Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaragiochigiochi1971divadestruction0cassetta2martellodgl13netti61lascrivanaluciosoulgbvitocurcionancyperry4145mazzocco.maurizioangelocustodedgl19Arianna1921pierfrancescomarinivisicont
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 26/03/2023

Zattere, carrette e buchi neri.

Post n°2505 pubblicato il 26 Marzo 2023 da fedechiara
 

Ci risiamo. Più di ieri meno di domani. No, non è di amore che parlo, bensì di migrazioni a stormi e sciami: di uomini-cavallette che compaiono sull'orizzonte marino nereggiando sopra zattere di metallo e carrette del mare debordanti - e sono le avanguardie dei 900.000 o più denunciati dalla Meloni negli inutili vertici di una ancora più inutile e imbelle Europa.
I giornali di oggi danno i numeri: duemila al giorno per alcuni e fino ai cinquemila di 'La Repubblica' – che ci gode, tra le righe, gode come un riccio di queste smacco clamoroso alla Meloni.
Uno scacco-matto al suo s-governo nato sugli annunci vanesi di un 'blocco navale', ma che naufraga e rischia di affogare insieme a quei 'migranti' che doveva fermare e/o rimandare al mittente - bravamente e senza tante storie e senza curarsi delle geremiadi e degli 'Aita! Aita!' buonisti che riconoscono diritti di accoglienza all'intero mondo rotto, anche dove sono sciami e stormi di uomini e donne e bambini a folate quotidiane da non saper dove stiparli.
E i sindaci tornano agli appelli e alle 'grida' di quando c'erano Alfano e Renzi, cari voi, che requisivano caserme e fabbriche e ospedali dismessi - e qualche sindaco, più realista del re, arrivava a minacciare di sequestro 'le case sfitte' con provvedimenti autoritari che richiamano alla mente le deliberazioni dei Soviet subito dopo la Rivoluzione Russa.
Ri-vedetevi il 'Dottor Zivago' (il film) e il palazzo di famiglia diviso stanza per stanza e il comitato inquilini che assegnava una stanza, obtorto collo, agli ex proprietari espropriati.
E l'Europa è come le stelle, che 'stanno a guardare' (come nel film) e, in realtà, è un buco nero gravitazionale che si mangia e tritura nella sua centrifuga assassina ogni ragionevole istanza dei paesi-membri – e se l'Italia è il 'campo-profughi' di Europa chissenefrega: i profughi sono vostri e rispettate il 'Trattato di Dublino', malandrini che siete, domani è un altro giorno.
Un buco per stiparne altri cinquemila si troverà.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante natura
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 5 persone, persone in piedi e testo
Quella misura che mai si colma. 
Migranti, il grande ingorgo del Mediterraneo. E la guardia costiera ora schiera tutte le sue navi
MSN.COM
Migranti, il grande ingorgo del Mediterraneo. E la guardia costiera ora schiera tutte le sue navi

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963