CONTROSCENA

Il teatro visto da Enrico Fiore

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

« Caproni, il poeta che so...Janara e il giacobino ne... »

Riecco Zorro, nello stile dei Pooh

Post n°632 pubblicato il 11 Novembre 2012 da arieleO
 

Ormai ci abbiamo fatto il callo alle litanie dei teatranti che pretendono di spacciare per attualissimo tutto quello che portano in scena: dal dramma satiresco alle prediche di Giovacchino Forzano passando per i misteri medievali. Ma a proposito di «W Zorro» - il musical che si dà all'Augusteo (testi di Stefano D'Orazio, ex batterista dei Pooh, e note di Roby Facchinetti, tastierista dei Pooh ancora in servizio) - mi sembra che il D'Orazio medesimo abbia esagerato un po' troppo. Ha dichiarato convinto: «A questa Italia malandata il mio eroe mascherato sarebbe molto, ma molto, utile».
   Che facciamo, mettiamo Zorro al posto di Monti? E come ci arriverebbe nella nostra landa desolata, per caso a nuoto? È certo solo che, in attesa che ci allevi le pene dello spread e rimpolpi le scheletriche pensioni ai peones della Sanità, dal palcoscenico c'informano: «È tornato il guastasonni / delle notti dei tiranni, / state attenti tutti quanti, Zorro è qua»; e ci spiegano: «Siamo Zorro tutti quanti / tanti piccoli giganti / trascinati dalla forza di un'idea / mille gocce fanno un mare».
   Non credo che i plutocrati del Belpaese si sentano turbati più di tanto da proclami rivoluzionari siffatti, e che, peraltro, appaiono mimetizzati fra la rosa offerta da Zorro all'amata Cecilia e il flamenco (come dire? volonteroso) che imperversa dall'inizio alla fine. Insomma, le sorprese davvero non si sprecano. Le musiche di Facchinetti somigliano alle musiche dei Pooh, lo Zorro di Michel Altieri somiglia al Renzo Tramaglino e al Dorian Gray interpretati da Altieri per la regia di Tato Russo, le coreografie di Fabrizio Angelini (che firma pure la regia) somigliano alle coreografie realizzate da Angelini per il musical «Aladin», sempre su testi di D'Orazio e presentato sempre all'Augusteo nel marzo dell'anno scorso.
   Fra i comprimari Alberta Izzo (Cecilia) e Jacqueline Ferry (Consuelo). Completano il quadro le nuvole di fumo che a quanto pare son diventate imprescindibili in questo genere di spettacolo e, a ribadire l'importanza di «questo» Zorro, la sua reiterata moltiplicazione per dodici nelle scene corali in maschera.

                                            Enrico Fiore

(«Il Mattino», 11 novembre 2012)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: arieleO
Data di creazione: 16/02/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

elena.licausiokgirlasc.ferraragiuseppina.farinaparenteartesonia.riccomedeur2010MrFantastic70puelkerollie0napoli776studiolegalegrittirino.alfieripinolacinefortunato.calvino
 

ULTIMI COMMENTI

solo tu beppe puoi interpretare questi personaggi...
Inviato da: roberto
il 11/12/2013 alle 16:45
 
Cara Floriana, anche per me è stato un piacere incontrarLa....
Inviato da: arieleO
il 12/11/2013 alle 09:39
 
Caro Maestro Fiore, condivido ( per quello che vale) la...
Inviato da: floriana
il 11/11/2013 alle 19:40
 
Cara Francesca, innanzitutto la ringrazio per...
Inviato da: Federico Vacalebre
il 16/10/2013 alle 17:14
 
Gentile Francesca, credo che nessuno possa risponderLe...
Inviato da: arieleO
il 16/10/2013 alle 17:10
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom