Creato da: daniela.g0 il 17/11/2013
Tutela dell'ambiente e della salute

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Ultime visite al Blog

daniela.g0figaro7cassetta2b.l.sgianni1964magomerlino3dglsqualo520franko600Passionpuroclaudio.f5KingsGambitArianna1921Attilagabryatsurfinia60
 

I miei Blog Amici

 

Ultimi Commenti

 

 
Arianna1921
Arianna1921 il 20/03/22 alle 12:10 via WEB
Ho sempre considerato la Russia come un stato dell'Europa (Europa orientale, ma Europa comunque), ora spero che le diplomazie di vari Stati, magari non solo più i due diretti interessati dal conflitto, dato il rapporto ormai perlopiù difficile, trovino la possibilità di restituire una soluzione di pace e stabilità tra le due parti. In nome di tutte le città già massacrate, insieme alle morti della gente normale, non armata, con volontà non belligerante.
 

 
daniela.g0
daniela.g0 il 21/09/21 alle 00:31 via WEB
Grazie a te del feedback. Spero davvero che l'articolo possa essere di aiuto a chiunque legga.
 

 
VIOLA_DIMARZO
VIOLA_DIMARZO il 20/09/21 alle 16:07 via WEB
Articolo molto interessante, grazie per averlo condiviso.
 

 
alberto.gambineri
alberto.gambineri il 07/05/21 alle 12:12 via WEB
la Cina mostra al mondo esterno le sue luci e continua a nascondere le sue ombre; per il mondo capitalista essa è uno sconfinato laboratorio a basso costo (spesso a bassa qualità...), quindi nessuno si sognerà di far alcunchè che possa minare questo splendido rapporto d'affari; ciò significa che i diritti umani in quel paese continueranno ad essere sistematicamente violati mentre noi continueremo ad essere inondati di merci di loro fabbricazione e, spesso, contraffazione; ai governi e alle ragioni di stato le tribolazioni delle minoranze islamiche in Cina non fanno nè caldo nè freddo; saluti Alberto
 

 
daniela.g0
daniela.g0 il 24/04/21 alle 06:14 via WEB
La "verità" oggi è divenuta ciò che vuol veicolare il sistema. Temo che essa sia sempre più difficile da trasmettere ai giovani: più il circo della politica e i media mainstream ripetono determinate tesi, più esse vengono sempre più spesso accettate passivamente come "verità". Spero davvero che la verità oggettiva di cui tu parli, serva come monito per i nostri comportamenti futuri. Buona domenica anche a te.
 

 
alberto.gambineri
alberto.gambineri il 23/04/21 alle 11:36 via WEB
è sempre utile ripercorrere certe vicende, confrontandole con quelle di oggi e scoprire, se mai di scoperta si possa parlare, che nulla è cambiato sotto il cielo della natura umana; mistificazione, insabbiamento, oblio indotto non impediscono, però, alla verità di uscire allo scoperto, malgrado i ripetuti, ostinati tentativi di tenerla nascosta; un esempio su tutti: il dramma dei profughi istriani e dalmati di lingua e cultura italiane; si ripropone, tuttavia, il tema del "ruolo" della verità (cui ho accennato in un post dell'altr'anno, riproposto alcuni giorni fa); vogliamo utilizzarla come monito per le generazioni future a migliorare i nostri comportamenti, o essa è solo un alibi per legittimare nuove rivalse ed atrocità??? buon weekend.
 

 
repi1958
repi1958 il 21/04/21 alle 13:28 via WEB
Niente di nuovo, è il classico metodo di tutte le dittature esistite ed esistenti nel mondo. Saluti
 

 
daniela.g0
daniela.g0 il 17/04/21 alle 06:22 via WEB
E' vero, i giornali sono spesso diffusori di notizie false ed indirizzate dal "politicamente corretto" dominante. Tuttavia non credo che Benedetto XVI sia un uomo debole: come card. Ratzinger lottò duramente al fianco di papa Giovanni Paolo II per combattere la Teologia della liberazione. Come pontefice - in una lettera pubblicata dal Corriere della Sera il 7 settembre 2016 - egli stesso affermò: "Non si è trattato di una ritirata sotto la pressione degli eventi o di una fuga per l'incapacità di farvi fronte. Nessuno ha cercato di ricattarmi. Non l'avrei nemmeno permesso. Se avessero provato a farlo non me ne sarei andato perché non bisogna lasciare quando si è sotto pressione". Quindi, a mio parere, la tesi del troppo carico di responsabiltà da sopportare, non convince. Mi fa molto riflettere invece l'esclusione da SWIFT dello IOR (che significava l'impossibilità di tutti i pagamenti da parte del Vaticano) poco prima delle dimissioni di Benedetto XVI e la ripresa delle transazioni monetarie internazionali il giorno dopo l'annuncio delle sue dimissioni. E ancora, lo stesso Benedetto afferma, nell'ultimo libro: "Benedetto XVI, Una vita", che "le resistenze sono venute più dall'esterno che dalla Curia".
 

 
daniela.g0
daniela.g0 il 17/04/21 alle 05:42 via WEB
Certamente, anche per questo Benedetto XVI è ancora Papa.
 

 
D_E_U_S
D_E_U_S il 05/04/21 alle 22:35 via WEB
Ciao, il Papa è sicuramente una figura molto importante e incide su tutto quello che "tocca "
 
 
« Precedenti Successivi »