi5090cassetta2giuseppe.montanaromobilitaeturismofanciullaalsolemaria.carrassilcagnettisempremestesso78MICHELEDIROSAcicinelliluanaclbn62dqlubopodonato.salmistraro
 

ULTIMI COMMENTI

 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

te quiero

 
 

 
VIOLAZIONE INVOLONTARIA DEL COPYRINGH

La maggior parte dei contenuti presenti in questo blog è stato scritto da me,altro è stato raccolto da siti internet ed è pertanto ritenuto pubblico.
Ogni immagine o scritto resta di proprietà del rispettivo autore.
Se qualcuno notasse qualche violazione è pregato di segnalarla provvederò immediatamente alla rimozione.

 Grazie Digirita70

 

................BLU................

Blu: è il colore del mare, del cielo,

della tenerezza, della gioia di

vivere.

Il carattere di chi ama questo colore

è dolce e gentile, semplice e

romantico. Amante della natura,

degli amimali e dei bambini.

Apprezza la sincerità e l'onestà,

cerca rapporti cordiali e duraturi;

è una persona degna di fiducia.

In amore è un buon compagno

affettuoso e tollerante e

per nulla geloso.

 

     Nata sotto il segno dei

      PESCI  22.2.1970

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

I love Dolphins

I delfini
che vengono a portare le storie
raccolte lungo le chiglie delle navi,
storie di lacrime e lavoro,
storie di cuori infranti,
storie di amori ,
di passioni
di gente incamminata
verso la propria felicità...

                     Rita