Creato da unadonnaperAMICAdgl il 11/11/2005

RACCONTO E ASCOLTO

la vita, le emozioni, le delusioni, le conquiste, i sogni, i risvegli

 

« VIVERE ALLA GRANDESTELLA ALPINA »

STORIA VERA...CIAO CARLO

Post n°354 pubblicato il 05 Febbraio 2009 da unadonnaperAMICAdgl
 
Foto di unadonnaperAMICAdgl

http://blog.libero.it/AltreLatitudini/6426612.html 

 Incipit -gioco narrativo-

 

Era una magnifica giornata, tiepida e  trasparente. Le montagne formavano un semicerchio di vette innevate  e sembravano così vicine da poterle toccare allungando un braccio. Le otto del mattino. Pareva impossibile che avesse potuto rovinarsi in quel modo  la sera prima…”

 

 Era una consuetudine…la sera prima eravamo  insieme a ridere, a dire cazzate, a parlare con il linguaggio di veri  scaricatori di porto…era una consuetudine che andava avanti da una vita…tu eri il collega per eccellenza, quello che ti ascoltava, quello che ti mandava a quel paese…quello con cui dovevi litigare perché non voleva mai pagare un caffe, quello che santificava il giorno dello stipendio come fosse pasqua e natale…quel giorno stessa cosa…prendevi in giro la vita parlando della morte con noncuranza...verrete a portarmi i fiori, ma mi raccomando senza mutande….così finalmente me la fate vedere….strrrrrr….smettila!!!!Saluti…baci…ci vediamo quando torno…week end a Cherso…ci siamo tutti…noi spendiamo…noi!!!!

 La mattinata mi accoglie  con un cielo trasparente, la bora aveva cancellato le nuvole…cielo primaverile e temperatuta piacevole. Pomeriggio, dopo ufficio si parte…Borsa da viaggio e pasticcini…è  il mio compleanno…Ufficio…sorrido…mi passano una telefonata…un collega…rido…quello scemo di Carlo che vuole farmi gli auguri…tenero!! Non è Carlo…una voce nota mi dice…”zzzooo-….sai chi è morto? È morto Carlo… “ mi si chiude lo stomaco, mi si appanna la vista…noooo…è il mio compleanno Carlo…non puoi farmi questo!!! In ufficio ormai non si ride più…anzi, si rideva tra le lacrime pensando a quanto ci siamo presi in giro, a quanto ci siamo voluti comunque bene…

 Partiamo…Cherso ci aspetta…siamo un gruppetto di amici…la vita comunque continua e qui ormai per lui non posso farci nulla, torneremo per l’ultimo saluto…la strada è tanta…si piange, si ride…si parla, si ricorda…

 Arriviamo, la magia di Cherso  ci  avvolge…ci siamo tutti…Tiz, Elena, Franco il  postino detto francobollo…tantiauguriateeee !!!Francobollo suona la fisarmonia, quattro note, quelle e sempre quelle…ma cantiamo, cantiamo, cantiamo…cantiamo al mare, alle stelle, alla luna…cantiamo e brindiamo…singhiozzando…è il mio compleanno…e sono a Cherso…per un attimo ho la sensazione che una stella sia più luminosa delle altre…ho la sensazione che brilli di più…gli occhi umidi di lacrime? il malvasia che ho bevuto? la grappa che loro chiamano “medizina”? Forse…o forse è proprio Carlo che vuole da lassù mandarmi un sorriso per augurarmi buon compleanno…

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ULTIME VISITE AL BLOG

bagninosalinarovita1954csurfinia60alexamaxuriel5fuoco.e.cenerefosco6anmicupramarittimascarabeograsso1957ciaociaociaociao06giulianoalunnilucyvanpelt64gourmetvbpsicologiaforenseeliodoc
 

 

GIOCO NARRATIVO

 

 Scrivi un racconto a partire dall'incipit!

 Elenco Partecipanti

Elenco  Racconti

 

 

 

 

 

È men male l'agitarsi nel dubbio, che il riposar nell'errore.
 

A. Manzoni

 

immagine

Perchè ci sia la pace nel mondo, è necessario che le nazioni vivano in pace.

Perchè ci sia la pace fra le nazioni, le città non devono battersi le une contro le altre.

Perchè ci sia pace nelle città, i vicini devono andare d'accordo.

Perchè ci sia pace tra i vicini, è indispensabile che nelle case regni l'armonia.

Perchè nelle case ci sia pace, bisogna trovarla nel proprio cuore.

Lao-tze, VI sec A.C

 

VANTAGGI NOTEVOLI

"...Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile..."

- Woody Allen 

 

Anche quando avremo messo a posto tutte le regole, ne mancherà sempre una: quella che dall'interno della sua coscienza fa obbligo a ogni cittadino di regolarsi secondo le regole.
Indro Montanelli

 

Il male non è che fuori si invecchia, è che molti non rimangono giovani dentro.

Oscar Wilde

 

Là fuori, oltre a ciò che è giusto e a ciò che è sbagliato, esiste un campo immenso...

Ci incontreremo lì...

Mevlana Jelaluddin Rumi, XIII secolo

 

UDINE

La webcam  è posizionata sulla specola del Castello – uno tra i simboli più conosciuti della città – e riprende la centrale Piazza Libertà e la Loggia del Lionello (1448), splendido esempio di gotico veneziano, ora sede del Consiglio Comunale.

 

 

"La dove si danno alle fiamme i libri,

si finisce per bruciare anche gli uomini"

H. Heine

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 39
 

TAG

 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

LIGNANO