TEN CONTO UNA

VOT CHE TE LA CONTA, O CHE TE LA DIGA?

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

AREA PERSONALE

 

 

Post N° 1

Post n°1 pubblicato il 05 Ottobre 2006 da skippy780

Benvenuti nel mio blog, ma non inlludetevi non troverete testi in italiano, l'obbiettivo è di creare un blog tutto Trentino, quindi troverete solo testi in dialetto Trentino. Testi di tutti i tipi, ma puliti, niente parolacce, e volgarità. Prossimamente potrete trovare cose interessanti, utili, e simpatiche, tenete d'occhio il blog, e se volete esprimete le vostre opinioni, anche scrivendo all'autore stesso all'indirizzo imail: genius.paolo@alice.it ma con educazione, e rispetto per l'autore.

 
 
 

Post N° 2

Post n°2 pubblicato il 06 Ottobre 2006 da skippy780
Foto di skippy780

 

Il mio secondo blog http://blog.libero.it/cielodipinto/

SMACAFAM ALLA TRENTINA

 

INGREDIENTI:

 

Pane raffermo

Latte

Un uovo

50 g. Di farina bianca

Lucanica fresca

Mozzarella “ A scelta grana trentino “

Sale e pepe

Olio extravergine d’oliva

 

Preparazione:

 

Tgliare il pane a dadini, bagnarlo con del latte bollente, aggiungere l’uovo, la farina, la lucanica, la mozarella “ A scelta grana trentino “, tagliata a pezettini. Sale e pepe, frustare e mettere il tutto in una teglia, in forno a 150 g per circa 20 minuti. Servitelo caldo.

 

SMACAFAM ALA TRENTINA

 

INGREDIENTI:

 

Pan rafermo

Lat

N’òff

50 g. de farina bianca

Luganega fresca

Mozarela “ A scelta grana trentino “

Sal e pever

Oio extravergine de oliva

 

Preparazion:

 

Taiè el pam a dadoti, bagnèlo col lat broent, agiungeghe l’òff, la farina, la luganega “ A scelta grana trentino “ taià a dadoti, sal e pever, frustè e metè tut en ‘n te na tecia, metelo en forno a 150 g. per presapòc 20 minuti. Servilo calt.

 

 

 
 
 

Post N° 22

Post n°22 pubblicato il 09 Gennaio 2007 da skippy780
Foto di skippy780

CANEDERLI TRENTINI.

INGREDIENTI:

300 g di pane bianco raffermo, 100 g di speck, mezza cipolla tritata finemente, una noce di burro, due uova, 2 bicchieri di latte, 2 cucchiai di farina, 2 cucchiai di prezzemolo tritato, sale, erba cipollina, 1 1/2 litro e 1/4 di brodo di carne.

PREPARAZIONE:

Tagliare il pane a dadini e metterlo in una terrina. Tagliare lo speck a dadini piccolissimi ed aggiungerlo al pane. Friggere la cipolla nel burro. Frullare le uova con parte nel latte, aggiungere il prezzemolo e versare il tutto sul pane. Fate riposare mezz’ora. Aggiungere la farina, il sale e la cipolla e se occorre anche un po di latte.
Con le mani bagnate formate i canederli, metteteli nell’acqua bollente precedentemente salata e fateli bollire a fuoco moderato per 15 minuti ca.(per evitare che i canederli non tengano alla cottura, si può cuocerne uno per prova: se dovesse disisfarsi, sarà utile aggiungere ancora un po di farina alla pasta).
Servire in un buon brodo di carne cosparso di erba cipollina. Dalle quantità di cui sopra si ricaveranno 8 canederli.

CANEDERLI

Per fare dei candereli

col brodo e col ragù,

se ciapa del prezzemolo

e se lo taia su.

 

Farina, oio, zigola,

luganeghe col speck,

pan vecio, che se smgola,

e ‘n poc de formai sgnec.

 

Se fa balotole col pan gratà,

con qualche fregola de ai pestà,

po’ qualche chicchera de lat e vin…

Ecco i canederli de noi trentin!





 
 
 

Post N° 27

Post n°27 pubblicato il 04 Agosto 2007 da skippy780

CURIOSA LUNA

Entant che s’endormenza la zità,

dala Maranza spunta la luna,

Na luna ciara, tonda, splendida è lusènte

Che sbianca i coerti, endriza su i camini,

che ciacola tra lori, i grandi, i picenini,

contando de la so vitaza. Le gran pipade,

le slinze, la caraza….

 

Do moroseti, scondudi drè a ‘n porton,

se basa da ‘l bel pèz senza parole…..

Dre  ‘na finestra mèza ‘n luminada,

‘na veciotèla nèta, sprofondada

‘n te na poltrona cepa e rosegada,

coi òci ormai seradi,

tenta de sgranar en gròs rosari…

E ti biondin, en quela to cunàata,

che te dormi ridendo en ‘na nuvola de anzoi,

no sentet la luna birichina che cuca sul bianco linzolet?

El par che la te vòga desmisciar,

el par che la te ciama per zugar su per el vel,

la redesela ‘n profumada dale man de na mama ennamorada.

 

Ma po’ la luna la slipega ‘n silenzio sul tapè,

su ‘n te n’armar, sul mur, la tenda ciara,

ancora ‘n cicinin,…. Eco l’èi nada.

Fora l’è tut na serenada.

La tor del Dom, la bate l’una.

L’èi quasi sul Bondon…

Curiosa luna!

 

 

 

 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: skippy780
Data di creazione: 05/10/2006
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Dr.TronoGuidoGiovannRaffylunaticaciccilbasucker1LABANCHETAMAGICAbartologiovannelliCameljs
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: skippy780
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 42
Prov: TN
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Dr.TronoGuidoGiovannRaffylunaticaciccilbasucker1LABANCHETAMAGICAbartologiovannelliCameljs