Creato da neraluna69 il 15/09/2011
Ogni ricordo che custodiamo è un tesoro dal valore inestimabile.

Contatta l'autore

 
Nickname: neraluna69
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Etą: 50
Prov: TV
 

IL MIO ANGELO CUSTODE!

 

CHE LE SUE ALI SFIORINO ANCHE TUTTI VOI CHE SIETE PASSATI TRA QUESTE MIE GOCCE DI MEMORIA

 

DA RICORDARE!!

 

IL TEMPO PER LEGGERE,

COME IL TEMPO PER AMARE,

DILATA IL TEMPO PER VIVERE! 

 Pennac

 

 

http://www.edizioniilciliegio.com/s

cheda-libro/simona-lapucci/il-leone

-e-la-luna-nera-9788897783206

-33963.html

il mio primo romanzo!!!

Il leone e la luna nera

 

 

 

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 26
 

Ultime visite al Blog

 
mizar_aformica.antonio2011amore_nelcuore1forestales1958ilcorvflagellusluc.conifru.nicaldode28giuliocrugliano32luditorecasernapobluiceeevololowpapillon12mann6
 
 

 

 

 

 
 
 
 

 

 
« GOCCE di LUCE...GOCCE di LIBERTA'... »

GOCCE di TRASPARENZA...

Post n°473 pubblicato il 01 Luglio 2013 da neraluna69
 

Sentirsi vivi

non è solo fare le cose bene,

essere efficiente nel lavoro,

 brillante nella società, elegante negli eventi.

Sentirsi vivi è rinunciare agli atteggiamenti di facciata

 e lasciare che chi ci ama conosca di noi

la sostanza e questa

non è fatta solo di sorriso incondizionato,

 ma anche di momenti di debolezza,

malinconia, paura, riflessione.

Le emozioni sono come i colori,

infinite tonalità,

 tutte essenziali per non sentirsi incompleti.

Allora provaci.

Prova a vivere davvero.

Lasciati conoscere.

Non sei un computer

che deve elaborare una manciata di bit

 per far si che l’interfaccia

sia sempre comprensibile e coerente.

Sei una persona e,

 con tutti i limiti umani che ne derivano,

comprenderai bene che la parola perfezione

 non può essere che pura utopia.

 Non mirare alla perfezione.

Punta alla serenità.

Anton Vanligt 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog