Creato da acrilmilanese il 05/08/2010
giornale che spazia da Milano .. Municipio 7 di Baggio-San Siro e Forze Armate a tutta la Lombardia

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

Ultime visite al Blog

costanzatorrelli46elisabetta.191172poeta_semplicemisteriosocolbotto0aniram1959amorino11acronlusdifatto19lunadellupociaobettina0pensieri_alventociaobettinaolgy120gryllo73surfinia60mlr777
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« acr il MILANESE e l'8 m...il milanese-baggese-vala... »

Acr il milanese-Baggese

Giovedì 22 marzo, ore 18.00

Incontro con Rachele Ferrario, autrice del volume (UTET)

Con la partecipazione di Chiara Gatti, storica dell’arte e giornalista

Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Mario Tozzi, René Paresce, Massimo Campigli e Filippo De Pisis: sono questi i nomi dei sette artisti che nel primo Novecento, febbrile e inquieto, trovano nella rutilante Parigi una seconda casa. 

Rachele Ferrario dipinge un vivace quadro di quegli anni folli e racconta l’affascinante parabola degli Italiens de Paris, protagonisti e testimoni di una delle stagioni più entusiasmanti dell’arte mondiale.

SCOPRI DI PIÙ

Ingresso libero
(non è necessaria la prenotazione)

La Cavallerizza - Via Carlo Foldi, 2 - 20135 Milano 
T. 02 4676151 - cavallerizza.braidense@fondoambiente.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/acrilmilanese/trackback.php?msg=13644619

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento