Creato da nina.monamour il 11/06/2010
 

Il Diavolo in Corpo

Di tutto e di piu'.....

 

 

« Una Santa settimana..Condannata per reati con... »

Ancora più restrizioni?!

Post n°8880 pubblicato il 06 Aprile 2020 da nina.monamour


Insieme senza paura, la campagna virale contro il coronavirus (29 ...


Il Virologo Andrea Crisanti, che assieme al Governatore del Veneto Zaia ha studiato la strategia di lotta al coronavirus, è tornato a parlare dalle colonne di un quotidiano, fornendo l'indicazione in merito all'uso delle mascherine. 

"Sarà meglio utilizzare mascherina e guanti anche in casa e, soprattutto, limitare all'indispensabile l'uso degli ambienti domestici condivisi. Mi rendo conto del sacrificio, ma i risultati del nostro studio sulle probabilità di essere infettati dimostrano chiaramente l’assoluta efficacia della restrizione".

Crisanti ha analizzato i dati dell’epidemia con una quarantina fra ricercatori e tecnici divisi in due gruppi di lavoro, uno italiano dell’azienda ospedaliera e dell’Università di Padova, dove lui dirige il Dipartimento di Medicina molecolare, e uno britannico coordinato da Neil Ferguson dell’Imperial College di Londra.

Ecco alcune conclusioni dello studio, nato dall’indagine su Vo’ Euganeo, tra i primi focolai del coronavirus e presto a disposizione della comunità scientifica internazionale, se c’è un positivo in famiglia, il rischio di essere infettati è 84 volte superiore rispetto alla norma; identificando e isolando tutti gli infetti, la capacità di riproduzione del coronavirus cala immediatamente da 2 a 0,2; attraverso l’isolamento, si elimina la trasmissione anche senza imporre misure drastiche di contenimento al resto della popolazione.

Inoltre Crisanti ha spiegato che in ospedale arrivano a grappoli, interi nuclei familiari. Ciò significa che, se non si sta attenti, le nostre case possono trasformarsi in tanti piccoli focolai di contagio, diciamo che, in questo momento, sono più protetti i single.

Ha aggiunto anche che sarebbe utile andare nelle abitazioni a fare i tamponi, quantomeno a tutte le persone che hanno accusato sintomi non gravi. Controllare, poi, i familiari e chi è entrato in contatto con i soggetti contagiati. Sarebbe molto utile trasferire tutti i positivi in strutture ad hoc. Naturalmente si parla delle persone che non richiedono un ricovero ospedaliero.

Che ne pensate di ciò?


Buon Lunedì con fantastiche immagini entra!

 

Commenti al Post:
maresogno67
maresogno67 il 06/04/20 alle 16:39 via WEB
sono giorni, mesi oramai che iniziano frasi con "sarà meglio, durerà molto, il virologo tal de tali". No signori, voglio scendere non ce la faccio piu' nemmeno a contare le palesi contraddizioni che news a ogni secondo ci propinano come vangelo del 2020. ciao, gi
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 07/04/20 alle 18:39 via WEB
E che soluzione adotteresti Gianni? Smettiamola di farci prendere dal panico e stressarci. La verità è che di questo virus non si sa un cavolo, volendo potrebbe anche scomparire all'improvviso da un giorno all'altro (la vedo difficile comunque), o potrebbe anche andare avanti per anni. Il problema è questo, nessuno lo sa, buona serata.
 
Nuvola_vola
Nuvola_vola il 06/04/20 alle 16:49 via WEB
Mi piace il tuo post sai..un sorriso
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 06/04/20 alle 20:49 via WEB
Grazie Francesca, spero tutto bene, ti auguro una tranquilla serata e colgo l'occasione per augurare a te e famiglia, una serena settimana Santa (^_*)..
 
NonnoRenzo0
NonnoRenzo0 il 06/04/20 alle 17:01 via WEB
Seguo tutti i giorni i bollettini del governatore Zaia in diretta dal centro della protezione civile di Marghera, posso solo dire da profano che ha preso la strada giusta e i primi risultsti si vedono, peccato che abbia le mani legate dal DCPM. Buona serata Nina ciao
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 07/04/20 alle 19:18 via WEB
Non credo che abbia le mani legate con il DCPM se ci pensi bene Renzo, il Dpcm permette l'acquisto di derrate alimentari, di farmaci o uscite per motivi inderogabili, più stiamo isolati, meglio è per tutti noi, serena serata.
 
monellaccio19
monellaccio19 il 06/04/20 alle 18:02 via WEB
Sai cosa ci sta mancando in questo frangente tremendo e drammatico? Una condivisione e una linea decisionale, unica e concreta. Di medici, professori e ricercatori che parlano, abbiamo bisogno e ci garantiscono un servizio attendibile e preciso. Ma ognuno espone punti di vista, analisi e considerazioni che molto spesso su uno o più punti, differisce da quelle dei colleghi. Tutti abilitati e preparati intendiamoci, ma a sentir loro, oggi si parla di un colore e domani di un altro. Non abbiamo organizzato un vera e propria cabina di regia: una unità con un responsabile unico e con tanti collaboratori preparati. Si riuniscono una volta al giorno e basta, ci informano e si passa al domani. Ogni giorno e ogni sera, c'è sempre un che parla e noi ascoltiamo, poi arriva un altro e via si procede da un'altra parte. Borrelli legge solo bollettini di guerra, ma non l'ho mai visto lavorare sul campo. Arcuri è commissario unico, ma è un oggetto misterioso. Insomma ci sono tante idee ma ben confuse da non farci avere una linea di condotta unica, dalle Alpi alla Sicilia. Buona sera Nina.
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 07/04/20 alle 19:49 via WEB
Hai proprio ragione Carlé, ci bombardano ogni giorno di notizie allarmanti, ognuno dice la sua, non si sa a cui credere, dicono solo e sempre.."state a casa, state a casa" e ancora non è arrivata l'Estate, il caldo e lì sarà un vero problema, cosa dirti Carlé? Spegniamo la Tv? Adesso siamo diventati anche teledipendenti, una malattia sociale che sta facendo dei disastri enormi, passa una buona serata caro.
 
Estelle_k
Estelle_k il 06/04/20 alle 18:11 via WEB
Carissima Nina, io sono d'accordo con la linea dura che Zaia ha proposto e che è stata studiata sulla base dei fatti accaduti e delle proiezioni attendibili della curva. Il problema è pratico, non ci sono sufficenti risorse sia per i reagenti sia per numero di personale necessario a studiare gli esiti dei tamponi quando e se venissero fatti a tutti. Ma sull'idea direi che non si discute. Beccare più positivi asintomatici possibile. Perché questa oramai è una guerra. Bisogna passare al setaccio, Nina. Di questo passo si rischia che l'economia intera crolli per le restrizioni ma che nel frattempo i risultati siano lenti e marginali...Ti stringo Amica mia..a distanza...
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 07/04/20 alle 20:32 via WEB
L'intera economia è già crollata, forse non ci rendiamo conto, ditte chiuse, operai a casa che mantenevano intere famiglie sfamando tanti figli, tutto è fermo, si sfiora una bella guerra, ma cosa si può fare? Non saprei Estelle, intanto una serena serata stellata cara.
 
Estelle_k
Estelle_k il 06/04/20 alle 18:16 via WEB
https://youtu.be/NmvxHb4N6xk.... l'URL del video. ..Bacioni:))
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 06/04/20 alle 20:51 via WEB
Ti ringrazio Estelle, andrò a visitarlo al più presto possibile, una lieta serata.
 
divinacreatura59
divinacreatura59 il 06/04/20 alle 18:49 via WEB
Io penso che ci stanno portando al manicomio ecco quello che penso.Mi devo guardare anche da mio marito?Mi pare che abbiamo superato il limite.Scusa per oggi ma per me non è aria.Alla prox.....abbraccio.
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 06/04/20 alle 20:47 via WEB
Non c'è posto nei manicomi visto che nel lontano '78 il Parlamento italiano approvò la cosiddetta "legge Basaglia", che abolì i manicomi, gli ospedali psichiatrici in cui venivano rinchiuse contro la loro volontà le persone con disturbi mentali, e restituì loro il diritto di cittadinanza. Fu la prima legge al mondo ad abolire tutto ciò, dovuto a questo Basaglia, uno Psichiatra che con il suo lavoro fece cambiare il modo di pensare alla "salute mentale", non solo in Italia. Ci sarebbe da ridere, invece c'è solo da piangere Diana, confidiamo nella fede cara, buona serata.
 
   
divinacreatura59
divinacreatura59 il 07/04/20 alle 13:49 via WEB
Portare al manicomio è rimasto un modo di dire.Della legge Basaglia la sapevo pure io.In ogni caso con le prevenzioni abbiamo superato il limite.Un abbraccio.
 
     
nina.monamour
nina.monamour il 07/04/20 alle 19:21 via WEB
Lo sapevo che tu lo sapevi, ahahahahahahhh, hai ragione a dire che hanno rotto i gambasisi con tutte queste restrizioni, ma tanto cosa abbiamo da perdere? In casa siamo e in casa rimarremo, speriamo in tempi migliori, (me lo auguro), buona serata Diana,
 
licsi35pe
licsi35pe il 06/04/20 alle 19:09 via WEB
Molti e continui cambiamenti ci vengono imposti quasi quotidianamente. Tutto a seguito di nuove circostanze ed io comprendo. Bisogna però pensare che per molte famiglie, l'abitato non è sempre accessibile, per quadratura, a certi divieti. Ognuno, farà secondo il buon senso, credo, per rendere più sicura la coabitazione. Buona serata, cara Nina, con un abbraccio...*__*
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 07/04/20 alle 19:54 via WEB
Sono d'accordo con te Licia, ma di questo problema dovrebbe occuparsi chi è competente in materia, tra cui i Comuni, o sbaglio? Come si fa a vivere in minuscolo appartamentino, per esempio in cinque? Come si fa a "tutelarsi a vicenda", mah buona serata.
 
diogene51
diogene51 il 06/04/20 alle 19:31 via WEB
La mascherina e la diminuzione dei contatti in casa ha una sua ragion d'essere solo se le persone escono o se hanno continuato ad andare al lavoro anche in questi giorni, perché potrebbero essersi infettati. Ha meno senso in chi è stato sempre in casa uscendo solo per la spesa, la farmacia o buttare la spazzatura. Se non ci siamo ammalati fin'ora difficile che ci ammaliamo. Se e quando si passerà alla fase 2 queste misure potrebbero tornare importanti. Ma che pensano, gli epidemiologi, che marito e moglie, mamma e bambino staranno lontani con la mascherina? Mi sembrano cose un po' fuori dal mondo. Si vedrà. Io penso anche che forse il virus è un po' mutato ed è destinato a mutare. Come è stato sottolineato da alcuni in una prospettiva evoluzionistica, se il contatto tra le persone diminuisce, il virus non trova più nessuno da infettare e muore; per non morire potrebbe diventare meno aggressivo, così da continuare ad espandarsi ma non dando luogo a malattie mortali. Nina, buona serata!
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 07/04/20 alle 20:45 via WEB
Sono d'accordo Renato e in linea con il tuo pensiero. si lavora a ritmi velocissimi per trovare il vaccino ed una cura, i laboratori non si fermano, si sentono sempre di più notizie di test veloci, e alcuni paesi stanno già tornando alla pseudo-normalità. Non importa quando durerà il virus, il lockdown non può durare per sempre. La vita sociale ed economica prima o poi, IN UN MODO O NELL'ALTRO, dovrà per forza ripartire. Sono sicuro che già in estate ci ritroveremo in una situazione diversissima, in autunno non parliamone. Quindi il mio consiglio è quello di non farsi prendere dalla paura, non dico di essere ciecamente ottimista, ma di non lasciarsi prendere dal panico, fomentato dai media attraverso articoli falsi o dichiarazioni storpiate per fare click. Non è la prima pandemia che affrontiamo e non sarà l'ultima, l'umanità ha affrontato la spagnola con tecnologie infime e contesto storico aberrante e ne è uscita integra, stiamo a casa e ce la faremo. E quando ricominceremo ad uscire dalle nostre case, fosse anche con le mascherine e salutandoci con i gomiti, sarà bellissimo. Cerchiamo di stare lucidi, perché il futuro è tutto nelle nostre mani.
 
Semplicegeisha
Semplicegeisha il 07/04/20 alle 00:36 via WEB
Le giornate sono bellissime e luminose, il cambio dell'ora invoglia ad uscire all'aria aperta ed i dati in queste ultime sere sono un po' più incoraggianti, ma non facciamoci tentare! Teniamo duro! E' ancora troppo presto, rischiamo di compromettere tutti i sacrifici fatti fino ad ora, rischiamo di riportare ancora la nostra struttura sanitaria già provata in una situazione drammatica, in una situazione non più sostenibile, provocheremmo un collasso della nostra sanità, quindi tutti in campana, buona settimana Ninetta.
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 07/04/20 alle 20:55 via WEB
Credo sia chiaro a tutti l'impatto che questo virus ha avuto sulle nostre vite, non si deve essere un Virologo per capire che ste cacchio di mascherine servono e basta. Spero la popolazione sia più saggia di chi ci governa, baci alle piccole e serena serata Lav.
 
tanmik
tanmik il 07/04/20 alle 05:44 via WEB
Ovunque ti porterà questa splendida giornata vai con il sorriso ...Buongiorno da Mik
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 07/04/20 alle 19:23 via WEB
Splendida non direi proprio, ma siamo anora vivi, ed è questo che conta Mik, un abbraccio e passa una tranquilla serata.
 
zacarias5
zacarias5 il 07/04/20 alle 07:52 via WEB
TUTTI INSIEME CE' LA FAREMO ..FORZA ITALIA!!! BUONGIORNO NINA.. TI AUGURO UNA LIETA E SERENA GIORNATA..BY MARCO
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 07/04/20 alle 19:27 via WEB
Io sono cattolica non praticante Marco, ma oggi mi sono resa conto che nulla potrà salvarci da questo maledetto nemico, non abbiamo armi alla pari per combatterlo, siamo solo nelle mani di Dio, Lui è grande, sono sicura che non ci abbandonerà, confidiamo nella fede, buona serata.
 
baciofondentecuore
baciofondentecuore il 07/04/20 alle 11:40 via WEB
Buongiorno Nina .....il nostro governatore Zaia sta facendo progressi .....però ha le mani legate dai capoccia......in tutti i modi la mascherina...guanti sono d’accordo.....poi che dire c’è ancora focolai .....siamo ottimisti però questo virus è lento da debellare....sperando che trovano il vaccino e che usciremo da questo inferno.....sperando che arrivi un bellissimo arcobaleno che possiamo abbracciare le persone care ....ciao Nina
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 07/04/20 alle 19:29 via WEB
Nella speranza che si trovi questo benedetto vaccino Rita, passerà del tempo, serena serata Santa.
 
indimenticabileio
indimenticabileio il 07/04/20 alle 13:32 via WEB
...i risultati ci sono...dipendesse da me continuerei a cercare questo virus fino a stanarlo dove il maledetto si nasconde..se deve essere una guerra che guerra sia...ma se fosse pace quanto ne sarei più contento...
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 07/04/20 alle 20:29 via WEB
Ahahahahhhh, saremmo tutti contenti, non solo tu, buona serata Santa.
 
tanmik
tanmik il 08/04/20 alle 03:26 via WEB
La felicità non arriva quando otteniamo cosa vogliamo, ma quando godiamo ciò che abbiamo. ^^^ Un bel mercoledi solare per augurarti tanto amore e tanta felicità. ,,,,MIK
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 08/04/20 alle 12:16 via WEB
Giusta interpretazione Mik, un soleggiato Mercoledì anche a te, buon pranzo.
 
woodenship
woodenship il 08/04/20 alle 03:45 via WEB
E'quel che avrebbero dovuto fare,ovvero una mappatura dei contagi,attraverso una indagine che risalisse a tutti i contatti delle persone risultate infette.Avrebbero dovuto impegnare subito,come fatto in Cina,tante persone a tracciare le mappature del territorio e delle persone.Così credo che si sarebbe circoscritta subito un'area ben precisa do sottoporre a quarantena. Invece non è stato fatto,a quel che risulta dalla devastazione delle province di Bergamo,Brescia e Milano,provocando un'ecatombe........Un bacio triste di stelle ma sempre scintillante di amicizia........W.......
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 08/04/20 alle 13:14 via WEB
Ciao Salvo, secondo molti il modello cinese non è riproducibile in Europa e Stati Uniti, la Cina, sostengono tanti, è una tirannia in grado di adottare misure di contenimento senza curarsi dei diritti individuali. Può spostare risorse e concentrare gli sforzi in un modo che, per le normali democrazie, appare impossibile. Inoltre in Cina si sono mobilitati come per una guerra, ma tanti giornalisti hanno scritto che noi in Italia non possiamo farlo, dobbiamo cambiare mentalità e iniziare a pensare in termini di dare una risposta rapida a questa epidemia. L'OMS, leggevo proprio ieri, ha definito gli sforzi della Cina "la più ambiziosa, agile e aggressiva campagna di contenimento di una malattia mai messa in campo nella storia". Queste imponenti misure hanno prodotto un risultato che molti oggi definiscono inaspettato, e pensare che oggi la Cina, il primo paese dove si è sviluppato il contagio è quello che, prima di essere superato dall'Italia, ne aveva pagato il prezzo più alto, ha raggiunto e superato il picco dell'epidemia e la scorsa settimana, per la prima volta dall'inizio dell'emergenza, non ha registrato nessun caso di virus infettato localmente. Un abbraccio virtuale nella speranza di poter sconfiggere questo maledetto "nemico" al più presto possibile, una serena settimana Santa.
 
saverio.ancona
saverio.ancona il 08/04/20 alle 10:25 via WEB
In questo momento, in cui tutti lottiamo contro un nemico subdolo, t'invio un caro saluto e l'augurio di lunga vita. Se saremo forti dentro e rispetteremo le indicazioni... saremo vincitori. Un virtuale abbraccio!
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 08/04/20 alle 12:25 via WEB
Ciao Saverio più che un nemico subdolo, lo definirei un killer spietato che miete vittime continuamente, un killer contro cui non si può combattere, solo seguendo regole, restrizioni possiamo in qualche modo "rallentarlo", siamo tutti sulla stessa barca, speriamo bene, un augurio per una serena settimana Santa a te e famiglia.
 
ninograg1
ninograg1 il 08/04/20 alle 12:34 via WEB
non siamo ancora fuori .. mi trovo d'accordo in toto; so che è dura ma bisogna farlo per noi e per tutti quelli che ne potrebbero avere conseguenze gravissime.
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 08/04/20 alle 13:38 via WEB
L'unica cosa che si può fare è ascoltare le direttive emanate per tornare al più presto alla vita quotidiana, mai come ora ho condiviso le misure di sicurezza e la serietà con cui lo Stato sta venendo contro a questa emergenza e mi dispiace che il massimo che possa fare per dare una mano ai genitori, amici, concittadini, sia restare a casa ma uniti riusciremo a venirne fuori, buon pomeriggio Nino.
 
bettubettu
bettubettu il 13/04/20 alle 16:13 via WEB
Caspiterina, la scoperta dell' America assieme a quella dell'acqua calda!!! A stare vicini ci si contagia, ma tu pensa!! Quanti genitori hanno preso orecchioni, rosolia o morbillo dai loro pargoletti che si contagiavano a scuola??? Ci vuole un virologo? L'unica affermazione davvero sensata è l'ultima: per circoscrivere il virus l'unico modo è fare tamponi a tappeto, tentando di giocare in anticipo sul potenziale contagio degli asintomatici e di coloro che possono essere stati in contatto con qualche persona positiva e anche al minimo sintomo sospetto. Attualmente non c'è altro sistema e i Paesi che l'hanno adottato fin dall'inizio lo stanno dimostrando. Peccato che in Italia, per quasi tre settimane, hanno mantenuto la politica di fare il tampone solo se avevi una tosse da sputare i polmoni e a Milano la Metro non ha mai smesso di circolare... Ma di che ci lamentiamo? Ma di cosa stiamo parlando???
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 13/04/20 alle 17:56 via WEB
Sono d'accordo te, ma in parte, non si trovano mascherine, disinfettanti, reagenti, posti liberi in Pneumologia, respiratori e altro, non capisco perché si continui a fare finta che sia tutto sotto controllo, e soprattutto non capisco questo veto alle istituzioni private per fare tamponi o altro, visto che le pubbliche non c'è la fanno più. Fino al 3 aprile, il Ministero della Salute e l'Istituto Superiore della Sanità hanno raccomandato di fare i test a tutti i pazienti che presentavano sintomi sospetti, cosa che non è avvenuta, i tamponi vengono fatti in larga parte soltanto ai pazienti così gravi da richiedere un ricovero in ospedale, e a migliaia di casi sospetti meno gravi (ma non per questo molto lievi) il tampone non è stato fatto. Il problema è che i laboratori attivi sono alla loro capacità massima, e non riescono ad analizzare il numero di tamponi che sarebbe necessario fare, ma se la capacità dei laboratori che analizzano i test è limitata, i tamponi vanno fatti ai pazienti che rientrano in alcune categorie prioritarie, ricoverati, goperatori sanitari a rischio e i pazienti più fragili e che tutti gli altri individui che presentano sintomi possono essere considerati casi probabili e isolati senza test supplementari? Questa nuova direttiva, in sostanza, riconosce il problema che persiste da settimane, non si riescono a fare tutti i tamponi che sarebbero raccomandati, e quindi migliaia di casi sospetti non vengono testati. Il fatto che non si stiano facendo abbastanza tamponi dipende in parte dalle scelte delle amministrazioni regionali, e in parte da difficoltà tecniche che prescindono dalle loro volontà. La Sanità che abbiamo in Italia fa acqua da tutte le parti, non sarebbe ora di rivedere tutto il sistema per il benessere della collettività? Grazie della tua partecipazione e serena Pasqua.
 
nagi51
nagi51 il 13/04/20 alle 21:38 via WEB
Ognuno dice la sua ..noi speriamo di seguire quella giusta ..speriamo di tornare davvero a sorridere e con le dovute precauzioni poter frequentarci tutti presto ..scusami Nina se non sono molto presente e nemmeno gli auguri ti ho fatto ..Buona serata di questa strana Pasquetta con un sorriso
 
 
nina.monamour
nina.monamour il 25/04/20 alle 14:24 via WEB
Non devi neanche dirlo Nagi, comprendo bene che ognuno di noi, specie in questo momento, ha bisogno di "capire, elaborare" ciò che sta succedendo intorno a noi, confidiamo in tempi migliori, buona festa della Liberazione cara.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2lalieno_2016licsi35peQuartoProvvisoriowoodenshipD_E_U_Schiedididario66ellen_ellenexiettoLita890dgl0monellaccio19dolcesettembre.1tanmike_d_e_l_w_e_i_s_saligi4
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 192
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

**********

             

 

 

 

 

 

         

 

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20