Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaradom.carrierolisapo.aARTEABLUparrillizingarodgl3airin57ghiti.mobasheriguglielmobosiisolaverdedipendentiserorfada.raoplasmadgl13lascrivanasorboledgl
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 08/05/2021

La vedo dura.

Post n°1612 pubblicato il 08 Maggio 2021 da fedechiara
 

La vedo dura. 06 maggio 2018
Per due volte – stamattina, all'uscita di Di Maio dal Quirinale e pochi minuti fa, all'uscita della delegazione del centro-destra – ho confrontato il modo di porgere le notizie della redazione di Rai news 24 e quella di Tg com 24, per dire di una 'qualità' dell'informazione 'embedded' che subiamo giornalmente senza poter nulla opporre se non la nostra indignazione sui social forum.
Vedetevi la bassa posizione che ha il nostro paese nella classifica mondiale della 'libera stampa' e ne avrete un'altra, penosa conferma di quotidiane 'fake news' che ci vengono ammannite dagli ostinati combattenti giapponesi pd nella giungla indonesiana della nostra televisione - e non gettano le armi e non si arrendono all'evidenza di aver perso la guerra.
Ed era perfino imbarazzante il modo dei 'giornalisti' di rai news 24 nei commenti partigianissimi - e la scelta degli ospiti - che bocciavano le dichiarazioni dei leaders politici una via l'altra e il loro ardire di parvenus incuranti dei minuetti istituzionali graziosamente condotti dal Mattarella per rifilarci l'ennesimo s-governo di transizione.
Ospiti smaccatamente e perdutamente filo pd, un tal Ruffini in testa, che si arrampicavano sugli specchi e, come mosche cocchiere, ci ammannivano la loro interpretazione partigiana del dettato costituzionale e il loro sdegno di trinariciuti 'professori' per l'aver osato, i due leaders, indicare addirittura una data a luglio per le inevitabili nuove elezioni.
La giornalista in attesa davanti al Quirinale, poi, vergine cuccia sternutante i dettati e le veline che piacciono alla direzione del suo telegiornale, si stracciava letteralmente le vesti dicendo inaudita e anti costituzionale la richiesta dei due leaders e l'intimazione che avrebbero fatto – a suo insignificante parere – a Sergio Mattarella di voler bocciare il suo 'governo di tregua' e 'del presidente' senza neanche dare inizio alla legislatura.
Inaudito! Anti costituzionale! Mai s'è visto e sentito! Aita, aita! Nuovi fascisti/populisti alle porte!
Portate pazienza. Quei giapponesi nascosti nella giungla televisiva di rai news 24 e le altre redazioni con direttori a nomina pd combatteranno fino alla fine e faranno il loro sporco lavoro di disinformazione partigiana, fino a nuove elezioni e ad un nuovo governo, ma dovranno arrendersi, prima o poi, all'evidenza delle cose nuove volute dagli italiani alle urne e alzare le mani e consegnarsi prigionieri.
Auspichiamo che vengano istituiti dei corsi di rieducazione professionale per quei poveretti che intendono continuare la professione in rai, ma la vedo dura, molto dura.
Nessuna descrizione della foto disponibile.

Dopo consultazioni Salvini incontra Di Maio: 'Governo politico o al voto l'8 luglio'
RAINEWS.IT
Dopo consultazioni Salvini incontra Di Maio: 'Governo politico o al voto l'8 luglio'
Dopo consultazioni Salvini incontra Di Maio: 'Governo politico o al voto l'8 luglio'


 

 
 
 

Dibattiti noiosi

Post n°1611 pubblicato il 08 Maggio 2021 da fedechiara
 

  • E su radio tre si dibatte su donne, quote rosa, piramidi maschili e coppe femminili - e si evidenzia che, strana cosa, a destra ci sono più donne nei posti apicali che a sinistra.
    E, naturalmente, si sottolinea il caso tutto italiano della Meloni a capo di un partito (e la Le Pen, allora?) e la domanda che sorge spontanea, a proposito di yin e di yang e locuzioni derivate, è se la Meloni 'ha le palle' o se 'porta i pantaloni' oppure - come dicono le femministe che sono intervenute in trasmissione - se la brava leader di Fratelli d'Italia ha dovuto inventarsi un ruolo para maschile per tenere ferma la barra e la rotta.
    E sono il solo ad accreditarle una solare dolcezza di donna - insieme ad una determinazione ferrea a 'fare politica' in un agone italico dove i 'boxeurs' capi partito cadono al tappeto come birilli e 'il migliore ci ha la rogna'?🥴



      Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona