CONTROSCENA

Il teatro visto da Enrico Fiore

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

« Cimarosa in vacanza con LavezziLa rabbia di Licia Maglietta »

A Mercadet si addicono gli armadi

Post n°507 pubblicato il 10 Dicembre 2011 da arieleO
 

Honoré de Balzac è un autore complesso e contraddittorio come pochi altri. E come pochi altri personaggi è complesso e contraddittorio il protagonista di «Mercadet», la sua commedia maggiore adesso in scena al Mercadante (col titolo originario «L'affarista») per la regia di Antonio Calenda. Sicché si potrebbe dire di Mercadet ciò che Sainte-Beuve disse di Balzac: «È un uomo di genio, se volete, ma è un mostro».
   Mercadet, infatti, si rivela nello stesso tempo cinico e sentimentale, abile speculatore in borsa e ingenuo dilettante nei rapporti col prossimo, fermo nel fronteggiare i creditori e vacillante nel trarre vantaggio dagli espedienti messi in atto per sconfiggerli. Tanto per fare un esempio riassuntivo, ama teneramente la figlia Julie ma non esita a sacrificarla, promettendola in sposa a un dandy, De la Brive, da lui creduto ricco e invece spiantatissimo.
   Allo stesso modo, e sempre per riassumere, possiamo dire che la commedia in questione è un mélange di realismo ed effettismo, un incrocio fra Molière e Feuillet. E mi pare che Calenda governi il tutto con sufficiente precisione e non disprezzabili invenzioni: a partire dalla scena di Pier Paolo Bisleri, una folla di armadi a suggerire e sottolineare il tema del possesso e dell'accumulo. Non a caso Mercadet ci appare per la prima volta uscendo da uno di quegli armadi. È giunto, nientemeno, a identificarsi con la «roba» che conserva.
   Non meno appropriate risultano, in proposito, le maschere attribuite a taluni dei personaggi e ispirate, evidentemente, alle caricature fisionomiche di Daumier. Lascerei stare, invece, le solite affermazioni peregrine circa la presunta attualità del testo: oggi, in tempi di post-capitalismo globale, non si potrebbe neppure immaginare un tipo come Mercadet, tanto caratterizzato (e addirittura in senso «romantico») sul piano individuale. E d'altronde: se il testo di Balzac era così attuale, che bisogno si aveva d'infilarci la battuta «Mi avete precipitato più in basso del debito della Grecia»?
   Comunque, Geppy Gleijeses - salvo qualche ammiccamento di troppo - si dimostra, con i suoi falsetti in levare, un interprete particolarmente adatto al grottesco personaggio di Mercadet. E assai persuasiva, quale testimonianza di una raggiunta maturità, è la prova che fornisce Marianella Bargilli nel ruolo di Julie. Fra gli altri, all'interno di una compagnia complessivamente di buon livello, son da citare Paila Pavese (Madame Mercadet), Osvaldo Ruggieri (Goulard) e Alfonso Veneroso (Verdelin).

                                          Enrico Fiore

(«Il Mattino», 10 dicembre 2011)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: arieleO
Data di creazione: 16/02/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

defranceschi.chrisasc.ferraraasdiwalgiugnolifabrizioherzwehrcomp.robyelena.licausiokgirlgiuseppina.farinaparenteartesonia.riccomedeur2010MrFantastic70puelkerollie0
 

ULTIMI COMMENTI

solo tu beppe puoi interpretare questi personaggi...
Inviato da: roberto
il 11/12/2013 alle 16:45
 
Cara Floriana, anche per me è stato un piacere incontrarLa....
Inviato da: arieleO
il 12/11/2013 alle 09:39
 
Caro Maestro Fiore, condivido ( per quello che vale) la...
Inviato da: floriana
il 11/11/2013 alle 19:40
 
Cara Francesca, innanzitutto la ringrazio per...
Inviato da: Federico Vacalebre
il 16/10/2013 alle 17:14
 
Gentile Francesca, credo che nessuno possa risponderLe...
Inviato da: arieleO
il 16/10/2013 alle 17:10
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom