« AntisemitismoLa castrazione chimica »

protezione degli indigeni

Post n°585 pubblicato il 08 Maggio 2019 da diogene51
 

 

E' abbastanza noto che gli indigeni abitanti originari dell'America centrale e poi di quella settentrionale meridionale furono distrutti non solo e non tanto dalla conquista e dalle ucisioni che l'accompagnarono, dalla riduzione in schiavitù, ecc. quanto dalle malattie portate dai colonizzatori. Fossero essi conquistadores o missionari, essi importarono nel continente americano malattie comuni in Europa ma sconosciute in quelle terre, che produssero grandi stragi.

E' meno noto che ancora esistono popolazioni che non sono state toccate dal mondo moderno e che sopravvivono all'interno dell'area amazzonica (in Colombia) fedeli alle loro tradizioni, che vivono di caccia, di raccolta, di pesca e di una piccola agricoltura di sussistenza. Da qualche tempo gli antropologi ma anche le autorità governative si sforzano di mantenere aree libere da insediamenti di bianchi attorno alle zone dove vivono queste tribù e di evitare che imprenditori malintenzionati, attratti dalle risorse del legno e minerarie di quelle zone possano spodestare gli indigeni, scacciarli dalle loro terre o entrare in contatto con loro trasmettendo malattie. Non è facile ottenere ciò, ma anche le popolazioni semi-isolate, che hanno qualche contatto col mondo esterno, stanno collaborando per preservare l'isolamento dei loro vicini, che vogliono continuare a vivere a modo loro. Essi sanno che esiste un altro mondo, quello cosiddetto civilizzato, ma non ci vogliono entrare, ed è un loro diritto.

 

Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Rispondi al commento:
nina.monamour
nina.monamour il 09/05/19 alle 15:45 via WEB
Oggi, i nativi, all'incirca tre milioni di unità, stanziati in diverse zone degli Stati Uniti, si trovano ad affrontare problemi economici, sanitari e scolastici, ma una nuova generazione si sta adoperando per riportare in vita i governi tribali e per riappropriarsi di quella cultura che l'uomo bianco ha cercato di spazzare via. Per la maggior parte degli storici europei dell'epoca, gli indiani furono un ostacolo e una minaccia all'espansione pacifica dell'uomo bianco, nonché provocatori di violenze di frontiera. In realtà, quell'espansione non fu né pacifica né tantomeno "onesta" se si considerano gli accadimenti (non ultimo gli assassinii dei capi indiani trucidati a tradimento nel contesto delle trattative di pace, Sono stati gli uomini di Colombo che, tornando dall'America, hanno portato la malattia in Europa, le popolazioni indigene erano in qualche modo immunizzate nei confronti delle malattie europee e sicuramente erano maggiormente immunizzate rispetto a tutte le malattie locali. Buon pomeriggio Renato.
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 
 

 

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 72
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

surfinia60e_d_e_l_w_e_i_s_sdiogene51nina.monamourladybird200927Myla03soltanto_unsognoLutero_PaganoLadro.di.Mentelacey_munrom.a.r.y.s.eoranginellaTerzo_Blog.GiusRosecestlavie
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom