Creato da vogliolamiaalba il 12/01/2012

La mia passione.

Sei solamente tu.

 

 

@

Post n°65 pubblicato il 06 Aprile 2015 da vogliolamiaalba

 


°
°

°

Siamo noi che abbiamo bisogno di loro, per andare avanti, non loro di noi.

 
 
 

@

Post n°64 pubblicato il 20 Aprile 2014 da vogliolamiaalba

°
°
°

My life

Eva.

 
 
 

@

Post n°63 pubblicato il 19 Novembre 2013 da vogliolamiaalba

Senza parole.

°
°
°

 
 
 

@

Post n°62 pubblicato il 22 Maggio 2013 da vogliolamiaalba

°
°
°

Se chiudo gli occhi, apro la mente e guardo il film che trasmette sull'onda delle emozioni ed è allora che la nebbia della delusione si dirada e si dissolve lasciando grandi spazi all'immaginazione. Il mio pensiero si apre al tardo mattino quando lei si alza ancora assonnata e la luce del sole le accarezza il viso, i suoi occhi rimangono socchiusi ancora legati al sogno che la trattiene come una mano che non vuole lasciarla andare. Il corpo è caldo, di quel tepore che l'ha avvolta nel sonno che scivola via sotto la doccia in quel bagno che profuma di essenze e fragranze delicate, conosco quel seno e quei fianchi che le sue mani accarezzano senza stupirsi di tanta bellezza come se fosse normale avere quella pelle di seta, conosco il profumo di quel caffè che l'attende ogni mattina, conosco quelle labbra che lo fanno speciale nell'attimo in cui si appoggiano alla tazzina. Conosco la cura che mette in ogni cosa che fa, conosco gli sguardi che seguono i suoi passi mentre cammina, quegli occhi che cercano di immaginare cosa c'è sotto quei jeans e quella maglietta. Conosco il fascino che lascia dietro di sé, il sorriso che incanta chiunque lo guarda e che fa bello il giorno di chi lo incontra al punto che senza sapere il perché le fanno la corte per poi sentirsi impazzire per non potersi saziare. Conosco il suo mondo, la sua spontaneità e tutto quello che la fa soffrire e la fa sentire diversa e prigioniera di un mondo che non capisce il suo mondo e so che lei è tutto il mio mondo che durerà quell'attimo che io chiamo eternità.

°
°
°

 
 
 

°

Post n°61 pubblicato il 07 Aprile 2013 da vogliolamiaalba

°
°
°

La mia vita è cambiata da quando sto con te, sei la mia unica ragione di vita.

Quanto è bello l’amore.

Amatevi e capitevi sempre è questo il mio augurio sincero per tutti voi.

Bellissimo il nostro primo anno. Grazie, sei-tu-la-mia-vita.

°
°
°

 
 
 

°

Post n°60 pubblicato il 26 Marzo 2013 da vogliolamiaalba

°
°
°

Fuggiremo il riposo,

fuggiremo il sonno,

supereremo in velocità l’alba e la primavera

e prepareremo giorni e stagioni

a misura dei nostri sogni.

Paul Eluard

°

Con te sempre.

°
°
°

 
 
 

@

Post n°59 pubblicato il 14 Febbraio 2013 da vogliolamiaalba

°
°
°

L’amore che provo per te, mi infonde una profonda serenità. Guardo fuori dalla finestra. Tra le nuvole grigie che oggi intasano il cielo si è appena fatto strada un raggio di sole, mi sembra un buon segno, un invito ad abbandonarmi con fiducia all’amore che mi palpita dentro e che vuole correre da te. Ti amo! Con tutte il cuore, godendomi fino in fondo l’incantevole suono di queste parole così semplici e preziose. Parole cui non voglio mai più rinunciare.

Buon San Valentino a tutti!

°
°
°

 

 
 
 

°

Post n°58 pubblicato il 24 Gennaio 2013 da vogliolamiaalba

°
°
°

Poiché la disperazione era un eccesso che non gli apparteneva, si chinò su quanto era rimasto della sua vita, e iniziò a prendersene cura, con l’incrollabile tenacia di un giardiniere al lavoro, il mattino dopo il temporale.

ALESSANDRO BARICCO

 

Ora che ho te mi sento un uomo completo o per meglio dire, un uomo nuovo che cammina sulla tua strada con un passo più consapevole del proprio destino. Gli uomini non piangono mai, o forse sì, non solo nel dolore ma anche nella gioia. Sono sdraiato sul letto, sogno ad occhi aperti, sono stanco ma non riesco a dormire, accendo il computer so che è un modo per rilassarmi, è una sorta di sonnifero utile quando non riesco a lasciarmi andare, è un contatto di cui ho bisogno quando non riesco a esternare i miei pensieri, è da sempre un modo per farli arrivare a te quando non mi sei accanto, anche gli uomini piangono, sì piangono, quando hanno quei momenti di tristezza. Tu sei il mio mare preferito dove tuffarmi e nuotare dentro di te, circondato da te. Tu sei il mio cielo prediletto, io che respiro i tuoi affanni quando ti sento triste, io che soffro i tuoi dolori. Io mi nutro di te e persino il peggior veleno diventa dolcissimo con il sapore di te, con te il cielo scuro s'illumina di un arcobaleno colorato. Con te i miei giorni sono vita che vivo, con te le mie paure si spengono, con te i miei sogni si accendono. Ora cerco di dormire, tu resta con me, nel mio mondo, accarezzami sempre il cuore come solo tu sai fare... non voglio restare senza di te, io che navigo dentro di te…

°
°
°

 
 
 

°

Post n°57 pubblicato il 30 Dicembre 2012 da vogliolamiaalba

°
°
°

Manca un giorno alla fine dell’anno, non posso lamentarmi dell’anno che se ne sta andando, a volte non mi sono voluto bene e mi sono fatto del male, poi mi sono messo seduto in un angolo e mi sono detto: Mattia, devi lottare per quello che vuoi, anche in silenzio, devi essere te stesso fino in fondo senza forzature, lo devi essere emotivamente, devi dimostrate a te stesso che basta un cervello per andare avanti, devi usare la sofferenza e trasformarla in vittoria.  Io ci sono riuscito. La mia vita ora è piena di tutto. Questo auguro a tutti voi, che l’anno nuovo vi porti tanta felicità e amore. Buon anno a tutti, ma proprio a tutti eh!

Cin cin al 2013!

°
°
°

 

 
 
 

°

Post n°56 pubblicato il 10 Novembre 2012 da vogliolamiaalba

°
°
°

Oggi è uno di quei giorni strani , quelli che non ti aspetti mai ma che arrivano quando il tempo è grigio. L'autunno non ha più la memoria dell'estate ma non ha ancora i brividi dell'inverno. Manca poco al nostro appuntamento, e non dovrei sentire la frenesia del momento, mi guardo allo specchio mentre mi pettino dopo aver fatto la doccia ma non mi vedo come sono, sono ormai dentro i tuoi occhi e il resto non ha importanza. Conto i minuti a rovescio come quando da bambino, giocando a mosca cieca, contavo spiccioli di tempo, così mi sembra che passino più in fretta. Il mio cuore non è mai al suo posto, a ogni battito cambia e vive ogni minuto che mi separa da te come fosse una pietra sul petto. Vorrei un cuore di riserva ogni volta che manchi, un cuore che non pompi con il calore del sangue per sopravvivere meglio al freddo della tua assenza. Non ho più spazio dentro il cuore, ogni ora che mi avvicina al nostro appuntamento, lo colma di desideri, densi come un frutto maturo pronto ad aprirsi con la lama dell'amore, mangiami fino all'ultimo spicchio che ho, portati le dita alle labbra e consuma ogni parte di me. Quando manchi mi divido a metà e mi sento staccato dalla parte che amo di più e i mesi, le settimane, i giorni, non sono più numeri sul calendario ma i momenti che vivo con te. Non ho mai abbastanza tempo per viverti tutta, c'è sempre qualche minuto che sfugge, c'è sempre qualcosa che mi rimane da dire o da fare, c'è sempre un bacio in più che non ho dato, una carezza nascosta nella mano, una parola ritardataria che affiora alle labbra quando sono sulla via del ritorno. Manca pochissimo tempo, piove, e questo mi può rallentare, anche se cercherò di andare oltre il mio limite, la pioggia è come un sipario che faccio fatica ad attraversare, è come un muro che toglie la vista allo spazio che mi avvicina all'arrivo. Quando guido per arrivare da te ricompongo la strada che scorre, sommando le linee spezzate, scrivendo negli spazi d'asfalto... manchi, manchi, manchi, trasformandole in un nastro continuo che consumo avvicinandomi a te.

 Sto per arrivare amore. 

°
°
°

 
 
 

°

Post n°55 pubblicato il 02 Novembre 2012 da vogliolamiaalba

°
°
°

La vita è un foglio bianco sul quale scriviamo i nostri affetti, le nostre speranze, le nostre gioie, i nostri dolori. Oggi, in questo particolare giorno, il pensiero si trascina faticosamente su questo foglio sul quale rimangono segni più pesanti del solito in ricordo di quelle persone che escono dalla vita dopo aver costruito e accompagnato la nostra. Non pensavo di scrivere qualcosa in questo giorno dedicato a chi non c'è più perché di solito chiudo tutto dentro di me, ma ora i miei occhi sono adagiati su qualcuno a cui non riesco a dare il conforto necessario e allora scrivo, perché le mie lacrime si uniscono alle sue e non riescono a trovare la via dal cuore agli occhi. Ogni giorno che passa senza più la presenza di un familiare sentiamo cose che non sappiamo spiegare, il tempo non è più tempo, si è fermato in quel giorno, le persone che sopravvivono sono altre persone, iniziano una doppia vita, una legata a quel tempo immobile dove il cuore e la memoria parlano con quell'alito di vita che ci lega all'attimo prima che tutto sia finito, l'altra, legata al vivere quotidiano, quasi normale. Rimane un soffio di vita, il ricordo di una mano nella mano, di uno sguardo, di un ultimo gemito, di un rimpianto e in alcuni casi anche di rabbia, ma è un soffio che ti accarezza, che si fa sentire, è un attimo leggero che accompagna quel dolore che gocciola dentro il cuore giorno dopo giorno ed è in quelle lacrime invisibili che conserviamo la memoria di chi ci manca, ed è in quella trasparenza che ne rivediamo i volti e i sorrisi ed è lì che non moriranno mai.
°
°
°

 
 
 

°

Post n°54 pubblicato il 21 Ottobre 2012 da vogliolamiaalba

°
°
°

Sono le sei e te ne sei appena andata, mi lasci sempre tanto vuoto dentro. "Sei pieno di me" mi hai sussurrato prima di andartene "è come quando vai dal benzinaio e fai il pieno, ti deve bastare fino al prossimo sabato, cerca di resistere". Sempre ironica tu amore mio, lo sai che non mi basti mai, continui a chiedermi cosa mi abbia colpito di te! Che domanda bizzarra la tua, tu che non ti senti bella, tu che ti trovi mille difetti, tu che ti senti inadatta a me, tu che mi ripeti che sono il tuo piccolo uomo. Di te posso dire che sei la mia grande donna, di te posso dire che non mi incantano solo gli occhi, il modo con cui parli o la maniera in cui ti comporti, la personalità che ti caratterizza, il colore dei tuoi capelli, la forma delle tue mani ma… in una parola: tutto! A una domanda così bizzarra posso dare, infatti, solo una risposta bizzarra: di te amo tutto. Amo il tuo modo di ridere, di parlare, di gridare di camminare, hai mille sfaccettature, hai mille aspetti nascosti. Ecco: forse, ciò che di te più mi piace e mi affascina è la tua infinita possibilità di cambiare. Ogni momento passato con te è una scoperta. Ogni volta mi lasci con la scoperta di un nuovo aspetto del tuo carattere, ogni volta mi sveli un dettaglio che non conoscevo. Mi hanno colpito di te le tue insicurezze, la tua irruenza ma anche la tua sicurezza, la tua voglia continua di movimento. Mi ha colpito scoprire che in un angolo nascosto della tua anima ci fosse anche uno spazio per me. Sembri la luce vitale del sole e, dentro di te, nascondi la luce arcana e incerta della luna.

Questo è forse quello che più mi affascina:

il tuo mistero!

°
°
°

 
 
 

°

Post n°53 pubblicato il 16 Settembre 2012 da vogliolamiaalba

°
°
°

Lei mi entra nella mente e poi la ritrovo ovunque, non mi rendo conto di com' è arrivata e in quale momento, è così, si insinua dentro ogni parte di me e scorre come il sangue dentro le vene senza fermarsi mai quel tanto necessario da avere il tempo utile a viverla. La cosa peggiore è che non so mai quando arriva dal momento che la desidero sempre, è come quando cerchi in casa qualcosa che non trovi e ti accanisci senza trovarla per poi accorgerti che è sempre stata lì sotto i tuoi occhi e ti dai del cretino. Lei è una di quelle persone che la sofferenza ha trasformato precipitandola in un mondo inaccessibile fatto di enormi spazi dentro i quali ti perdi, di piccoli rifugi introvabili dentro i quali c'è l'essenza del suo essere. Il dolore le coltiva fiori di paura che fioriscono ad ogni passo che fai nel suo mondo e se ne calpesti qualcuno devi ricominciare tutto daccapo perché per lei la paura è un collante eccezionale, le respira sul collo, la lascia immobile dov'è, persino quando le sembra di fuggire e sembra che non cambi niente, ma a me basta un suo sorriso, il suono della sua voce, per ritrovare il cuore che avevo smarrito, perché basta lei per farmi dimenticare ogni difficoltà, perché lei ha preso la forma delle mie emotività che avevo dimenticato da qualche parte. Quando lei respira accanto a me e la luce del mattino si allunga sul lenzuolo disordinato e la sento muoversi delicatamente, apro gli occhi e vedo il suo corpo che si allontana per andare a rivestirsi, l'ammiro nelle sue movenze, nelle sue forme e dentro di me rivivo il ricordo della notte, riscopro il gusto della sua schiena sulle mie labbra, il cuore si agita e mi suggerisce di dirle, non andare, rimani ancora un minuto, le labbra lo ripetono in automatico e qualcosa nel tono della mia voce la fa girare e tornare indietro, mi sorride, si china su di me, i seni mi sfiorano il petto, mi bacia sulla fronte e mi dice “sai che non posso”( mi copre con il lenzuolo) “ ti lascio il mio profumo” le parole mi rimangono incastrate tra la gola e il cuore al punto che trovano la loro via d'uscita dentro una lacrima, già mi manca... quando ami nulla è mai abbastanza.

°
°
°

 
 
 

°

Post n°52 pubblicato il 07 Settembre 2012 da vogliolamiaalba

°
°
°

Eccomi tornato a casa, un’altra meta magica dove ritrovo me stesso. Nella mia casa c’è profumo di lei, in ogni angolo, è incredibile come lo sento, sembra che quest’odore sia qui apposta per rubarmi l’anima e confondermi i sensi. Il mio piccolo appartamento, nel centro di Bologna, è l’unico posto dove non ho difficoltà a convivere con me stesso. Amo questa città, dove trascorro parecchio tempo per lavoro e dove, dalla mia terrazza, vedo un laghetto. Parlo con lui come se fosse il mare, mi piace perdermi nella notte prima di certe aurore ventose. Era bello stare con lei sul lungomare a guardare il cielo di notte. “Quando torneremo a casa, alle nostre vite normali, lavorative, me la prometti ancora un po’ di questa felicità?” Le ho sussurrato. “No, mi ha risposto, non ti posso promettere la felicità, ti prometto la libertà, accontentati.” Ci sorridemmo immersi in un abbraccio, al profumo del mare e grati al grande spettacolo della vita. Torno in casa e nei vetri vedo la mia ombra proiettata dalla lampadina accesa vicino al computer, con gli occhi bagnati chiedo luce al cielo per i miei pensieri confusi, per i tuoi pensieri confusi. Quante paranoie mi faccio! Abbasso il capo e sorrido. Lo so, che ci sei, e non andartene mai.

°
°
°

 
 
 

°

Post n°51 pubblicato il 12 Agosto 2012 da vogliolamiaalba

°
°
°
La mia vita è cambiata, ogni giorno sono altrove, lavoro, vivo, mangio, bevo, scherzo con gli amici, ma la mia vita è cambiata, ogni mio pensiero è un secondo pensiero, una conseguenza del primo, unico, completo pensiero, il mio pensiero per te. Fa uno strano effetto vivere il quotidiano che mi separa da te, come se fosse qualcosa che appartiene a qualcun altro. Sono appena rientrato a casa dopo essere stato con te, spesso mi domando perché continuo a scrivere, in fondo non ne avrei più bisogno adesso che le cose sono cambiate, che posso dirti nell'intimità quanto ti amo, ma c'è dentro di me sempre qualcosa che non ti ho detto, ho una voglia sconfinata di comunicare a tutto ciò che mi circonda quello che sento per te. Ogni occasione mi è di stimolo, vorrei riempire i muri dei palazzi con le mie scritte, salutare le persone parlando di te, raccontare agli alberi di te affinché possano tramandarselo nei secoli, so solo che il giorno inizia col tuo pensiero e la notte continua col tuo pensiero. Ogni giorno adesso è un giorno speciale, ogni gesto che faccio è un gesto speciale, perfino preparare la valigia mi parla di te, dei fine settimana che passo con te, dei tramonti che vivo con te dove i tuoi occhi sembrano addirittura più verdi. Sei come una rosa che apre i suoi petali e scopre un profumo sempre più intenso, sei il tempo che batte i miei minuti e riempie le mie ore, sei la strada che percorro ogni giorno per arrivare a te, sei il viaggio che il mio cuore intraprende per continuare a battere, fuori c'è il mondo che vive e si incontra, dentro ho la vita, il suono del mare, le tue braccia che mi aspettano per fare l'amore, per poi rimanere a guardare il soffitto desiderando l’arrivo del prossimo week end per riempirmi ancora di te, un altro appuntamento per inventarti di nuovo perché il mio amore non è mai sazio di te. Non so perché scrivo, forse per trovare quelle parole che possano dire tutto o forse solo semplicemente perché non posso stare zitto quando ti sono lontano e cucio la distanza scrivendo ti amo, ripensando alle tue ultime parole “ sei la mia musica” posso dire invece che la mia musica sei tu perché ogni volta fai vibrare il mio cuore d’immenso.
°
°
°

 
 
 

°

Post n°50 pubblicato il 31 Luglio 2012 da vogliolamiaalba

°
°
°

Di sfide ne ha vinte e perse tante, fin da bambina, di ferite ne ha subite molte e ne ha lasciata qualcuna ma non ha mai avuto paura di esistere, ogni giorno rinasce e punta i suoi occhi guardando quel mondo che la osserva stupito, fatto di gente che spinge e si accalca come sotto a un palco per vedere una stella che brilla di suo. Ogni uomo che la ama è un uomo normale alle prese con una donna speciale, ha due mani che vorrebbero sentire la sua pelle, ha due occhi che si perdono nei suoi, ha due braccia che vorrebbero stringerla, ha un cuore che geme e si riempie d'emozione, ha due labbra che vorrebbero riempirla di baci, ha un sogno che chiama con il suo nome, ha un delirio di possesso perché ha paura di perderla. Lei non chiede, ma vuole quello che le spetta di suo, lui deve essere come un lampo che arriva improvviso, che le consuma i ricordi e gliene lascia di nuovi, che la bacia d'istinto in un posto impreciso, che la tocca d'istinto dove più le piace, che la prende d'istinto quando lei vuole. Lui deve essere come il mare che le lambisce la mente nelle ore notturne, che le scivola dentro, l'assapora e la bagna, e nel momento più intimo si fonde con lei per poi ritirarsi e portarle via l'anima senza prometterle che gliela riporterà domani. Lei vive i suoi sogni in modo reale e alimenta i sogni degli altri ma c'è sempre qualcuno che vuole svegliarla dicendo che i sogni non possono essere veri mentre le giura che lei è il suo sogno... ed io l'amo, perché mi fa sentire come fossi il suo mare, quel mare che tra poco ci vedrà insieme.
°

°
°

 
 
 

°

Post n°49 pubblicato il 23 Luglio 2012 da vogliolamiaalba

°
°
°
Quando ti ho visto per la prima volta, non ho provato le emozioni che provano molti uomini alla vista di una bella donna, capii che davanti a me si apriva un percorso di crescita affascinante, una visione della vita dove il desiderio prendeva una forma priva di illusioni, un'apertura a quell'amore che pensavo esistesse solo nei miei sogni, un viaggio intenso accompagnato dal desiderio insopprimibile di vivere il mio sentire. Questo fu l'inizio che sembrava così fragile e impossibile, ora che ti vivo, so che tu sei il ritmo giusto della mia vita. Ora la mia immaginazione è densa di realtà, immagino quello che vivo ma poi, quando lo vivo è più bello, più intenso, fino a nutrire nuove immaginazioni, un gioco a rimpiattino che mi lascia stupito e senza respiro. Ti immagino con mille sguardi, ti immagino con mille carezze, ti immagino che cammini per la strada e non ti accorgi di chi ti guarda, di chi sente il tuo profumo, dell'effetto che fa la tua voce, ti seguo con l'immaginazione mentre dormi e disegno con la mente il ricordo del mio sguardo sul tuo corpo disteso. Ti seguo quando scendi dal letto al risveglio e ricordo quel seno caldo che ho tenuto tra le mani. Ti ricordo mentre nuda, sotto la doccia, tra il vapore dell'acqua riempi la stanza di essenza femminile, di odore d'amore. Ti immagino mentre ti vesti per andare al lavoro e ricordo quei gesti leggeri, quel fruscio di abiti che si avvolgono a te. Ti immagino dentro quel bar dove ci incontravamo per prendere un caffè mentre la smania di te mi prendeva improvvisa. Ti guardo dalla mia scrivania disegnandoti addosso parole di fuoco, allacciandoti lentamente i bottoni del desiderio, a uno a uno, per strapparteli appena avremo la possibilità di stare ancora insieme, con una sola parola... Amore... e tu, che mi rispondi cuore, quanto mi piace sentirmi chiamare così “cuore” sì, ora posso dire che batte, batte per viverti.
°
°
°

 
 
 

°

Post n°48 pubblicato il 10 Luglio 2012 da vogliolamiaalba

°
°
°
Se vuoi essere felice, se vuoi essere libero, impara ad amare. Ad amare, e a lasciarti amare. Cambiare posto al cuore con il cervello. Impara a pensare con il cuore e ad amare con la testa. Pensare con il cuore ti costringe ad agire con amore. E ogni cosa da amare facendolo con la testa, ti costringe ad amare nel modo giusto. Amare con la testa non vuol dire essere razionali, ma vuol dire coltivare un'educazione al sentimento che non sarà mai distruttivo.

FABIO VOLO

 

 L'amore può essere sentito come una paura, questo crea una confusione terribile, una indecisione che rimbalza tra quello che si vuole fare e la paura di farlo. La paura ti fa vivere due realtà contrastanti, diventa quella indecisione che ti fa perdere il tempo giusto sopratutto quando si pensa che la differenza, quella differenza in particolare, possa essere così importante da condizionare le tue scelte. Quando hai paura, chiudi gli occhi e vedrai che il posto dove vivo è dentro il tuo cuore e la strada che attraversi o le montagne che sembrano insormontabili conducono dentro il mio cuore libero da ogni paura.

Mat.

°
°
°

 

 
 
 

°

Post n°47 pubblicato il 30 Giugno 2012 da vogliolamiaalba

°
°
°
La mia mente è come piena di buchi e il mio corpo ha sete di te. Mi sto perdendo senza di te. Mi alzo dal letto e, con movimenti lenti e cauti, cammino avanti e indietro per questa stanza, poi accendo il pc, ho voglia di scrivere qualcosa di te, per te. Controllo continuamente l’ora, è ancora troppo presto per fare qualsiasi cosa, non arriverai prima di sera. Chissà ora dove sei? In questi anni passati senza di te, ti ho immaginato nei posti più belli che ho attraversato. Tu sei la mia unica ragione di vita, sì, mi sento perso senza di te.

Torna, torna, torna.

°
°
°

 
 
 

*

Post n°46 pubblicato il 18 Giugno 2012 da vogliolamiaalba

°
°
°
Non c'è posto al mondo, dove io ami stare che non sia accanto a te. In qualunque momento della mia giornata il ricordo del calore del tuo corpo e il battito del tuo cuore, mi accompagnano ovunque. E' questo, amore, il regalo più grande che ho ricevuto stanotte mentre abbracciati sul divano guardavamo la tv. La tua testa appoggiata sul mio petto, avrei voluto dirti tutte quelle parole che ancora non ti ho detto e che ho trattenuto sulla bocca, lasciando che le tue labbra le leggessero dentro quel bacio... e dopo, ho cercato il riposo tra le tue braccia. La mattina, i tuoi occhi sono il mio orizzonte e stanotte so già che avrei voglia che tu dormissi ancora sul mio cuore.
°
°
°

 
 
 
Successivi »
 

IL MIO CANALE.

 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 46
 

ULTIME VISITE AL BLOG

infotoninoolegna69Dorian176vogliolamiaalbaalda.vincinimariaboscheroSEMPLICE.E.DOLCECigottinasakulaunblogpercasoNefesAnimanicolma_2011volami_nel_cuore33mgianfi
 

ULTIMI COMMENTI

Si e' proprio come ne scrivi , siamo noi adulti che...
Inviato da: bluiceee
il 28/10/2017 alle 09:00
 
molto bello questo articolo complimenti. Ciao da kepago
Inviato da: generazioneottanta
il 15/07/2016 alle 14:10
 
:-) ciao Mat!! un grosso abbraccio a te e alla tua...
Inviato da: Abigail_Weaver
il 11/03/2016 alle 17:14
 
<3 <3 <3 M.P.E
Inviato da: Buiosudime
il 08/11/2015 alle 20:56
 
<3
Inviato da: Buiosudime
il 08/11/2015 alle 20:55
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.