Creato da contramunnezza il 30/01/2008

CONTRAMUNNEZZA

Comitato di liberi cittadini

 

 

« La nostra repubblica...e come brucia...! »

Terra di nessuno?

Post n°236 pubblicato il 27 Giugno 2012 da contramunnezza

Terra di nessuno?

 

 

Maurizio Patriciello, 20 Giugno 2012

Fa caldo in Campania. Un caldo afoso che ci terrà compagnia per tutta le settimana. Con il caldo nei territori a cavallo tra Napoli e Caserta si ripresentano i vecchi, angoscianti problemi che, negli anni, non hanno mai trovato una soluzione. Un fetore deprimente si intrufola nelle nostre case come un ladro, di notte e nelle prime ore del mattino, e ammorba la vita delle persone ancora sonnacchiose e stanche. Le sveglia di soprassalto facendole correre a chiudere porte e finestre e accendere i condizionatori d’aria. Come sempre, le autorità balbettano, ripetendo il vecchio, insopportabile ritornello dello scaricabarile.

C’è chi dice che proviene dalle ecoballe accatastate da anni come montagne nelle nostre campagne. Chi invece insiste sui depuratori delle acque reflue che funzionano a singhiozzo e male. Sarà l’incapacità di gestire la cosa pubblica, il mantenere qualche promessa fatta a qualche compagno di merenda o la paura di ledere gli  interessi di qualche camorrista nostrano, fatto sta che i peccati di omissione si sprecano. Tonnellate di materiali di origini sconosciute vengono bruciate ogni giorno, sotto gli occhi di tutti, forze dell’ordine e politici locali compresi. Roghi alti si levano dalle campagne per andare a intristire il cielo e gli animi. Il consiglio del sottosegretario all’Economia di fare quest’anno una settimana di ferie in meno, da queste parti, è del tutto fuori luogo.

Qui tanta gente fa la fame eppure la vita costa più che altrove. A cominciare dall’assicurazione sulle auto. Costa tantissimo perché, ci dicono, troppa gente ha imbrogliato nel passato, i conti non tornano e, dunque, gli onesti dovranno riparare. La bolletta dell’elettricità aumenta perché con l’aria avvelenata occorre starsene chiusi in casa con i condizionatori perennemente accesi. Si lavora poco, sottopagati, a rischio della vita e, sovente, per la stessa camorra che ha le mani in pasta dappertutto. Lunedì, però, si è proprio sfiorata la tragedia. I cittadini delle province di Napoli e Caserta, inorriditi, hanno notato verso le 3 del pomeriggio che una enorme nube nera come la notte, densa come il fango, fetida come l’inferno si ingrossava sempre di più. Un colossale incendio si era sviluppato in un deposito per auto destinate allo sfascio. Lentamente la nube si dirige verso il Vesuvio.

Centinaia di auto, copertoni e altro materiale altamente infiammabile erano stati ammassati sulla nuda terra, accanto a fondi agricoli, senza alcuna protezione né sistemi antincendio. Così, semplicemente, stupidamente. Una vera bomba ecologica all’aria aperta. Una bomba che non poteva che scoppiare sprigionando diossina in quantità elevata. Gli occhi bruciano. Brucia la gola e la pelle. Il palato si fa amaro, la saliva nera. Il cuore scoppia. Di impotenza, di rabbia, di desiderio di giustizia. Il pensiero corre ai bambini, ai vecchi, agli ammalati. I giovani sul Web si allertano, con un tam-tam che sale e scende per l’Italia. Poveri ragazzi: chiedono aiuto e non sanno nemmeno a chi.

Come sempre mancano gli interlocutori. Nel settembre 2010 un politico di rilievo nazionale arrivò a dire che se non avessimo la Calabria e la conurbazione Napoli-Caserta – definita un cancro morale – l’Italia sarebbe il primo Paese in Europa. Come si può facilmente immaginare i politici campani fecero gli offesi. Oggi siamo all’emergenza. Queste zone sono diventate terre di nessuno o, meglio, di gente con troppi interessi occulti. Qui non si vive più, qui si sopravvive a stento. Non è un caso se la percentuale di morti per cancro in questa fascia di terra è tra le più alte di tutta la Penisola.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Contramunnezza/trackback.php?msg=11412503

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 

logo

 
 

PUBBLICIT└ PROGRESSO

 

FREE BLOGGER

Free Blogger
 

CONTRAMUNNEZZA NEWS

Leggi on_line Contramunnezza News

c

 

CONTRABIMBI

 

UNA MONTAGNA DI BALLE!!!

 

CAMPANIA INFELIX

libro

 

TROISI E L'AMBIENTE


 

VIDEO - ACQUA LEGGERA

 

VIDEO - BI┘TIFUL C└UNTRI



 

VIDEO - NUCLEARE? NO, GRAZIE!

á
 

VIDEO - RICICLO AL 100%

 

ULTIMI COMMENTI

Per quanto riguarda la sensibilizzazione sulla salvaguardia...
Inviato da: Epsilon_Revenge
il 01/09/2012 alle 03:05
 
Al COMUNE DI SANT'ARPINO (CE) - Egr. SS.VV. Assessore...
Inviato da: Angelo Di Domenico
il 08/03/2012 alle 13:05
 
Adoro l'isola di el Hierro!
Inviato da: chiaracarboni90
il 06/06/2011 alle 09:37
 
Anche io voglio andare in vacanza alle Canarie!
Inviato da: chiaracarboni90
il 30/05/2011 alle 11:54
 
Grazie di Cuore Gaetano!
Inviato da: contramunnezza
il 15/02/2011 alle 18:24
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963