Luce Di Luna

g3mella Luna

Creato da poeta_della_notte il 28/07/2007

Contatta l'autore

Nickname: poeta_della_notte
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 29
Prov: RM
 

Area personale

 

Ultime visite al Blog

kikky_95fantasymina.massarogiorgio.1exalex62ritornaPassione_InebrianteChildOfMurderpoeta_della_nottefacciocentroCloudLockheartsleoneleone3GiuseppeLivioL2oversize47Elemento.Scostantelalistadeidesideri79identita.perduta
 

O.Wilde

"Tutto Nella Mia Tragedia è Stato Orribile,mediocre,repellente,senza stile.Il Nostro stesso abito ci rende Grotteschi.
noi siamo i Pagliacci Del Dolore.Siamo i Clown dal cuore spezzato" (De Profundis -O. Wilde)
 

Poet&Dream

*Poet&Dream*
|Cosa Impedisce Ad Una Farfalla Di Posarsi Su Di Un Filo D'erba Per Riposare Le Ali?|
 

Romano Battaglia

*Ci si può ammalare e perdere l'entusiasmo della vita
Quando non si ha più voglia di guardare il cielo;
Di parlare con la gente;Di ascoltare..Di sperare*

 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 
 

Divinità Greche

Tànato o Thanatos (dal greco θάνατος), dio della mitologia greca che personificava la morte e che era ritenuto figlio dell'Erebo e della Notte (o di Astrèa) nonché fratello gemello di Ipno.
Era rappresentato come un uomo barbuto ed alato, insensibile alle preghiere perché dal cuore di ferro e dai visceri di bronzo. Tuttavia due strane leggende di origine popolare narrano di come il terribile Tànato fu costretto a cedere il corpo di Alcèsti ad Eracle e di come, in un'altra occasione, fu incatenato da Sisifo.

 

 

 

..talvolta la sera non è oscura tenebra..

Post n°295 pubblicato il 16 Giugno 2015 da poeta_della_notte

Spesso la sera il mio umore vacilla,la notte specialmente i demoni mi assalgono con i mille dubbi,le domande,i ricatti, ed i rimpianti.. Ma non tutte le sere sono oscure e non tutte le notti i sussurri mi tengono sveglia.

Ci sono notti come questa, in cui sono sveglia per amore e non per i demoni! Sto sveglia per pensare a lui, per sentirmi battere forte il cuore in petto.

Un bacio un abbraccio.. Il sussurro del vento che non ascolti..

Chiudi gli occhi e sentimi, senti le mie labbra ,le mie braccia le mie mani,chiudi gli occhi e lascia che il soffio notturno dell aria ti porti il mio calore i miei pensieri,tanto forti d avvolgerti e stringerti se solo ti fermerai ad ascoltare!

Ho bisogno di te,sto trattenendo ogni respiro per il giorno in cui ci vedremo dopo tutto questo tempo separati, metto via minuziosamente ogni momento prezioso, ogni promessa di baci,ogni caldo abbraccio mancato per potertelo restituire presto... Ogni cosa avrà il suo posto..

Mi manchi!

 
 
 

blocco

Post n°294 pubblicato il 14 Giugno 2015 da poeta_della_notte

Mi sento completamente in blocco! uno stand-by che non riguarda solo la mia vita ma anche la mia arte...la mia anima! 
Ho idee in testa che faticano a uscire e prendere forma, sono li, le vedo, ma non riescono a muoversi, non riesco io a muovermi...sono in uno stato emotivo strano..sbagliato.

Ieri sembrava che stesse andando tutto per la meglio..serata fuori dagli schema tipo, festival rock/metal amici artisti di strada birra...che cosa poteva andare storto? nulla infatti è andato tutto fin troppo liscio...e poi mi trovo qui oggi, tante foto tanti ricordi ma non riesco a trovare pace in me. manca,manca tutto.

è frustrante

vorrei fare molto più di ciò che faccio, essere più di ciò che sono
Trovare tutte le mie risposte non basterebbe

"Non sapete quanto mi fa male immaginarmi come una persona normale, mediocre, che nessuno ricorda. Lasciare un segno è la sola cosa che conta"

e chudo così,non riesco nemmeno a scrivere, esprimermi,sto impazzendo!

Smpr Poet Aka

Warrior Moon

 
 
 

all'altezza - rayden

Post n°293 pubblicato il 30 Maggio 2015 da poeta_della_notte

Mi sento esattamente così....come si fà? 

  All'altezza
Rayden ft. Neroargento


Ho perso la voglia di fare il cantante
poche soddisfazioni, troppe domande
ho paura di perdere l'ispirazione e rischio di non finire il disco
nelle canzoni non so più dire la verità
metto in rima luoghi comuni e banalità
Per piacere alla gente dico ciò che vi aspettate e non quello che penso veramente
non sapete quanto mi fa male immaginarmi come una persona normale,
mediocre
che nessuno ricorda, lasciare un segno è la sola cosa che conta
Ritornello:
Io non so come si fa ad essere all'altezza
in questa vita perché non so fare finta
che tutto vada bene se
non trovo pace in me
Ho paura di deludere la mia famiglia
se sapeste tutto ciò che hanno fatto per me
loro credono di amarmi perchè
amano l'idea che hanno di me
mi trattano come se valessi più di loro
se il mio talento valesse oro
ma i risultati che ho raccolto non dicono questo
ho solo sabbia tra le mani, ad essere onesto
vedono la mia maschera, non il volto
come posso, come posso
non abbattermi se la mia paura più grande è non avere ragioni per compiangermi
Ritornello:
Io non so come si fa ad essere all'altezza
in questa vita perché non so fare finta
che tutto vada bene se
non trovo pace in me
Come si fa ad essere all'altezza..yeah..
Evito l'amore perchè mi destabilizza
per non restarne vittima
per vigliaccheria
perchè mi è più facile immaginarti felice il giorno che non sarai più mia
più lo sento avvicinarsi più mi allontano
come se ragionassi al contrario
è inutile che combatto, negli anni non sono cambiato, sono peggiorato
mai stato felice con me stesso
come posso esserlo con qualcun altro adesso che dimostro come sono senza alibi?
Vedi le mie fondamenta quanto sono fragili..
Ritornello:
Io non so come si fa ad essere all'altezza
in questa vita perché non so fare finta
che tutto vada bene se
non trovo pace in me
Io non so come si fa ad essere all'altezza
in questa vita perché non so fare finta
che tutto vada bene se
non trovo pace in me

 
 
 

serate nere

Post n°292 pubblicato il 30 Maggio 2015 da poeta_della_notte

Mi ritrovo sempre qui a scrivere nelle serate peggiori, in quelle dove mi girano un po' le cose male, o meglio, mi girano e basta. Magari è una frase o un fraintendimento che mi fanno salire il nervoso, uno sfogo che non posso dire, qualcosa che mi devo tenere dentro e lasciarla raffreddare e aspettare.
Sento l'Inverno ancora dentro di me, ho un cuore gelato, quei pezzi che ne rimangono almeno, il sole non arriva a scaldarlo, la primavera non arriva dentro di me, resto fredda, ho un mondo, davvero, un universo, di emozioni contrastanti, gioie dolori, e avvolte sembra che le cose vadano anche abbastanza bene, ma poi ci sono queste "serate nere" in cui mi rendo conto che non riesco davvero a uscirne, ad affezionarmi, ad andare oltre quel sorriso che mostro a tutti. Dico sempre "sono asociale dentro" è vero in un certo senso, soffro terribilmente la solitudine, cerco sempre il contatto fisico, un abbraccio un bacio, però alla fine mi tengo lontana da tutti, non voglio essere toccata, non voglio essere ferita, non voglio parlare e conoscore altre persone, voglio stare con me stessa, e contemporaneamente vorrei non essere così...vorrei riuscire ad aprirmi ancora, a innamorarmi davvero, a volere bene, lasciar entrare questa aria calda di quasi estate a farmi battere l'anima. muovermi dallo stand-by in cui mi sono rinchiusa. Dico sempre che se una persona vuole cambiare deve farlo, se non va bene una cosa di te devi cambiarlo non serve piangersi addosso... lo dico sempre...voglio crederci. voglio credere che posso vivere ancora in questo mondo. perché come dice Romano battaglia: ci si può ammalare e perdere l'entusiasmo della vita quando non si ha più voglia di guardare il cielo parlare con la gente, di ascoltare e di sperare!!
forse ci riuscirò un giorno, uno di questi, a tornare a vivere davvero, o meglio, a entrare nel mondo a pieno titolo,perché evidentemente, non l'ho mai fatto, prima ero solo una ragazzina ingenua, poi sono stata "la fidanzata di.." (un stronzo) per troppi anni...e ora che sono qui mi sento inadeguata purtroppo.

Sono serate nere queste in cui avrei voglio di parlare di tutto ciò che è andato male, di urlare e spaccare le cose, ma contemporaneamente non voglio sentire nessuno, non voglio parlare e se mi cercano rispondo male solo per sperare,poi, che mi cerchi ancora...la verità è che ho bisogno di un suo abbraccio più di ogni altra cosa ora, sarebbe il compromesso perfetto...un abbraccio! uno solo, per credere ancora un po', per ancora qualche tempo, che le cose possano, effettivamente, andare meglio!
Ci sono queste serate nere in cui ho solo un gran vuoto dentro e il desiderio di andarmene via per sempre da qui, mollare tutto e tutti e sparire, come se non fosse mai esistita, da questa parte del globo, una me, nessun poeta della notte, nessuna warrior moon o chissà quale altro nome...puff..in una nuvola di fumo..e ricominciare dove davvero nessuno sà che esisto se non sono io a presentarmi!

smpr vstr poet 

 
 
 

...

Post n°291 pubblicato il 13 Maggio 2015 da poeta_della_notte

Davvero stasera non sto in umore, tanto per cambiare insomma. Mi sento abbastanza presa in giro dalle persone, quelle che dicono siamo amici, quelle che dicono ti voglio bene, ma oltre le parole non vedo nulla e questo mi ferisce e mi fa davvero incazzare tra l'altro. Che me ne faccio di quelle parole. Stasera sono in una di quelle sere da musica vera, che trascini via la mia anima senza che le parole abbia davvero bisogno di significare qualcosa, solo musica, qui, adesso, nella notte che è scesa, nelle tenebre che mi avvolgono, tra ali invisibili che non pesano più, forse solo perchè non sono mai esistite.


 
 
 

Ascoltando

Post n°290 pubblicato il 08 Maggio 2015 da poeta_della_notte

"dicono che la vita non ti carica di un peso troppo grande da sopportare, tutte balle per quanto tu abbia le spalle larghe capita che non sia proporzionale"

Che dovrei fare?! sono qui, cuffie e microfono, davanti ad uno schermo, e nessuno con cui voglia parlare, nessuno con cui dimenticare per un momento la stanchezza.
Avevo la Luna, una volta, la mia principessa eterna, e l'ho tradita miseramente. Tutte le parole che posso spendere ora per lei restano inascoltate, non c'è più, per me, un cielo in cui sperare.
Ma non mi sentirei così se fossi solo sola, non starei così se stessi solo male e basta, se fosse solo odio quello che provo, solo schifo che s'accumula, c'è qualcos'altro, qualcos'altro che riesce a farmi anche sorridere, riesce a rubarmi un attimo di felicità,un momento solo di pace. Non sò nemmeno spiegare questo senso di soffocante malessere che talvolta mi travolge.
"Capita di sentirsi perso, specie alla mattina presto, come adesso"
Non è mattina certo, è la notte a svelare la parte di me più oscura,le ombre che si addensano dietro al mio sorriso, probabilmente è per questo che amo il sole, mi permette di cancellare quelle ombre, anche solo di far finta che non ci siano, e tutto il giorno sopporto, accumulo, M'ILLUDO.
Di notte non riesco a lavorare, non riesco a scrivere, non riesco a creare,perché tutto ciò che faccio, scrivo o creo è pervaso da quelle ombre,e non è nulla che dovrebbe mostrarsi alla luce del giorno, niente che il sole, splendido e perfetto, dovrebbe mai vedere. Senza la Luna, fredda e crudele Luna, questo cielo...è vuoto!
Ho cuffie e microfono davanti allo schermo del pc, e nessuno con cui parlare.
quando ho smesso ? quando è successo che questo silenzio vincesse...
"Abbiamo mille vie d'accesso ma solo una via di fuga.."
poeta della notte

 
 
 

I cerchi si chiudono

Post n°289 pubblicato il 29 Aprile 2015 da poeta_della_notte

..O Almeno ci sto provando a chiuderli! 

Non mi sento bene, questo è ovvio, è talmente evidente che mi chiedo come faccia la gente intorno a me a ridere ancora, sono qui, sull'orlo di lacrime che non verso, mi sento ancora a pezzi dentro, e nonostante credessi che le cose stavano andando bene...mi sembra che tutto crolli adesso.

"Col mondo sulle spalle come Atlante"
Ma sono stanca, stanca di essere forte, ogni tanto mi merito anche io il mio momento di debolezza, ed è questo qui, vuoi che sia solo questione ormonale, vuoi che ho scelto questa sera per chiudere questo benedetto cerchio, togliere ciò che restava a legarci, senza permettermi di vedere o leggere qualcosa su di lui, scappare come una fuggiasca poi. Ho le lacrime che vorrebbero uscire ma ancora le trattengo, ancora le faccio andare via, silenziosamente. 
Non mi piace lasciarmi compatire dagli altri.
Pensavo, l'ho pensato davvero, che mi stessi innamorando di nuovo, di un altra persona, pensavo di cancellare i ricordi, pensavo di riuscirci, ma nonostante tutto questo affetto non ce la faccio, non ce la faccio a fidarmi, a non essere sospettosa, a dirgli quanto mi senta male invece di scrivergli un sorriso che non provo.
Non sò nemmeno perché ci provo ancora ad amare se tanto non guarirò mai da tutto il male che ho ricevuto, qual'è l'uomo che può meritare una persona come me, che non sà rimarginare le sue ferite, che non può fare a meno di soffrire, che non riesce a fidarsi più...ne a dire ancora quel ti amo che per milioni di persone è naturale e scontato.
Ho solo voglia di scappare
da ogni cosa
fisso un punto vuoto e cerco di capire, cerco le parole, ma non le ho.
vstr
Warrior Moon
Aka
Poeta della notte

 
 
 

"Senza fegato per provarci non si tagliano i traguardi.."

Post n°288 pubblicato il 13 Aprile 2015 da poeta_della_notte

"In ascolto: Raige - Addio"
Talvolta mi capita di sentire questa canzone tante di quelle volte che il senso stesso delle parole si perde, sono suoni senza senza che si inseguono...
"Addio ai falsi, traditori.."
talvolta una frase, una parola, un concetto, esce fuori da quel rumore continuo, un ipotetico pensiero che si insinua e cresce. Talvolta, semplicemente, il vero coraggio sta nel vivere nonostante tutte le cose che capitano, accettarle e affrontarle. Sono sempre qui con le stesse 4 frasi, gli stessi pensieri, la stessa musica che lascio scorrere.
Alla fine finisco sempre per ripetere il motivo per cui sono qui, sola, ripetere perché mi ha lasciata e perché ancora non ho un altro dopo quasi 8 mesi "tutti hanno bisogno di coccole" dicono...Mi sento di dissentire, senza dubbio tutti hanno bisogno di amore e di bene, ma questo bisogno non può essere tanto forte da accontentarsi, da prendere ciò che c'è, indifferentemente, la scelta, la scelta è sempre importantissima!
In pittura mi è stato insegnato che la scelta del punto di vista da cui riprendere un lavoro (modella natura morta ecc) dal vero era già parte del lavoro stesso e quindi importante tanto quanto l'esecuzione in sè, certo, ero l'unica che passava i primi 15 minuti a scegliere il punto di vista e alla fine restare senza cavalletto per dipingere e dovermi arrangiare come potevo, ma sceglievo,sempre, non mi accontentavo della prima inquadratura che mi capitava, sceglievo!
In fotografia è lo stesso, la scelta dell'inquadratura è parte del lavoro, un bel paesaggio non è nulla, è banale, se preso con l'inquadratura sbagliata.
SCELTA! la scelta prima di tutto e allora se nell'arte, in OGNI FORMA D'ARTE, la SCELTA vale tanto quanto l'esecuzione, perché dovrei accontentarmi di non scegliere? per bisogno? Prima del bisogno d'affetto e di coccole (o come si preferisce chiamarle, è indifferente) è importante scegliere una persona con cui condividere quel piccolo pezzo di eternità, un ora un giorno un mese un anno o più, non importa, l'importante è scegliere con chi condividere quel momento, quell'ora che non tornerà più. Possiamo davvero, nella corsa al traguardo che è la vita, permetterci di condividere anche il più piccolo passo di tutto questo con qualcuno con cui non vorremmo essere? o peggio, qualcuno scelto a caso, tra la folla, senza nemmeno sapere se correte nella stessa direzione.
Io non ci riesco a fare così, a prendere la prima persona che passa, a instaurare un qualsiasi tipo di rapporto con quest'ultima senza sceglierla, solo per bisogno! 
E infondo, non ho tutto questo bisogno! ci sono dei tempi che la mia anima rispetta strenuamente! il tempo del dolore, dell'accettazione, del rifiuto, dell'odio, dell'indifferenza, dell'affetto, non sò nemmeno in che ordine sono questi tempi, sicuramente io sono nel "tempo della vita" quando dopo aver perso tutto ricompongo i pezzi senza fretta e torno alla vita che mi spetta, alle amicizie, le uscite, le fiere, al mare d'inverno e i viaggi quando ho voglia, senza programmarli, prendere e andare dove voglio e se lo voglio, a respirare l'aria pura oltre questa gabbia in frantumi finalmente!

A presto
Sempre Vostra
Poeta della notte
aka
Warrior Moon
"In Ascolto Raige ft Ensi- Atlante" 

 
 
 

"Una stella per brillare ha bisogno di bruciare"

Post n°287 pubblicato il 12 Aprile 2015 da poeta_della_notte

Non ho grandi massime da scrivere, sono quasi 4 anni non entro in questo blog, e decisamente di cose ne sono capitate troppe. Mi piacerebbe dire che sono cresciuta, che sono migliorata, la verità è che dopo tanti anni di relazione con la stessa persona un giorno mi sono svegliata ed ero sola.Tutte le nostre promesse sono svanite nel nulla, tutti i sogni hanno perso importanza e credibilità e lui se n'è andata con un altra, con la scusa banale che ero troppo idealista, troppo forte, troppo infantile e poco matura, con la scusa che non riesco ad accettare di arrendermi ma devo sempre combattere per le cose che amo.Con la scusa che ero io quella sbagliata, dopo 7 anni, ha deciso che tutto ciò che avevamo non valeva più nulla, che la promessa di sposarci non contava niente, e se n'è andato con un altra. Vorrei poter dire che tutto questo mi ha lasciato qualcosa, purtroppo mi ha lasciato solo l'amaro in bocca e tanta delusione! Non sò se riuscirò a credere più alle bugie di altre persone in futuro.

ma sono ancora qui, sono ancora viva, ho ancora la forza per alzarmi, anche con tutto lo schifo che mi ha buttato addosso, anche se sono la strega cattiva della situazione (per chissà quale ragione) ho le spalle abbastanza larghe per farcela ancora e allora sono qui, sono qui e vorrei avere qualcosa di importante da dire, qualche massima che riassuma tutta la mia esperienza e ne esca fuori un insegnamento futuro importante, la verità è che non ce l'ho! la verità è che sono stata male da restare senza fiato, ho fatto finta di stare bene e ho sorriso mentre cadevo a pezzi, poi una mattina anche io mi sono svegliata, e nel dolore dilaniante ho ricordato una persona cara,ho ricordato mio cugino, morto 2anni e più fa, l'ho ricordato e ho ricordato il dolore che ancora cova sotto tutti questi strati di vita e semplicemente, semplicemente ho realizzato che potevo farcela, potevo alzarmi in piedi e andare avanti, d'altronde,ho la coscienza pulita, d'altronde ho davvero lottato per non perderlo, ad un certo punto è giusto dire basta quando le persone, dopo tutto ciò che hai dato loro, sono capaci solo di ripagarti con il male. Mi dispiace solo di aver sprecato 7 anni, di averci messo 7 anni a capire che persona disprezzabile fosse veramente, arresa, debole, priva di ideali e sogni. Viveva sulle mie convinzioni senza averne mai delle proprie, affrontando la vita per compromessi scomodi senza mai combattere per NULLA! 

"Addio a chi non ha ideali ma solo opinioni"

tutto ciò che ho dentro deve briciare per brillare e spero che, prima della fine, sia riuscita a essere la stella più luminosa e sbalorditiva che il mondo abbia mai visto!

BuonaNotte dalla sempre vostra

Poeta della notte

Aka 

Warrior Moon

 

 
 
 

Fino A Qui........(io,me stessa..)

Post n°285 pubblicato il 28 Novembre 2011 da poeta_della_notte

Ogni tanto mi capita di avere momenti di :rigenerazione e conclusione.

come un libro di cui fai la recensione quando hai finito di leggerlo e ne inizi uno nuovo...questo è uno di quei momento, chi non ha pazienza consiglio di non leggere..potrebbere essete lungo e noioso....

Oggi sono in uno stato di pensieri ,anzi,ultimamente sono in questo stato di pensieri..come potrei definirli? strani,conclusi,riflessivi...è la mia conclusione questa?
probabilmente si,per la gioia della gran parte delle persone, è così tanto tempo che ho smesso di essere il poeta della notte che iniziò questo piccolo spazio che fatico a ricordarmi come era. Sono rimasta solo io,forse banale,ma pur sempre io.
Non parlo più al cielo,non vi volgo gli occhi al cielo colma di tristezza dolore e lacrime, penso spesso che dovrei contattare le persone che mi sono lasciata alle spalle per dir loro addio in modo definitivo,un punto nella mia vita, un onda sulla lastra piatta dell'oceano.  è tanto tempo che,fissando il gelido sguardo delle stelle non cerco consolazione,non cerco aiuto,non parlo a mio Nonno o a Dio...sono cambiata.
Frequento oramai il terzo (e ultimo) anno dell'accademia di belle arti,quindi dopo questo e la fine degli esami mi aspetta la preparazione alla laurea, sono ancora felicemente fidanzata,da 4anni effettivamente, la mia vita va avanti io vado avanti,la mia musica va avanti. Le cose che non sono in grado di mutare e trasformarsi sono noiose, di sicuro io non sono noiosa sotto questo punto di vista,vorrei davvero,almeno stavolta,riuscire a scrivere qualcosa che sia mio,mio soltanto, e non un semplice "a capo" !
Ho perso l'abitudine a scrivere un diario,scusate! è difficile riuscire a descrivere e definire ciò che mi sento in petto. 
Dopo molto tempo mi sento perfino in colpa a scrivere per conto di un poeta che oramai si è eclissato nel cielo che ha sempre osservato e amato..oh,no,non ho smesso di amare il cielo, lo guardo ancora in effetti,e mi piace ogni giorno di più,e mi fa riflettere,ma non sono più ossessiva verso d'esso, l'osservo per andare oltre,perché l'ho osservato per lunghissimi anni perché ciò che esisteva qui non era sufficiente,mi mancava il respiro,non sentivo più niente....cosa è cambiato?! non è l'accontentarsi della propria vita,ma scoprire nel presente degli obiettivi degli speroni da cui lanciarsi nel vuoto senza paura anziché lamentarsi di non poter volare!
è difficile per me spiegare quello che voglio dire, non mi basta ancora quello che vedo e che c'è...ma mi sto prodigando perché ,un giorno, questo presente sia il futuro migliore che abbia potuto immaginare nel corso della mia intera esistenza.
A che serve lamentarsi anziché reagire? a che serve guardare da lontano ciò che si desidera anziché andare là e prodigarsi per poter ottenere ciò che si vuole? rimanendo giusti,rimanendo corretti,rimanendo buoni!
Mi sento stranamente adulta in questo momento rispetto a quando mostro ogni giorno,sarà solo che continuo,per lo meno,a fregarmene di quel che gli altri hanno da ridire di me se non è niente di utile alla mia causa,a che serve farsi vedere serie e mature se poi sanno criticare d'invidia e basta? lasciamoli parlare pure di mancanza di gusto,mancanza fisica, finta superficialità e andiamo avanti,non c'è molto da dire alle persone che non sono in grado di maturare dal loro status!
Insomma,sono rimasta io eh? tornando al discorso, io ,Cristina,e devo mettere questo punto su un foglio bianco perché possa passare oltre,piano,lentamente,con il giusto ritmo per me!
Sono successo molte cose negli utlimi anni della mia vita,anche se sembra incredibile pochi anni dell'adolescenza (quelli che vanno dall'inizio alla fine delle superiori) sembrano essere più intensi e vissuti di tutti gli altri,che strano,di quel periodo breve ho così tanti ricordi,tante esperienze, mentre i passati tre anni dell'università mi sono scivolati letteralmente addosso come il getto d'acqua della doccia mentre lava via il tempo , i colori sono sbiaditi e sembra non essere successo,in definitiva,niente! Quante cose potrei raccontare,mi si stringe un po' il cuore al ricordo;le prime amicizzie infrante  e i primi amori sbagliati..quasi tutti!
Non saprei nemmeno da dove iniziare se dovessi raccontare tutto,è così strano,sembra inconsistente,fatti di fumo e poco più, una lone sulla finestra con un cuore che sta sconparendo,le labbra premute sul vetro,lo specchio che reca i segni offuscati di una scritta..tutto è chiaro eppure così impalpabile.Mi stupisco sempre di come le cose siano andate a finire con tante persone,amiche e amici che sono spariti dalla mia vita,altri che non hanno valuto mai lasciare il mio cuore,amori che hanno ferito e poi hanno raccolto i cocci per incollarli insieme,altri che hanno gioito nel distruggermi l'animo più e più volte per divertimento,alcuni a cui ho fatto io del male e non ho saputo mai rimediare...tutto sommato le mia ali non sono così candide come speravo. Tutte le persone care che ho perso,per stupidità o per la vita semplicemente,per chi non è più con me ...quante cose. come posso tirare un punto? da dove posso riprendere respiro?! Però...in effetti da quando conosco e sto in modo fisso con massimo,il mio fidanzato,è cambiato tutto...sono cambiata io che non sto in internet a notte fonda per noia o dolore, non ci sono io che piango da sola..e se c'è bisogno di una spalla l'ho sempre e non è mai un opportunista di turno,quanto passato e quante volte mi sono difesa da sola...non ho più motivo per fingermi forte..questo è un punto importante..e penso che lo sceglierò fra tutti..........

Non devo fingermi più forte per non cadere giù. (punto) 

 
 
 
Successivi »
 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom