OGGI SONO COSI'

Tra sogno e realtà

 

EMOZIONI

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 

TAG

 

 

« LASCIATEMI ALMENO SOGNARERacconto ancora »

Racconto

Post n°3 pubblicato il 02 Maggio 2009 da oggisonocosiperte

 

Questa mattina mi sono svegliato presto
e ho  aperto
 immediatamente la finestra
per godere del profumo del mare.
Una doccia, la barba, jeans e maglietta e poi subito
sulla terrazza a fare colazione.

Ho scelto questo posto per riposare un paio di giorni.
E’ un pochino distante dal mare, ma la vista che
si gode è fantastica.

Guardo se c’è un tavolo libero, per fortuna hanno
lasciato uno dei più belli, guarda diretto
verso il mare.

Mi siedo ancora estasiato da quella visione, e
attendo con calma l’arrivo del cameriere.
Ad un tratto volto le spalle e vedo una signora
in cerca di un tavolo libero, ma in questo momento
non ce ne sono.
Faccio un cenno, come per farla avvicinare,
lei mi vede
e abbozzando un sorriso si avvia
verso di me.
Prego, signora, se vuole può accomodarsi qui,
ci sono ancora posti liberi. Mi guarda un attimo
perplessa, poi ringraziando si siede.
Nessuno dei due proferisce parola, l’imbarazzo c’è.
Sguardi sfuggenti e il non saper come rompere
il ghiaccio.
Poi, come se qualcuno avesse dato il via,
contemporaneamente abbiamo iniziato
a parlare.
Una risata e tutto si è sciolto.

Abbiamo parlato a lungo, tanto che i tavoli
della terrazza erano ormai vuoti.
Avevamo così tanto dentro le nostre
anime incartate, che non vi fu più un
attimo di pausa.
Le parole uscivano facilmente, con una
semplicità sconvolgente, come mai era
successo prima a nessuno dei due.

Lo sguardo un po’ imbronciato dei camerieri,
ci fece capire che era il momento di andare.
Peccato dover interrompere quel colloquio
così interessante e coinvolgente. 
Ci avviammo quindi verso la hall.
Tutti e due impacciati perché non sapevamo
come fare per poter prolungare il nostro
incontro.
Allora, prendendo un lungo respiro, dissi:
perché non scendiamo in spiaggia insieme?
Rispose con un flebile si.

Con il cuore in gola, avvicinai la mia mano
alla sua, la strinsi, e iniziammo a camminare
verso il mare….

 

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: oggisonocosiperte
Data di creazione: 28/04/2009
 

QUESTO PICCOLO GRANDE AMORE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

audicentomariomancino.mRosadasfogliare2letigiolacartavincente1giovanni.euripidelubopoyulyusgiovanni80_7oggisonocosiperteluciana531venelunaLudotecaManLouloubelle
 

ULTIME LETTURE

L'OMBRA DEL VENTO

LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI

L'ELEGANZA DEL RICCIO

L'INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELL'ESSERE

IL MONDO DI SOFIA

 

ULTIMI COMMENTI

Capire tu non puoi tu chiamale se vuoi emozioni
Inviato da: ninfa.77
il 07/07/2012 alle 13:16
 
Ma ti sei separato anche dal blog? :)
Inviato da: niokoe
il 19/06/2012 alle 19:17
 
Ma lo scriverai?
Inviato da: niokoe
il 30/05/2012 alle 15:02
 
Non l'ho più scritto
Inviato da: oggisonocosiperte
il 28/05/2012 alle 01:35
 
Dov'è il seguito?
Inviato da: niokoe
il 28/05/2012 alle 01:26
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom