Creato da: ordinarypeople il 26/09/2009
Questo blog è una dichiarazione d'Amore. Io sono certo di aver trovato la donna della mia vita, io sono sicuro che amo e voglio solo lei e anche se adesso non l'ho più riuscirò a far si che l'universo ritrovi la sua armonia che tutto torni al suo posto tornando a stare con lei per sempre. Io Amo Lei e Lei Ama Me.

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

epoca2000trasportisandra.pampaninYearendilangelo201150diana_89angela.scalaasimo676donatella1406vickyscyaga1elisa1577tournourdolcissima63dgl0myke75
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« Dazed and Confusedperchè la amo? (risposta pt.2) »

sarei geloso anche della sofferenza (risposta pt.1)

Post n°19 pubblicato il 18 Ottobre 2009 da ordinarypeople

Che l'amore porti solo amore, che chi ama  e sa amare non può augurarsi il male di qualcuno e roba da catechismo hippy.

Se sò che la donna che amo passa il suo tempo con un'altra persona la mia gelosia inizia a divorarmi, la rabbia covata cresce in modo esponenziale ad ogni ovvia fantasia e se l'amore non mi permette di odiarla per come soffro non posso esimermi dal provare un profondo e violento astio verso il "lui". Ovviamente quando ci penso e mi incazzo come un demone vorrei farlo sparire con uno schiocco di dita o polverizzarlo insieme a tutto ciò che può ricondurre a lui includendo una cancellazione del suo nome come facevano ai tempi dei Faraoni per mandare in oblio la persona indesiderata.

Ma sapete una cosa, quando il "pincopallino" di turno, questo o un altro salterà in aria (cioè quando verrà lasciato da lei) io mi farò una bella risata ma guai guai a voler paragonare ciò che lui proverà con ciò che sto provando eho provato io.

Io sono geloso anche della mia sofferenza! Solo io potrò soffrire così per lei perchè solo io lo amata e la amerà in questo modo.
Punto.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/amarla/trackback.php?msg=7850130

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
kucciola69
kucciola69 il 18/10/09 alle 23:41 via WEB
ciao...strano modo di amare ed essere gelosi...ma affascinante...notte
(Rispondi)
 
 
alkimias.alkie
alkimias.alkie il 19/10/09 alle 10:15 via WEB
affascinante cosa? che la sua testa abbia un buco grande come quello lasciato dall'ozono???? Ragazzo, credo che il tuo di amare sia malato, corrosivo, che va al di là - e quindi oltre - il modo di amare quieto e completo. QUesto non è amore, ma possesso, possesso di una persona, dei suoi pensieri oltre che del suo corpo. Non si può possedere nessuno, né si deve farlo. Continuare su questa strada ti porterà solo all'estremo ovvero, un salto indietro di milioni di anni. Non sai amare diversamente?
(Rispondi)
 
 
 
ordinarypeople
ordinarypeople il 19/10/09 alle 13:22 via WEB
Sinceramente del vostro amare "quieto" non me ne faccio niente e lo lascio a chi preferisce una vita comoda, tranquila,. fatta di storie anestetizzanti e di emozioni con il limitatore. Trovo questo, a differenza di altri, un commento srcitto di fretta e sparando la prima cosa venuta in mente. mi chiedi se sò amare diversamente? ma io ti chiedo , hai mai amato?? te lo chiedo perchè tutto il tuo scandalizzarsi suona come chi ha sempre scelto la strada più dritta, quella che ti porta alla meta sana e salva...certo le emozioni forti possono e devono far paura, ma c'è chi sopravvive e chi vive. L'Amore "tranquillo" non è amore ma semplice star bene... guardatevi intorno o allo specchio e vedrete tantissime coppie che stanno insieme solo per comodità, comodo, paura di aver a che fare con solo se stesi... contenti loro, contenti voi...
(Rispondi)
 
 
 
 
alkimias.alkie
alkimias.alkie il 19/10/09 alle 14:05 via WEB
ohhhh una reazione, finalmente, almeno diversa dalla staticità dell'ossessione conclamata. Mi chiedi se so amare: ebbene sì, ho amato moltissimo, amo tuttora dopo 25 anni di matrimonio e, credimi, non c'è stato mai possesso nel mio rapporto, mentre l'amore che tu affermi di provare nei confronti di quella ragazza è "malato".
(Rispondi)
 
alkimias.alkie
alkimias.alkie il 19/10/09 alle 14:06 via WEB
Tema: l'Amore (accapo) L'amore-azione non è una forza che ci trascina e ci costringe ad amare, ma è una scelta che nasce dalla libertà e si esprime attivamente nei confronti della persona amata. L'amore-azione, in quanto amore autentico, opera e crea. Colui che ama, crea l'altro come persona e nel creare l'altro crea contemporaneamente se stesso come persona al più alto grado. E' bene a questo punto parlare di cosa intendiamo con il concetto di persona. Persona è colui che si realizza come capacità di amare sé e di amare gli altri, come capacità di dare e ricevere amore. La Persona non è non è fine a nessuno, ma solo a se stessa. Essere capaci di amare vuol dire darsi in dono a qualcuno che possa gioire di questo dono. Ma donare a qualcuno che si ama vuol dire anche donare senza perdere niente, perché quanto io dono mi verrà ridonato. Il Dr. Mickel contagia con la sua fantasia e con il suo ardore la moglie. Ella, dapprima è incredula, un po' spaventata, ma poi si lascia andare, si affida e sperimenta un rapporto nuovo e sconosciuto. Tutto quello che lei riceve, lo può reciprocamente donare al marito, raggiungendo insieme la piena fusione. E' chiaro che noi diventiamo persona gradualmente, che gradualmente aumentiamo la nostra libertà, la nostra capacità di amare e di essere amati. L'amore-azione non esclude il possesso, ma lo include e lo supera. Gli ostacoli che possono impedire la disponibilità ad amare sono essenzialmente due : 1) nella dimensione psicologica, come già abbiamo visto : l'amore passione e l'amore simbiotico ; 2) nella dimensione esistenziale : l'egoismo, cioè mancanza di disponibilità di aprirsi all'altro, cioè a donarsi. Il primo ostacolo cioè la mancanza di disponibilità psichica, è presente in ogni coppia, in coppia ci sono sempre delle zone oscure che sfuggono alla disponibilità, perché sono possedute dalle immagini parentali o del padre o della madre. Nella dimensione esistenziale dobbiamo rinunciare ai limiti individualistici ed egoistici del nostro Io. Ciò si attua ad esempio quando bisogna accettare che il partner vive la libertà di essere se stesso anche quando questa libertà può entrare in contrasto con i nostri bisogni. Tutti i rapporti di coppia presentano dei problemi, ma la volontà di risolverli è la prova più grande di amore. L'amore maturo presuppone la fedeltà. La fedeltà può nascere solo da una situazione di libertà personale, di maturità e di autonomia personale. La fedeltà è quell'impegno ad essere fedeli profondamente a se stessi e all'altro e a non fuggire dinanzi alle difficoltà. Per avere un rapporto al più alto livello con l'altro è necessaria la fedeltà, altrimenti ad ogni intralcio, ad ogni difficoltà ad incontrare l'altro si potrebbe essere tentati di fuggire. La fedeltà qui non è intesa nel senso di un valore a se stante, ma è intesa come la forza che ci rende capaci di restare all'interno di un progetto che è quello di realizzarsi come persona al più alto livello possibile, insieme al proprio partner. Qui la fedeltà è strettamente ancorata alla libertà. La fedeltà al progetto comune può richiedere la presenza di "divergenze" per una maggiore realizzazione personale. Questa divergenza, che spesso porta anche delle sofferenze all'interno di una coppia, è necessaria in quanto porta ad una convergenza ad un livello più alto. Nella vita di una coppia vi sono infinite divergenze. Un esempio di divergenza può essere quello di una donna che in un periodo della sua vita sente il bisogno di uscire dalla famiglia per una propria realizzazione personale (un lavoro, degli studi, un hobby...) e così anche per l'uomo. L'amore autentico è tale per cui nel momento in cui l'altro ha bisogno del nostro dono, sappiamo rinunciare a noi stessi e sappiamo donarci totalmente a un Tu. Il bene della persona amata non può mai essere contro il nostro bene personale. Torna a noi ciò che l'altro ha realizzato per sé. L'ultimo stadio della realizzazione della persona è il superamento della coppia, passando da un rapporto esclusivo della coppia, al rapporto donativo verso i figli e infine a un amore circolare che include anche gli altri.
(Rispondi)
 
alkimias.alkie
alkimias.alkie il 19/10/09 alle 14:10 via WEB
Come vedi, ti ho lasciato quqlcosa da leggere: leggilo con attenzione, chiediti ferocemente ma sinceramente se ciò che provi non sia soltanto frutto di te stesso, giacché sembrerebbe che la povera ragazza ti abbia dato il benservito. Se così è, allora l'illusione di te e del tuo rapporto presunto con lei è solo un sogno, una mera attitudine ad una vita "normale", quella normalità che tu tanto disprezzi nelle parole degli altri. "L'amore quieto" non è illusione, ma è l'Amore pieno, appagante che può - sì- avere le sue belle scosse, ma che da questa scosse trae linfa vitale per crescere, evolversi, puntare la prua verso il nord (o il sud, est, ovest a seconda della propria gradevolezza). L'amore totalizzante, è una appropriazione indebita, un esproprio della personale, tua e altrui; senza libertà non può esserci amore. L'Amore.
(Rispondi)
 
 
ordinarypeople
ordinarypeople il 19/10/09 alle 14:50 via WEB
Ma stiamo scherzando????? ma io dovrei basarmi su queste menate da psicoterapeuta????? Per favore, il trattatino usatelo per le vostre conferenze e cercate di capire chi come me ancora oggi si emoziona per uno sguardo, per chi trova l'armonia dell'universo, dei pianeti, delle galassie in un bacio lungo un'ora... Io qui parlo di Amore, io parlo di emozionarsi, sentire i brividi lungo la schiena, gioire o sentire le lacrime scendere sul viso, io parlo di carne, di toccarsi, stringersi, graffiarsi, ridere e sentirsi appagati vicino la persona amata e voi mi portate gli studi sul compportamento umano, sull'amore come se fosse materia accademica....ma finitela!! Mio sa che non sono io quello "fatto male", quasi quasi preferisco restare così che diventare un burocrate sentimentale, un arbitro o un frigorifero... Sono discorsi da generali che spostano pedine sulle cartine e poi lasciano fare la guerra ai soldati in mezzo al fango..
(Rispondi)
 
 
 
alkimias.alkie
alkimias.alkie il 19/10/09 alle 15:13 via WEB
uhuh come vedi, come si nota, non SAI leggere. E ti innervosisci quando non ce ne sarebbe ragione. NOI stiamo parlando di tutto questo, TU confondi l'Amore con l'amore-possessione. E i trattati, vivaddio, sono "esperienze", della vita, con le persone, con i sentimenti, con le emozioni e con le emozionalità degli altri. Non è materia accademica, ma nel tuo caso ne può essere parte integrante. Le tue emozioni sono mirate e tendono soltanto al TE, a come TU senti l'amore per lei, a come TU sei geloso anche dell'aria che respira, a quanto TU la ami e a tutto il circolo vizioso del TUO amore. In nessuna delle tue parole si sentono i sentimenti di lei, mai hai raccontato cosa lei provi per te; qui si leggono soltanto le TUE.
(Rispondi)
 
 
 
 
ordinarypeople
ordinarypeople il 19/10/09 alle 16:22 via WEB
Se il blog è scritto da me, a senso unico è logico trovare solo "io la amo" "io" "io" "io" A proposito di cosa prova lei per me ci sono cose che non posso scrivere che la riguardano per salvaguardarla, e ripeto il blog lo scrivo io ed ovvio ch esiano frasi a senso unico. Poi se serve una laurea per capirlo non è un mio problema. A difefrenza di altri commenti sto trovando questi ultimi troppo da "cattedra", sfiorano l'arroganza ma sguazzano nella superficialità. Non mi piace fare discorsi da bar, anche se travestiti da qualcos'altro. Quetso è un blog dove da poco racconto e dove soltanto una piccolissima parte dela storia può venir fuori. Sparare giudizi in un certo modo lo trovo fuoriluogo, inappropriato, semplicemente illogico in basi ai dati che si possono avere. Ogni vostro giudizio qui, proprio per le poche informazioni che ancora ho dato, ha un margine di errore elevatissimo. Posso accettare dei punti di vista ma non lezioni o sentenze.
(Rispondi) (Vedi gli altri 4 commenti )
 
 
 
 
alkimias.alkie
alkimias.alkie il 19/10/09 alle 17:11 via WEB
e chi leziona, e chi sentenzia? la laurea serve a te evidentemente. Te le stai tirando da tutte le parti, ragazzo. Se apri un blog, che è un luogo pubblico, e su questo blog blateri sentimenti legittimi ed emozioni distorte è un tuo problema, certamente non di chi passa di qui e ti legge. La superficialità, l'arroganza e l'illogicità che dici di leggere nelle risposte che ricevi non sono altro che il frutto delle tue scondiserate affermazioni: ad ogni effetto c'è sempre una causa. Di te che ti metti in cattedra ad espropri un sentimento così autentico e profondo come l'Amore blaterando gelosie e nascondendoti dietro la salvaguardia della donna dei tuoi desideri che qui, ovviamente, non può essere menzionata (non ti chiediamo il nome ma solo i suoi sentimenti verso di te). Se sei un blogger, devi raccontare tutto, omettendo - ovvio - i dati personali e accettando i punti di vista degli altri. Altrimenti la tua presenza qui è del tutto inutile: meglio scrivere un diario che rimanga nel tuo pc senza rendere i tuoi pensieri alla portata di tutti. Ti è stato solo chiesto di riflettere sulla tua modalità di amare una persona che, se te ne rendi conto, è un tantino fuori dalla norma (non parlo di normalità, altrimenti si riaccende la diatriba).
(Rispondi)
 
 
 
 
ordinarypeople
ordinarypeople il 20/10/09 alle 01:01 via WEB
"...espropri un sentimento così autentico e profondo come l'Amore.." a questa tua frase ho riso per mezz'ora!! ma ti rileggi?? Parli come una zelante impiegata, paladina della verità rivelata. Per favore rispetto per chi ci legge... Io ti parlo di emozioni, sentimenti, sangue e carne e tu continui ad arroccarti nei tuoi palazzi teorici e psicoterapeutici di cip e ciop. Adesso un attimo di serietà, please: Mi sà che è adesso il caso di chiarire qualche punto. alkikias.alkie: E' la terza volta che leggo un tono troppo personale, questa volta "la laurea serve a te" in passato "malato" o cose simili, l'anonimato non significa dove inciampare nella mancanza di rispetto e l'educazione e il rispetto vanno a priori che ci si trovi in un blog o a conversare ad un tavolo seconda cosa, questo non è un forum. Che tu stai a sentenziare se la mia presenza sia più o meno utile lo trovo di cattivo gusto, anzi ridicolo, per l'ennesima volta scendi dal tuo trono. Questo è il mio blog e ne faccio quello che cazzo voglio. Terzo nessuno ti trattiene qui ne ti obbliga a leggermi, se resti ti prego di abbandonare le tue certezze (e i tanti luoghi comuni che mascheri anche male) e dire la tua senza leggere bene cosa scrivo. PS: (x Eventhorizon) non sono Golia ma ti assicuro che il tuo intervento mi è servito tanto, l'ho già scritto ma per me è cosa ben diversa da questi ultimi (e spero finiscano qui) commenti da Bar, anzì da Café parigino...
(Rispondi)
 
 
 
 
alkimias.alkie
alkimias.alkie il 20/10/09 alle 10:12 via WEB
no che non finiscono qui: mettimi nella lista nera se non ti piace quello che scrivo, oppure filtra i commenti se questi non incontrano il tuo gusto. Ribadisco il concetto che se un blog è pubblico, chiunque può risponderti a meno che tu non voglia. Il Café parigino è meglio del bar: grazie per averlo citato :) Non sono un'anonima: nel mio blog c'è la mia foto, le mie storie e le mie emozioni. Quanto alla tua presenza qui non ho mai detto sia sgradita, tutt'altro, ma ho cercato di farti ragionare su alcuni pensieri che, e non sono l'unica a pensarlo, risultano "fuori dalla norma". Sono seduta su una sedia, come tutti, come te: pensavo avessi colto alcuni passi ironici che avevano come unico scopo quello della condivisione, del ribaltamento delle certezze. E non cogli...
(Rispondi)
 
 
 
 
ordinarypeople
ordinarypeople il 20/10/09 alle 11:50 via WEB
Vedi alkimias, parli di una tua "ironia" su certi passaggi....sono una persona che da sempre legge moltissimo, adesso magari sfioro io la superbia ma ti assicuro che sò distinguiere i diversi registri stilistici e cogliere l'ironia, la sagacia (vedi Eventhorizon). Mi spiace deluderti ma si vede che non sei portata per usare queste tecniche. Non ti riesce e risulti pesante e veramente..te lo dico sinceramente, ai limiti dell'offensivo... Per l'ennesima volta, ok i punti di vista e le critiche ma con rispetto. Ho trovato sgradevole il commento "a presa per il culo" che hai scritto quando ti spiegavo che si, se volessi una figlia la vorrei simile a lei e non ci ho pensato due volte a farlo sparire pechè sono cose personali. Sarà una differenza di sensibilità.
(Rispondi)
 
EventHorizon9
EventHorizon9 il 19/10/09 alle 17:44 via WEB
...Ho l'impressione che la frombolata abbia colpito Golia in un occhio e che per questo sia così furente... Ora non ho tempo, ma ovviamente tornerò con più calma.
(Rispondi)
 
EventHorizon9
EventHorizon9 il 20/10/09 alle 21:36 via WEB
E' strano che uno che si considera in guerra, che parla di sterminare intere città come un bambino crudele potrebbe schiacciare un formicaio, che tratta le altre donne come vittime sacrificabili per la causa e che vorrebbe addirittura cancellare dal Grande Libro dell'Esistenza i nomi dei propri nemici, come non fossero mai nati, chieda poi a gran voce il rispetto dei propri sentimenti e accusi i commentatori di questo blog d'insensibilità e superficialità nei suoi confronti. Un pò come se Torquemada sotto processo avesse invocato la convenzione di Ginevra. Come se tutto l'Universo dovesse struggersi dal dolore insieme a te. Come se l'unica, vera, inimitabile, devastante sofferenza fosse la tua. Beh, adesso ti do una notizia, Golia: il mondo non gira intorno a te, lo sapevi? Non so dove tu abbia vissuto la tua vita fino ad oggi, ma nel caso ti fosse sfuggito, là fuori ci sono circa sei miliardi di persone, la maggioranza delle quali affogate in una vita talmente di merda che se gli offrissi la tua in cambio, bacerebbero la terra dove poggi i piedi. Lo so che non te ne frega un cazzo di tutti gli altri, l'ho capito. Per te il resto del mondo potrebbe anche fottersi domani, basta che Cenerentola torni a casa. Ma se le cose stanno così, e mi pare proprio di si, allora perdi automaticamente il diritto di pretendere rispetto. Non sono gli altri che non ti rispettano, sei tu che ti poni fuori dai trattati di Ginevra, con le tue mani. Questo, tanto per delucidarti sulle reazioni che hai suscitato qui dentro di recente. Detto ciò, passiamo al sodo. E ipotizziamo pure che Cenerentola torni a casa. E se fosse ingrassata? Se avesse le smagliature, la cellulite e le tette flosce? Se non le piacesse più indossare tacchi e calze sexy? Se girasse per casa perennemente sciatta? Se fosse distratta e non ascoltasse quello che dici? Se avesse l'emicrania tutte le sere? Se avesse cambiato opinione e la sua bilancia misuratrice fosse diversa dalla tua? Non sono domande retoriche queste, te lo dico perchè la gente cambia, anche se non ci credi. Cambia tutti i giorni, a volte lentamente e a volte di botto, ma cambia. E' l'effetto secondario che fa la vita. E tutte le tue ragioni dell'amore sono ormai vecchie di almeno due anni. Tempo in cui lei è stata insieme a pincopallino, ha parlato con pincopallino, si è confrontata con le idee di pincopallino, ha fatto l'amore con pincopallino, ha ascoltato e valutato il metro di giudizio di... indovina di chi? Ecco, lui. Pincopallino, non tu. E non dimenticare che Cenerentola ha vent'anni, praticamente una bambina. Le tue ragioni dell'amore erano valide due anni fa, nonostante tu abbia scritto tutto all'indicativo presente. E questo fa di te non solo una persona dissociata, ma una persona dissociata potenzialmente pericolosa, te lo dico fuori dai denti e senza alcuna cattiveria. Perchè Dio non voglia arrivi mai il giorno in cui tu scopra che stà Cenerentola è diversa dall'immagine vestita di rosa che hai in testa tu! Dio non voglia tu scopra mai che stà Cenerentola LO AMA pincopallino e che lui la corrisponde esattamente come serve a lei! Dio non voglia tu scopra mai che, bestemmia delle bestemmie, INSIEME SONO FELICI! E che lei, a te, non ti pensa proprio. Sono passati due anni, Golia. Quanto sei disposto ad aspettare, ancora? Un anno? Tre? Dieci? Quaranta? Quanto tempo, prima di arrenderti all'evidenza? Quanto tempo, prima di capire che la tua vita passa e che tu la stai buttando via nascosto dietro una maschera da "splendido festaiolo" aspettando che Cenerentola si ricordi di te? Quanto tempo, prima di capire che stà principessa probabilmente ha trovato un altro Azzurro o che, in ogni caso, ha deciso di vivere la sua vita lontana da te? Quanto tempo, a ripeterti che faresti saltare in aria una città per dimostrarle il tuo amore?.... E soprattutto, quanto tempo, prima che dal dirlo, tu passi al farlo durante una di quelle coliche di razionalità in cui non riuscirai a espellere il calcolo? Tu hai un problema, Golia, e grosso. Era questo che cercava di dirti la Alkie tra un cazzeggio e l'altro, lo capisci? E non c'è giudizio in questo, nè mancanza di rispetto, solo un tentativo, forse inutile, di far breccia dentro un'impalcatura di fantasie che oscilla sull'orlo di un'abisso. Un saluto.
(Rispondi)
 
 
ordinarypeople
ordinarypeople il 21/10/09 alle 00:10 via WEB
Event ti rispondo con vero piacere...rispondo al commento più bello e che più si avvicina alla realtà di chi scrive sotto "ordinarypeople"...allora, hai colto nel segno quando mi chiedi "ma esisti solo tu?" ...sai una cosa, l'accusa di EGOcentrismo, a volte anche di EGOismo è quella che mi viene fatta più spesso, soprattutto da chi mi riconosce veramente ed è l'accusa (che ormai riconosco vera) che mi fa più male. Ma oggi si, lo sò che è così e sò che è un terribile difetto e che crea problemi a me e a chi mi sta intorno ovviamente. Da quando conosco questo difetto cerco sempre di limitarlo ma forse questa situazione emozionalmente così intensa non riesce a mettere nessun freno ne diga. Lo ammetto. Sulla seconda parte: non sono completamente cieco e nei fatti è ovvio che lei vuole stare con questo e ci sta pure bene, non è stupida ne costretta da nessuno...questa cosa mi fa molto male...MA c'è un "ma"....ti dico che io sò, perchè mi riferisco a pochissimo tempo fa, parlerei di attualità, che ad oggi lei ritiene me, a fine 2009 la persona che più la emoziona, la capisce, la far star bene , la eccita, la può rendere felice in senso assoluto. Non ti parlo di una mia fantasia, è un fatto concreto (del quale non voglio scrivere dettagli perchè oggi domani..non sò come , lei dovesse risalire a questo blog potrebbe metterla in difficoltà serie) (forse nelle mie paranoie esagero anche con questi sistemi di sicurezza). Ecco da wuesto posso dirti che dopo due anni ci ritroviamo con la stessa consapevolezza di riscoprire ancora l'un l'altro come "speciale". Ma concludo tornando al concreto: Lei sta con uno e non sta con me. Questa è la realtà. Io sento dentro di me che vorrei poterla amare ed essere ricambiato al 100% e questa è un'altra realtà. Il futuro non lo so io ne tu ne nessun'altro. Vi terrò informati ;)
(Rispondi)
 
la_noblesse
la_noblesse il 25/10/09 alle 13:25 via WEB
Grazie di aver scritto tutto questo, mi sono emozionata... non giudico cosa c'è nel tuo cuore nè il tuo modo di amare, ma come donna ti posso garantire che chiunque donna sogna di leggere le tue testuali parole. Sono felice che attraverso le tue parole rivive il senso dell'amore, in una forma sublime... qualcunque cosa possano dire le persone dall'esterno, hai avuto coraggio e ti ammiro per essere riuscito a condividere con un universo di cervelli e di cuori il tuo universo interiore e di fregartene altamente delle reazioni. Connie
(Rispondi)
 
 
EventHorizon9
EventHorizon9 il 25/10/09 alle 14:03 via WEB
... "chiunque donna"?? .... veramente sono indecisa se ridere o piangere, tra la sintassi e il concetto... se la giocano sul serio! In ogni caso, chiunque A CHI??? Ma facci il piacere di parlare per te, che io uno come lui credo lo diffiderei dall'avvicinarmisi per più di trecento metri! o_____O
(Rispondi)
 
 
 
ordinarypeople
ordinarypeople il 25/10/09 alle 15:09 via WEB
Mi mancava l'accusa di stalking virtuale per essere completo! :) Event voi dovete tenere alla larga i finti ragazzi, i mezzi uomini, quelli che vi mentono o che vi dicono alla seconda sera "ti amo" solo per portarvi a letto, dovete tenere alla lontana le storie d'amore di comodo, quelle "giusto per stare con qualcuno", dovete tenere a 300metri gli uomini noiosi, quelli scontati, quelli che fanno finta di essere qualcuno per poi rivelarsi dei bluff!
(Rispondi)
 
 
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
bastardocomepochio.1 il 31/10/09 alle 02:06 via WEB
non ti allargare, trattati di psicologia spiegano la tua reazione. i tuoi giudizi sono ingenerosi
(Rispondi)
 
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
fren il 25/10/09 alle 22:38 via WEB
Ma Even....come puoi essere cosi piena d'astio verso quest'uomo che AMA....e arrivare a dire che lo terresti almeno a 300mt di distanza...parli da donna che non ha mai(sottolineo mai) incontrato probabilmente un UOMO che ti ha amata veramente e profondamente. Ti assicuro che questo Uomo non è pazzo, ne paranoico e semplicemente un uomo che AMA. Il problema forse sta nel fatto che a noi Donne è sfuggito il senso primordiale di due esseri che si Amano...noi non sappiamo più amare...e quando uno come ordinary si siede davanti il suo bel monitor e comincia a spogliarsi di tutte le sovrastrutture persistenti, urlando al mondo sconosciuto che lui AMA, bhè questo ci spaventa...ci annienta...ci toglie il respiro...
(Rispondi)
 
 
 
 
EventHorizon9
EventHorizon9 il 26/10/09 alle 11:31 via WEB
L'astio verso l'autore di questo blog ce lo può leggere solo gente munita di chilometrica coda di paglia, primo. Secondo, verso Ordinary io provo simpatia e comprensione, diversamente non avrei scritto nemmeno un punto esclamativo qua dentro. E' solo che, a differenza di quelle come te, ho strumenti, capacità e cognizione per rendermi conto che Ordinary ha un cazzo di problema, e GROSSO pure, altro che amore, cuoricini e principi azzurri! Terzo, i commenti come il tuo e come quello della tipa precedente prima mi gelano il sangue, e poi mi fanno incazzare come una iena cazzuta, altro che astio: ma a voialtre principessine di stò piffero chi ve l'ha data la licenza di parlare a nome di tutte le donne?! Il fatto di avere una topa tra le gambe non è condizione sufficiente per poter rappresentare anche gente come me, ad esempio, che col tuo concetto di amore mutuato in blocco dalla Disney, francamente, mi ci sciacquo gli ammennicoli. Infine, l'unica cosa che spaventa di Ordinary è che nonostante tutto, conserva ancora capacità di ricevere input dal mondo esterno, e che quando prima o poi riceverà l'input "reale"... Dio salvi Cenerentola!
(Rispondi) (Vedi gli altri 1 commenti )
 
 
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
fren il 26/10/09 alle 20:37 via WEB
Mia cara Even questo tuo sfoggio di paroloni altamente decorativi non fanno altro che accrescere la convinzione (mia e credo di qualcun'altro/a, bada bene "mia e di qualcun'altro/a" e non di tutto l'universo intero) di quanto tu sia(relativamente a questo contesto) riassumibile in tre sermplici parole: TUMULTUOSA, VIOLENTA E PREVARICATRICE...ma quamdo mai qualcuno ha detto che stereotipi del genere possano condurre lontano. Anzi se devo dirla tutta gradirei di gran lunga piantine grasse ed escursioni fuori porta a zonzo senza meta a rose rosse arcaiche e inviti a lume di candela e sono certa che ci sono milioni di donne che non si lasciano travisare dalle mascherate disney a cui fai riferimento…altro che cuoricini e palloncini e principesse sul pisello. Affermare che ordinary è semplicemente un UOMO che AMA ti assicuro che non ti autorizza ad inneggiare beffardamente tope tra le gambe (come affermi brutalmente), che il mondo lo sappiamo non è fatto di lustrini e paillettes e tinteggiature rosa. A volte ho la sensazione che le tue parole siano scaraventate con così grande foga solo per dare fiato ai tuoi polmoni e per esaltare quello che sembrerebbe transitare nel tuo cervello(e ti assicuro che il tuo è un bel cervello). Quando ho letto il tuo commento non ti nascondo che mi ha un po’ turbata….com’è possibile che even possa scrivere tutto questo ho pensato? Ma mi sono lasciata sbollire e così sono qui a risponderti. Credo che esista un impercettibile linea di confine che supera di gran lunga questi clichè altalenanti che si aggrovigliano incomprensibilmente, credo che esistano soltanto punti di vista che a dire il vero dovrebbero navigare senza necessariamente incappare in venti “tumultuosi” in quanto semplici punti di vista, punti di osservazione che non abbracciano l’intero universo ma si estendono ad un'unica pelle che può rappresentare la mia pelle, la tua pelle o la pelle di qualcun altro/a. Credo che sia molto più semplice di quanto possa sembrare…un saluto mia cara even
(Rispondi)
 
la_noblesse
la_noblesse il 25/10/09 alle 14:31 via WEB
Punti di vista. Saluti.
(Rispondi)
 
Bastardocomepochio.1
Bastardocomepochio.1 il 30/10/09 alle 14:04 via WEB
quante baggianate.ha un suo spazio, un suo modo di sfogarsi, può piacere e non piacere, ma lasciatelo in pace con le sue "idee" , non sembra abbia indicato tizio, caio, sempronio, ed è malato per questo oppure è da condannare. povere donnette , vi piace l'ometto e cambiarlo spesso a vostro uso e consumo, basta chiudere una porta e cambiare uomo. buon divertimento donnette. per te ometto, fai due conti, se lei ti ama come dici ti avrebbe già dato soddisfazione, visto non lo fa allora a mio parere non ti ama, non scordarla, ricordala ogni volta andrai con una nuova donna e comportati di conseguenza.
(Rispondi)
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
fren il 30/10/09 alle 23:24 via WEB
Mi sa che sei un pò confuso....ciondoli da una parte all'altra senza esprimere un significato compiuto...aggiornati...caro "bastardo come pochi" che tanto sei "solo" come tutti gli altri...
(Rispondi)
 
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
bastardoomepohio.1 il 31/10/09 alle 02:01 via WEB
spiace deluderti, vedi di trovarti compagnia e impara dalla vita. il significato se vuoi lo trovi diversamente ti manca qualcosa, l'essere solo ti crea problemi?
(Rispondi)
 
 
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
fren il 01/11/09 alle 20:15 via WEB
In realtà non mi deludi....daltronde uno che si firma "bastardi come pochi" non credo che possa turbare più di tanto la mia sensibilità... Ah dimenticavo...l'essere sola non è una condizione(se così si può chiamare)che mi spaventa....qui dalle nostre parti diciamo "meglio soli che maleaccompagnati"...e chissà che magari non sia la sacrosanta verità...ciao bastardo(mi permetto di modificare) come tanti....
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.