Quid novi?

Letteratura, musica e quello che mi interessa

 

AREA PERSONALE

 

OPERE IN CORSO DI PUBBLICAZIONE

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.
________

I miei box

Piccola biblioteca romanesca (I miei libri in dialetto romanesco)
________

Cento sonetti in vernacolo romanesco (di Augusto Marini)

Centoventi sonetti in dialetto romanesco (di Luigi Ferretti)

De claris mulieribus (di Giovanni Boccaccio)

Il Novellino (di Anonimo)

Il Trecentonovelle (di Franco Sacchetti)

I trovatori (Dalla Prefazione di "Poesie italiane inedite di Dugento Autori" dall'origine della lingua infino al Secolo Decimosettimo raccolte e illustrate da Francesco Trucchi socio di varie Accademie, Volume 1, Prato, Per Ranieri Guasti, 1847)

Miòdine (di Carlo Alberto Zanazzo)

Palloncini (di Francesco Possenti)

Poesie varie (di Cesare Pascarella, Nino Ilari, Leonardo da Vinci, Raffaello Sanzio)

Romani antichi e Burattini moderni, sonetti romaneschi (di Giggi Pizzirani)

Storia nostra (di Cesare Pascarella)

 

OPERE COMPLETE: PROSA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

I primi bolognesi che scrissero versi italiani: memorie storico-letterarie e saggi poetici (di Salvatore Muzzi)

Il Galateo (di Giovanni Della Casa)

Osservazioni sulla tortura e singolarmente sugli effetti che produsse all'occasione delle unzioni malefiche alle quali si attribuì la pestilenza che devastò Milano l'anno 1630 - Prima edizione 1804 (di Pietro Verri)

Picchiabbò (di Trilussa)

Storia della Colonna Infame (di Alessandro Manzoni)

Vita Nova (di Dante Alighieri)

 

OPERE COMPLETE: POEMI

Il Dittamondo (di Fazio degli Uberti)
Il Dittamondo, Libro Primo

Il Dittamondo, Libro Secondo
Il Dittamondo, Libro Terzo
Il Dittamondo, Libro Quarto
Il Dittamondo, Libro Quinto
Il Dittamondo, Libro Sesto

Il Malmantile racquistato (di Lorenzo Lippi alias Perlone Zipoli)

Il Meo Patacca (di Giuseppe Berneri)

L'arca de Noè (di Antonio Muñoz)

La Scoperta de l'America (di Cesare Pascarella)

La secchia rapita (di Alessandro Tassoni)

Villa Gloria (di Cesare Pascarella)

XIV Leggende della Campagna romana (di Augusto Sindici)

 

OPERE COMPLETE: POESIA

Cliccando sui titoli, si aprirà una finestra contenente il link ai post nei quali l'opera è stata riportata.

Bacco in Toscana (di Francesco Redi)

Cinquanta madrigali inediti del Signor Torquato Tasso alla Granduchessa Bianca Cappello nei Medici (di Torquato Tasso)

La Bella Mano (di Giusto de' Conti)

Poetesse italiane, indici (varie autrici)

Rime di Celio Magno, indice 1 (di Celio Magno)
Rime di Celio Magno, indice 2 (di Celio Magno)

Rime di Cino Rinuccini (di Cino Rinuccini)

Rime di Francesco Berni (di Francesco Berni)

Rime di Giovanni della Casa (di Giovanni della Casa)

Rime di Mariotto Davanzati (di Mariotto Davanzati)

Rime filosofiche e sacre del Signor Giovambatista Ricchieri Patrizio Genovese, fra gli Arcadi Eubeno Buprastio, Genova, Bernardo Tarigo, 1753 (di Giovambattista Ricchieri)

Rime inedite del Cinquecento (di vari autori)
Rime inedite del Cinquecento Indice 2 (di vari autori)

 

POETI ROMANESCHI

C’era una vorta... er brigantaggio (di Vincenzo Galli)

Er Libbro de li sogni (di Giuseppe De Angelis)

Er ratto de le sabbine (di Raffaelle Merolli)

Er maestro de noto (di Cesare Pascarella)

Foji staccati dar vocabbolario di Guido Vieni (di Giuseppe Martellotti)

La duttrinella. Cento sonetti in vernacolo romanesco. Roma, Tipografia Barbèra, 1877 (di Luigi Ferretti)

Li fanatichi p'er gioco der pallone (di Brega - alias Nino Ilari?)

Li promessi sposi. Sestine romanesche (di Ugo Còppari)

Nove Poesie (di Trilussa)

Piazze de Roma indice 1 (di Natale Polci)
Piazze de Roma indice 2 (di Natale Polci)

Poesie romanesche (di Antonio Camilli)

Puncicature ... Sonetti romaneschi (di Mario Ferri)

Quaranta sonetti romaneschi (di Trilussa)

Quo Vadis (di Nino Ilari)

Sonetti Romaneschi (di Benedetto Micheli)

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

 

« Tasso madrigali 31-35La Bella Mano (181-190) »

Rime inedite del 500 (21-24)

Rime inedite del cinquecento (Bologna, Romagnoli - Dall'Acqua, 1918)

XXI

[1 Di Domenico Veniero]

Madrigale del Veniero

Dolce e leggiadro viso

Nudo e rigido il core
In voi dispose, in voi dipinse amore,
Perché col paradiso
Di gioia che nel volto
Havete fuori dolcemente avvolto
L'alma allettaste, e poi
Col gran rigor' interno
Nei crudi scempi suoi
Gravasse lei d'un doloroso inferno.
Queste d'Amor son' opre
Che in voi l'inferno e 'l paradiso scopre.

[2 Di Domenico Veniero]

Canzone in lingua venetiana del Venieri dove loda la bella mano della sua donna.

O man di puro latte,
Bella quanto crudel,
Che più che la mi batte
Più devento un agnel,
O benedetta man, pompa d'amor
Man che zioga alla balla col mio cuor.
Bianca falda di neve
E pur la m'ha scotà
Tal ch'ho il viver più breve
Che un albero sbusà,
O miracul d'amor, che è sì possente
Che tra' da viva neve il fuogo ardente.
Man, ch'ha cinque rubini
Ove Amor suol cavar
I stralli cusì fini
Che non se puol parar,
Che no gh' è cuor sì duro che contrasta
Che non para l'azzal come de pasta.
Man, che me dà più strette
Quanto l'onoro più;
Man, ch'ha quattro fossette
Ov'ho el cuor sopelì,
Che par ch'Amor sentando l'abbia fatte
Con averle improntà su le culatte.
Man, che me squarza el petto
E che m'ensegna el sen,
Ch'e m'ha legà sì stretto,
Che mi tien tanto in fren;
Man che rese il mio fatto e la mia sorte
Che m'ha depento in vista Amore e morte.
Man, che me traze a terra
Che me tien spento alfin,
Man, che fa tanta guerra
A un misero meschin;
Man che inchiava e deschiava quei pensieri
Che me lieva dal cuor tutti i piaseri.
Va da si bella man,
Canzon mia, pechinina, e daghe un baso,
Se ben si havessi un ganasson sul naso.

XXII

[1 Di Giovanni Muzzarelli]

Del Muzzarello

Fatto son per affanni ombra sì oscura
Che mirandomi al specchio di me tremo,
Che per uscir di questa vita dura
Vado cercando morte in ogni estremo;
E se la trovo, ha tal di me paura
Che più mi fugge quanto men la temo,
E credo sol che si creda essa morte
Ch'al mondo io nato sia per nova morte.
Or, se mi fugge morte, come morte
Aver potrà questa mia mortal vita?
E s'io son fatto un'altra nova morte,
Non posso dar la morte a la mia vita.
Da me morir non posso, e men per morte;
Dunque da morte nasce la mia vita.
Così non spero mai di vita uscire;
Ma peggio assai per non poter morire.
Ogni animal che vive di rapina
Per suo cibo miglior s'elegge il core,
E similmente la virtù divina
Dal peccator non vuole altro che 'l core.
El fidel servo al suo signor se inchina
E in mille parti gli offerisse il core,
E tu lo sprezzi, onde ch'al parer mio
Non ti veggio animal, donna, né Dio.
Pers'è via sacra, lata, i fori e gli archi,
Simulacri, trofei, templi adolatri,
Aquedutti, colonne, stagni e barchi,
Rostri, terme, colossi, amfiteatri,
Consuli regii, Augusti di onor carchi
Dittator, decemvir, tribuni e patri.
Tutto è converso in cenere e in ruine;
Ma sol le pene mie son senza fine.

[2 Di Giovanni Muzzarelli]

Del Muzzarelli

Alta, frondosa riva, oscura foce,
Care querce, riposto mio soggiorno
Dove io m'ascondo a lamentarmi il giorno,
Udiste mai sì dolorosa voce?

Alpestre fiume, rapido, veloce,
Che vaneggiar mi vedi ognor qui intorno,
Ov'or stanco m'assido, or vado, or torno,
Udiste mai una passion sì atroce?

Pietre tra questi monti affisse e salde,
Che bagna il piagner mio, sentiste mai
Sospir sì ardenti, o lacrime sì calde?

Almo sol, quanto spandi in terra rai,
Ove men tocchi il mondo, ove più scalde,
Uom più miser di me veder non sai.

[3 Di Giovanni Muzzarelli]

Del Mozarello

Vorrei pur dirvi in qual stato, in qual forma
Mi trovi, donna, o lieto, od in martìri
Qualor negli occhi vostri avvien ch'io miri;
Ma in ciò non so trovar principio, o norma.

Che un certo non so che sì mi trasforma
En tal confusïon par che mi giri,
Che non so s'io sia morto, o s'io respiri,
E perdo di me stesso il segno e l'orma.

Questo so ben ch'io ardo e voi 'l vedete,
E tremo, e voi 'l vedete, e forsi a sdegno,
O peggio forsi a scherno ancor m'avete,

E forsi no; ma assai prezioso pegno
Mi par d'aver che so che voi sapete
Che tante aspre passion per voi sostegno.

XXIII

[Di Andrea Navagero]

Del Navagero

Come cerva percossa da saetta
Da lo nemico arcero,
Onde fugge et col ferro dentro al fianco
Et quanto più s'affretta e il corso stende
Lontan dal cacciatore
Più perde il sangue e cresce il suo dolore;
Così fugg'io l'orgoglio in te raccolto,
Ma non sì che 'l pungente mio pensiero
Non porti meco in mezzo il lato manco,
E tanto più d'umor agli occhi getta
La piaga interna e tanto il duol m'offende
Quanto m'allungo più dal tuo bel volto.

XXIV

[Di Carlo Montecuccoli]

In lode della signora Lodovica Chellini da Bologna non men bella che gratiosa nel ballare.

Ove il bel fianco, ove il pie' vago gira
Questa nova angioletta in varie forme
Stampa danzando sue vestigie, et orme
E in mille dolci scherzi si raggira.

Ella talor se n' ride e talor mira
Sé stessa in atto a sua beltà conforme;
Poi co' begli occhi quel vigor che dorme
Desta dal prato e in fior l'accoglie e spira.

Così natura et a stagion fa scorno
Che l'erba tocca dal soave raggio
Tragge repente qualità e costume.

April cedendo a quel bel viso adorno
Gode del ricco et onorato oltraggio
Et d'esser vinto da sì nobil lume.

Tratte da: Rime inedite del cinquecento (Bologna, Romagnoli - Dall'Acqua, 1918)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: valerio.sampieri
Data di creazione: 26/04/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

gnaccolinocamaciotizianarodelia.marinoamorino11Talarico.Francoantonio.caccavalepetula1960frank67lemiefoto0giorgio.ragazzinilele.lele2008sergintprefazione09Epimenide2bettygam
 
 

ULTIMI POST DEL BLOG NUMQUAM DEFICERE ANIMO

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG HEART IN A CAGE

Caricamento...
 

ULTIMI POST DEL BLOG IGNORANTE CONSAPEVOLE

Caricamento...
 

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963