Creato da delego.in.te il 13/10/2012

Lamine sovrapposte

Flusso laminare - Flusso il cui comportamento è determinato dalle forze di attrito interno. Nel flusso laminare, a differenza del flusso turbolento, gli strati infinitesimi di fluido scorrono dolcemente uno sopra l’altro, senza che avvenga alcun rimescolamento, neanche a livello microscopico. (treccani)

 

ULTIMI COMMENTI

What weather today,Weather forecast, Weather, Wetter,...
Inviato da: What weather today
il 12/04/2022 alle 15:57
 
What weather today,Weather forecast, Weather, Wetter,...
Inviato da: Weather
il 12/04/2022 alle 15:57
 
What weather today,Weather forecast, Weather, Wetter,...
Inviato da: Weather now
il 12/04/2022 alle 15:57
 
Letto e risposto, ciao.
Inviato da: delego.in.te
il 05/05/2021 alle 21:00
 
Hai un messaggio in mail, ciao:)
Inviato da: misteropagano
il 30/04/2021 alle 19:35
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 

AMICI DEL BLOG

Amici del blog[ger]

cricetodoc

donnacamminante

gaza64

     

Fanny_Wilmot

Less.is.more

misteropagano

     

Narcysse

Sbelerch

sciarconazzi

 

 

 

sofiaa7

 

 

 

 

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

 

« Pittura "equestre" - 04/04Murales »

Aridità

Post n°24 pubblicato il 06 Gennaio 2013 da delego.in.te
 


Musica: Cristina Donà - L'aridità dell'aria

 

«Sei una persona arida. Non provi sentimenti per nessuno. Pensi solo a te stesso. Ti occupi solo delle cose che interessano a te. Non pensi mai a me. Io ho bisogno di altro. Non sai dare amore.»

Un rimbombo quotidiano. Le stesse frasi ripetute insistentemente fino a diventare un fastidioso sottofondo per uno stato d'animo di smarrimento. La persona che ancora ami o credi di amare diventa un'ossessione. Non sai più se lo fa inconsapevolmente o di proposito. Tu sai che la ami. Sai che dentro di te non sei così.

È vero, hai sempre avuto difficoltà a manifestare ciò che provi. Una paura costante di sbagliare, di perdere la persona alla quale vuoi bene. È successo in passato, con gli amici, soprattutto in seguito ad un allontanamento spaziale.

Con la fine di un ciclo scolastico. La scuola era molto distante dal posto dove vivevi ed anche gli amici. Con il cambio del comune di residenza. Con il trasferimento da un luogo dove hai trascorso un periodo abbastanza lungo e dove avevi molti amici. Alcuni erano amici veri.

Trascorso un primo periodo, in cui ti sei prodigato a mantenere un dialogo telefonico, inesorabilmente comincia ad alzarsi un muro. Un muro invisibile, attraverso il quale riesci a distinguere, a ricordare l'altra persona, a mantenere vivi i sentimenti che provi per essa, ma solo dentro di te. Lo stesso muro ti trattiene dal mantenere un contatto. Ti riprometti sempre di farlo, ma il muro si alza sempre di più e diventa un ostacolo sempre più insormontabile fino a farti desistere dal farlo. Ogni tanto pensi ai vecchi amici ed al modo stupido dai quali ti sei allontanato, ma ormai sono solo un ricordo da rispolverare.

Non dovrebbe essere così con la persona che ami. Quella che hai vicino tutti i giorni  e che adesso ti accusa di non fare abbastanza. Non c'è il muro che vi separa. Adesso c'è un guscio intorno a te. È duro da infrangere. A volte ci riesci, ma la piccola feritoia appena aperta si richiude in poco tempo.

Tutto questo, forse, è davvero aridità, ma tu aspetti una pioggia che non arriva.


Franz Kafka - Illustrazione

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

Presentata al contest sul blog GRAPHIC_U'