Into the Wild

...chiudi la porta , cambia musica,pulisci la casa , rimuovi la polvere , smetti di essere chi eri e trasformati in chi sei...

 

LETTURA IN FORNO

   

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

L'insostenibile pesantezza del prendersi sul serio......

Post n°484 pubblicato il 27 Dicembre 2014 da into_the_wild

 

Oggi ho tagliato dei rami secchi......

per evitare che l'insostenibile pesantezza
di chi si prende troppo sul serio
li rompa facendoli precipitare sulla mia testa . 

 

 

Prendersi sul serio
quanti ne ho conosciuti , quanti ne conosco ........

innamorati della propria ( illusoria ) percezione di se stessi
talmente tanto dal finire col recitare il proprio ruolo
senza curarsi del resto della scena ,ne' degli altri personaggi
che su quello stesso scenario vivono e si muovono .  

Talmente presi dal proprio personaggio 
dal non curarsi affatto se il dire od il fare
possa ferire chi , comunque e nonostante , si fida di loro
tanto da ospitarli nel proprio cuore
comunque e nonostante .

Per adesso la mia rabbia precede la compassione ,
che so che poi verra'  ,
e la pena per loro 
poiche' hanno un cuore pieno di spigoli
in cui la luce non puo' mai diffondere .

 
 
 

un difficile soccorso . . .

Post n°483 pubblicato il 17 Dicembre 2014 da into_the_wild

impresa ardua affrontare i propri demoni....


ancora piu' complessa aiutare un amico che chiede soccorso
a scoprire i suoi , 
si rischia di parlare troppo o troppo poco
e così bisogna misurare ogni passo ,
ed è come camminare su una sottile lastra di cristallo .

 

 
 
 

i vostri figli non sono figli vostri . . .

Post n°482 pubblicato il 10 Dicembre 2014 da into_the_wild

 

sino a ieri sul fenomeno dell'emigrazione 
conoscevo solo cio' che avevo studiato dai libri di storia
o dai racconti dei vecchi........ 

 

Andrea se ne va.....

mio figlio va via , lontano 
in una terra che in nulla somiglia a quella in cui è nato .

Va via spinto dall'entusiasmo della scoperta
e dalla curiosita' per l'avventura ,
va via accompagnato dalla nausea
di un Paese ormai sull'orlo del tramonto culturale e morale .

Va via perche' chiamato , richiesto , coccolato
da chi ha bisogno di menti sveglie e voglia di faticare ,
laddove qui non riusciva neppure a spalare cemento
in un giorno caldo del nostro agosto .

Va via perche' lì ,in quella terra , il merito paga
e non devi pregare che " un qualcuno "  ti presenti a qualcuno ,
se sei capace hai diritto ad un lavoro che sai fare 
di essere persino ben pagato 
di poter persino immaginare di viverci per sempre
lì.

Ed io non ho controproposte da offrirgli.....
ne' considerazioni che possano consolarmi 

 

 
 
 

ragnatele e polvere . . .

Post n°481 pubblicato il 10 Dicembre 2014 da into_the_wild

 

cavolo ......

da quanto non passavo da casa
e adesso solo ragnatele e polvere ma....

....ma non solo polvere , non solo :

sotto la porta trovo alcune lettere di amici
che credevo aver perso

ed allora vai con l'olio di gomito 
apri la finestra , togli la polvere , etc etc  

 
 
 

Virgin 1 : si metta in fila please . . .

Post n°480 pubblicato il 02 Ottobre 2014 da into_the_wild

 

ed alla fine ne sono stato coinvolto......

 

 


Pubblicità , consigli di amici e conoscenti ,
curiosità in uno al desiderio di trovare una palestra di fitness
che fosse vicino casa e aperta nei disgraziati orari in cui sono libero dal lavoro ,
mi ha portato a varcare la porta girevole , degna di un hotel a 5 stelle ,
della famosissima Virgin Action .

Alla reception ( proprio così .....si chiama reception ) una ragazza
con "convincenti argomenti " , alla mia richiesta di informazioni ,
mi invita a compilare un modulo , consegnare fotocopia di mio documento ,
e mi spiega che mi metterà in lista con uno degli " addetti alle informazioni " : le chiedo se per l'eventuale iscrizione occorrano anche la firma di un notaio e le mie impronte digitali .
Comunque dopo dieci minuti vengo chiamato da un baldo giovane che mi porta rapidamente giro in giro per la palestra , mi spiega che esistono due tipi di abbonamento , trimestrale o annuale ( chiedo , con scarsa fortuna , se sia possibile farlo settimanale , considerata la mia poca attitudine ad avere costanza in qualunque attività io intraprenda ) e mi declama tutti i vantaggi che un uomo come me ( sic ) trarrà dal frequentare quel genere di palestra .

Mi accompagna all'uscita , mi saluta calorosamente e prende in consegna un altro postulante .


Appena fuori mi rendo conto di aver lasciato sul banco della reception
la brochure della palestra ,
rientro , supero con un volutamente esibito imbarazzo la folla che mi precede
ed alzo una mani a di richiamo verso la ragazza di cui prima che...
...mi guarda , mi sorride e....
..mi invita a riempire un modulo per parlare con qualcuno !!!!!!

 
 
 

in caso di emergenza . . .

Post n°479 pubblicato il 20 Settembre 2014 da into_the_wild

 

" sgorgano in silenzio da luoghi sconosciuti
e rivelano 
l'esistenza di sentimenti ignorati "

 

 

mi sono sempre chiesto il significato delle lacrime
non quello fisiologico s'intende .

Forse è un segnale visibile di resa
ed una domanda di pieta'
per chi ci reca offesa o violenza
o forse una richiesta manifestata di aiuto
per chi ha bisogno di essere consolato.

Forse è il vapor acqueo di uno spirito offeso
che ribolle , come il cafe' , ed evapora
quando ne ha sopportato troppe .

Comunque sia mi piace immaginare
che tra le pieghe dell'anima
ci siamo contenitori di lacrime
evidenziati da un cartello
" rompere in caso di emergenza "

 
 
 

sulle dita di una mano . . .

Post n°478 pubblicato il 20 Settembre 2014 da into_the_wild

 

...è un'alchimia misteriosa 
l'amicizia . 

 

 

sono appena entato nella hall
e vengo avvolto dal suo sorriso prima che dalle sue braccia .

Lei è elegantissima
come si conviene all'occasione che ci ha permesso di
incontrarci di nuovo .

Siamo nati insieme , da madri diverse
siamo cresciuti insieme , condividendo i diversi genitori
ed uno stuolo di fratelli e sorelle .

Lei mi afferra per una manica e mi porta sul terrazzo
" devi raccontarmi tutto del tuo ultimo viaggio
, ho visto le foto , sono posti stupendi quelli ! "

Ed io le racconto di cose che
non potrei raccontare ad altri 
pena l'esser preso per un nevrotico pazzoide ,
di cio' che ho visto
ma sopratutto  
di cio' che ho " sentito " .

Cetty appartiene a quel ristretto gruppo di persone
che condividono con me il modo diverso
di guardare all'esistenza ,
è un piccolissimo gruppo

potrei contarle
sulle dita di una mano

 

 
 
 

pronto soccorso . . .

Post n°477 pubblicato il 20 Settembre 2014 da into_the_wild

 

" chi non ha mai avuto una ferita
ride di chi ne porta i segni "..... 

 

....per quelle del corpo c'è comunque sempre rimedio :
al meglio disinfettante e cerotti ,
al piu un tocco di chirurgia plastica .
Qualcuno le tiene in bella evidenza ,
ricordo di un atto eroico
oppure di una imbecille imprudenza.
Tutte hanno in comune
il diventare col tempo uno sbiadito ricordo
per il cuore e per la mente .

Ci sono poi le cicatrici dell'anima ,
sono profonde ma invisibili 
e per questo piu' dolorose :
non puoi condividerle con alcuno
ne' ricevere compassione da alcuno

Sono il risultato di un'azione
di cui non sempre si riesce ad identificare un responsabile
ed alle volte sono la conseguenza
di una disinvolta vulnerabilita' : cosi al dolore
si accompagna la rabbia per essersi scoperti
ladove invece occorreva celarsi .

Scoprire il proprio cuore ,
rivelare la propria anima 
senza filtri
senza preconcetti
senza difese
espone al rischio di farlo con chi non comprende
il valore di cio' che gli è stato mostrato

......e senza il conforto di un buon pronto soccorso

 

 
 
 

Questione di rispetto . . .

Post n°476 pubblicato il 17 Settembre 2014 da into_the_wild

Mario mi mostra una foto sul suo cellulare ,

lui è' tutto compiaciuto ed a me si rizzano i capelli ( quei pochi che ancora possiedo ) in testa : distesi sopra un telone verde giacciono decine e decine di uccelli morti .

" Centotrentacinque tra tortore e colombacci " mi spiega tutto fiero . 

Mario e' un collega ma nelle prime settimane di settembre diventa cacciatore .

Mario e' un medico , uno di quelli bravi , uno di quelli che salva la vita alle persone , che si adopera alla Caritas per aiutare i meno fortunati , che fa la carità in chiesa .

Tra le mille domande che sostengono la mia cefalea , la più ostinata riflette sulla incapacità dell 'uomo di aver rispetto per ciò  su questo pianeta si chiama " vita " .

 
 
 

questione di spazio . . .

Post n°475 pubblicato il 16 Settembre 2014 da into_the_wild

è una questione di spazio......

puo' accadere che persone cui vogliamo un gran bene
ci feriscano , 
puo' accadere che la facciano poi ripetutamente
senza neppure rendersi conto di farlo .

Si puo' essere facilmente sviati dai propri problemi quotidiani
come dall'improvviso successo professionale
o da un'abbagliante infatuazione
e perdere di vista cio' che è importante
che poi in genere sono le piccole cose
ed i piccoli gesti
nulla di eclatante .

L'egoista non ha colpa per essere tale ,
è guidato dalla propria immaturita'
che lo pone al centro della sua attenzione
tanto nel pretendere per se'
quanto nel commiserare se stesso .

Cosi non si rende conto
che in questo suo incedere rabbioso e miope
urta e ferisce chi gli sta accanto :  
non puo' rendersene conto
egli sta sempre al centro del suo universo .  

......in fondo è solo questione di spazio . 

 
 
 

abitudine . . .

Post n°474 pubblicato il 16 Settembre 2014 da into_the_wild

ci sono momenti in cui ......... 

ci sono momenti in cui tutto intorno diventa improvvisamente
, ed inaspettatamento ,  buio 
e freddo .

Accadimenti dolorosi che non possono essere cambiati
ne' evitati ,
così impongono le regole della vita .

Quando arriva il mio turno di essere lacerato
obbligo la mente a sospendere ogni giudizio,
chiudo gli occhi e sospendo il respiro
sino a che la tempesta sia passata .

E' incredibile quanto la sofferenza
possa avvicinare al cielo

in fondo
è solo questione di abitudine. 

 
 
 

Gabriel . . .

Post n°473 pubblicato il 15 Settembre 2014 da into_the_wild

Sicuramente sono io che non riesco a comprendere......

 

diamo pure per scontato che il problema sia mio , a non saperti ascoltare , e non tuo , a non riuscire a farti comprendere .

Resta il fatto che avrei - ho -  bisogno del tuo aiuto e che confido che arrivi , che' ho accettato il fatto che tu non sia stato presente , o non in condizione di farmi capire che eri vicino a me , quando le mie lacrime ti imploravano di starmi vicino ........ma ero giovane e solo e.......be' l'avanzare degli anni porta con se il bagaglio dell'esperienza e con essa la rassegnazione per l'incomprensibilità di alcuni accadimenti .

Adesso ti chiedo di farmi comprendere , perché alla mia logica la mia storia professionale è , a dir poco , incomprensibile . Mi è chiaro solamente che doveva andare così ed è per questo che il senso di inutilità per ciò che quotidianamente faccio mi stanca e deprime .

Cos'e' che si vuole da me ? 

Se il chiederlo ogni giorno e' un affronto , se il chiederlo a te un disturbo , di questo posso dispoacermi ma non considerarlo un offesa, 

piuttosto una preghiera .

 

 
 
 

Diario di viaggio : io ti leggo dentro . . .

Post n°472 pubblicato il 03 Settembre 2014 da into_the_wild

 

 

.....e finalmente li ho visti !!!!

Sopravvissuti alla violenta follia umana 
e solo grazie a quel brandello di
Scintilla Divina che comunque abita l'Uomo .

Così chi si era reso responsabile del loro massacro
ha compreso , appena in tempo prima dell'irreparabile ,
l'orrore per l'ennesima ingiustificata estinzione
 e si sta adoperando per porvi rimedio .

Io credo di non aver mai visto in vita mia
un Essere non umano
di aspetto cosi nobile e fiero,
ne' di aver mai provato cosi netta 
la sensazione che "qualcuno"
mi stesse leggendo dentro l'anima .

 

 
 
 

Diario di viaggio : dis - organizzazione . . .

Post n°471 pubblicato il 03 Settembre 2014 da into_the_wild

 

Esistono luoghi che " sento " sacri .

Non so perche' ne' come sia inziata questa cosa
ne' quando , che' per quanto io ricordi da sempre va così .

 Sin da piccolo ho sempre avuto un rapporto privileggiato con gli alberi
e di conseguenza con boschi e foreste
e con tutto cio' cui esse danno dimora :
dai ruscelli alla pioggia sottile
dai laghi estesi alle grotte segrete
dal profumo di foglie secche al fulgore dei colori autunnali . 

Per questo motivo
questo ultimo mio viaggio nelle foreste piu' antiche d'Europa
è stato accuratamente dis - organizzato .

Sapevo gia' che ovunque fossi andato
mi sarei sentito comunque
a casa .

 

 
 
 

In principio era 11 . . .

Post n°470 pubblicato il 29 Agosto 2014 da into_the_wild

 

in principio era 11 contro 11 . . . 

e non si sentiva il bisogno di avere un arbitro della tenzone
che' tutti si rispettava le regole 
ed i prepotenti si autoescludevano facilmente : 
nessuno gli passava piu' il pallone !

Al mio tempo " salesiano "  le squadre erano ad un tempo eterogenee
- a nessuno importava del ceto sociale di un giocatore se bravo -
ed a modo loro omogenee
- io ero , haime' , uno scarso e giocavo in squadra insieme ad altri scarsi -

 

I nostri idoli erano gente come Mazzola
- che aveva un fratello che militava in una squadra avversaria e che una domenica interruppe un'azione da rete per soccorrerlo vedendolo per terra -
o Gigi Riva
- il gigante sardo che sfondava le reti col pallone -
o Cuccureddu
- il cui lungo cognome faceva vincere , a chi ne possedesse la figurina ,
il mazzo messo in palio dal compagno nel gioco  a " mazzetti " -

E la domenica sera in televisione c'era una sola trasmissione
che parlasse di Calcio e che di Calcio soltanto trattava .


Oggi tutto mi sembra svilito e mi da' nausea .


Sono il medico di una squadra di calcio a 5 che milita in seria A ,
ed ogni lunedi i giocatori si presentano per lamentare dolori irrisori
e chiedere esoneri dall'allenamento ,
e sono pagati per " lavorare " tre ore al giorno .


Accendo la televisione e vedo di peggio 
dei giocatori di calcio si parla per farci conoscere le ultime nuove
sulla loro ultima auto sportiva , sull'ultima compagna ,
sull'ultimo capriccio....tutti osannati in nome del vuoto assoluto .

in principio era 11 contro 11...... 

 

 
 
 

Prima o poi . . .

Post n°469 pubblicato il 29 Agosto 2014 da into_the_wild

 

le piante ancora reggono . . .

. . . nonostante il caldo , la mia breve assenza ,
le mancate innaffiature e le formiche
e danno uno schiaffo morale ai miei capricci emotivi 
facendosi trovare fiorite.
I crisantemi in vaso invece sono mummificati
onorando in tal modo il ruolo che- in questo luogo - ad essi compete :
ricordare la precarieta' delle cose terrene .

E' da qualche mese ormai che ho preso l'abitudine
di passare quasi settimanalmente da papa'.
Non c'è piu' rabbia , ne' tristezza , ne' rancore 
per quanto accaduto ,
ed ho perdonato me stesso da tempo .

Ad ogni visita i miei gesti si ripetono :
sfratto le formiche che hanno occupato la terra delle piante
ed innaffio " all together ",
elimino i fiori secchi e ne sistemo di freschi ,
pulisco la tomba e mi ci siedo sopra per un po' .

Attorno a me tutto e' discrezione
e silenzio ,
persino i pensieri si fanno prudenti qui .

Ed ogni volta guardo con fastidio a quel titolo che precede il nome di papa',
e penso a lui che dei titoli
, e di come gli uomini ci si attaccano ,  
rideva sempre .

Prima o poi , con un bel colpo di scalpello..... 

 

 

 
 
 

Improvvisazione . . .

Post n°468 pubblicato il 28 Agosto 2014 da into_the_wild

 

Rosalba è una bella donna
i drammi e le tragedie che ha conosciuto
hanno scritto sul suo volto rughe
senza minarne i tratti eleganti .

Rosalba è sempre garbata ,
anche quando le circostanze giustificherebbero uno scatto.
Quando telefona inzia sempre con un festante " buon giorno doc " 
anche se fuori piove o tira brutto.

Il compagno di Rosalba ha un tumore

di quelli cattivi ,
di quelli che non lasciano scampo alcuno ,
di quelli che prima ti riducono una larva paralitica ,
poi ti uccidono lentamente
non prima pero'di aver consigliato al Chirurgo
di giochicchiare un po' dentro il cervello della vittima .

Ho pena per Rosalba
gia' colpita anni fa dalla perdita del marito ,
 una gran pena e tristezza per lei.

Qualcuno che ritiene di conoscermi
suggerisce che io debba parlarle visto che
" io so trovare le parole giuste ",
ma io non saprei cosa dirle 
che non somigli ad una idiozia di fronte a tanta enorme, 
ingiustificata, dolorosa e violenta tragedia  .

Cosi qualcuno improvvisa
e sostiene che il " Signore manda le tragedie
a chi ha la forza per sopportarle " ,
mentre un altro le suggerisce di " soffocare con il lavoro
la pena del cuore "

Io non saprei che cosa dirle
se non che le cose , purtroppo , accadono .
Anche se non lo vogliamo ,
anche se ci appaiono ingiuste e gratuite
accadono ,
comunque e nonostante .

Che alle volte non ci sono risposte
e quindi è meglio non cercare domande . 
Che ........
.......che certe volte non c'è proprio nulla da aggiungere
al dolore ed al pianto

che certe volte si puo solo stare lì vicino ,
solo per stringere una mano .

 

 
 
 

Aperto per ferie . . .

Post n°467 pubblicato il 28 Agosto 2014 da into_the_wild

 

Primo giorno di rientro a lavoro....

incontro un gruppetto di colleghi in corridoio ,
ci si saluta  
e si passa subito alla domanda di rito
" cosa hai fatto quest'estate ? ". 

Io accenno al mio viaggio , altri descrivono il loro riposo
 3 - 4 giorni in Sardegna , alle Eolie , in Puglia....
3 - 4 giorni ma - sottolineano - non di piu' he ? 
che' il lavoro incalza e la carriera reclama presenza !

Lavoro , soldi , carriera
sono le tre divinita' cui molti miei "colleghi " sono devoti
al punto da considerare apertamente me
un tipo piuttosto bislacco .....

Cosi' mentre descrivo sommariamente
, a chi mi chiede ,
delle mie escursioni tra boschi millenari , laghi ,
bisonti e castori ,
vengo avvolto da quello sguardo misericordioso
compassionalmente riservato ai " buoncazzoni ".

 

 
 
 

Esperimento . . .

Post n°466 pubblicato il 27 Agosto 2014 da into_the_wild

 

Caro blog.....

Robin Williams e' morto , e ne sono addolorato come fosse stato un amico di famiglia od un parente e forse perché spesso mi sono identificato nei suoi personaggi , o forse perché so , e di ciò scriverò dopo , come si deve essere sentito prima di staccarsi la spina . 

Mio figlio ha lasciato l'università , non vuole studiare e preferisce trovare qualcosa che gli permetta di lavorare subito ed a Londra , Patria da cui ha deciso di farsi adottare . Non sono frastornato per i soldi ( tanti , tantissimi ) che abbiamo investito nella sua preparazione culturale , ne' per il fatto che dopo il lavapiatti e lo stuart di bordo abbia deciso di fare il croupier nei casino' , ma per aver lui preferito entrare nel mondo del lavoro non dal portone d'ingresso camminando su un tappeto rosso ma dalla finestra della servitù . Mi consolo rileggendo Gibran....

Sono le due ultime " tegole " che mi sono cadute in testa ma altre le hanno anticipate , non pesanti prese ognuna a parte , ma tante , uno stillicidio . Forse è' per questo che mi sono abbandonato al demone della depressione : e' l'ultima mia novità . 

Prima si presentava con piccoli attacchi stagionali , brevi sortite giustificabili e sopratutto razionalizzabili , poi con crisi sempre più frequenti , ravvicinate e durevoli . Da un po' caratterizzano le mie giornate e ne sottolineano il ritmo non più' segnato dagli accadimenti quotidiani quanto dal fatto che il mio " nuovo diavoletto  " si sia presentato o meno  .

Un caro amico cui mi sono confidato mi chiedeva come si manifestasse l'attacco : nientedeche'........e' come se mi si staccasse la spina . Ovunque io mi trovi , qualunque cosa io stia facendo , all'improvviso mi si spegne la vita ed io non vado più avanti , anzi , mi piacerebbe poter disporre di un interruttore generale da poter staccare definitivamente . 

Finora e' accaduto sul lavoro  solo una volta , ma per fortuna ha risolto il mio collega e la scusa di un  calo improvviso di pressione arteriosa per il caldo e' stata plausibile . Di solito , cosa paradossale , si scatena proprio quando non lavoro e sto per fare qualcosa che mi piace : uscire in escursione , andare in palestra , leggere un libro , sono già in auto ed ho fatto i primi chilometri per raggiungere la mia meta che......." Game over " , si blocca tutto e si spegne la luce . 

Lei vorrebbe io prendessi dei farmaci e parlassi un po' con uno psichiatra , ma rifiuto l'idea di affidarmi alla chimica ( il mio fegato peraltro metabolizza i farmaci in maniera del tutto soggettiva e con effetti paradossali ) e non avrei tempo di raccontare della mia vita ad uno sconosciuto : se mi va di parlare scrivo a te e risparmio i soldi per lo psicanalista .

Ho capito che la depressione non si può razionalizzare , che' se cominci ad attribuirne la comparsa a quell'accadimento od a quell'altro finisci in un circuito vizioso  , sto imparando piuttosto ad assecondarne i sintomi e quando arriva la crisi , se posso , mi fermo , mi limito a respirare ed a vivere quello stato doloroso di " inanizione emotiva " sino a che non passa , ed a volte occorrono parecchie ore od intere giornate .

Continuo con cocciutaggine asinina a rifiutare qualsivoglia nesso causale tra i ritmi imposti dal mio lavoro ( ritmi che , imbrigliato come sono - come in una ragnatela - in un lavoro di equipe , non riesco per adesso a ridurre ) e l'arrivo di questo nuovo demone emotivo .

Continuo a ritenere segno di resa il solo immaginare di ammettere che tutto dipenda da quello : chi mi dice che lasciare quel lavoro mi risolleverebbe l'animo ? 

Continuo a voler provare alla mia mente ciò che per la mente e' inconcepibile e cioè che la sofferenza non può - non deve - dipendere dalle circostanze e dalle condizioni che condiscono la nostra quotidianità , che siamo noi i capitani del nostro destino .

Continuo a giocare con questo esperimento in cui io sono allo stesso tempo cavia e sperimentatore .

 
 
 

Che devo dirti . . .

Post n°465 pubblicato il 31 Luglio 2014 da into_the_wild

che devo dirti .....

Che sono sorpreso per la tua scelta ?
No , mi aspettavo che sarebbe accaduto prima o poi , 
rimanevo abbarbicato alla tenue speranza
che avresti trovato il tuo modo , ed a modo tuo , 
di riuscire . 

 

Che la condivido ?
Tradirei me stesso e l'idea che ho della cultura e del sapere come fondamenta della liberta' dell'essere umano : la storia insegna che pochi furbi hanno dominato e manipolato migliaia di incolpevoli ignoranti e che tutto ti puo ' venire tolto , anche la vita , ma la conoscenza no , quella non puo' portartela via nessuno .

 

Che mi dispiace ?
Si mi dispiace Andrea , e molto , ma non per i soldi investiti , ne' per la fatica di dover lavorare ore in piu per metterli da parte , ne' per il tempo che a me è stato tolto affinche' Lei lo dedicasse a te  .
Mi spiace che tu abbia mollato senza combattere un pochino prima di farlo .

 

Quando leggerai , se ti riuscira' ,  queste righe io non ci saro' piu e tu avrai sicuramente trovato una tua strada e l'appagamento che cerchi ......prego ogni giorno il Dio in cui credo che tu abbia una esistenza piu' serena della mia .
Allora scoprirai che non mi sono mai aspettato nulla da te , che non fosse il saperti sereno , e pensavo , forse a torto , che il permetterti di entrare nel mondo del lavoro , nel mondo dei " grandi " , dalla porta principale camminando sul tappeto rosso e con sotto l'ascella il sogno che hai da sempe coltivato , fosse un modo per garantirti quella serenita' .

 

Ma tu hai fretta di liberarti di cio' che ti pesa ......

Ho paura per te , per il modo in cui acriticamente hai abbracciato quanto ti è stato proposto , senza valutare pro e contro , senza darti un attimo di tempo per riflettere....ma a te il tempo sembra sfuggire istericamente , ed invece hai una intera vita davanti . 

 

Mi ricordi - e mi assale l'angoscia quando lo penso - Pinocchio nel Paese dei balocchi , gli elementi ci sono tutti : quell'imbecille di Lucignolo che ti ha attirato nella rete , i trucchi di Mangiafuoco , gli altri burattini dalla maschera felice ma incapaci di nascondere i fili che ne muovono il destino ed una visione dolce ed edulcorata di un mondo in cui il successo ed il denaro si raggiungono senza fatica alcuna .
Hai lo stesso sguardo drogato di Pinocchio quando parli di questa tua iniziativa , la sua stessa suicida certezza , lo stesso ottuso rifiuto della esperienza di chi , in quel maledetto paese , gia' c'è passato e ne serba ancora ricordi sgradevoli. 

Ed ho il terrore che , alla fine della sbornia , tu possa svegliarti in un incubo da cui non ci si sveglia : destinato ad essere scuoiato dai tuoi stessi imbonitori  per fare di te pelle per  tamburi  .

 

Sono stati giorni pesanti per noi Andrea ....e poi una intuizione mi ha rasserenato.

Tu credi che noi non comprendiamo ma io ti comprendo meglio di chiunque altro : tu hai , nei confronti delle regole e dello studio , quella stessa repulsione che ho io per un lavoro non scelto ma imposto . Ed hai fatto cio' che io vorrei fare ma adesso non posso piu senza mettere a repentaglio la vostra sicurezza : seguire il proprio fuoco interiore .

Sono certo , per esperienza , che la strada che hai scelto è pericolosa e densa di trappole e che tu non hai  gli strumenti adatti per affrontarla senza farti male .
L'esperienza è una insegnante implacabile : prima ti fa l'esame e poi ti spiega la lezione ......
Ma se capitera' noi saremo comunque li a raccoglierti da terra ed a ricominciare da capo .

Forse da questo tuo testacoda ho da imparare anche io qualcosa , forse non si puo' zittire il proprio impulso per sempre , forse dovrei seguire il tuo esempio e tagliare , anche se dolorosamente , i rovi che intrappolano il mio spirito .

Quando sei venuto al mondo non ci hanno dato anche il libro delle istruzioni insieme a te , cosi' andiamo per tentativi ed  errori .

ricordalo quando avrai un figlio tuo
ed io non saro' li' a raccomandartelo . 

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: into_the_wild
Data di creazione: 12/02/2008
 

ULTIME VISITE AL BLOG

jopper67Katartica_3000amlepisabinfrapipitolaalma_del_silencioqupercailluminazione0savethemoonfrav3amore_imperfettodaunfioreelisabetta.russ2011Cassandra.7
 

ULTIMI COMMENTI

RSS (Really simple syndication) Feed Atom