Creato da chimicamd il 18/07/2007

ALCHIMIA

IDEE A CONFRONTO

PICCOLE REGOLE

1- il linguaggio usato puo’ essere forte, ironico sarcastico ma non inutilmente scurrile e volgare.
2- non e’ accettata l’offesa e l’ ingiuria nei confronti dei partecipanti a questo blog, in special modo se fine a se stessa e se va sul personale.
3. I commenti ritenuti lesivi per la dignità altrui o che contengono volgarità gratuite verranno cancellati senza ulteriore spiegazione da parte del gestore del blog

4- se vogliamo essere rispettati dobbiamo rispettare.

 

ANTISFIGA VOLANTE

 

 Testamento biologico
una X per la libera scelta


Una X da disegnare, da indossare, da esporre sul balcone o sulla propria auto. Una X che vuol dire libertà: la libertà di scegliere. Una X che fa da logo a FammiScegliere, un'iniziativa che chiede che si faccia una buona legge sul testamento biologico 

 
 

AREA PERSONALE

 

 

SE VEDI QUALCOSA CHE NON TI CONVINCE
SE PENSI CHE CI POSSA ESSERE UN ABUSO A DANNO DI UN BAMBINO
NON DIRE NON SO COME FARE
CLICCA QUI E DENUNCIA
IL NOSTRO SILENZIO E' L'ARMA CON CUI LE BESTIE COLPISCONO

 

 

DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE...

 

 

CLICCA QUI

Art. 21 Cost. / Notizie
di Skywalkerboh (Luca)

 
Citazioni nei Blog Amici: 95
 

DELFINI

 

MANO CON SFERA

 

 

 

Locations of Site Visitors

 

 

 

 

« SIAMO SARDIPARLA CON ME... »

UNA VERA POESIA

Post n°2107 pubblicato il 24 Novembre 2013 da chimicamd

Andrea Di Blasio è uno dei tanti volontari accorsi a Olbia per dare una mano dopo l'alluvione, queste sono le sue righe scritte di getto mentre torna verso casa.


Sorriso amaro di speranza.. Si riparte da Olbia...

La Sardegna che non mi piace ha il profilo facebook dei politici che si compiacciono dell'altruismo dei volontari ma per anni non hanno fatto niente per mettere in sicurezza il nostro territorio. La Sardegna che mi piace ha fatto nottata per dare una mano a spalare fango a 350 km da casa.

La Sardegna che non mi piace è il Globo di Olbia che specula sulle tragedie e vende stivali di gomma a 70 euro così che due ragazze di Olbia sono scese fino a Cagliari per comprare decine degli stessi stivali a 9 euro! La Sardegna che mi piace ha la faccia giovane dei ragazzi di Unica 2.0 che hanno organizzato due pullman e più di 100 persone per partire ad Olbia.

La Sardegna che non mi piace ha le strade che ricoprono i letto dei fiumi e le case sui suoi argini. La Sardegna che ci piace ha la voce di una signora con la casa devastata da due metri di fango che ci offre il caffè e ci dice "non vogliamo approfittare della vostra disponibilità".

La Sardegna che non mi piace ha la faccia del sindaco di Terralba che protesta sotto il Palazzo della Regione contro i vincoli fluviali. La Sardegna che mi piace ha ricoperto le strade di Olbia (e spero anche di tutti i centri colpiti) per chiedere casa per casa "possiamo dare una mano?"

La Sardegna che non mi piace ha fatto 21 condoni edilizi in meno di 40 anni. La Sardegna che mi piace ha raccolto qualsiasi cosa per gli alluvionati da dover bloccare le raccolte perché i centri di smistamento erano pieni.

La Sardegna che non mi piace ha la faccia disperata di quei poveri pastori che con tutti i problemi che hanno ci mancava pure questa puttana di Cleopatra?!?! La Sardegna che mi piace è orgogliosa, generosa ed altruista".

La Sardegna che non mi piace ha la faccia di un Consiglio Regionale che - al di la dei reati - ha mangiato e sprecato i fondi dei gruppi mentre la gente è alla fame! La Sardegna che mi piace è "grazie ragazzi, chiedete anche alle vicine che poverine stanno più incasinate di noi"

La Sardegna che non mi piace è il caos dei soccorsi, senza un coordinamento istituzionale. La Sardegna che mi piace sono due autisti dell'Arst che nel giorno di riposo guidano GRATIS Cagliari-Olbia e ritorno, rischiando la crisi coniugale!

La Sardegna che non mi piace fa sbarcare giornalisti del Tg5 che come sciacalli passano casa per casa a cercare il caso umano più disperato. La Sardegna che mi piace insulta i giornalisti del Tg5 perché intralciano e perché siamo venuti ad aiutare non a rilasciare interviste.

La Sardegna che non mi piace permette che vecchi, disabili e bambini muoiano in cantine-topaie a cui dei politici scellerati hanno dato l'abitabilità. La Sardegna che mi piace è un vecchietto che con gli occhi gonfi ti dice "Deu ti du paghiri".

La Sardegna che non mi piace non rispetta la propria terra, le sue bellezze, sfidando la natura che poi, puntuale, le presenta il conto. La Sardegna che mi piace è una ragazzina piccola e minuta con gli stivali che le arrivano alle ascelle sporca di fango.

La Sardegna che non mi piace sembra aver perdo la sua memoria, e non impara dai suoi errori. La Sardegna che mi piace ha la voce di Marcello Fois che con parole semplici ci racconta una Sardegna bella e sofferente.

La Sardegna che mi piace prima o poi alzerà la voce per pretendere rispetto e giustizia. La Sardegna che non mi piace prima o poi si dovrà fare da parte o sarà spazzata via.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/MISCELAZEOTROPIC/trackback.php?msg=12525451

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
TigerBlack
TigerBlack il 24/11/13 alle 20:54 via WEB
Ancora una volta in una triste tragedia, in cui a fare da vittime sono sempre le fasce più deboli, emergono le due facce dell'umanità.
 
 
chimicamd
chimicamd il 25/11/13 alle 07:18 via WEB
Buongiorno. Hai ragione in ogni tragedia ci vedono le due faccie dell'umanità...una che mi piace e una che non mi piace! :-D
 
amoon_rha_gaio
amoon_rha_gaio il 25/11/13 alle 09:13 via WEB
io sono certo che la sardegna ce la farà. Sono proprio triste per l'accaduto perchè le zone distrutte sono le uniche che ho visitato della sardegna (risiedevo a tempio pausania). Ci si può compiacere dell'operato dei volontari se uno non fa parte delle istituzioni...gli altri dovrebbero almeno tacere. Buongiorno
 
 
chimicamd
chimicamd il 25/11/13 alle 09:19 via WEB
La Sardegna ce la farà...sicuramente. A Maggio tutto avrà di nuovo la veste pulita da mostrare ai turisti e il sorriso dei sardi...ma spero che questo sia servito a no (soprattutto a noi) per evtare di dare il nostro voto a chi ci offre sempre la strada più semplice e popolare (o popolusta che dir si voglia).
 
   
amoon_rha_gaio
amoon_rha_gaio il 25/11/13 alle 12:02 via WEB
me lo auguro anche io perchè accanto alla protesta c'è da dire che il voto è l'unica arma dei civili
 
gioia58_r
gioia58_r il 25/11/13 alle 14:52 via WEB
Sardegna, come l'Abruzzo dimenticato?
 
o3radovicka
o3radovicka il 25/11/13 alle 21:31 via WEB
Si....Sardegna è stata, trascurata, abbandonata e qualche politico anche lo ha umiliato… Si, la Sardegna ce la farà… e non basta… in questi casi ci vorrebbe concreta aiuta e materiale.. serena serata, radovicka
 
sagredo58
sagredo58 il 28/11/13 alle 16:03 via WEB
Passavamo sulla terra leggeri come acqua ... ... come acqua che scorre, salta, giù dalla conca piena della fonte, scivola e serpeggia fra muschi e felci, fino alle radici delle sughere e dei mandorli o scende scivolando sulle pietre, per i monti e i colli fino al piano, dai torrenti al fiume, a farsi lenta verso le paludi e il mare, chiamata in vapore dal sole a diventare nube dominata dai venti e pioggia benedetta. A parte la follia di ucciderci l’un l’altro per motivi irrilevanti, eravamo felici. Le piane e le paludi erano fertili, i monti ricchi di pascolo e fonti. Il cibo non mancava neppure negli anni di carestia. Facevamo un vino colore del sangue, dolce al palato e portatore di sogni allegri. Nel settimo giorno del mese del vento che piega le querce incontravamo tutte le genti attorno alla fonte sacra e per sette giorni e sette notti mangiavamo, bevevamo, cantavamo e danzavamo in onore di Is. Cantare, suonare, danzare, coltivare, raccogliere, mungere, intagliare, fondere, uccidere, morire, cantare, suonare, danzare era la nostra vita. Eravamo felici, a parte la follia di ucciderci l’un l’altro per motivi irrilevanti. I bambini del villaggio crescevano assieme fino al rito che li faceva maiores. Due o tre vecchie li guidavano sui monti, nei campi, negli ovili, per mostrare la vita mentre avviene, nei cicli, nei mutamenti, nella morte. Le vecchie riconoscevano fin da piccoli i nemici giurati che senza motivo da grandi avrebbero cercato di uccidersi a vicenda. Cantavamo, morivamo, danzavamo di padre in figlio, crescendo di numero e di esperienza dell’isola. Eravamo felici. Chiamavamo noi stessi s’ard, che nell’antica lingua significa danzatori delle stelle. Non lasciavamo altre tracce che i nuraghe, le navi di bronzo di Urel di Mu e i piccoli uomini cornuti, guardiani dell’isola, che molti fecero imitando Mir. Nessuno sapeva leggere e scrivere. Passavamo sulla terra leggeri come acqua. Vagando all'infinito sulle strade di sardegna ho incontrato danzatori delle stelle. Marco
 
 
chimicamd
chimicamd il 28/11/13 alle 17:50 via WEB
Grazie Marco....bellissimo!:-)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

DIANA

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età:
Prov:
 

UTENTI IN LINEA

website stats

 

Contatore utenti connessi

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

ULTIME VISITE AL BLOG

gigio7491ormaliberaallegragioia78chimicamdsantoropinoargoenzo2piccola.musicaamoon_rha_gaioorsobianco.amsignora_sklerotica_2costanzatorrelli46kao0G.080860Mirtillamalcontent8danio.10
 

ULTIMI COMMENTI

mi avevi cancellato dagli amici!! Ma questo è nulla...
Inviato da: trampolinotonante
il 26/06/2016 alle 14:02
 
Anvedi...
Inviato da: PRONTALFREDO
il 30/06/2015 alle 23:02
 
La Verità sta nel mezzo...chi semina vento, prima o poi...
Inviato da: ZITTI_EXE
il 01/06/2014 alle 15:34
 
Un saluto!
Inviato da: TigerBlack
il 15/05/2014 alle 17:24
 
è stata l'occasione per lasciarti un saluto qui!
Inviato da: gioia58_r
il 15/05/2014 alle 13:30
 
 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
 

ADDIO E GRAZIE DI TUTTO IL PESCE

 

 

 

Un gatto non dormirebbe
mai su un libro mediocre

Harold Weiss

 

SUL MIO COMODINO

 

DA QUANDO HO APERTO IL BLOG HO LETTO:

A CURA DI MARION ZIMMER BRADLEY
LA LUCE DELLA SPADA

Jeffery DEAVER
LA LUNA FREDDA

Geppi Cucciari
MEGLIO DONNA CHE MALE ACCOMPAGNATA

Bart D. EHRMAN
GESU' NON L'HA
MAI DETTO

Greg COX
NEMICI DI SANGUE
EVOLUTION

Nick STONE
L'ESORCISMO DI
MR. CLARINET

Lucy & Stephen HAWKING
LA CHIAVE SEGRETA PER L'UNIVERSO

Michael CRICHTON
NEXT

Douglas Adams
IL SALMONE DEL DUBBIO

Marion Zimmer Bredley
LE DONNE DI DARKOVER
LA DEA DELLA GUERRA
GLI INFERNI DI ZANDRU 

Geronimo Stilton
CRONACHE DEL REAME PERDUTO

Licia Troisi
UN NUOVO REGNO
LA RAGAZZA DRAGO
IL DESTINO DI ADHARA
FIGLIA DEL SANGUE
 

Piergiorgio Odifreddi
IL MATEMATICO IMPERTINENTEL

Jack Whyte
IL CAVALIERE DI ARTU'

Christopher Paolini
BRISINGR

J. K Rowling
I DONI DELLA MORTE

 

Stephenie Meyer
TWILIGHT
NEW MOON
ECLIPSE
BRAKING DOWN

Stieg Larsson
UOMINI CHE ODIANO LE DONNE

Giorgio Faletti
IO SONO DIO
POCHI INUTILI NASCONDIGLI
APPUNTI DI UN VENDITORE DI DONNE

Lisa Jane Smith
DIARIO DI UN VAMPIRO
IL RISVEGLIO
LA LOTTA
LA FURIA
LA MESSA NERA
IL RITORNO
I DIARI DELLE STREGHE

Alessandro Baricco
OCEANO MARE

Laurell K. Hamilton
RESTI MORTALI

Tiziano Terzani
UN ALTRO GIRO DI GIOSTRA

Dan Brown
IL SIMBOLO PERDUTO

Dacre Stoker
Ian Holt
UNDEAD-GLI IMMORTALI

Michela Murgia
ACCABADORA
AVE MARY

Lara Adrian
IL BACIO DI MEZZANOTTE
IL BACIO CREMISI 
IL BACIO DEL RISVEGLIO
IL BACIO PERDUTO
IL BACIO SVELATO
IL BACIO ETERNO
IL BACIO OSCURO
IL BACIO DI FUOCO

Cassandra Core
SHADOWHUNTER
LA CITTA' D'OSSA
CITTA' DI CENERE
CITTA' DU VETRO
L'ANGELO 

Kresley Cole
DARK LOVE

Rick Riordan
PERCY JACKSON
IL LADRO DI FULMINI

Michael Cricton
L'ISOLA DEI PIRATI

Eoin Colfer
E UN'ALTRA COSA....

Arthur Golen
MEMORIE DI UNA GEISHA

Elisabeth George
SCUOLA OMICIDI

D. Preston/L Child
IL LIBRO DEI MORTI

Anne Rice
SCELTI DALLE TENEBRE

Kathy Reichs
SKELETON

Federica Tinti
IL PUZZLE DELLA MIA VITA

Carlo A. Martigli
999 L'ULTIMO CUSTODE

Umberto Eco
IL CIMITERO DI PRAGA

PC & Kristin Cast
MARKED
BETRAYED 
UNTAMED
HUNTED
TEMPTED
BURNED 

Glenn Cooper
LA BIBLIOTECA DEI MORTI
IL LIBRO DELLE ANIME

Luis Sepulveda
LA FRONTIERA SCOMPARSA

Alma Katsu
IMMORTAL

Jeaniene Frost
IL BACIO ETERNO DELL'OSCURITA'

E L James
CINQUANTA SFUMATURE DI GRIGIO

J.R. WARD
IL RISVEGLIO
QUASI TENEBRA
PORPORA
SENSO