Creato da PattyGocciadiRugiada il 18/10/2010

GOCCE DI ME.

Le mie emozioni, il mio cuore, la mia vita.

 

LACRIME DI PIOGGIA.

Post n°11 pubblicato il 18 Ottobre 2010 da PattyGocciadiRugiada

Occhi di pioggia.
Desolante solitudine.
Cielo freddo e plumbeo.
Nubi cupe, gonfie di tristezza.
Cuore pesante come roccia.
Ferite che ancora sanguinano.
Torpore, dolore,
lacerante malinconia.
Nostalgia che logora l'anima.
Sento che mi sto perdendo nella nebbia.
Precipito in un baratro profondo
senza trovare alcun appiglio.
Piangere non consola.
Scrivere è la mia unica salvezza.
Vorrei urlare il tuo nome.
Vorrei ritornare indietro e rivivere tutto.
Vorrei ancora sentire
i tuoi baci sulle mie labbra
le tue mani sul mio viso
la tua voce così amata.
Ma tu hai scritto per noi
la parola fine.

Ti amavo.
Ti amo.
Ti amerò per sempre,
cuore mio.


 
 
 

L'EMOZIONE DI TE.

Post n°10 pubblicato il 18 Ottobre 2010 da PattyGocciadiRugiada

Attesa che logora l'anima.
Attesa sospesa ed infinita.
Aspettare con il cuore ferito
un cenno, una risposta, una voce.
Aspettare invano mentre il crepuscolo
lentamente cede il posto alla notte
e poi quando la luce di un'alba nuova
cancellerà l'ombra delle ultime stelle.
Attendere in silenzio
con il volto umido
ricordando altri momenti,
altre serate piene di gioia.
Quando eri solo tu la mia emozione.
Tu, nella mia vita
tu, nelle mani
sulla pelle, nel cuore, dovunque in me.
Tu in baci rimpianti
in sospirati abbracci
in sogni testardi
che non moriranno.
Tu che mi riempi l'anima,
ora come allora.
Confusamente fragile,
scrivo nella penombra della stanza  
scrivo per non farti andare via
per tenerti qui, addosso a me.
Sei acqua che scorre sul mio viso
sei linfa e sangue
sei il colore del vento
e il profumo dell'autunno
sei in ogni parte di me.
Ti aspetto ancora, nel silenzio della sera
ti aspetto rincorrendo quell'emozione
quel brivido, quel batticuore.
Non voglio pensare
che questa attesa sarà vana.



 
 
 

LA TUA ASSENZA.

Post n°9 pubblicato il 18 Ottobre 2010 da PattyGocciadiRugiada

Assenze.
Vuoti.
Silenzi
che mi calpestano l'anima.
I passi delicati che tu facesti in me
sono svaniti nella notte.
Dove sei andato?
Dove si sono smarrite
la complicità e la dolcezza?
Io sono qui
quella di sempre
quella che sarò anche domani.
Ti ho svelato ogni mio segreto
ogni mio pensiero
ogni mio sogno.
L'universo che vive in me.
Annegare in te
come in un caldo oceano
è stato inatteso, inevitabile, meraviglioso.
Anche ora,
immersa nel suono acuto
di un avvolgente e opprimente silenzio,
ti vorrei al mio fianco.
A volte un'assenza
fa più rumore della presenza.
E mi chiedo ancora perchè
tu non abbia il coraggio
di prendermi per mano
e di innalzarci in volo
in questo limpido cielo.
Non avrei avuto paura
di precipitare nel vuoto.
Avrei potuto essere per te
il profumo di un giorno d'estate
la fantasia di un sogno nuovo
l'entusiasmo e la tenerezza
un brivido improvviso
un'ardente passione
la tua donna, la tua amica, la tua amante.
Senza fiato
ho spiccato il volo verso di te
e le mie ali si sono spezzate.
Struggente è la nostalgia,
la mancanza, il desiderio
di viverti, amarti, respirarti.
E vorrei essere ancora
la tua acqua e il tuo fuoco
una rosa senza spine
l'orizzonte senza confini
la sabbia bianca e il vento caldo
la tua allegria, il tuo sorriso
una dolcissima poesia
la carezza del mare
la prima stella della sera, 
ogni giorno della tua vita
e della mia.
Mi manchi, amore mio.


 
 
 

NAVIGANDO IN TE.

Post n°8 pubblicato il 18 Ottobre 2010 da PattyGocciadiRugiada

Sogni e chimere
oceani e cristalli
perle e lacrime
rugiada e uragani.
Lampi sull'acqua
riflessi di pioggia
luna d'argento
costellazioni lontane.
Sospiri tremanti
sguardi di luce
evanescenti brividi
fugaci ed intensi baci.
Velieri e castelli
spiagge e dirupi
ruscelli argentei
monti innevati.
Foreste selvagge
torridi deserti
cascate impetuose
laghi di quiete.
Mani che sfiorano
labbra che sussurrano
occhi che parlano
cuori che palpitano.
Navigante di te
del tuo mondo lontano
dei tuoi oceani tempestosi
delle tue onde burrascose
della tua placida risacca. 
Nei tuoi meandri nascosti 
si celano inestimabili tesori,
nei tuoi profondi abissi
scopro ogni giorno la misteriosa magia
di un travagliato
incantevole
travolgente
dolcissimo amore.






 
 
 

QUANDO VOLANO LE FALENE.

Post n°7 pubblicato il 18 Ottobre 2010 da PattyGocciadiRugiada

Come falena nella notte
attirata dalla tua luce,
il tuo bagliore mi acceca,
cancella l'oscurità,
mi avvicino e mi allontano
attratta irresistibilmente
e inesorabilmente da te...
Le mie fragili ali sentono la tua presenza
so che dovrei allontanarmi
ma non riesco a fuggire
troppo intenso è il calore che emani
troppo freddo è il buio intorno a me...
Nel silenzio assordante
odo solo un richiamo
e non esistono ragioni
nè motivazioni nè logica,
esiste solo questo solitario istante
sospeso nel tempo...
E come falena,  
evanescente creatura della notte,
mi lascio trasportare dal desiderio
che mi conduce a te,
mi perdo e mi ritrovo nella tua luce
e mi abbandono alla passione
sotto un cielo limpido di stelle.
E' un sogno? Un'illusione?
Tutto è possibile in questa notte,
vivere la magia
perdersi nell'oblio
credere alle favole
incontrarti nei sogni...
Quando volano le falene,
sarà ancora amore.


 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

ULTIME VISITE AL BLOG

dora.dorisMichele1170stephen.s.heartamanteavellyslsperrone.asor55emprogettimediterraneatabal_zaccalogerovassallo2unamamma1adoro_il_kenyavigneriantonellastrong_passionbelmoro_45
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom