RULES TO BE HUMAN

Il risveglio della coscienza

 

DICE IL SAGGIO:

"u lupu di mala cuscienza comu opera penza!"
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

 

RAJA YOGA

Post n°7 pubblicato il 10 Dicembre 2007 da Lamagiadeglielementi

Pochi sanno cosa sia. In Sicilia, poi, imbattersi in qualcuno che lo conosca o addirittura lo pratichi è davvero un evento. Raja Yoga vuol dire Yoga Reale. E' una pratica risalente a tempi antichissimi e illustrata magistralmente negli Yoga Sutra di Patanjali, che li enunciò circa 300 anni prima della nascita di Cristo. E' una delle pratiche yoga fondamentali, ma io aggiungerei che le riassume tutte, poichè presuppone un completo sviluppo ed un'adeguata centratura dei veicoli inferiori, vale a dire il fisico-eterico, l'astrale e il mentale, nonchè la prevalente polarizzazione dell'individuo su quest'ultimo piano. In parole povere, chi soffre a causa delle famose "seghe mentali", nella peggiore delle ipotesi, riceve grandi benefici da questa pratica. Ma la sua vera funzione è quella di costruire scientificamente la Via dell'Autorealizzazione, per mezzo di un tipo di meditazione che conduce al progressivo acquietamento dei movimenti della mente, fino a raggiungere assenza di movimento e quindi beatitudine. Posso confermare, attraverso la mia personale esperienza, nonchè quella di altre centinaia di persone che l'hanno fatta prima di me, che è uno strumento veramente efficace e di reale crescita ed espansione. Il presupposto fondamentale per avere risultati e conseguimenti è una SINCERA e forte spinta verso la ricerca della VERITA' e quindi verso l'Autoconoscenza. Ci vuole coraggio e onestà, poichè bisogna essere disposti a guardarsi dentro, vedere ed accettare le parti peggiori di sè, che altrimenti non potrebbero essere trasformate. Oggi molti hanno bisogno di risposte e spesso, confusi e disorientati, si affidano a scuole di pensiero che non sempre riescono a dar loro ciò che cercano. Con questo non dico che il Raja Yoga e le conoscenze con esso impartite siano una ricetta valida e utile per chiunque (anche perchè così non è: bisogna essere pronti!), ma sicuramente lo è per tutti coloro che si riconoscono in ciò che ho brevemente accennato, che sono veramente orientati verso la propria crescita consapevole e che sono disposti a lavorare con la propria coscienza per risolvere il proprio karma ed uscire dalla spirale della sofferenza umana. 

I siciliani (specialmente di Catania + prov. e di tutta la costa orientale) che fossero interessati a saperne di più e iniziare un corso introduttivo, possono mandare un mess nel box e saranno contattati.

Pace e Luce a tutti voi.

 
 
 

AL CERCATORE...

Post n°6 pubblicato il 15 Settembre 2007 da Lamagiadeglielementi
Foto di Lamagiadeglielementi

Se volete orientare la vostra vita secondo il Piano Divino, cercate ciò che si ripete, perchè è la lezione karmica che dovete imparare in questa incarnazione. Ciò che continua a ripetersi è ciò che deve essere assimilato dal vostro spirito.

(Da: Le nebbie di Avalon - Marion Zimmer Bradley)

 
 
 

PER LA DOLCE KARIMA...

Post n°5 pubblicato il 16 Agosto 2007 da Lamagiadeglielementi
Foto di Lamagiadeglielementi

Torno... riparto... ritorno...Sono discontinua, lo so, ma, sai, amo tanto il silenzio e non sono un granchè come filosofa. Tu dolce Karima (sono tornata occidentale) sei molto più brava di me in questo.
Ciò che ho scritto qui e (forse) scriverò ancora vuol solo essere un pretesto per far arrestare la corsa del viandante, spingerlo a porsi delle domande e, magari, cominciare a trovare le risposte. E le risposte non posso darle io, umile servitrice, ma solo un cuore onesto e coraggioso: il cuore di chi cerca con fede incrollabile e sincero amore per la Verità.

Shanti.

 
 
 

Cos'è la sofferenza?

Post n°4 pubblicato il 05 Luglio 2007 da Lamagiadeglielementi
Foto di Lamagiadeglielementi

Ieri sera ricevo una telefonata da qualcuno a me molto vicino, persona di vasta conoscenza in campo medico ed umano, il quale, trovandosi a dover aiutare una sua nipote a preparare una tesi, mi chiede: "cos'è la sofferenza?" Ed io di rimando:"devo risponderti subito, su due piedi?" - "Si..."

Dopo un attimo di smarrimento, ho risposto pressappoco così:

"La sofferenza contraddistingue la vita umana sul piano della materia densa, che è il piano di sperimentazione dell'uomo fisico, ed è quella condizione necessaria per il conseguimento di espansioni di coscienza via via più ampie, con la finalità di ricongiungersi alla fonte primaria del Tutto di cui è parte".

A nessuno piace soffrire, questo è indubbio, e nessuno affronterebbe a cuor leggero un periodo difficile solo perchè "fa bene alla coscienza" (saremmo degli idioti patentati); tuttavia, se, dopo il momento di dolore, per quanto lungo ed intenso possa essere, piuttosto che recriminare e colpevolizzare situazioni e persone al di fuori di noi, ci si fermasse ad interrogarsi sul perchè quella tal cosa sia capitata e sul cos'è che ci vuole insegnare tale esperienza,  magari, forse... comincerebbero ad aprirsi degli spiragli di luce e qualche velo comincerebbe a cadere. Certo la via di minor resistenza è quella della deresponsabilizzazione, che vede il "male" come estraneo e perciò recepito come sorte avversa; in effetti questo atteggiamento non fa che perpetuare tale condizione, quindi è mera illusione sperare che le cose cambino da sè come per magia. Tutto va esattamente come noi ci meritiamo che vada... nel bene e nel male. La vera magia risiede nel coraggio e nell'onestà di voler affrontare i propri limiti, le proprie debolezze, i propri conflitti; guardandoli in faccia, riconoscendoli come parte di noi stessi ed accettandoli, per poi trasformarli in qualcosa di buono. Questa è magia. Ed è in ognuno di noi.

 
 
 

Chi parla a chi...?

Post n°3 pubblicato il 26 Giugno 2007 da Lamagiadeglielementi
Foto di Lamagiadeglielementi

Chi sono i protagonisti di questa canzone di Battiato?

La cura

F. Battiato


Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie,
dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via.
Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo,
dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai.

Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d'umore,
dalle ossessioni delle tue manie.

Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.

E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.

Vagavo per i campi del Tennessee
(come vi ero arrivato, chissà).
Non hai fiori bianchi per me?
Più veloci di aquile i miei sogni
attraversano il mare.

Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
Percorreremo assieme le vie che portano all'essenza.
I profumi d'amore inebrieranno i nostri corpi,
la bonaccia d'agosto non calmerà i nostri sensi.

Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono.

Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.

Ti salverò da ogni malinconia,
perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te ...
Io sì, che avrò cura di te.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: Lamagiadeglielementi
Data di creazione: 24/06/2007
 

ARAMAICO

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mirco87costbal_zacmariomancino.mvincenzo.compatticloroclorofillapaoladeangelis1983chitarra_mancatarmaion03gloryen70franco58.cpsicologiaforensepiccolavirproffgianbarbara.bdwilde.85
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

LA CURA F. BATTIATO

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom