Blog
Un blog creato da Truman_2000 il 22/06/2008

The Truman Show

La mia vita è un "Truman Show", ma al rovescio: vivo in un mondo tutto mio, illudendomi di essere il protagonista della storia!

 
 

VORREI AVERLA DETTA IO

“Ogni stroncatura è

soltanto un atto d'amore

nei confronti del cinema!

- Alessio Guzzano -

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 9
 

 

« Riforme costituzionali: ...La sentenza di Berluscon... »

In morte di Giulio Andreotti

Post n°192 pubblicato il 06 Maggio 2013 da Truman_2000
 

Giulio Andreotti non è stato (solo) un uomo politico della prima Repubblica: Giulio Andreotti è stato la prima Repubblica!
Nel bene e nel male, ciò che l'Italia è stata negli ultimi cinquant'anni del '900 e, sotto certi aspetti, è ancora adesso, lo si deve a lui che, dal '48 in poi, è stato 7 volte Presidente del Consiglio e ininterrottamente ministro, di qualunque cosa.
Le sue responsabilità politiche sono incommensurabilmente maggiori di quelle che potevano avere rilevanza penale; e il vero scandalo, a mio avviso, è che non sia mai stato chiamato a rendere conto - innanzi al paese - delle prime, ma solo delle seconde.
Come uomo, si è contraddistinto per ironia, intelligenza, abilità politica, capacità di mediazione, ma anche per l'arte di riciclarsi e di tirare a campare. Lo hanno accusato di essere al centro di tutte le peggiori nefandezze della storia italiana dal dopoguerra ad oggi, ma non ha mai querelato nessuno e non è mai stato accusato di essersi arricchito facendo politica; e, nel momento della caduta della prima Repubblica, non è stato in alcun modo coinvolto nello scandalo di Tangentopoli.
Come uomo politico, ha rappresentato al massimo livello i vizi e le virtù del popolo italico che, per cinquant'anni, lo ha votato con convinzione, ma dicendo di farlo "turandosi il naso". Sicuramente è stato uno statista: un gigante, paragonato ai leader politici di oggi.
La sua parabola politica non può ridursi a quella giudiziaria, che in ogni caso lo ha visto difendersi nei processi e non dai processi. Per colpa o per sfortuna, la magistratura è arrivata tardi: il giudizio su di lui lo darà la storia e, per chi ci crede, il Padreterno!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

TAG

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Truman_2000TOVARlSHgiorgio.russo90sisyphus13lacky.procinoladro_di_stelle_dgl2antropoeticolumil_0acqua.azzurra.falphabethaaMr.Trumanroberto.820jammyskatiaramunni
 

ULTIMI COMMENTI