Tempio dei non Morti

La Mia Dimora

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

« VisitaLa confessione di Cassie »

Incontro nella notte

Post n°10 pubblicato il 11 Marzo 2011 da darksoul987
 

"Fermo Conan" disse Cassie che era alla sue spalle.

Si fermò e si girò."Cassie?

No, è impossibile" disse Conan indietreggiando.

Era lei, sembrava viva ma non era possibile

era stata sepolta due giorni prima,

però quella era la sua voce.

"Invece è possibile, fermati voglio parlarti"! disse Cassie.

"Davvero per dirmi cosa, ciao Conan sono tornata.

Non è carnevale... sei in anticipo,

non è affatto divertente,

sai sembri veramente lei,

ma è impossibile lei non c'è più,

mi è stata portata via da qualche farabutto

e giuro che lo arresterò...

non avvicinarti" disse Conan.

"Perchè no? Conosci ogni dettaglio del mio corpo come io conosco il tuo,

puoi sempre provare e vedere se sono la vera Cassie. Mi sei mancato!"

disse Cassie."Oh si hai ragione, certo sei tornata

ecco perchè nella bara non ci sei più"! disse Conan.

"Non mi credi?" chiese Cassie. "Francamente no, sai ho avuto

lo spiacevole ruolo

del riconoscimento della sua salma e

quella distesa in quel maledetto tavolo d'acciaio

era la sua, ho visto la sua voglia, quindi come vedi

non ci casco quindi finiscila

chiunque tu sia" e si girò per andare a casa.

Senza riflettere Cassie cominciò a parlare

"E' vero può sembrare assurdo ma sono veramente io,

ci siamo conosciuti il giorno di San Valentino...

  quattro anni fa.

Era un giorno di pioggia e temporali sembravano

sfidarci per vincere chissà quale premio e te lo dissi,

mi offristi il tuo ombrello,

che accettai ovviamente, io l'avevo lasciato a casa.

Ero appena uscita dal lavoro,

stavo correndo per ripararmi nella mia auto posteggiata

vicino al parco. Ero in ritardo per la cena con un'amica

e mi scontrai con te..." disse Cassie.

"Io invece avevo appena restituito la pistola ed il distintivo,

ero uscito come una furia dalla centrale...

quel giorno il mio umore rispecchiava il brutto tempo"

continuò Conan. "Già te lo leggevo sul volto che eri furioso,

in fondo avevi pestato a sangue

un detenuto durante un interrogatorio.

Se ancora non credi che sia veramente io,

ti dico che sul pettorale sinistro hai un tatuaggio

che rappresenta la luna rossa e nella schiena

un drago alato che emette fuoco, il giorno prima

che morissi ti sei fatto tatuare i nomi dei nostri angeli" disse Cassie.

Conan era ancora di spalle, si girò verso Cassie

e coprì la distanza

che li divideva e la strinse a sè.

Ora i due cuori battevano all'unisono.

Soul 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: darksoul987
Data di creazione: 28/06/2010
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

MITE_ATTACHET_2Darkness.Mindfda.deamicisErzbethBathoryOscuroSethmygangstanavighetortempoailata76emozionami1960roberto.giorgiterry0811eva781978adoro_il_kenyaspagnolosanmar05VentoDiPoesia
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom