Blog
Un blog creato da Philippandia il 25/03/2005

Istruzioni di volo

"Siamo tutti guerrieri nella battaglia della Vita, ma alcuni conducono, altri seguono."Kahlil Gibran

 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 

 

« Messaggio #102Messaggio #104 »

Post N° 103

Post n°103 pubblicato il 03 Febbraio 2008 da Philippandia

Su ogni tavolo c'erano narcisi selvatici, freschi, appena colti dal giardino, con ancora intatto l'incanto della primavera. Su un tavolo accanto c'erano dei gigli, biancovellutati, dal cuore intensamente giallo [...]".

Su ogni tavolo c'erano narcisi selvatici, freschi

, appena colti dal giardino, con ancora intatto l'incanto della primavera.

 Su un tavolo accanto c'erano dei gigli, biancovellutati, dal cuore

 intensamente giallo. Vedere quel bianco vellutato e il giallo brillante

 di quei narcisi era come vedere il cielo, profondo, illimitato, silenzioso.

 Quasi tutti i tavoli erano occupati da gente che parlava a voce alta e rideva

. A un tavolo vicino, una donna dava da mangiare furtivamente al suo cane

 la carne che non mangiava. Tutti, a quanto pareva, avevano grosse porzion

i e non era un bello spettacolo veder gente mangiare; forse è barbaro

 mangiare pubblicamente. Un uomo, dall'altra parte della sala,

 si era rimpinzato di vino e carne e si stava accendendo un grosso sigaro,

 con un che di beato sulla grassa faccia. Sua moglie, grassa come lui,

 si accese una sigaretta. Sembravano fuori del mondo.

 Ed essi erano lì, i gialli narcisi selvatici, e nessuno sembrava curarsi di loro.

 Erano lì per scopi decorativi che non avevano alcun senso; e, quando

 li osservavi, il loro giallo brillante riempiva la  sala rumorosa. Il colore ha

 questo strano effetto sull'occhio. Non avveniva tanto che l'occhio assorbisse

 il colore, quanto che il colore

 sembrasse  reiempire  il suo essere…

 

                                                                  
Tu eri quel colore; tu non diventavi quel colore, tu lo eri, senza identificazione

 o nome: l'anonimità che è innocenza.

Dove non c'è anonimità c'è la violenza, in tutte le sue forme.

 Ma tu dimenticasti il mondo, la sala piena di fumo,

 la crudeltà dell'uomo e la rossa, disgustosa carne;

 quegli eleganti narcisi sembravano

 portarti al

 di là del tempo

.
 L'amore è così. In lui non c'è tempo, né spazio, né identità.

 E' l'identità che genera il piacere e l'affanno; è l'identità

 che porta con sé l'odio e la guerra e innalza un muro intorno agli uomini,

 intorno al singolo, intorno a ciascuna famiglia e comunità.

 L'uomo deve superare il muro per incontrare il suo simile,

 che è chiuso anche lui entro un muro; la morale è una parola

 che stabilisce un ponte fra i due, e così diventava brutta e vana

 


 L'amore non è così; è come quel bosco dall'altro lato della via,

 che ogni momento si rinnova perché ogni momento muore.

 In lui non c’era permaneneza la permanenza cercata dal pensiero;

 è un movimento che il pensiero non potrà mai capire, toccare o sentire.

 Il sentimento del pensiero e il sentimento dell'amore sono due cose differenti;

 l'uno porta alla schiavitù e l'altro alla fioritura della bontà.

Quella fioritura non avviene entro la sfera di nessuna società,

 di nessuna cultura, di nessuna religione, mentre la schiavitù

 appartiene a tutte le società, credenze religiose e fede nell'altro.

 L'amore è anonimo, quindi non violento. Il piacere è violento,

 perché in esso agiscono come fattori sollecitanti il desiderio e la volontà.

L'amore non può essere generato dal pensiero, né dalle buone opere.

 La negazione dell'intero processo del pensiero diviene la bellezza

 dell'azione, che è amore. Senza di che non c'è beatitudine di verità.

 E laggiù, su quel tavolo, si ergevano i narcisi selvatici . . . ."

Jiddu Krishnamurti

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Cometafutura/trackback.php?msg=4033707

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
ercole.etrusco
ercole.etrusco il 15/02/08 alle 16:40 via WEB
Questo brano possiede una policromia ed una rilucente sfaccettatura, ricca di colori brillanti, di rifrangenti e prismatici raggi di luce , oltre che di approfonditi pensieri, di ponderate riflessioni, di ESCAVAZIONI interiori, al centro del nostro sentire. Forse oggi non si è tanto “allenati”, ( abituati ???), ad esercitare le nostre più nobili prerogative, quelle del pensiero impegnato. … Siamo forse più in sintonia con “quelli che il calcio”, …. o con gli “arbitraggi sconvolti del pallone”, … o con le casalinghe depresse e scontente. Le “Filosofie Orientali” sono una “bella cosa”, ma spesso sono lontane dalle nostre tradizioni o dai luoghi comuni che ci circondano, o non si allineano con le tematiche alle quali siamo chiamati costantemente a confrontarci; ( i rifiuti di Napoli, le vicende giudiziarie dei Ministri o dei Governanti), …le difficoltà del vissuto ordinario. Affascinante comunque, in questo brano, l’atmosfera che si respira, rivolta a cogliere in modo straordinario il senso dei colori, perfino dei profumi, di una ESSENZA che si sforza di cogliere il trascendentale, in un contesto di “Realismo”, quasi alla Emile Zolà. Personalmente, attorno al concetto di AMORE collego sempre priotariamente quello di una donna, con tutte le attinenti sfumature, ( a volte una alla volta, …. a volte in senso generale, … a volte prima l’una e poi l’altra, in rapida successione). Ma non mi dimentico l’amore per i figli, per la mamma ed il papà, per i nonni, ecc. ecc.). Oppure l’amicizia, …. E comprendo bene anche quello per il prossimo e per il mondo intero. Ma non sono così colto e virtuoso, … perciò mi fermo ad ascoltare il pensiero degli altri, cercando di capire … e possibilmente di imparare. … Ciao, complimenti per quello che comprendo essere un tuo grande e nobile impegno, senza la pretesa di aver capito tutto. … Ciao, Ercole
 
 
Philippandia
Philippandia il 16/02/08 alle 20:57 via WEB
Già,forse non si è allenati al pensiero..profondo,più che impegnato,direi io.Se l'impegno personale è solo rivolto alla risoluzione di problemi pratici e la nostra mente è rivolta unicamente alla ricerca di soddisfazioni materiali o cmq superficiali,come facciamo a scoprire chi siamo? Meno male che esistono le filosofie orientali che sono lontane da noi solo geograficamente parlando..le tradizioni e le culture sono fatte per confrontarsi e stabilire un contatto di reciproco scambio,non pensi? Se oggi,con i mezzi che abbiamo,il mondo della comunicazione non esprime al massimo il suo compito,vuol dire che ha fallito l'intento..un intento che non può fermarsi al mero scambio di merce o soldi,ma che deve avvicinare la gente,da ogni dove,per inseguire scopi molti più nobili e umani..l'amore,certo,è uno di questi.E allora..L'uomo deve superare il muro per incontrare il suo simile, che è chiuso anche lui entro un muro; e ancora..L'amore è così. In lui non c'è tempo, né spazio, né identità. E' l'identità che genera il piacere e l'affanno; è l'identità che porta con sé l'odio e la guerra e innalza un muro intorno agli uomini.Troppo filosofico dici?..per me è umanissimo..Un sorriso e grazie per esserci sempre.Phil
 
sereno.tramonto
sereno.tramonto il 16/02/08 alle 23:10 via WEB
Non sono abbastanza colta per poter immergermi in queste dotte considerazioni . Le filosofie orientali sono per me un piccolo “Tabù” culturale, a causa dei miei limiti, ma tuttavia un viaggio nel fantastico , nella direzione della libertà della mente. In questo brano, solo in parte da me ben compreso o interpretato, apprezzo il senso metaforico dei fiori e del colore, quali veicoli di sublime avvicinamento alla natura. …. Complimenti, Serena.
 
 
Philippandia
Philippandia il 24/02/08 alle 23:02 via WEB
Ciao Serena,grazie per i complimento,ma il merito della bellezza del post,va a Krishamurti..un maestro in filosofia orientale...hai intuito,incosapevolmente,il messaggio che sta alla base di tutti i suoi insegnamenti: La libertà di pensiero,d'azione,di spirito ai quali inneggia molto spesso..I limiti sono fatti per essere superati,cara Serena..è il desiderio di cambiare le cose che spinge le persone a cercare oltre..e se vuoi documentarti,fra i Link da me segnalati c'è quello dei maestri e filosofie orientali,ci trovi cose molto interessanti...Un sorriso.Phil
 
ercole.etrusco
ercole.etrusco il 16/02/08 alle 23:16 via WEB
Si, … Serena,…amica sconosciuta, è vero, la natura è colorata e forse fin dentro la sua intima realtà ed essenza: …ed è piena di fiori, che contengono il principio stesso della vita e del suo perpetuarsi. Ma non solo i fiori variopinti, che sono la nostra prima e più importante esperienza cromatica, la “carta da parati” nobile della nostra vita, insieme all’azzurro del cielo, al verde degli alberi e delle colline, al blu del mare, al bianco della neve e delle cime delle montagne: … in contrapposizione al nero dell’asfalto, al grigio del sudiciume, allo smog delle città in cui siamo costretti a vivere, alla monotonia delle code sulle strade. Forse nella allusione alla natura e ai suoi colori c’è un confronto con la freschezza del reale: … ed è di esso che si avverte il bisogno quale riscatto e antidoto contro la nostra insicurezza, alle nostre ansie, alle nostre angosce ed ai nostri quotidiani affanni. Ma anche il PENSIERO, l’unico veicolo e distintivo emblematico che ci caratterizza come UOMINI. Ed in questo, tutte le filosofie sono appunto il tramite del pensiero nella direzione della propria comprensione e consapevolezza. …. Ma l’amore è una entità che va oltre, in una dimensione più perfetta, che trascende perfino la nostra natura ed il nostro stesso pensiero …. Come ci spiegherà meglio Phil …. Chissà se saremo uditori sufficientemente “adeguati”. (Ma comunque, …desiderosi di capire e di apprendere)…. Ciao, Phil, sei grande, ….. Ercole
 
 
Philippandia
Philippandia il 24/02/08 alle 23:31 via WEB
Caro Ercole,sei sempre un grande adulatore..io sono quello che leggi,quello che intuisci..e anche altro:-)...mi lascio rappresentare da grandi pensatori,mi lascio conquistare da loro..ho bisogno di loro come del sole che scalda o dell'aria che respiro a pieni polmoni..Cerco un pensiero nobile nel bel mezzo della miseria umana..cerco un ideale,nell'abbondanza di superficialità che mi circonda..Cerco un'incontro di anime...che cercano la stesse cose..Insomma,vado sempre oltre..ma,ora,ho un progetto in mente..Questo,però,alla prox puntata.Un abbraccio,amico mio.Phil
 
Melyssa63
Melyssa63 il 18/02/08 alle 18:03 via WEB
Un po' troppo complicato per me da capire,devo leggere e rileggere attentamente,ma e' vero che l'amore puo' nascere e morire in ogni momento, anche se viene alimentato come l'acqua che si da' ai fiori,un giorno puo' morire. Sono felice di rileggerti Phil, ora va' un po' meglio anche se i problemi ci sono e spero solo di poterli risolvere alquanto prima,la forza nn mi manca, anche se a volte mi lascio andare nella disperazione di un pianto,ma poi mi riprendo e mi dico: su forza e coaggio,finche' c'e VITA c'e' sempre una speranza a tutto. Un abbraccio!!
 
 
Philippandia
Philippandia il 24/02/08 alle 23:13 via WEB
Ciao Mel,forse è un troppo complicato,ma pare che il messaggio,alla fine,passi..è certamente l'amore che alimenta ogni cosa..ma qui è sublimato dalla purezza e dalla libertà del pensiero umano..che spesso trasforma "solo" in desiderio..."il coraggio è a garanzia della vittoria sulle vicissitudini della vita" ,scriveva il russo Lev Tolstoj in Guerra e Pace,esprimendo una precisa filosofia,sosteneva che per vincere in ogni settore della vita ci vuole coraggio per conquistarsi la felicità,trionfare sulle privazioni dell'esistenza..un abbraccio .Phil
 
   
Melyssa63
Melyssa63 il 25/02/08 alle 23:10 via WEB
Allora io saro' sempre di piu' coraggiosa,affrontero' tutti i problemi con un sorriso..... e cerchero' di nn abbattermi,ma di darmi forza e dare forza a chi mi sta' vicino. Un bacio e ti auguro una felice settimana..
 
dany.av
dany.av il 02/03/08 alle 22:46 via WEB
Davvero molto bello questo post..ciao passa anche tu dal mio a lasciare una traccia del tuo passaggio..un abbraccio!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

marinovincenzo1958giorgi.seleneercole.etrusconikita.marchesemario.balconiVagabondo_solitarioPhill_1lupa_78donatoschiroorfeolegendokkiazzurri0108defgioalessia933acquario61.fred_light1900
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom