Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaraDoraor20kora69LizSomenota_debaricalamiti0stefano.fabbrizidavide.russielloalberto_zattonibmrbrokermaronieclucianablumbomusicagianor1frappe3
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 21/09/2020

Dell'esprimere i propri voti

Post n°1357 pubblicato il 21 Settembre 2020 da fedechiara
 

Ho votato. Un sonoro e liberatorio 'si' al referendum che manda a casa una cospicua fetta di parlamentari eccedentari (rispetto alla media europea del rapporto abitanti/eletti) e un voto a destra per le regionali. Nella viva speranza che, in seguito a questo voto, cada fragorosamente il presente s-governo degli infami giallo-rossi (che non lasciano fama).
Non vi deve stupire che una persona moderata e assennata quale io sono – e che ha votato a sinistra (e grillino, in finale di partita) fino alla veneranda età di anni 65 oggi voti a destra.
I voti son desideri – voti, giustappunto, nel senso de 'esprimere i voti' – e il mio desiderio, da circa un sofferto decennio in qua, è che nelle urne si dia un segnale forte, assordante, se possibile, che la gestione dell'ordine pubblico - quale è stata gestita da una sinistra lassa e, per certi aspetti, folle nel suo diktat sociale di accoglienza senza limiti e governo e che penalizza le nostre periferie urbane, orribili a vedersi e a udirsi e a frequentarsi – è fuori controllo, è una vera e propria emergenza sociale e politica (come il Covid, come i terremoti, i tifoni e gli uragani) ed è intollerabile che i paesi frontalieri tutto-costa del tragico Mare N(m)onstrum, la Grecia e l'Italia, siano stati designati de facto e con un massimo di cinismo degli altri paesi-membri quali campi profughi di una Europa che se ne lava la mani.
Pollice verso e fuori i leoni.