Creato da Pippitwo il 01/06/2005

(¯`·..·´¯)

semplicemente

 

 

i CaN fLy

Post n°198 pubblicato il 22 Dicembre 2006 da Pippitwo

E tutto quello che devi fare è metterti le cuffie,
sdraiarti per terra
e ascoltare il cd della tua vita,
traccia dopo traccia.
Nessuna è andata persa
tutte sono state vissute
e tutte, in un modo o nell’altro, servono ad andare avanti
Non pentirti,
non giudicarti,
sei quello che sei
e non c’è niente di meglio al mondo.
Pose, rewind, play
e ancora e ancora e ancora
non spegnere mai il tuo campionatore,
continua a registrare,
a mettere insieme i suoni
per riempire il caos che hai dentro
e se scenderà una lacrima quando le ascolti
bhè,
non avere paura,
è come la lacrima di un fan
che ascolta la sua canzone preferita
Fm 107 e 3 radio caos
il tuo bpm
tutto il resto è rimore bianco.

I can fly
But I want his wings
I can shine even in the darkness
But I crave the light that he brings
Revel in the songs that he sings
My angel Gabriel

I can love
But I need his heart
I am strong even on my own
But from him I never want to part
He's been there since the very start
My angel Gabriel
My angel Gabriel

Bless the day he came to be
Angel's wings carried him to me
Heavenly
I can fly
But I want his wings
I can shine even in the darkness
But I crave the light that he brings
Revel in the songs that he sings
My angel Gabriel
My angel Gabriel
My angel Gabriel

 
 
 

Post N° 197

Post n°197 pubblicato il 12 Ottobre 2006 da Pippitwo

No no, non me ne sono andata è solo che al momento non ho molto da dire e piuttosto che scrivere a vanvera preferisco non scrivere..

Un saluto a tutti! immagine

 
 
 

Post N° 196

Post n°196 pubblicato il 20 Settembre 2006 da Pippitwo

Sono indecisa. Non so cosa fare. Troppa gente ora è venuta a conoscenza dei miei blog.. L’ho creato con l’intento di avere un’ angolo in cui sfogarmi, in cui poter esprimere liberamente i miei pensieri (cosa che con mia grande tristezza fatico non poco a fare a parole con gli altri) e mi ero trovata a mio agio o così almeno credevo. Ma forse in realtà non è stato così fino in fondo. Alla fine anche se scrivendo mi è più facile comunicare c’è sempre qualcosa che mi impedisce di svelarmi fino in fondo. Non so che farci, sono fatta così. Ma a volte mi sembra come di scoppiare! Perché cavolo devo essere così riservata? Perché anche parlando con le persone a cui tengo e di cui mi fido pur sforzandomi non so dire quello che mi passa per la testa e a tirare fuori quello che ho nel cuore? Perché???? E’ una cosa che mi fa soffrire. Mi reputano tutti una persona allegra e un po’casinista e per il fatto di non mostrare mai quando sto male o quando sono triste più volte mi sono sentita dire che sono una persona forte. Ma cosa vuol dire essere forte? Perché non piango davanti agli altri? Perché non mi lamento anche se ci rimango male per una risposta un po’ brusca? Perché non dico mai che oggi sono triste e mi sento una merda? Io proprio non lo so! Non hanno neppure la più vaga idea di quanto ha volte mi facciano del male. Perché non riesco a raccontare alla mia migliore amica quelle cose? Perché non riesco sempre a dire al mio ragazzo cosa mi fa provare quando sono con lui? Perché sono io..?

 
 
 

Post N° 195

Post n°195 pubblicato il 02 Settembre 2006 da Pippitwo
 

E anche questa estate sta per volgere al termine.. Come sono volate le ferie, le ho aspettate con trepidazione per un'anno e sembravano non arrivare mai e quando finalmente le ho raggiunte..sono trascorse in  un soffio! La settimana ad Ischia con la Scarletta è letteralmente volata ma quanto ridere! L'agenzia PensieroVacanze, Capri, le sarate a vedere le stelle con birra e bacardi da una parte e mikado e pringles dall'altra sparando cazzate con l'mp3 di sottofondo, il bel marinaio in divisa di Procida, il giro in minitaxi improvvisato, il povero Antonio e le nostre commensali con perdevano occasione di torturarlo, le corse dall'hotel al porto per prendere il traghetto e come non nominare le spettacolari Terme di Poseidon! Ah ragazzi, che signora Vacanza! Il ritorno è stato traumatico ma è durato poco, anche perchè dopo tre giorni sono partita per la Liguria con i miei zii e Arturo al seguito [nb: Arthur, noto come Arturo, è il beagle dei miei zii. Cane più pauroso credo non esista ma è troppo tenero con quelle sue orecchie a cotoletta e gli occhioni grandi e neri >_< ] Purtroppo abbiamo trovato brutto tempo tutta la settimana ma mi sono ugualmente divertita con i miei cuginetti (cuginetti solo per età perchè a vederli sembrano più grandi di me..) e Dani (il quale mi letteralmente bidonato di ben due giorni di vacanza insieneme [vero ammore??!! ]anche se devo dire che si è fatto perdonare). Degne di nota le comiche semitragiche del giorno della partenza quando alle 8 del mattino di sabato 19 agosto dopo aver caricato tutte le valige in auto nello stesso istante in ciu risuonava il classico "clack"  che fa il bagagliaio che si è chiuso Dani si gira e con aria sconvolta comunica a tutti che ha chiuso dentro le chiavi dell'auto... E' stato a quel punto che si è levata una enorme e imbarazzante bolla di silenzio generale. Man mano che realizzava il suo sguardo si riempiva di panico mentre il suo viso acquisiva delle evidenti sfumature bordeaux per la vergogna della meschina figura appena fatta. Da parte nostra eravamo letteralmente allibiti. Nel mio cervelletto l'unico pensiero che ronzava era : No, non può aver fatto una cosa del genere! mentre i miei zii cercavano di nascondere l'evidente espressione di sgomento. Perfortuna che c'eravamo io e mia zia! Nel giro di un'ora siamo riuscite a forzare il finestrino e, con l'aiuto di un gancio di metallo casalingo, a far scattare la serratura interna dalla parte del passeggero aprendo così la macchina, perchè se aspettavamo i nostri "uomini" che si barchamenavano tra tentativi di forzare la serratura con la chiave della porta blindata di casa e telefonate alla concessionaria più vicina saremmo ancora oggi là nel parcheggio chiusi fuori..

 
 
 

Stop all'anti-porcospino!

Post n°194 pubblicato il 01 Settembre 2006 da Pippitwo
 
Foto di Pippitwo

Una novità destinata a cambiare (e in qualche caso, a salvare) la vita dei porcospini in Gran Bretagna. McDonald's ha annunciato che ridurrà il diametro dell'apertura superiore dei suoi bicchieri affinché i porcospini, amanti dello zucchero, non possano più entrare nelle confezioni trovate nei rifiuti e che spesso diventavano una trappola mortale. Soddisfatta la società britannica per la tutela dei porcospini.

Gli animalisti britannici, dopo cinque anni di dure campagne a favore dei porcospini, hanno battuto la catena di fast food McDonald's, costringendo finalmente il più famoso produttore di hamburger a cambiare i bicchieri dei suoi gelati McFlurry. La soluzione: un nuovo design.

Le confezioni finora in vendita nei negozi della catena americana, infatti, erano una perfetta trappola per i porcospini: abbastanza larghe da permettere agli animaletti di entrare con la testa per leccare gli avanzi del gelato, troppo strette per consentire l'uscita.

Contento Fay Vass, direttore esecutivo dell'associazione ambientalista. Più contenti di tutti, i porcospini.

 
 
 

Post N° 193

Post n°193 pubblicato il 24 Agosto 2006 da Pippitwo
 

Piccole Perle di Saggezza

ovvero

UN'AUTENTICA GABBIA DI MATTI  

 Leggere per credere!! -> Non esitate ad insultarli

In poche parole: il blog del mio Ammmmore e della sua pazza combricola

 
 
 

Post N° 192

Post n°192 pubblicato il 23 Agosto 2006 da Pippitwo

 
 
 

Post N° 190

Post n°190 pubblicato il 21 Luglio 2006 da Pippitwo
 

E così anche luglio sta volgendo al termine. Fra 1/4 d'ora corro in stazione per andare a prendere il treno per il mare (un'altro WE di relax).. Ancora 5 giorni lavorativi e poi..FERIE!! Per la prima volta da quando lavoro (e ormai saranno 4 annetti) ho ben 3 settimane di ferie! Una la passerò ad Ischia con la Scarletta, 1 a casa tra piscina e piscina e l'ultima nuovamente al mare dai miei nonni con il mio Ammmmore! Prometto che quando sarò in ferie vi aggiornerò su tutto (eh si, preparatevi a sopportarmi!). Anche perchè dall'ultima volta che scritto ho compiuto gli anni, nel coro mi hanno a sorpresa cambiato voce (dopo 10 anni di contralto da settembre diventerò soprano!) e ora mi sono accorta che il mio blog ha compiuto un'anno due mesi orsono!!! Lo so, è una dimenticanza imperdonabile...

Ma ora... MARE!!

Buon WE

 
 
 

Post N° 189

Post n°189 pubblicato il 28 Giugno 2006 da Pippitwo
 

Quattro piccole scatole in fila
coperte di polvere, consunte dagli anni
amate e riempite una volta da bimbe
che sono ormai grandi
................................................................
Meg sulla prima c'è scritto
................................................................
Jo dice l'altro coperchio
sbocconcellato e graffiato
e nell'interno bambole decapitate
vecchi quaderni ammuffiti
uccelli e bestie ormai mute
e cianfrusagli raccolte su per
il bosco fatato, sogni di un futuro
fallito, memorie di un dolce passato.
Poemi a mezzo lasciati e storie crudeli,
freddi messaggi d'amore,
propositi di una bimba cocciuta
consigli di una donna troppo presto invecchiata.
Una donna rinchiusa nella sua casa solitaria
che troppe volte ha sentito il trito ritornello:
Sii degna dell'amore e a te verrà
con le ultime piogge d'estate.
................................................................

Piccole donne crescono
M.L Alcott

 
 
 

Post N° 188

Post n°188 pubblicato il 28 Giugno 2006 da Pippitwo
 

By Glittermania.com

 
 
 

Post N° 187

Post n°187 pubblicato il 13 Giugno 2006 da Pippitwo
 

Sabato sera sono andata con mia sorella all'osservatorio astronomico. Non ero mai stata in posti come questo, neppure al planetario di Milano, meta preferita di tutte le scuole del milanese e non. C'è stato un periodo da bambina in cui mi ero appassionata all'astronomia e mi ero letto l'intera enciclopedia sull'argomento, quella della collana per ragazzi con la copertina bianca che per anni è stata in bella mostra sullo scaffale di mio fratello. Sapevo tutto delle stelle nane e dei buchi neri, delle costellazioni e delle nebulose o forse era solo una mia illusione e di fatto conoscevo si e no la loro definizione (quando me la ricordavo). Era il periodo in cui il mio sogno nel cassetto era quello di avere un telescopio di quelli giallo zucca che spesso si vedono nelle vetrine dei fotografi e ogni sera al buio nel mio letto il soffitto magicamente svaniva per lasciare spazio ad una stellata magnifica accompagnata dal gracidare delle rane nei campi vicini e dall'usignolo che in estate ogni anno alle 23 esatte si ripresenta puntuale come un'orologio sul carpino del mio girdino. Le stelle mi hanno sempre affascinato e fatto sognare. Amo perdermi in quella miriade di luci che ti catturano lo sguardo alla ricerca di una speranza, amo la notte, la brezza della sera, amo la solitudine e i pensieri che fluiscono leggeri nella mente. "Le stelle sono tante, milioni di milioni ma quella di Negroni vuol dire qualità!" mi canticchiava sempre mio padre quando portavamo a passeggio Golden (il mio ahimè defunto cane) prima di cenare suscitando la mia ilarità di bambina. Quanti ricordi di quelle passeggiate! Gli indovinelli (Indovina indovinello..), i canti ("Sul cappello un bel fior, sulla bocca una canzon..!"), il correre nei campi e nasconderci dietro le balle di fieno per farci cercare dal cane, le gare a chi arriva per primo al cancello ecc... Bhè, questo sabato ho avuto la possibilità di contare gli anelli di saturno, curiosare nei crateri della luna, scrutare le macchie rosse di Giove e perdermi nelle nebulose, rimirare le stelle doppie e la stella polare e perdermi in quella magica atmosfera che si era creata per l'oscurità, per l'ora tarda e per l'appassionata compagnia. Mi hanno colpito molto le persone che ho incontro lì: tutti volontari che gestiscono l'osservatorio per passione e che passano le sarate a svelare chissà quali misteri riuniti in questo intimo spazio che è la cupola con il telescopio ma che ho trovato particolarmente emozionante.. Ancora una volta sono tornata ai tempi passati e ancora una volta il mio cassetto è tornato a riempirsi dello stesso desiderio che da piccola mi ha cullato per parecchio tempo

 
 
 

Per Te...

Post n°186 pubblicato il 13 Giugno 2006 da Pippitwo
 

10/07/2005

Forse non sai quel che darei / perché tu sia felice / piangi lacrime di aria / lacrime invisibili / che solamente gli angeli san portar via / ma cambierà stagione / ci saranno nuove rose…

Per te, per tutte le persone che sentono di sprofondare, di essere trascinati sempre più giù e che temono di non riuscire a risollevarsi, per quelli che non vedono altro che buio intorno a loro e la solitudine nel cuore, per quelli che si sentono sopraffare dalla malinconia e avvolgere dal gelo..

Siete persone straordinarie, coraggiose che lottano ogni momento per avanzare anche di un solo piccolo passo verso quella fievole luce, che tendono le orecchie per cercare di udire qualche nota di speranza, di incoraggiamento, di forza. Sarà difficile, sarà doloroso, a volte sembrerà di precipitare ulteriormente, di veder svanire in un istante l’illusione di esserci riusciti, di perdere in un soffio quel piccolo millimetro conquistato con tanti sacrifici ma sono sicura che se questo può portare un attimo di serenità, un palpito di felicità, un momento di tranquillità lotterete per raggiungere quell’istante e lotterete per raggiungerne un altro e un altro e un altro ancora ma non sarete mai soli, so che sarete circondati da coloro che vi vogliono bene, coloro che magari sono in un angolino ad osservarvi ma che al minimo cedimento, al minimo tentennamento, al minimo esitare saranno lì, invisibili, a sostenervi e ad aiutarvi nella vostra lenta ma certa risalita. Aggrappatevi a loro, ai ricordi più forti, ai sogni, ai desideri che avevate dimenticato, alle speranze che credevate di aver perduto, ad un timido sorriso, un piccolo passo alla volta, di giorno in giorno, ogni piccolo istante sarà prezioso, ogni alito di vento confortante, ogni raggio di sole caldo, ogni istante sarà lì solo per voi.

So di essere meno che nessuno per voi, penserete che dovrei farmi i fatti miei, che non potrò mai capire, forse avrete ragione o forse no.. ma spero che a qualcuno sia di incoraggiamento a non mollare mai, per quello che queste parole confuse possano valere e riescano a far capire che valete troppo per lasciarvi andare

 …E ci sarà dentro te a al di là dell’orizzonte / una piccola poesia ci sarà forse esiste già/ al di là dell’orizzonte / una poesia anche per  te…

 
 
 

Post N° 185

Post n°185 pubblicato il 06 Giugno 2006 da Pippitwo
 
Foto di Pippitwo

Dal blog di Rory

Lo scopo di questa missiva è quello di rendere giustizia a una generazione, quella
di noi nati agli inizi degli anni '80 (anno più¹, anno meno), quelli che vedono la casa acquistata allora dai nostri genitori valere oggi 20 o 30 volte tanto, e che pagheranno la propria fino ai 50 anni.

Noi non abbiamo fatto la Guerra, non abbiamo visto lo sbarco sulla luna, non abbiamo vissuto glI anni di piombo, non abbiamo votato il referendum per l'aborto e la nostra memoria storica comincia coi Mondiali di Italia '90.
Per non aver vissuto direttamente il '68 ci dicono che non abbiamo ideali, mentre ne sappiamo di politica più di quanto credono e più di quanto sapranno mai i nostri fratelli minori e discendenti.
Babbo Natale non sempre ci portava cio' che chiedevamo, perche ci sentivamo dire, e lo sentiamo ancora, che abbiamo avuto tutto, nonostante quelli che sono venuti dopo di noi che  hanno avuto tutto, e nessuno glielo dice.
Siamo l'ultima generazione che ha imparato a giocare con le biglie, a saltare la corda, a giocare a lupo, a un-due-tre-stella, e allo  stesso tempo i primi ad aver giocato coi videogiochi, ad essere andati ai parchi di divertimento o aver visto i cartoni animati a colori.
Abbiamo indossato pantaloni a campana, a  sigaretta, a zampa di elefante e con la cucitura storta; la nostra prima tuta è stata blu  con bande bianche sulle maniche e le nostre prime scarpe da ginnastica di marca le abbiamo avute dopo i 10 anni.
Andavamo a scuola quando il 1 novembre era il giorno dei Santi e non Halloween, quando ancora si veniva  bocciati, siamo stai gli ultimi a fare la Maturità e i pionieri del 3+2...
Siamo stati etichettati come Generazione X e abbiamo dovuto sorbirci Sentieri e i Visitors, Twin Peaks e Beverly Hills (ti piacquero  allora, vai a rivederli adesso, vedrai che delusione). Abbiamo pianto per Candy-Candy, ci siamo innamorate dei fratelli di Georgie,  abbiamo riso con Spank, ballato con Heather Parisi, cantato con Cristina D'Avena e  imparato la  mitologia greca con Pollon. Siamo una  generazione che ha visto Maradona fare campagne contro la droga.
Siamo i primi ad essere entrati nel mondo del lavoro come
Co.Co.Co.e quelli per cui non gli costa niente licenziarci.
Ci ricordano sempre fatti accaduti prima che nascessimo, come se non avessimo vissuto nessun avvenimento storico.
Abbiamo imparato che cos'è il terrorismo, abbiamo visto cadere il muro di Berlino, e Clinton avere relazioni improprie con la segretaria nella Stanza Ovale;  siamo state le piu' giovani vittime di Cernobyl; quelli della nostra generazione l'hanno fatta la guerra (Kosovo, Afghanistan, Iraq, ecc.); abbiamo gridato  NO  NATO, fuori le basi dall'Italia,  senza sapere molto bene cosa significasse, per poi capirlo di colpo un 11 di settembre.
Abbiamo imparato a programmare un videoregistratore prima di chiunque altro, abbiamo giocato a Pac-Man, odiamo Bill Gates e credevamo che internet sarebbe stato un mondo libero.
Siamo la generazione di Bim Bum Bam, di Clementina-e-il-Piccolo-Mugnaio-Bianco e del Drive-in.
Siamo la generazione che andO' al cinema a vedere i film di Bud Spencer e Terence Hill. Quelli cresciuti ascoltando gli Europe e Nik Kamen, e gli ultimi a usare dei gettoni del telefono.
Ci siamo emozionati con Superman, ET o Alla Ricerca dell'Arca Perduta.
Bevevamo il Billy e mangiavamo le Big Bubble, ma neanche le Hubba Bubba erano male; al supermercato le cassiere ci davano le caramelline di zucchero come resto.
Siamo la generazione di Crystal Ball ("con Crystal Ball ci puoi giocare..."), delle sorprese del Mulino Bianco, dei mattoncini Lego a forma di mattoncino, dei Puffi, i Volutrons, Magnum P.I., Holly e Benji, Mimì Ayuara, l'Incredibile Hulk, Poochie,Yattaman, Iridella, He-Man, LamA'¹, Creamy, Kiss Me Licia, i BarbapapA' , i  Mini-Pony, le Micro- Machine, Big Jim e la casa di Barbie di cartone ma con l'ascensore.La generazione che ancora si chiede se Mila e Shiro alla fine vanno  insieme.
La generazione che non ricorda l'Italia Mondiale '82, e che ci viene un riso smorzato quando ci vogliono dare a bere che l'Italia di quest'anno E' la favorita...
L'ultima generazione a vedere il proprio padre caricare il portapacchi della macchina all'inverosimile per andare in vacanza 15 giorni.
L'ultima generazione degli  spinelli...
Guardandoci indietro E' difficile credere che siamo ancora vivi: viaggiavamo in macchina senza cinture, senza  seggiolini speciali e senza air-bag; facevamo viaggi di 10-12 ore  e non soffrivamo disindrome da classe turista. Non avevamo porte con protezioni, armadi o flaconi di  medicinali con chiusure a prova di bambino.
Andavamo in bicicletta senza casco ne'protezioni per le ginocchia o i gomiti. Le  altalene erano di ferro  con gli spigoli vivi e il gioco delle penitenze era bestiale.

Non c'erano i cellulari. Andavamo a scuola carichi di libri e quaderni, tutti  Infilati in una cartella che raramente aveva gli spallacci  imbottiti, e tanto meno le rotelle!!
Mangiavamo dolci e bevevamo bibite, ma non eravamo obesi. Al limite uno era grasso e fine. Ci attaccavamo alla  stessa bottiglia per bere e nessuno si è mai infettato. Ci trasmettevamo solo i pidocchi a scuola, cosa che le nostre madri  sistemavamo lavandoci la testa con l'aceto.
Non  avevamo  Playstation, Nintendo 64, videogiochi, 99 canali televisivi, dolby-surround, cellulari, computer e Internet, però ce  la spassavamo  tirandoci gavettoni e rotolandoci per terra tirando su di  tutto;  bevevamo l'acqua direttamente dalle fontane dei parchi, acqua non  imbottigliata, che bevono anche i cani! E le ragazze si intortavano perchè i ragazzi volevano toccar loro il sedere e giocare al gioco della  bottiglia o a quello della verità , non in una chat dicendo :) :D :P
Abbiamo avuto libertà , fallimenti,successi e responsabilità' e abbiamo imparato a crescere con tutto ciò.

Tu sei uno di nostri? Congratulazioni!
Invia questo a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di crescere come bambini.

 
 
 

Post N° 184

Post n°184 pubblicato il 01 Giugno 2006 da Pippitwo

Ebbene si, fra poche ore me ne vado al mare con Dani   per il ponte!!

Buon WE lungo a tutti



 
 
 

Post N° 183

Post n°183 pubblicato il 22 Maggio 2006 da Pippitwo
 

Mi piace.
Pc acceso per vagare, un'amica con cui fare 4 chiacchiere tra una cosa e l'altra, una musica rilassante come sottofondo, la calma della sera, il sonno che inizia ad avvolgerti e che dolcemente ti intorpidisce la mente
senza pensare a nulla
senza impegno
senza fretta
Calma, tranquillità, pace.
Mi piace.

 
 
 

Post N° 182

Post n°182 pubblicato il 17 Maggio 2006 da Pippitwo
 
Tag: Musica

Tu stai guidando la tua macchina
l'asfalto nero taglia il mondo a metà
la città alle tue spalle è l'ultima
frontiera della civiltà.
Il tuo motore starnutisce un po'
si spegne tu nel panico che farai
io arrivo in moto dalla polvere
te lo riparo "baby, tutto ok!".
Peccato che non son così
nei problemi meccanici
non so distinguere
un bullone da una brugola
come posso fare…
Voglio farti innamorare tanto
voglio diventare il tuo supereroe
voglio essere il migliore al mondo
almeno per noi due.
Vorrei essere sul tuo stesso aereo
mentre dilaga il panico
l'hostess dice che i due piloti
si son sentiti male però
ecco che mi alzo tranquillissimo
dico: "il bestione ve lo porto giù io!"
si atterra tutti sani e salvi
e tu mi guardi come se fossi il tuo Dio.
Peccato che non son così
soffro anche di vertigini
per me è già tanto avere preso la patente B
come posso fare…
Voglio farti innamorare tanto
voglio diventare il tuo supereroe
voglio essere il migliore al mondo
almeno per noi due.
Voglio farti innamorare tanto
voglio che se parli con le amiche di me
possa dire "come lui al mondo per me non ce n'è!".
Ti sei seduta al bar a bere un caffè
prima di andartene ti accorgi che
arriva un ticchettio stranissimo
dalla tua sedia sotto di te.
Gli artificieri ti circondano
mi faccio largo "la disinnesco io!"
taglio deciso il filo giusto e tu
mi abbracci e gridi
"voglio che tu sia mio!!!".
Peccato che io in verità
non ho 'ste grandi qualità
ma son sicuro che ti amerei tantissimo
se ti può bastare.
Voglio farti innamorare tanto
voglio diventare il tuo unico eroe
voglio essere il migliore al mondo
almeno per noi due.
Voglio farti innamorare tanto
voglio che se parli con le amiche di me
possa dire "come lui al mondo per me non ce n'è!".
E se gli alieni ti rapissero ...
eh dai su oooohh!!!!!!

Titolo: Innamorare Tanto
Artista: 883


 
 
 

Post N° 181

Post n°181 pubblicato il 08 Maggio 2006 da Pippitwo
 

 
 
 

Post N° 180

Post n°180 pubblicato il 02 Maggio 2006 da Pippitwo
 

E anche questo ponte se ne è andato.. Avevo la ferma intenzione di godermelo fino in fondo visto che tutti quelli che ci sono stati prima li ho saltati ma la mia solita fortuna non ha avuto cuore di lasciarmi e così venerdì alle 16.45 me ne sono tornata a casa perchè mi sentivo la febbre e...bhè, avevo ragione dato che quando sono arrivata a casa avevo 39.3... Il viaggio è stato tremendo: i mezzi erano superaffollati per via dello sciopero che sarebbe iniziato da lì a un'ora indi per cui un posto a sedere in metro era un'utopia, figuriamoci in treno! Sono stata in piedi 1 ora schiacciata tra gomiti e valige e il mio unico sogno era il letto. Stavo vermente male, mi ha assalito l'ansia e un senso di disperazione per quel viaggio che mai mi era sembrato così interminabile! Perfortuna anche quello è finito e sono riuscita a conquistarmi il letto con tanto di fazzoletto bagnato sulla fronte e tachipirina a garganella nella mia gola infiammata. Ancora prima di arrivare sapevo di avere la tonsillite (mia amica inseparabile da qualche anno a questa parte) ma che palle! Pazienza, vediamo il lato positivo: ho passato tre giorni a letto a dormire (non era il mio sogno..?), mi sono letta un libro (che non so per quale assurdo motivo quella notte mi ha provocato gli incubi), e i miei genitori mi svolazzavano intorno con mille attenzioni (peccato che entravano continuamente in camera per sapere come stavo proprio mentre mi stavo per addormentare, ma è il pensiero che conta no?). E poi c'è ancora il ponte del 2 giugno per rifarmi! Ma non oso dirlo ad alta voce, non si sa mai...

 
 
 

Post N° 179

Post n°179 pubblicato il 01 Maggio 2006 da Pippitwo
 
Tag: Musica

Autore: Giorgia
Titolo: Tradirefare

Tra dire e fare tra terra e mare tra tutto quello che avrei
da dire sto qua a parlare d’amore tra dire e fare tra bene e
male con tutto quello che avrei da fare sto qua che penso solo a te
e tu lasciami fare a me basta restare un po’
un po’ di tempo a parlare insieme a te solo a parlare
non voglio fare l’amore a me basta guardarti un po’
guardare i tuoi movimenti così lenti che mi fai sentire che
fammi sentire che che durerà tra te e me
e il tempo si fermerà tra te e me tra dire e fare tra miele e sale
resto a sentire i tuoi pensieri per me che fanno rumore e tu lasciami
fare a me basta restare un po’ un po’ di tempo a parlare insieme a te
solo a parlare non voglio fare l’amore a me basta guardarti un po’
guardare i tuoi movimenti così lenti che mi fai sentire che
fammi sentire che che durerà tra te e me e il tempo si fermerà tra te e me
tu dimmi che durerà tra te e me e il tempo si fermerà
tra te e me

 
 
 

Post N° 178

Post n°178 pubblicato il 24 Aprile 2006 da Pippitwo
 

Bene bene, sono da sola in ufficio per tutto il giorno mentre i miei colleghi sono sparsi tra mare e montagna  e sto colazionando con succo di frutta e ben 2 biscotti  scovati nella nostra "dispensa" comune.. ah che bella giornata movimentata che mi aspetta!!  (nel frattempo ho finito pure i due biscotti..).

[Per onor di cronaca i bue biscotti erano due baiocchi e questo mi ha fatto venire in mente il messaggio che una mia amica (ovvero Scarlett o Scarletta o anche Cipollotta a seconda del momento) mi ha mandato l'altro giorno che diceva: "Sei una baiokka! Guarda che ti cionco la testa con un morso!" Non so per quale astruso motivo ma mi aveva fatto sbellicare dalle risate  Tranquilla Feli-Fe, non farò mai il tuo nome!!]

Ora che vi ho aggiornato (ovviamente a vostra grande richiesta) su i miei primi 10 minuti di solitudine me ne torno nel mio angolino buio a fare non so cosa (o meglio, cosa fare farò lo so già: niente!)

 
 
 
Successivi »
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età:
Prov:
 

ULTIME VISITE AL BLOG

aa_vespa50luca_TWOstrong_passionLogan_521logisticaexpressval3ri3ttoSpupaGreta_089bankomat89alice.pagnonichiaranapoli92bastardodentro6loredana.ciacciavincenzarubinimaio33gmassimo.coppola1971
 

BLOGGHERELLANDO..

Citazioni nei Blog Amici: 5
 

FACEBOOK

 
 
 

ME

AREA PERSONALE

 

TAG