Creato da ComitatoL il 14/11/2007
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

GIOCO LETTERARIO DI WRITER

cliccando IPOCRISIA puoi leggere il racconto pubblicato da alpha_437

cliccando IL BRANCO puoi leggere il racconto pubblicato da Kappa_A

che partecipano al gioco letterario INCIPIT (clicca per iscrizioni, elenco partecipanti e racconti)

 

stop alla pedofilia

 
         
             PENSIERO LIBERO
                   HERE 
 

PREMIATI!!!!

Il premio è stato conferito
al blog Comitato Libero
dall'amica
ChimicaMD 
E il premio brillante conferito da mater.a
cordialmente ringraziamo
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
Contatore per sito tracker
 

Anche se tutti... NOI NO!!!

 
 

contro la pedofilia in rete

 
 

È BENE CHE TU SAPPIA........PEDOFILO

bestia immonda ke hai fatto della mia vita un inferno sono qui e t'aspetto non mi sentirai arrivare sentirai solo il brivido della paura e un sudore freddo rigarti il viso io come un animale fiutero l'aria x sentire l'odore del tuo terrore sentirai gli artigli dilaniarti le carni e in quel momento la tua vita scorrerà come un film e ci sarò anke io.....
 

Ultime visite al Blog

carloconti.pudominiuspedfutura.lendinaraAmelia44inrivaalmartentation71_1971deepmagentaninograg1casalauracilentocinieri.cinierir.anna65marilena65mocetty499197salv.digaetanoNaufragadime
 

Ultimi commenti

Citazioni nei Blog Amici: 23
 

Tag

 

Contatta l'autore

Nickname: ComitatoL
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 46
Prov: RM
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

 

« E non finisce quiE' sexy................sicure? »

Post N° 126

Post n°126 pubblicato il 24 Aprile 2008 da ComitatoL

25 APRILE: L'ALTRA FACCIA DELLA LIBERAZIONE, L'OPERAZIONE BRASSARD ALL'ISOLA D'ELBA

Non tutti sanno che in Italia ci sono dei luoghi in cui il 25 Aprile è ricordato in maniera dimessa, uno di questi è l'Isola d'Elba.

I nove mesi di controllo germanici furono abbastanza tranquilli, ma non certo sereni a causa delle privazioni imposte dal blocco bellico dell'isola. In generale non vi furono tensioni tali da degenerare tragicamente salvo un ancora non chiarito eccidio sulla spiaggia di Procchio. Purtroppo va ricordato anche un altro fatto terribile: l'affondamento del piroscafo Andrea Sgarallino, con trecento persone a bordo, quasi tutte morte, al largo di Nisporto. La nave faceva il sempre meno regolare servizio tra Portoferraio e Piombino, ma era in colori mimetici e armata. Per questo un sommergibile inglese la scambiò per unità da guerra nemica e la silurò. E' il più grave disastro navale civile nel Mediterraneo durante la Seconda guerra mondiale. Anche Portoferraio subì bombardamenti alleati quasi quotidiani, e addirittura anche tre o quattro nell'arco di una sola giornata, costringendo moltissimi allo sfollamento, tanto che nel corso del 1944 divenne quasi una città fantasma. A ciò si aggiungano la crisi dei collegamenti con il continente, la chiusura di altiforni e miniere, l'abbandono dei campi e di molte attività tradizionali, per rendersi conto in che triste stato era caduta l'isola.

Nel frattempo nella Francia libera si studiavano i piani per un'operazione bellica in grande stile che doveva avere come teatro l'isola dell'esilio di Napoleone e risollevare l'onore ammaccato dei transalpini la cosiddetta “operazione Brassard”.  Essa scattò il 17 giugno 1944, con azioni di commandos in varie parti dell'isola e un difficoltoso sbarco nella baia di Marina di Campo. Occorsero tre giorni per la completa liberazione, poiché i tedeschi si erano resi più ostici del previsto e tuttaltro che arrendevoli. Ma quella che doveva essere una festa per il ritorno della libertà si trasformò in incubo: le truppe coloniali composte da 12 mila uomini (senegalesi, marocchini nella maggior parte, ma anche gruppi di marines corsi e inglesi),furono lasciate franche per ventiquattr'ore di violentare e razziare l'isola. Questa è ancora una ferita aperta nella memoria elbana, acuita anche dal fatto che è palese opinione che lo sbarco all'Elba, un obiettivo strategico secondario checchè ne dicessero molti comandi militari, fosse quasi inutile. Secondo i rapporti ufficiali, almeno 200 donne sono state violentate ma non tutte hanno avuto il coraggio di denunciare gli stupri. Sono stati commesse atrocità pure nei confronti di uomini giovani ed anziani, si racconta di ruberie, saccheggi , requisizioni di bestiame.

I tedeschi superstiti lasciano Cavo, la battaglia dell' Elba è finita. Il bilancio dell'Operazione Brassard è assai pesante. I tedeschi lasciano sul campo circa 700 soldati (oltre 2000 sono stati fatti prigionieri); i francesi perdono quasi 1000 uomini; gli isolani contano altre vittime, distruzioni, violenze. La guerra è stata una tragedia.

Di tutti i centri, Portoferraio paga il tributo più alto: case distrutte per oltre il 50 per cento; monumenti, chiese, cimiteri danneggiati da ben 53 bombardamenti alleati (devastante quello del 19 marzo 44, giorno di S.Giuseppe) che valgono alla città solo una medaglia di bronzo al valor civile. E si possono dimenticare, infine, i 300 elbani affondati con lo Sgarallino (17 giugno) dal sommergibile inglese Uproar?

La battaglia dell'Elba (così l'hanno chiamata) dura tre giorni ma sono terribili. Brassard si poteva evitare?  di certo è servita al morale dei francesi dopo le batoste subite ad opera dei tedeschi in Corsica. Al momento dell'Operazione Brassard, la Germania aveva ormai perso la guerra.

Morale della favola: gli Stati vincono le guerre, l’Umanità ne è sempre sconfitta.

QUINDI INSIEME ALLA LIBERAZIONE SI DIMENTICA SEMPRE DI RICORDARE LE "MARROCCHINATE" E TUTTE LE VITTIME CIVILI MASSACRATE DALLE TRUPPE DA SBARCO COLONIALI ALLEATE E SOPRATTUTTO DELLA SCELLERATEZZA DI CERTI GENERALI FRANCESI, CHE HANNO AVUTO LA BRILLANTE IDEA DI DARE CARTA BIANCA COME PREMIO A QUESTE TRUPPE (LA POPOLAZIONE CIVILE INCLUSA NEL PREMIO) PUR SAPENDO DI AVERE A CHE FARE CON SOLDATI CHE ASSOMIGLIAVANO PIU' CHE ALTRO A DELLE BESTIE SANGUINARIE (ma d'altronde, pare, fossero stati selezionati proprio per questo).

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ComitatoLibero/trackback.php?msg=4568609

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
zoeal
zoeal il 24/04/08 alle 18:32 via WEB
i soggetti in questione non disdegnavano di stuprare donne, bambini, uomini. Di posti come l'Elba ce ne sono altri in Ciociaria (ricordate il film La Ciociara?) ed in Sicilia, qui c'è un paese che addirittura ha gemellato alcuni reduci di un battaglione tedesco perchè, avuto notizia della mala parata e di cosa facessero le truppe coloniali,prima di ritirarsi, fecero nascondere le donne ed i bambini del paese in una grotta, salvando così la loro dignità e la loro vita. Le marrocchinate, dopo 60 anni non hanno mai avuto giustizia. In queste ricorrenze si dovrebbero ricordare tutte le vittime civili e non solo quelle fatte dalle mani dei perdenti.
(Rispondi)
shiktlah
shiktlah il 25/04/08 alle 10:22 via WEB
Dall'8 settembre del '43 sino ai primi mesi del'46 vi furono i 21 mesi peggiori degli ultimi secoli di storia italiana....una guerra civile che vide ferocia e crudeltà... e che ancora lascia ferite aperte.Ferite che si riaprono quando si legge sui quotidiani di oggi frasi del tipo "La Festa dei trombati"...alla faccia di tutti coloro,ed intendo tutti, che per l'ideale di una repubblica versarono il proprio sangue.Leggere certi titoli da parte di goirnalai asserviti al potere mafioso del nano insultare tutti coloro che in quel periodo morirono per combattere un ideale, giusto o sbagliato che fosse,è una vergogna che solo in questo paese di peracottari può accadere.La destra ha vinto..gli effetti del pensiero libero e del rispetto delle parti non sono tardate a farsi vedere.Bene... mi spiace per tutti coloro che votando a destra speravano di poter dare una scossa al paese e scuoterlo dal suo torpore fatto di giochetti di potere da una parte e dall'altra....la sincerità e la correttezza,anche nei confronti di coloro che non la pensano come noi...è morta oggi...con gli sberleffi da parte di quattro pennivendoli ignoranti....
(Rispondi)
 
curioso.cc
curioso.cc il 25/04/08 alle 13:29 via WEB
Shiktlah forse tu trovi migliori gli insulti dei giornali antiberlusconiani Manifesto,l'Unità ed Europa... Hai ragione furono in tanti a versare il sangue per la liberazione ma una parte di loro si è appropriata della festa del 25 Aprile per utilizzarla contro gli avversari politici trasformandola così nella giornata dell'odio... Mi spiace Shik ma non è Berlusconi quello che insulta coloro che morirono per un ideale... ideale... i partigiani rossi combatterono per sostituire un regime con un altro... e poi tra quelli che versarono sangue per l'Italia ci sono gli americani cioè coloro che ci hanno ridato la libertà e la democrazia.
(Rispondi)
 
 
LaBruja70
LaBruja70 il 25/04/08 alle 14:37 via WEB
Vedere il "male" sempre e soltanto dall'altra parte, nn mi sembra un grande esempio di libertà. Forse la verità sta spesso nel mezzo... ma a molti non fa comodo vederla. E poi qualcuno mi spiega cosa c'entra il nano oggi? Che palle...
(Rispondi)
 
 
 
shiktlah
shiktlah il 25/04/08 alle 20:19 via WEB
Se hai letto bene quanto ho scritto streghetta vedrai che non ho fatto parzialità...il dramma è stato vissuto da entrambe le parti...ma non è stata una mia invenzione che oggi alla commemorazione non ci fosse un esponente della destra eccetto Alemanno...e questo,se permetti è un messaggio politico davvero desolante. Questa è imparzialità? Ho forse detto il falso dicendo che il 25 aprile è una festa che dovrebbe interessare tutta la nazione?
(Rispondi)
MarcheseDeSade_RN
MarcheseDeSade_RN il 25/04/08 alle 14:54 via WEB
Perbacco...una delle poche persone a sapere fatti del genere...
(Rispondi)
shiktlah
shiktlah il 25/04/08 alle 20:15 via WEB
Il nano c'entra perchè il giornale appartiene alla sua casta..per il resto..ringrazio per avermi dato conferma di quanto sostenevo..ovvero che la lente distorcente dell'ideologia è ben radicata e per nulla imparziale... il 25 aprile segna la fine di un incubo,per tutti...od almeno avrebbe dovuto avere tale significato....
(Rispondi)
 
curioso.cc
curioso.cc il 25/04/08 alle 20:45 via WEB
Certo il 25 aprile è stata la fine di un incubo... per alcuni solo l'inizio... Commemorare coloro che combatterono per un' Italia libera è democratica è doveroso.... se la sinistra non si fosse ingiustamente appropriata di questa festa ogni anno non si riproporrebbero le solite polemiche. I giornali di Berlusconi non hanno scritto nulla di sbagliato la sinistra quest'anno ha brandito il 25 aprile come un'arma per dare addosso a Berlusconi e soprattutto Alemanno... Shiktlah ti ringrazio anch'io per la conferma di quanto io sostengo a proposito di lenti distorte....
(Rispondi)
 
 
shiktlah
shiktlah il 26/04/08 alle 11:36 via WEB
La sinistra non ha cavalcato un bel nulla... il 25 aprile è la festa della liberazione dal nazifascismo..mica la fine della guerra di crimea! Non avessimo avuto i partigiani...col cavolo che la guerra finiva nel '45 in Italia....gli alleati ci avrebbero impiegato almeno un altro anno,come minimo, per arrivare sino al nord.Quanto ad Alemanno,almeno è stato l'unico (non so se per motivi elettorali od altro non mi importa)a presenziare alla cerimonia..e questo lo rende infinitamente superiore ai suoi "camerati"....lui almeno ha avuto coerenza ed onore... ed è giusto rendergliene merito...
(Rispondi)
alpha_437
alpha_437 il 26/04/08 alle 09:18 via WEB
buon di comitato.......per una volta vogliamo partire dal presupposto che la guerra lascia sul campo solo gravi sconfitte paesi distrutti da ricostruire vite devastate per i lutti menti che porteranno a vita il marchio di avvenimenti nefasti.....mettiamoci anche che mai nessuno schieramento è stato esente dal aver commesso atrocità di ogni tipo uccidere per ideale di libertà o per oppressione è uccidere e in nessun caso meno grave.........quindi nessun vincitore ma tutti vinti........che poi il 25 sia strumentalizzato vorrei sapere dov'è la novità ditemi quale evento storico nn lo è? è penoso assistere al canto di bella ciao quando le belle sono state salutate da entranbi gli schieramenti fatti di persone che volenti o no sono stati costretti a partecipare ad una guerra decisa dai potenti della terra.......siamo sicuri che a seguito di questo evento il ns paese sia realmente libero? la storia quella che conosciamo noi è solo la minima parte di quello che è ralmente accaduto le trame i complotti sono celati da anni nei palazzi del potere e nn verranno mai fuori
(Rispondi)
 
shiktlah
shiktlah il 26/04/08 alle 11:32 via WEB
E brava Alpha! Esattamente... un periodo come quello della guerra civile che insanguinò l'Italia dal '43 al '46 non si deve più ripetere,assolutamente mai più.Ha lasciato ferite così profonde e dure da riuscire a dividere ancora un paese dopo 63 anni.... e questo non deve più essere.Basta con la gente che inneggia a questo o quel regime totalitario...in Italia abbiamo avuto il fascismo e con quello dobbiamo fare i conti.. ma sarebbe ora di smetterla di litigare tra noi..noi che abbiamo casa,macchina,due pasti al giorno,un lavoro e la possibilità di esprimerci liberamente... 70 anni fa sono morte migliaia di persone per darci questo... ci sputiamo sopra?
(Rispondi)
 
 
alpha_437
alpha_437 il 26/04/08 alle 12:13 via WEB
buon di lupo artico.........nn sono i semplici cittadini a sputare su questi eventi tranne qualke mente malata indottrinata fino al midollo che rifiuta l'evidenza di fatti drammatici........chi sputa sulla storia e su coloro che la fecero nessuno escluso....sono le classi politiche totalmente smemorate oserei dire che sembrano persone giunte da un altro pianeta completamente ignare di accadimenti tanto gravi dei quali nn si può nn tenerne conto e poi basta con ste commemorazioni usate inflazzionate solo per campagne elettorali........ci sono milioni di morti bisogna averne rispetto a prescindere punto e basta
(Rispondi)
 
 
 
alpha_437
alpha_437 il 26/04/08 alle 12:22 via WEB
per una volta.......rivolgiamo i ns pensieri a chi ha pagato per la sua diversità........diversità di pensiero di genere di religione e a tutti coloro che sono stati arbitrariamente sacrificati da menti criminali(vedi le fosse ardeatine le foibe)
(Rispondi) (Vedi gli altri 1 commenti )
 
 
 
alpha_437
alpha_437 il 26/04/08 alle 12:22 via WEB
p.s. i campi di concentramento ovviamente
(Rispondi)
LaBruja70
LaBruja70 il 26/04/08 alle 12:56 via WEB
Ecco, sul pensiero di Alpha sono molto d'accordo. Shik, io sono certa della tua onestà intellettuale ma la maggior parte di certa gente "usa" questo tipo di cose, da una parte e dall'altra. Io sono vicina ai partigiani che hanno combattuto per un ideale, così come sono vicina ai ragazzi di destra che sono stati ammazzati per il loro ideale. Mi dissocio, totalmente, completamente, dai partigiani rossi e dai nazi-fascisti, dall'esaltazione, da coloro che sono diventate bestie alla stessa stregua, durante quei giorni. Un bacio.
(Rispondi)
curioso.cc
curioso.cc il 26/04/08 alle 13:57 via WEB
Giusto sarebbe ora di smetterla di litigare tra di noi il 25 Aprile,ma i rossi sono troppo limitati e testardi per capire che la Liberazione non appartiene solo a loro e che agitare ancora il vessillo dell'antifascismo è anacronistico, l'Anpi deve fare a meno di dare del fascista a chiunque provi a far luce sui crimini dei partigiani.... e che cosa dire poi dei giornali di partito che hanno strumentalizzato l'occasione per tirare la volata a quell' incapace di Rutelli... E' la sinistra che deve cambiare atteggiamento.
(Rispondi)
moraesposito
moraesposito il 17/06/14 alle 15:36 via WEB
bellissimo post. mi piace veramente tanto. Grazie hai reso migliore una giornata di merda. Si è rotto il mio cellulare e non trovo i ricambi alcatel da nessuna parte
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.