Creato da Cristiana_Paula il 17/01/2009

__PAROLE__PAROLE__

«Pazienta per un poco: le calunnie non vivono a lungo. La verità è figlia del tempo: tra non molto essa apparirà per vendicare i tuoi torti.»

ALTRI_BACI

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 2
 

 

RAZZISMO...Dì LA TUA!! »

Qualcuno mi sente?

Post n°1 pubblicato il 17 Gennaio 2009 da Cristiana_Paula

 

Qualcuno mi sente?

Migliaia, anzi no, millioni di pensieri svollazzano nervosi,allegri,tristi,sorridenti nell'aria.

Sono i pensieri di tutti noi...ma quanti sarranno?

Non è certo possibile quantificarli,pesarli,misurarli...semplicemente ci conviviamo tutti giorni tutte le ore

i minuti,secondi ,istanti con loro: i nostri pensieri.Forse pensandoci bene siamo di fronte a noi stessi , i nostri pensieri siamo noi.

Allora?Conviviamo con noi stessi!

Questa si che è un'impresa ardua! Perchè?Forse perchè noi non ci conosciamo VERAMENTE, siamo dei personaggi,attori nella nostra vita di fronte a tutti e a noi stessi.Mentre diciamo una bugia ,non ci rendiamo conto in quel istante che stiamo camuffando il nostro vero essere?Eppure lo facciamo.Sorridiamo al datore di lavoro la mattina presto dicendogli ''Buon Giorno''ma dentro di noi,nella nostra testolina avremo voluto veramente fare la stessa cosa?Ovviamente mi riferisco ai casi in cui il il capo è il cosidetto ''uomo nero'' della situazione.Perchè quando la nostra presunta amica ci chiama per chiederci un favore,non essendosi fatta viva da più di un mese,noi quando le rispondiamo al saluto per telefono usiamo sempre il ''Ciao CARA''???

Abbiamo il coraggio di dirle: ma come mai non ti sei fatta viva per un secolo e adesso quando sei nel bisogno mi chiami?Certo, come si fa a rifiutare di dare una mano al bisognoso è contro il buon costume, contro la morale,lo so ,però comunque resta il fatto che la verità non la diciamo.Ho fatto degli esempi non esaurienti ma prova anche tu che stai legendo ad immaginare situazioni simili ,non ho forse ragione?

Avevo detto che siamo attori, ovviamente la cosa non sarà mai ammessa da nessuno.

Perchè lo siamo quando meno noi c'è lo aspetiamo e a volte non ce ne rendiamo nemmeno conto.Allora perchè tanto clamore in tutto questo? è facile perchè Io, che voglio essere una persona sincera che voglio verramente conoscere me stessa e gli altri per come verramente lo sono, come faccio?

Parto col pregiudizio?Che forse non è tutto cosi come mi sembra?Con chi parlo io?

Con la mia famiglia forse non dovrei pensare nemmeno che abbia un qualsiasi motivo per non dirmi la verità.Con il fidanzato?La sua famiglia?I miei amici?

Con chi parlo? PARLO CON ME STESSA. Sono sempre alla ricerca della verità, della MIA VERITà, di chi sono verramente io.Ho usato la parola Verità troppe volte e questo può creare uno stimolo per chi legge negativo.Dirai tu che leggi..ma alla fine che cosa vuoi?Sai una cosa non lo so nemmeno io.Se l'avrei saputo non sarei qui a scivere.

"Che pazza!"Ecco quello che penso io che voi lettori potete esclamare, e poi subito dopo il foglio con queste parole lo gettate per terra o nei migliori dei casi nel cestino.(mi raccomando nel cassonetto della carta!)

E brutto pensare che viviamo tutti una vita superficiale,che i giovani oggi invece di andare alle lezioni preferiscono giocare a briscola davanti a un bar.

Ma loro si domandano queste cose?Si rendono conto che la vita è una?

Che la droga e l'alcool fanno male e risaputo, eppure millioni di giovani e meno giovani li trovi in un pub,discoteca o altro attaccati al bancone come se fosse un magnete e bevono,bevono..e poi?Con la mente confusa agiscono senza lucidità commetendo reati.

Di chi è la colpa per il fatto che muoriamo in incidenti stradali dove alla guida c'è gente ubriaca,

muoriamo assassinati da gente drogata;secondo me, noi muoriamo dentro vedendo quello che sta succedendo intorno a noi e non siamo in grado di fare nulla perchè siamo con le mani legate.

Con le mani , ma non co la nostra testa e con la nostra bocca.Possiamo parlare.Ecco sono ritornata alla stessa domanda:Con chi parliamo?

Come avevo accenato prima sono millioni i nostri pensieri , e questo che ho presentato è uno solo.

Mi sento scoraggiata, forse io sbaglio.Fino ad oggi nessuno mi ha mai parlato o accenato di questa problematica.

Non posso mica viaggiare nel tempo e parlare con Aristotele,Kant o altri ilustri filosofi della nostra storia.Loro forse avrebbero potuto darmi le risposte.

Ovviamente c'è da qualche parte nel mondo, e forse sei proprio te che stai leggendo in questo momento ,la persona che io non ho ancora incontrato(o forse si?).Dico cosi perche sapete, quando mi passate vicino io sono una maschera,forse essendo partita col pregiudizio nei vostri confronti vi ho ''pesato'' male.

Stento a crederci che sia tutto cosi ''male'', che siate tutti voi cosi superficiali.Rimane lo stesso dentro de me la domanda :Con chi parlo io?

Vagare nei meandri dei pensieri è bello ma molto difficile da trascrivere sulla carta.Ci hanno provato e riuscito illustre personalità, come Proust.Quanti giovani hanno letto Proust, anche un paragrafo solo?Senza voler sottovalutare nessuno sono dell'opinione che non l'abbiano fatto in tanti.Ma se nemmeno alla parola di Proust hanno datto ascolto (mi riferisco ai ragazzi che invece di venire a lezione restano davanti al bar per giocare a carte e magari fumarsi una bella sigarettina) come possono ascoltare me?

Te però che stai leggendo,e non hai ancora butato via questo foglio, mi stai ascoltando ,ti sto parlando ,ecco con chi parlo io :CON TE!

Se qualcuno mi sente quello sei TE.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/WORDSCUVINTE/trackback.php?msg=6323592

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
pestifero28
pestifero28 il 18/01/09 alle 09:22 via WEB
Ciao, ho letto qualcosa del tuo post, quel qualcosa mi ha fatto conoscere una persona che si sta affacciando alla vita e ragiona ancora con il senno dell'innocenza,con parole e pensieri profondi inizio di una maturità che sicuramente muteranno nel tempo se intelligente e coerente, se riesce a guardare il mondo con occhi veri senza come un vero giudice di se stesso, prima di giudicare gli altri, purtroppo il mondo la gente che lo abita nn è come vorremmo che noi fosse, solitamente è il contrario anche se si atteggia e vuole dare un'impressione pulita onesta e cristallina di cio che in realtà nn è...dentro se stessi sono esattamente il contrario di quello che vogliono far vedere, purtroppo i giovani oggi tendono ad andare x la loro strada senza ascoltare o snobbare chi la vita veramente l'ha vissuta e potrebbe veramente elargire qualche sana pillola di saggezza che potrebbe aprire un tantino la loro mente,e poi ne pagano le dure conseguenze anche con la vita e mettendo a repentaglio anche la vita che nn è loro,ma questa è la regola dei giorni nostri...quindi penso che avrai ancora molta strada da percorre x capire un pochino cosa sia la vita e la gente che
 
pestifero28
pestifero28 il 18/01/09 alle 09:34 via WEB
la domanda che ti poni con chi parli devi sempre fartela con chiunque tu stia parlando...è un'ottima regola x soffrire di meno...;-))
 
 
Cristiana_Paula
Cristiana_Paula il 18/01/09 alle 20:47 via WEB
Grazie per il tuo consiglio...penso però che se il mondo fosse meno falso..e più vero..pulito con valori veri..sarebbe più facile ''vivere/convivere''..sempre preoccupati della verità di collloro che ci circondano la nostra esistenza allora è permeata dal continuo ''decifrare '' gli altri..come dici te ..tutto questo per ''soffrire meno''..quindi noi soffriamo a priori se conosciamo o meno ''con chi parliamo''..che vita eh!!..(ammetto la mia è una visione un pò pessimista...:-((( )
 
   
pestifero28
pestifero28 il 19/01/09 alle 11:48 via WEB
purtroppo il mondo nn sarà mai meno falso come si spera possa essere la natura umana nn la cambi, impossibile cambiarla...purtroppo è una realtà poco bella, nn bastano poche persone a cambiare il mondo e nemmeno l'apporto del singolo, rimane una goccia nell'oceano, forse il pensarlo puo aiutarci a mettere la nostra coscenza a tacere...c'è un modo x soffrire meno, fregarsene di tutto e di tutti ed essere egoistio al massimo...e vivere la propria vita in funzione dei nostri desideri...la maggior parte fa così...se la tua è una visione pessimista la mia è acatastrofica...ma l'esperienza mi ha insegnato così...i luoghi comuni li lascio a chi sogna...il falso buonismo pure...
 
tghucher
tghucher il 18/01/09 alle 23:11 via WEB
ho 40anni a marzo ho sempre gicato a calcio ma da te avrei preso un bel rosso intrigante ciaooo bellaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
 
Cristiana_Paula
Cristiana_Paula il 18/01/09 alle 23:24 via WEB
ah si?....:-)) simpatico.... Guardi numero 168(sul contatore)..la prego si allontani dal terreno di giuoco... tutto questo con un bel sorriso 'calmo'.. :-)
 
maschio_55
maschio_55 il 14/11/10 alle 15:18 via WEB
Domande che si pongono poche persone, ogni tanto le domande scompaiono ma poi ciclicamente ritornano; sono le domande delle anime grandi a cui non c'è risposta. Solo un "luogo" supera le domande senza dare risposte ed è l'amore, l'amicizia, il "luogo" fatto di persone a cui puoi regalare la tua vita.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

BACI_BACI_BACI

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Gulliver69contedifulcignanogiorgio.1ePITO2008fantomas_62rinasco_da_memacchianera58associazioneganeshmicinaettaFaith_72devils_angels_loveyulyusmaschio_55Anc0ra_e_sono_7Pix612
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom