Creato da richattando il 08/03/2008

RICHATTANDO

QUATTRO CHATTATE TRA I FORNELLI

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ULTIMI COMMENTI

ULTIME VISITE AL BLOG

Flaneur69nuovo123abklarkkcobra_one1LUI_dglsynkro2007Akill.Low.Dawbeta164giumadgl0haeleosalvo.brachiedididario66corseixiltuocognatino1sorrisodiunbambino
 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« PASTA AL TONNONidi con gamberi e rucola »

Pasticcini alle mandorle a mdo mio, anche per celiaci

Post n°75 pubblicato il 15 Aprile 2013 da irismonti
 

Ingredienti per 30 pasticcini

150 gr farina di mandorle   (IO LE COMPRO INTERE GIA’ SPELLATE LE  FACCIO TOSTARE DUE O TRE MINUTI IN FORNO E POI LE FRULLO NEL MIXER INSIEME ALLO ZUCCHERO SINO A CHE NON DIVENTANO POLVERE)

100 grammi di zucchero
2 albumi
1 fialetta di essenza di mandorle amare

Per decorare:
Mandorle intere, scaglie di mandorle e ciliegie candite
 
Preparazione:

In una ciotola mettere la farina di mandorle e lo zucchero e l’essenza di mandorle


Montare gli albumi a neve e Versarne un po’ alla volta nel composto di farina di mandorle e zucchero. Mescolare fino ad ottenere un composto bene amalgamato abbastanza morbido

Prendere una sacca per dolci con bocchetta rigata e riempirla per fare i pasticcini.

Coprire una teglia da forno con carta da forno e formare dei mucchietti. Mettere su ognuno la frutta candita o le mandorle.

Prima di infornarli i dolcetti devono asciugare minimo 12 ore fuori frigor, io li preparo nel pomeriggio e li cuocio la mattina dopo.

Infornare a 160-170° per 7/8  minuti, non devono diventare scuri, forse è meglio tenerli in forno un minuto in meno. Una volta cotti farli raffreddare bene nella teglia in quanto all’uscita dal forno risulteranno morbidi.

Se volete sbizzarrirvi dopo cotti si possono ricoprire con cioccolato fondente fuso.

Sciogliere il cioccolato nel micronde oppure a bagnomaria e ricoprire i pasticcini e lasciarli asciugare su un foglio di carta forno.(Quando non ho voglia di usare il scac a poche preparo l’impasto abbastanza sodo, faccio delle palline e le decoro)

Foto presa da internet io mi sono dimenticata di fotografarli.

 

Commenti al Post:
ylang
ylang il 15/04/13 alle 15:16 via WEB
noi li chiamiamo amarettus... complimenti
 
irismonti
irismonti il 15/04/13 alle 16:30 via WEB
Grazie, ma se hai un consiglio affinchè siano più buoni, ben venga:-)
 
 
ylang
ylang il 16/04/13 alle 11:14 via WEB
gli ingrdienti sono quasi simili alla ricetta tradizionale sarda, forse è nel procedimento che si divesificano a seconda delle zone dell'isola. io ad esempio che appartengo al campidano <oristano) utilizzo per 500g di mandorle dolci 100g di mandorle amare (solstituibili con la fialetta che hai indicato)oppure eliminando 100g di zucchero. la scorza di un limone grattugiato (o in alternativa una bustina di vanillina)e per quanto riguarda gli albumi quelli che occorrono all'impasto affinche diventi un composto malleabile ma non troppo asciutto. all'incirca 5/6 a seconda della grandezza delle uova. per quanto riguarda il procedimento: dopo aver pelato e tostato leggermente le mandorle le trito finemente poi in una recipiente unisco lo zucchero il limone ed uno ad uno gli albumi d'uovo lascio riposare per una notte intera e dopo aver preparato la teglia e tutto l'occorrente per le decorazioni preparo come da te detto sopra le palline impregnandole nella parte superiore con un po di zucchero poi le inforno a 100° forno ventilato e lascio cucinare per almeno un 'oretta in modo che la cottura lenta faccia restare l'amaretto all'interno morbido. ecco qst è una delle varianti degli amarettus sardi. ciao Iris
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CAPPELLETTI ROMAGNOLI

  ALTRA VARIANTE PER IL RIPIENO

Ingredienti Ripieno (6-8 persone):

2 etti di lonza di maiale
1 etto di parmigiano reggiano
2 etti di ricotta, 1 etto di stracchino,due uova,noce moscata a piacere. 

Procedimento:
Tagliare la carne  e metterla a rosolare in un tegame con olio,  Quando la carne è cotta tritarla finemente con un apposito elettrodomestico. Grattuggiare il parmigiano e aggiungerlo al trito di carne assieme a uova e ricotta. Mescolare; il ripieno è pronto.

 

 PASSATELLI DELLA NONNA

Ingredienti per 4 persone:
1 etto di pangrattato,
1 etto di parmigiano reggiano grattugiato,
3 uova intere,
noce moscata,
1 litro di brodo
un buccia grattugiata di 1 limone.

Preparazione
Si deve ottenere un impasto un po' più morbido di quello che serve per la Pasta rasa che si fa poi passare attraverso l'apposito ferro per preparare i passatelli.
I cilindretti di pasta che si ricavano si fanno cadere direttamente in pentola nel brodo bollente.