Creato da: daniela.g0 il 17/11/2013
Tutela dell'ambiente e della salute

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Ultime visite al Blog

daniela.g0acquasalata111Il_KansimSpal.Codigorojunder61g.i.n.o8ernestoandolinaLeggi_la_schedaPenna_Magicacamper1967camillainbluamici.futuroieriloredana49alberto.t1981hardrain61
 

I miei Blog Amici

 

 

 
« Un deputato turco crolla...La morte paventata di se... »

La morte paventata di sei milioni di ebrei era sulle pagine di molti giornali già dai primi del Novecento - Prima parte

Post n°149 pubblicato il 23 Dicembre 2023 da daniela.g0
 

 

Articolo apparso originariamente su "Il granello di senapa" il 4 novembre 2023

 

L'attacco sferrato da Hamas contro Israele e la feroce repressione che ne è conseguita sono divenuti in questi giorni di autunno un motivo dominante destinato ad attrarre incessantemente l'opinione pubblica mondiale. 

La repressione si è trasformata infatti in un vero e proprio attacco messo in atto dallo Stato di Israele contro gli inermi civili, abitanti sulla striscia di Gaza, benché l'enorme gravità dei fatti sia stata ignorata totalmente dai mass media occidentali. 

Proprio per questo diventa oggi spontaneo e quasi imperativo porsi una serie di interrogativi storici ai quali non è mai stata data una risposta del tutto esauriente nel tempo. Un esempio?   

 

La morte paventata di sei milioni di ebrei era sulle pagine di molti giornali già dalla fine dell'Ottocento - primi del Novecento   

Come mai cinquant'anni prima che avvenisse l'olocausto durante la Seconda guerra mondiale vi erano testate perlopiù anglofone ma anche enciclopedie che parlavano già del massacro di "sei milioni di ebrei"? Questo numero, sei, che come qualcuno forse ricorda ha una valenza cabalistica, ricorreva molto spesso agli inizi del Novecento sulle pagine dei giornali. 

Da notare inoltre come all'incirca fino al 1916 si parla della Russia come "nazione canaglia" che commette le più grandi efferatezze contro gli ebrei: poi l'attenzione si sposterà sulla Germania. 

Per ragioni di brevità ne riporto qui soltanto una parte:  

Fine 1800, c'erano pubblicazioni giudaiche che affermavano che sei milioni di ebrei sarebbero morti in Europa.  

1900 - Stephen S. Wise, New York Times, 11 Giugno 1900 

"Ci sono 6.000.000 di vitali, sanguinanti, sofferenti argomenti a favore del sionismo".  

1903 - The Jewish Criterion (Pittsburgh), 18 Settembre 1903, pagina 6 

"... sei milioni di fratelli oppressi . "  

1904 - The Jewish Criterion (Pittsburgh), 19 febbraio 1904, pagina 2 
"... dove cinque o sei milioni di persone esistevano sotto la persecuzione. "  

1904 - The Jewish Criterion (Pittsburgh), 7 Ottobre 1904, pagina 1 

" ... la liberazione finale e definitiva dei sei milioni di russi, rumeni e galiziani ebrei ... il trasporto di cinque o sei milioni di persone oltre il mare "  

1905 - New York Times, 1 novembre 1905 

"Dal 1800 al 1902, 6.000.000 di famiglie ebraiche sono state espulse dalla Russia ... "  

1906 - New York Times, 25 Marzo, 1906 

"... la condizione e il futuro in Russia di 6.000.000 di ebrei sono stati valutati il 12 marzo a Berlino ... ... il dr. Paul Nathan ... Ha lasciato San Pietroburgo con la ferma convinzione che la politica studiata dal governo russo per la 'soluzione' della questione ebraica è lo sterminio sistematico e omicida. "  

1907 - The Jewish Criterion (Pittsburgh), 18 ottobre 1907, pagina 13 

"... sei milioni di persone non possono emigrare."  

1908 - Deseret Evening News, 17 marzo 1908 

"... la povertà, la fame e le malattie sono le afflizioni che oggi assillano i sei milioni di ebrei in quel Paese e in Romania. "  

1908 - The Jewish Criterion (Pittsburgh), 7 agosto 1908 

"... quando sei milioni di ebrei russi piangono ... "  

1911 - Encyclopaedia Britannica, 11° edizione, vol. 2, 1911, pagina 145 

"Mentre rimangono in Russia e in Romania più di sei milioni di ebrei che vengono sistematicamente degradati ... "  

1911 - The Jewish Criterion (Pittsburgh), 18 Agosto 1911, pagina 14 

"Molto presto un fervido patriottismo russo regnerà in ogni Ghetto... "  

1911 - Max Nordeau, The Jewish Chronicle (Londra), 18 agosto, 1911, pagina 14: "... la caduta di sei milioni di creature ... nessuna guerra ha mai ancora distrutto sei milioni di vite umane. "  

1911 - The Jewish Criterion (Pittsburgh), 25 agosto 1911 

"... sei milioni di ebrei sono ancora gementi sotto il più terribile giogo ".  

1911 - New York Times, 31 ottobre 1911 

"I 6.000.000 ebrei di Russia sono stati scelti per l'oppressione sistematica e di persecuzione ... "  

1912 - American Jewish Year Book 5672 (23 settembre 1911 - 11 settembre 1912), pagina 308 

"La Russia ha dal 1890 adottato un piano deliberato per espellere o sterminare sei milioni dei suoi abitanti per nessun altro motivo se non il fatto che si rifiutano di diventare membri della Chiesa greca ortodossa, ma preferisco rimanere ebrei."  

1912 - Il rabbino Stephen S. Wise, New York Tribune, 11 settembre 1912, pagina 9 

"La Russia è ormai asfissiante contro gli ebrei. Essa non osa offendere le nazioni con uno spargimento di sangue, quindi lentamente, ma inesorabilmente, macina la vita di 6.000.000 di ebrei ".    

1913 - Fort Wayne Journal Gazette (IN), 18 ottobre 1913, pagina 4: "Ci sono sei milioni ebrei in Russia e il governo è ansioso di annientarli con metodi che provocano le proteste dal mondo civilizzato ".  

1914 - The Jewish Criterion (Pittsburgh), 10 Luglio 1914, pagina 9 

"... dove sei milioni di ebrei stanno soffrendo .. . "  

1914 - New York Times, 2 Dicembre 1914, pagina 12 

"APPELLO PER AIUTI AGLI EBREI. ... La situazione di più di 6.000.000 di ebrei ... il popolo ebraico, più di nove milioni dei quali vivono in Paesi in guerra e più di sei milioni dei quali nella zona di guerra in Polonia, in Galizia e in tutta la frontiera russa."  

1915 - New York Times, 14 gennaio 1915, pagina 3 

"Nel mondo di oggi ci sono circa 13.000.000 ebrei, di cui più di 6.000.000 sono nel cuore della zona di guerra; Ebrei le cui vite sono in gioco e che oggi sono sottoposti a ogni sorta di sofferenza e di dolore ... "  

1915 - The Sun (NY), 6 Giugno 1915, sezione 5, pagina 1 

" Sei milioni di ebrei, la metà del popolo ebraico in tutto il mondo, vengono perseguitati, braccati, umiliati, torturati, fatti morire di fame. ... sei milioni di ebrei in Russia ... vengono torturati senza pietà ".  

1915 - The Jewish Criterion (Pittsburgh), 25 giugno 1915 

"L'annientamento dei sei milioni di ebrei ora riuniti nei domini russi va avanti in modo definito e sistematico.  

1915 - New York Tribune, 14 ottobre 1915 

"Quello che i turchi stanno facendo per gli armeni è un gioco da ragazzi rispetto a ciò che la Russia sta facendo per sei milioni di ebrei, i propri sudditi. "  

1915 - Mercury News, 4 dicembre, 1915 

"... sei milioni di ebrei russi e polacchi sono oggi le vittime da compiangere più di odio che razza e che il fanatismo razza che sono stati il credo della Germania ... "  

1916 - Gli ebrei nella zona di guerra orientale, The American Jewish Committee, 1916 

"... dove sei milioni di esseri umani colpevoli solo di adesione alla fede ebraica sono costretti a vivere la loro vita nello squallore e miseria, nel terrore costante di un massacro ... stimato in sei milioni o più .. . di questi sei milioni di persone ... una sorta di prigione con sei milioni di detenuti ... Le persone più colpite, i sei milioni di ebrei di Russia ... "  

1916 - New York Times, 28 febbraio 1916 

"Quasi sei milioni di ebrei sono rovinati nella più grande miseria morale e materiale; milioni di loro sono rifugiati, che dipendono dalla buona volontà dei loro fratelli ".  

1916 - The Jewish Criterion (Pittsburgh), 3 Marzo 1916 

"Quasi sei milioni di ebrei sono rovinati. "  

1916 - New York Herald, 5 Marzo 1916, Sezione III, p.10. 

" Sei milioni di ebrei, vecchi, donne e bambini, soffrono la più grande calamità che ha colpito Israele dalla schiavitù egiziana ".  

1916 - North Devon Journal, 9 marzo 1916, pagina 7 

" Sei milioni di ebrei risiedevano in Polonia, in Russia meridionale e occidentale, quando la guerra è scoppiata. Vivevano lì nella povertà, ed erano in condizioni di terribile sovraffollamento".  

1916 - Fort Wayne Journal Gazette (IN), 12 Marzo 1916, pagina 34 

"... sei milioni di ebrei hanno riferito di morire di fame nei Paesi in guerra ".  

1916 - The Jewish Criterion (Pittsburgh), 31 Marzo 1916, pagina 6 

"Posizione degli ebrei in Russia. Gli ebrei in Russia, una numero di circa sei milioni , cui vengono negati i diritti politici e civili pieni e sono economicamente oppressi ".  

1916 - El Paso Herald, 22 aprile 1916, pagina 5 

"Sei milioni di ebrei sono privati della stampa dalla censura russa. ... Sei milioni di ebrei sono stati derubati dei loro giornali".  

1917 - Corsicana Daily Sun, 16 Feb 1917, pag 2 

" Sei milioni di ebrei vivono in terre in cui sono oppressi, sfruttati, schiacciati e derubati di ogni diritto umano inalienabile. "  

1918 - Fort Wayne Notizie e Sentinel (IN), 22 giugno 1918, pagina 1 

"Nella zona di guerra dell'Europa ci sono sei milioni di ebrei che sono stati i peggiori malati della guerra ".  

1918 - The Bakersfield Californian, 30 luglio 1918, pagina 4: 

"Sei milioni di ebrei affamati in Polonia, in Galizia e altre province orientali colpite... ".  

1918 - The Jewish Criterion (Pittsburgh), 5 set 1918 

"... in Russia, dove la maggior parte del popolo ebraico ancora dimora nel numero di oltre sei milioni di persone, è una terra di sangue e di tenebre di mezzanotte ".  

1918 - The Jewish Chronicle (Colombo), 13 Settembre, 1918, pag 1 

"Il rapporto descrive che la devastazione della guerra ha causato circa sei milioni di ebrei di Russia. Spinti dagli eserciti invasori, gli ebrei sono stati costretti a fuggire dalle loro case."  

1918 - New York Times, 18 ottobre 1918 

" Sei milioni di anime avranno bisogno di aiuto per riprendere la vita normale quando la guerra sarà finita... 6.000.000 di ebrei hanno bisogno di aiuto ".  

1919 - Bourbon News, 1 Aprile, 1919, p.4 

"... sei milioni di ebrei in Polonia, Lituania, Galizia, Palestina, Turchia e Siberia che stanno morendo di fame ".  

1919 - Corsicana Daily Sun, 3 aprile, 1919, p.5 

" SEI MILIONI stanno morendo di fame ... Si stima che ci sono sei milioni di donne ebree, bambini e uomini che muoiono di fame.  

1919 - The Galveston Daily News, Aprile 4, 1919, pagina 3 

"Sei milioni di ebrei in Polonia, Lituania, Galizia, Palestina, Turchia e Siberia stanno morendo di fame. ... Queste sei milioni di anime disperate sono totalmente dipendenti dalla generosità americana per le necessità primarie della vita. "  

1919 - The Watchman and Southron, 5 Aprile 1919 

" Sei milioni di ebrei in Polonia, Lituania, Galizia, Palestina, Turchia e Siberia stanno morendo di fame ... Queste sei milioni di anime disperate sono totalmente dipendenti dalla generosità americana per lo stretto necessario della sopravvivenza. "  

1919 - The Galveston Daily News, 5 Aprile, 1919, pagina 5 

" Sei milioni di ebrei stanno morendo di fame. "  

1919 - The Galveston Daily News, 6 Aprile, 1919, pagina 8 

"Il Jewish Relief Committee americano sta cercando di salvare dalla fame sei milioni di ebrei che sono vittime inermi del terrore tedesco. "  

1919 - El Paso Herald, 7 APRILE 1919 

"... per salvare dalla fame sei milioni di ebrei che sono vittime inermi del terrore tedesco".  

1919 - San Antonio Express, 8 aprile 1919, pagina 15 

"Il Jewish Relief Committee americano sta cercando di salvare dalla fame sei milioni di ebrei che sono vittime inermi del terrore tedesco. "  

1919 - Corsicana Daily Sun, 9 aprile 1919, pagina 8 

"Il Jewish Relief Committee americano sta cercando di salvare dalla fame sei milioni di ebrei che sono vittime inermi del TERRORE TEDESCO "  

1919 - San Antonio Express, 9 aprile 1919, pagina 12 

"In nessun altro momento nella storia del popolo ebraico c'è stato un bisogno così grande come adesso. Sei milioni dei nostri fratelli e sorelle stanno morendo di fame. L'intera razza è minacciata di estinzione".  

1919 - The Daily Courier (PA), 4 agosto 1919, sezione 2, pagina 1 

"Occorre in America agire in fretta se le vite di SEI MILIONI DI EBREI DEVONO ESSERE SALVATE ... La vita di circa sei milioni di persone è in gioco".  

1919 - New York Times, 8 settembre 1919, pagina 6 

"127.000 di ebrei sono stati uccisi e 6.000.000 sono in pericolo. ... 6.000.000 di anime in Ucraina e in Polonia hanno ricevuto il messaggio attraverso l'azione e le parole che stanno per essere completamente sterminati - questo fatto sta davanti al mondo intero come la questione fondamentale dei nostri giorni ".  

1919 - Tipton Tribune, 29 settembre 1919, pagina 2 

"Il pensiero che mentre cammino per le strade di questa città prospera e felice ci sono 6.000.000 di abitanti di altri Paesi senza cibo, riparo e vesti è inquietante. ... Quando ho letto, come ho letto in tutta la mia vita della persecuzione e del massacro degli ebrei, io non sono orgoglioso della mia razza o della mia religione. ... Sei milioni di persone morte"!  

1919 - Fort Wayne Journal Gazette, 1 ottobre 1919, pagina 4 

"Il pensiero che mentre cammino per le strade di questa città prospera e felice ci sono 6.000.000 di abitanti di altri Paesi, senza cibo, riparo o vesti è inquietante. ... Quando ho letto, come ho letto in tutta la mia vita della persecuzione e del massacro degli ebrei, io non sono orgoglioso della mia razza o della mia religione. ... Sei milioni di persone periscono"!  

1919 - Sheboygan Press (WI), 4 ottobre 1919, pagina 2 

"... la festa di Rosh Hasnoah. Non è stato un giorno di festa per sei milioni di ebrei affamati d'Europa, perché ogni giorno per gli ultimi quattro anni è stato un giorno di digiuno per loro. ... Il digiuno di cinque anni che è stato la presa di 6.000.000 di ebrei in Europa ".  

1919 - The American Hebrew, 31 Ottobre 1919, pagina 582 

"La crocifissione degli ebrei deve fermarsi! Attraversato il mare sei milioni di uomini e donne che chiedono il nostro aiuto ... In loro risiedono possibilità illimitate per il progresso della razza umana come naturalmente dovrebbero esserci in sei milioni di esseri umani. ... In questa catastrofe, quando sei milioni di esseri umani rovinavano verso la tomba da un destino crudele e implacabile, solo i suggerimenti più idealistici della natura umana dovrebbero influenzare il cuore e muovere la mano. Sei milioni di uomini e donne stanno morendo per mancanza di mezzi di sussistenza [...] brama di sangue ebraico. ... "  

1919 - The Evening Tribune Provvidenza, 31 ottobre 1919, pagina 11 

"Nel bel mezzo della nostra campagna per il sollievo dei sei milioni di ebrei dell'Europa orientale ... "  

1919 - The Record (Johnson City, NY), 1 novembre 1919, pagina 8 

"Ci sono 6.000.000 di ebrei in Europa orientale che la guerra ha lasciato a dipendere dall'America per l'aiuto. "  

1919 - Felix M. Warburg, New York Times, 12 novembre 1919 

"Gli ebrei sono stati i peggiori malati in guerra. I colpi susseguitisi di eserciti contendenti hanno spezzato la schiena degli ebrei europei e hanno ridotto tragicamente in incredibile povertà, fame e in malattia circa 6.000.000 di anime, ovvero la metà della popolazione ebraica della Terra ".   

Da notare che si tratta di Felix M. Warburg, banchiere americano di origine ebraico-tedesca. Faceva parte della famosa famiglia di banchieri Warburg di Amburgo, in Germania. Ecco dunque la voce di un membro delle più potenti famiglie di banchieri ebraici americani che parla alle masse da un giornale prestigioso come il New York Times. Sembrerebbe qui, dai toni usati, che stia parlando del Secondo conflitto mondiale, invece siamo solo nel 1919.

 

Felix M. Warburg intorno al 1920

 

1919 - Lima News (OH), 24 dicembre 1919, pagina 3: 

"Oggi sei milioni di ebrei si trovano ad affrontare i giorni più bui mai conosciuto nella storia della razza. "  

1919 - Il Toledo News-Bee, 27 Dicembre 1919 

" Sei milioni di esseri umani stanno soffrendo le torture della malattia, fame e morte ... American Jewish Relief Committee "  

1920 - Manti Messenger (Utah), 19 MARZO 1920 

"Proprio ora sei milioni di ebrei, ottocentomila dei quali solo i bambini, sono in imminente pericolo di morire di fame in Europa orientale. "  

1920 - Utica Herald- Dispatch, 20 Aprile 1920, pagina 9: 

"Oggi 6.000.000 ebrei si trovano ad affrontare i giorni più bui mai conosciuto nella lunga storia della Razza. "  

1920 - New York Times, 1 maggio 1920, pagina 8 

"... le Vite di 6.000.000 di esseri umani sperano una risposta ".  

1920 - New York Times, 2 maggio 1920, pagina 1 

"... sei milioni di esseri umani, senza cibo, alloggio, vestiario o trattamento medico. "  

1920 - New York Times, maggio 3rd, 1920, pagina 11 

"è necessario il vostro aiuto per salvare la vita di sei milioni di persone in Europa centrale e orientale.  

1920 - New York Times, 5 Maggio 1920, pagina 9:  

"... per salvare sei milioni di uomini e donne in Europa dell'Est da sterminio per fame e malattie ".  

1920 - New York Times, 5 maggio 1920, pagina 19 

"Sei milioni di affamati, malati con febbre nella devastazione della guerra in Europa, fanno appello a noi".  

1920 - New York Times, 7 maggio 1920 

"... chi soffre la guerra sono gli ebrei in Europa centrale e orientale, dove sei milioni affrontano condizioni orribili di carestia, malattia e morte".  

1920 - Ogden standard Examiner, Agosto 8, 1920, pagina 9 

"PUSH DRIVE FOR JEWISH RELIEF... Mr. Bond ha dichiarato oggi che ci sono sei milioni di ebrei (sic) in Europa orientale e centrale, che la guerra ha lasciato dipendere dall'America. "  

1920 - The Ogden Standard- Examiner, 20 agosto, 1920 

"... ci sono sei milioni di ebrei in Europa orientale e centrale, che la guerra ha lasciato dipendere l'America. "  

1920 - New York Tribune, 29 AGOSTO 1920 

" Sei milioni di ebrei sono stati lasciati senza tetto in cinque anni di guerre straniere e nazionali. "  

1920 - Brooklyn Daily Eagle, 29 Agosto 1920 

" Sei milioni di ebrei lasciati senza casa, affamati, nudi e con la peste da cinque anni di guerre nazionali ed estere che hanno colpito la Polonia ".  

1921 - Pamphlet apparentemente emesso nel 1921 per i membri di American Jewish Distribution Committee, pieni di "Fatti per parlare" durante le riunioni pubbliche. 

"La posizione dei Ebrei oggi in Europa è molto precaria. Ci sono circa sei milioni di ebrei in Europa centrale e orientale al di fuori della Russia sovietica".  

1921 - New York Times, 20 luglio 1921, pagina 2 

"implora l'AMERICA DI SALVARE 6.000.000 DI EBREI IN RUSSIA. In Russia 6.000.000 ebrei si trovano ad affrontare lo sterminio".   

 

Fine prima parte. Qui la seconda parte dell'articolo.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Ambientesalute/trackback.php?msg=16728907

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
camillainblu
camillainblu il 23/12/23 alle 08:25 via WEB
Il sinonimo non esisteva ancora quando gli ebrei furono deportati...il suo è antisemitismo coperto di panna montata dimostrandosi addolorata verso il popolo palestinese e non verso quello ucraino..buon natale
(Rispondi)
 
 
daniela.g0
daniela.g0 il 23/12/23 alle 10:22 via WEB
Le consiglio di attendere la pubblicazione della fine dell'articolo prima di esprimere giudizi. Tanto più quando parla di "popolo" ebraico. Buon Natale anche a lei.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963