Creato da adunabambinasognata il 01/09/2007

allabimbasognata

parole che attendono di essere pronunciate

 

 

« Post N° 47Messaggio #49 »

Post N° 48

Post n°48 pubblicato il 26 Luglio 2008 da adunabambinasognata

Dal post n. 44 del 25 luglio 2008 di teatron78

.

.

LA REALTA' DELLA FIABA

.

-

Perché è importante che i bambini scrivano fiabe? 

Innanzitutto vorrei precisare che le fiabe, nella tradizione, non hanno nulla a che vedere con

la fantasia ma riguardano l’immaginazione ed il simbolismo: la fantasia ha per oggetto

qualcosa di assolutamente irreale, che non potrà mai accadere; il simbolismo, invece, che

attinge all’immaginazione, una delle facoltà, insieme alla memoria ed alla ragione, principali

della nostra mente, è il fondamento di ogni arte: esso, attraverso le immagini della realtà

corporea, usate in modo sintetico, rimanda, come diceva Platone, alla realtà superiore, il

mondo delle idee innate, attraverso le quali possiamo misurare la realtà corporea, quella che

ci circonda nel nostro attuale stato di coscienza, per  conoscerla nella sua essenza. Nella

fiaba, il protagonista, sente l’imperativo interiore a lottare contro l’ingiustizia di questo mondo

e, per il trionfo della giustizia, è pronto a dare la sua vita. Per compiere quest’opera egli deve

vincere la sua pigrizia, le sue paure e, soprattutto, il suo egocentrismo-egoismo, la fonte di

ogni ingiustizia. Per questo, egli, avrà, dopo il superamento delle prove, l’elemento magico

che risolverà l’ingiustizia, ma, lo avrà, appunto, per la sua purezza di cuore, perché non userà

questo strumento per soddisfare il suo egoismo ma per il bene dell’umanità. Il “cattivo” mai

potrà avere l’elemento magico perché, appunto, lo vuole solo per soddisfare il suo egoismo.

L’elemento magico, allora, non è altro che il simbolo della divina provvidenza, della grazia

divina che discende sul Santo. Il protagonista, quindi, nella sua apparente semplicità, è un

eroe nel senso classico dell’accezione greco-romana, colui che apre la via fra la terra ed il

cielo: Cristo, Budda, Maometto, sono il prototipo della figura dell’eroe ed ognuno è chiamato

a seguire, nelle sue possibilità, la Via. Impegnarsi nella creazione di una fiaba “moderna”

implica, allora, il guardarsi dentro e cogliere i propri limiti e difetti nella vita di ogni giorno, per

poterli affrontare e, nei limiti delle nostre possibilità, superare.

Per ulteriori approfondimenti visita il contafavole

,

..

.

Ringrazio vivamente l'amico Teatron78 per la disponibilità e la collaborazione offerta nel concedermi l'autorizzazione a riportare tra queste pagine una parte del suo lavoro.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 102
Prov: EE
 

PER TE... DOLCE ANIMA

 

LA FORZA DELL'AMORE

 

CON GLI OCCHI DEL CUORE

 

A PROPOSITO DI SOGNI...

 

ULTIMI COMMENTI

Citazioni nei Blog Amici: 6
 

ULTIME VISITE AL BLOG

psicologiaforenseWIDE_REDforddissecheeugenia1820alfio.zanaboneadunabambinasognataEmHotepNarcysseailata76avv.andreapagliccidonnaisabellabal_zacPhoedra0parolapaola
 
 

I MIEI LINK PREFERITI