Un blog creato da piersilvione il 06/03/2008

i colori del cuore

ti ringrazio per quest'attimo che mi concedi, perché fermandoti mi doni qualcosa di unico e di grande... e per questo dono, questo attimo, piccolo, ma infinito, ti auguro che la vita te lo renda in gioia.

 
 
 
 
 
 

FESTEGGIAMO IL 25 APRILE.



RICORDIAMO LA LIBERAZIONE DAL NAZIFASCISMO.
W LA LIBERTA'.
 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 14
 
 
 
 
 
 
 

FOLLOW YOU FOLLOW ME (GENESIS)



"La vita è come tu la rendi, l'amore può cambiarla con un bacio, l'amore ti può prendere per mano..."
(Life-Cat Stevens)
 
 
 
 
 
 
 

L'ATTENTATO A GIOVANNI PAOLO II



COME SI PUO' DIMENTICARE!
 
 
 
 
 
 
 

UN UOMO VENUTO DA LONTANO



UNA VITA PER LA PACE E L'AMORE FRATERNO!
 
 
 
 
 
 
 

"NON ABBIATE PAURA!"



UNA VITA NEL SEGNO DELL'AMORE.
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Gli zebedei del modello.Le quantità della ricetta. »

Il colloquio di lavoro.

Post n°315 pubblicato il 16 Marzo 2013 da piersilvione

Il direttore del personale:

"A proposito di lingue, quali conosce? E a che livello le conosce?"

Io:

"Be' oltre all'italiano, il francese e l'inglese, parlo e scrivo abbastanza bene il bolognese ed il padovano. Poi ora sto imparando il leccese: lo capisco abbastanza bene e mi sto esercitando per parlarlo correntemente... D'altra parte ho avuto il papà bolognese, la mamma padovana e la mia dolce metà è leccese..."

"Vedo che considera i dialetti alla stessa stregua delle lingue..."

"Certo! La parlate locali sono vere e proprie lingue, hanno una loro grammatica ed una loro terminologia, che spesso definisce meglio i concetti ed a volte diventa di difficile traducibilità in italiano."

"Ma come pensa di sfruttare le sue conoscenze... linguistiche... nel nostro ambito lavorativo?"

"Veda... Quando si ha a che fare con dei tecnici stranieri, lei m'insegna che l'inglese è la lingua maestra, l'idioma universale, soprattutto nel campo tecnico... Termini come settare, resettare, essere on-line, scanner, scansionare, zippare, rete wi-fi, impianto hi-fi, collegamento wireless, cordless, over-dose... sono entrati nel nostro linguaggio in modo prepotente. Ma anche quando si usano espressioni dialettali, si può notare che spesso "sfondano" e diventano di tutti... Anche a livello internazionale. È noto il "ciao", dal veneziano s-ciao (schiavo)... Mentre a livello nazionale ricordo "soccmél" (accipicchia), un "goto de vin" (bicchiere di vino), "strazamaròn" (rompiscatole), "guaglione" (ragazzo), "fetuso" (fetente)... Ciò detto, ritengo sia più facile l'approccio con le persone che vengono da ogni parte d'Italia, se le accogliamo già capendo il loro dialetto, ma soprattutto se ci rivolgiamo a loro in modo più familiare, usando tipiche espressioni locali... Fermo restando l'ufficialità della lingua italiana..."

AL RISVEGLIO, RICORDAVO SOLO QUESTO FRAMMENTO DEL SOGNO. SENZA CAPO NÉ CODA, COME SPESSO MI SUCCEDE. UN SOGNO NON-SENSE.

DICONO CHE QUANDO APRI GLI OCCHI I SOGNI SVANISCONO, PERÒ CHE FIGURACCIA AVREI FATTO AD UN VERO COLLOQUIO DI LAVORO, SE AVESSI DETTO QUELLO CHE HO RACCOLTO DAI FRAMMENTI DI QUEL SOGNO SCONCLUSIONATO!

NEI SOGNI CADONO LE BARRIERE, LE FORMALITÀ. VENGONO FUORI I PROPRI DESIDERI NASCOSTI. IL NOSTRO SUBCONSCIO HA MODO DI ESTERNARE I PROPRI PENSIERI RECONDITI.

SUCCEDE ANCHE A VOI?

O È MEGLIO CHE TROVO UNO SPECIALISTA CHE MI VISITI? MA NON UNO QUALSIASI... UNO VERAMENTE BRAVO!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

rutoradondolino61francy_62piersilvionelubopocara.calladonatellafiorentinisiste4katya_adavinivan.gavagnistella69aUNA.LADY.ITALIANApsicologiaforenseguardamiancora1999ciclonedgl14
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

IL CIELO (RENATO ZERO)



Il pallore del tuo volto, quella sera, mi colpì.
E' strano, di te, fino a quell'istante, nulla mi aveva così colpito.
Rimasi impressionato, non tanto del tuo stato, ma del mio... di quell'essermi accorto dell'espressione del tuo viso. Ora ho capito... era tanto l'amore che stavi per riversarmi sul mio cuore.
 
 
 
 
 
 
 

I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA (RENATO ZERO)



Il tuo sguardo di luna, il tuo sorriso d'argento e le tue labbra di fuoco... il tuo amore... Sensazioni ineguagliabili, come il tuo amore.
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

AMAMI AMORE MIO



"... e in un baleno il nostro amore sprizzerà fino a te. E non importa chi conosci al mondo. Ci sarà qualcuno che ti ama per ciò che sei. Realmente."
(Foreigner suite-Cat Stevens)