Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaraQuartoProvvisoriocassetta2maresogno67azzurro781Paul12dglNemesys4m12ps12misteropaganoArianna1921Chevalier54_ZArtalekneveleggiadra0vololow
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Odissea sull'orizzonte ...Fritte e 'in saor'. »

Letterature e mattinali della Questura.

Post n°2902 pubblicato il 03 Dicembre 2023 da fedechiara
 

Scordatevi 'l'amour fou'. Non è di questo tempo. L'espressione del 'sublime' di Breton – che scriveva alla figlia Aube: 'Vi auguro di essere amata follemente.' oggi sarebbe passata al vaglio delle operatrici del numero rosa degli 'stalking' o peggio e segnalata alle questure per gli eventuali interventi del caso. Tempo che vai letterature che trovi.
E, forse, anche nelle scuole si dovrà andare oltre e tirare dritto quando si tratterà delle avanguardie letterarie dell'Otto/Novecento e cancellare Breton e la sua ricerca del sublime possibile perché troppo prossima allo stalking e all'ossessione tutta maschile dello 'stare addosso' alle compagne/amanti con la pretesa dell'essere unici e soli.
'Solo a te sola' del D'Annunzio andrà perciò attentamente analizzata perché espressione ambigua e poco rispettosa del diritto di ognuno e tutti, e della donna post moderna, ca va sans dire, di frequentare amiche e amici con la piena libertà che le riconosciamo - e la gridiamo in coro nelle oceaniche manifestazioni contro 'il patriarcato'.
E guai a sollevare il velo sulla relazione tossica tra Dino Campana e la Aleramo, giustamente finita con l'internamento in manicomio di lui - e i suoi 'Canti Orfici' derubricati in 'Canti Orchici' e gettati nella differenziata della Storia moderna della 'cancel culture'.
Ci resta, però, e ce lo teniamo stretto, l'amore sublime e traslato nell'altro mondo delle stelle notturne che 'usciamo a riveder' del poeta sommo versus Beatrice – catalizzatrice superna e inarrivabile di tutte le umane pulsioni maschili perché le depura di ogni carnalità malata e di ogni patologia di possesso esclusivo. Lassù, negli Empirei, 'vuolsi così colà' e ogni bassezza carnale e altro limite umano si risolve in Luce e Canto.
Ma un rimpianto ci resta per quell'inno di Natura panteistica e sensuale del poeta che voleva allacciare i malleoli con Ermione sotto la fitta pioggia nel pineto - e la visione pagana di post moderni semidei che sottostava a quel loro rapporto amoroso riscatta nell'evocazione del silenzio e del canto esclusivo della pioggia ogni miseria presente e la pochezza dei presenti amanti.
Un capitolo a parte si riserva al movimento lgbtqrstz perché avanguardia degli anni Duemila che ci introducono nel terzo millennio delle 'magnifiche sorti e progressive'.
Chissà se il magistrato che interroga Filippo in carcere gli sottoporrà la bibliografia essenziale necessaria per il suo riscatto futuro - e un esame finale di letteratura per lo sconto di pena richiesto dal suo avvocato.
Gabriele D'Annunzio - Poesia randagia
POESIARANDAGIA.IT
Gabriele D'Annunzio - Poesia randagia
(...) il cuor nel petto è come pèsca

intatta,
tra le pàlpebre gli occhi
son come polle tra l’erbe,
i denti negli alvèoli
son come mandorle acerbe.
E andiam di fratta in fratta,
or congiunti or disciolti
(e il verde vigor rude
ci allaccia i mallèoli
c’intrica i ginocchi)
chi sa dove, chi sa dove!
E piove su i nostri vólti
silvani,
piove su le nostre mani
ignude,
su i nostri vestimenti
leggieri,
su i freschi pensieri
che l’anima schiude
novella,
su la favola bella
che ieri
m’illuse, che oggi t’illude,

oh Ermione




 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963