Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaraChevalier54_ZQuartoProvvisorioGiulia0dgl12pragency177karel_ASoglioletta0Arianna1921Najkanewspaper_articles1ARCAN020orat6Ri.emersacapuzzomyassignmentservices
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« La guerra alle porte e i...Gli azzardi di Francesco. »

A-moralità di ieri e di oggi.

Post n°3126 pubblicato il 12 Aprile 2024 da fedechiara
 

12 aprile 2014

Gli uomini 'di potere' sono a-morali? Esenti, per il carico di decisioni controverse e difficili che devono assumere, da un 'giudizio di Dio' che atterrisce, invece, noi comuni mortali?
Il comandamento 'Non uccidere!', - che se toccasse a noi di stendere qualcuno in un incidente stradale ci perderemmo il sonno e la salute – non vale per i leaders politici e di governo che mandano in guerra e a morire i loro soldati e comandano bombardamenti sulle città e i villaggi e/o di sparare ad alzo zero sulle folle dei manifestati inferociti?
Una stralunata Margaret Tatcher ha ri-preso vita, ierisera, sugli schermi televisivi e la mostravano, giunta al tramonto della sua vita, in preda alla follia dei suoi molti fantasmi e piena di sensi di colpa per le molte decisioni dure e orribili che assunse nei lunghi anni del suo comando. Ed ha cambiato la storia del suo paese e condizionato lo sviluppo degli eventi dei paesi confinanti e d'oltre Atlantico come, forse, nessun'altro leader occidentale prima e dopo di lei, Churchill e Roosevelt a parte.
E chissà come sarebbe la storia economica della Gran Bretagna se non avesse schiacciato la rivolta dei minatori come fastidiosi scarafaggi e comandato la linea durissima contro gli indipendentisti irlandesi e l'I.r.a. e comandato ai capi del suo esercito di armare la flotta contro gli argentini, che rivendicavano la storica appartenenza delle isole Malvinas, oggi Falklands.
E tutto quel po' po' di 'esame di coscienza' che faceva la Tatcher-Meryll Streep sullo schermo, - scarmigliata e terrorizzata da quella folla di fantasmi e di morti ammazzati e di lavoratori intimiditi e senza più lavoro - somiglia vagamente alle trame e ai finali delle tragedie scespiriane: di re inglesi che uccisero i padri e/o i fratelli e ne occuparono il trono o mandarono a morte e al taglio della testa le cugine e assunsero il comando perfino della chiesa protestante che si affermò sulla cattolica e mandò a picco perfino l'armata 'invincibile' di quel fanatico di Filippo II.
E, forse, c'è un giudice a Berlino e a Giosafatte che sottoporrà a severo giudizio perfino quei pazzi criminali e macellai della Storia che sono i nazifascisti del caporale-imbianchino Hitler e non li dirà assolti dei loro spaventosi crimini, bensì ne farà straziare le carni e i corpi con sofisticatissime torture nell'Inferno dantesco – come mostrano i geniali fratelli Chapmann nella loro installazione 'Fucking Hell' – che stupì e affascinò i visitatori della Fondazione Pinault a Venezia.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963