Blog
Un blog creato da venditore_diaquiloni il 10/08/2007

Riflessi dell'anima

Tutto quanto concerne l'anima si svela spontaneamente ed ogni sforzo razionale non fa che allontanarla. Questo perché la sua natura non è fenomenica. Si coglie col cuore, come una poesia o un'opera d'arte. Si sente, si ama, ma nessun concetto, come ombra fugace, è ad essa adeguato.

 
 

 

« Se tu mi dimentichiLa poesia »

Senza titolo

Post n°68 pubblicato il 22 Aprile 2010 da venditore_diaquiloni



Farò della mia anima uno scrigno
per la tua anima,
del mio cuore una dimora
per la tua bellezza,
del mio petto un sepolcro
per le tue pene. 
Ti amerò come le praterie amano la primavera,
e vivrò in te la vita di un fiore
sotto i raggi del sole.
Canterò il tuo nome come la valle
canta l'eco delle campane;
ascolterò il linguaggio della tua anima
come la spiaggia ascolta
la storia delle onde.

Kahlil Gibran

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/aquiloni/trackback.php?msg=8729637

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
eugenia1820
eugenia1820 il 22/04/10 alle 23:24 via WEB
Conosci la mia passione per le poesie e ti ringrazio di averne inserita una di K. Gigran: è veramente delicatissima e devo confessarti che non la conoscevo, così me la sono gustata lentamente e l'ho trascritta a penna nel mio quaderno, perchè continuo a credere che,su carta, certe cose siano più significative. Un caro saluto, Rita
 
 
venditore_diaquiloni
venditore_diaquiloni il 24/04/10 alle 18:26 via WEB
Già ricordo il tuo famoso quaderno :-) Hai ragione, Rita, questo mezzo ultramoderno e comunque efficace nell'immediato, ha il difetto della caducità. Per qualche ora o qualche minuto, ciò che è scritto resta lì impresso. Poi, superato da altri scritti, si perde nella nebbia della mente. E' la metafora della nostra vita moderna, dove l'emozione di un attimo viene subito sovrastata e nascosta dall'affanno e dalla fretta del quotidiano, spesso volto più all'esteriorità che al nostro intimo. Un saluto affettuoso.
 
ondadgl5
ondadgl5 il 23/04/10 alle 07:14 via WEB
E' una delle mie preferite riassumono tutto l'Amore che vive e palpita nel cuore,dolce giorno ,marea di sorrisi
 
 
venditore_diaquiloni
venditore_diaquiloni il 25/04/10 alle 21:19 via WEB
Grazie per il commento, altrettanti sorrisi a te.
 
giglio_2009
giglio_2009 il 23/04/10 alle 08:23 via WEB
Buona giornata amico mio! Questa poesia ti riempie l'anima e ti fa iniziare al meglio la giornata...meglio di un caffè. un abbraccio, Giglio
 
 
venditore_diaquiloni
venditore_diaquiloni il 25/04/10 alle 21:20 via WEB
Grazie, carissima, il caffé è un rito mattutino, che si ripete, la poesia è un emozione unica e molto più intensa. Grazie per il commento. Un abbraccio a te.
 
giostella2
giostella2 il 23/04/10 alle 09:37 via WEB
Kahlil Gibran, un autore che piace tantissimo alla mia amica Giovanna e che tramite lei sto imparando ad amare anch'io!!!! Sarebbe straordinario sentirsi dire, sussussare queste parole, e semmai ciò dovesse avvenire per me, allora saprò d'essere amata come anch'io amo, saprò d'essere importante per qualcuno, come importante sarà quel qualcuno ai miei occhi!!!!! Meravigliose parole, meravigliosi versi, inno all'amore eterno ... Ti lascio il mio sorriso, in questo spazio che di amore ne è colmo! ....La piccola Gio.
 
 
venditore_diaquiloni
venditore_diaquiloni il 25/04/10 alle 21:22 via WEB
E' il mio augurio di cuore, che qualcuno possa sussurrare al tuo orecchio parole così semplici, ma nel contempo intense. Ciao, piccola Gio, un abbraccio.
 
   
giostella2
giostella2 il 26/05/10 alle 17:21 via WEB
Ti ringrazio infinitamente per questo tuo augurio, e poichè viene dal cuore me lo tengo anche stretto, nell'attesa che si possa avverare .... Un abbraccio a te ed un sorriso, la piccola Gio.
 
Duchessadgl4
Duchessadgl4 il 23/04/10 alle 10:04 via WEB
Questi versi di Gibran sono meravigliosi, non li avevo mai letti. Esprimono un amore grande e commovente. Grazie Aldo per avermeli fatti conoscere. Buona giornata.
 
 
venditore_diaquiloni
venditore_diaquiloni il 25/04/10 alle 21:24 via WEB
Allora sono felice di averteli fatti conoscere e spero che sia stata un'emozione così grande, come è stata per me. Un abbraccio.
 
marziabel
marziabel il 23/04/10 alle 10:16 via WEB
Buongiorno amico mio Gibran con questi versi meravigliosi mi rasserena la giornata hai fatto bene ha mandarmeli perchè oggi è una giornata molto lunga ti abbraccio Grazia
 
 
venditore_diaquiloni
venditore_diaquiloni il 25/04/10 alle 21:26 via WEB
Una pausa così dolce in una vita complessa è come un'oasi nel deserto, quando si ha sete e si vuole riposare. L'importante è volersi fermare per gustarne l'intensità. E tu lo hai fatto. Grazie, Un abbraccio a te.
 
donnaisabella
donnaisabella il 23/04/10 alle 12:15 via WEB
Pensieri dolcissimi che vorrei commentare con i versi di un'altra poesia che ben si accostano a queste parole: Le era entrato nel cuore. Passando dalla strada degli occhi e delle orecchie le era entrato nel cuore. E lì cosa faceva? Stava. Abitava il suo cuore come una casa. (Vivian Lamarque)--- con un caro saluto.
 
 
venditore_diaquiloni
venditore_diaquiloni il 25/04/10 alle 21:28 via WEB
Abitava il suo cuore come una casa. Espressione felice di un amore pieno e rassicurante. Bellissimi versi anche questi. Grazie, un sorriso.
 
g1b9
g1b9 il 23/04/10 alle 17:19 via WEB
Kalhil Gibran è forse il mio poeta preferito, spesso posto le sue poesie per esprimere qualcosa che sento, ma certamente non so rendere come fa lui, con parole semplici di una dolcezza che che ti prende l'anima e ti confonde la mente.. Bellissima . Un saluto Giovanna
 
 
venditore_diaquiloni
venditore_diaquiloni il 25/04/10 alle 21:32 via WEB
Hai ragione, Giovanna: queste dolci parole sono semplici e per questo vanno dirette all'anima di chi legge, senza essere inquinate dalla mente con la sua fredda razionalità. Grazie per il commento. un caro saluto.
 
dianavera
dianavera il 25/04/10 alle 21:11 via WEB
Ricambio la gioia della lettura della tua poesia con un piccolo regalo per te: ----------Aspettami ed io tornerò, ma aspettami con tutte le tue forze. Aspettami quando le gialle piogge ti ispirano tristezza, aspettami quando infuria la tormenta, aspettami quando c’è caldo, quando più non si aspettano gli altri, obliando tutto ciò che accadde ieri. Aspettami quando da luoghi lontani non giungeranno mie lettere, aspettami quando ne avranno abbastanza tutti quelli che aspettano con te. Aspettami ed io tornerò, non augurare del bene a tutti coloro che sanno a memoria che è tempo di dimenticare. Credano pure mio figlio e mia madre che io non sono più, gli amici si stanchino di aspettare e, stretti intorno al fuoco, bevano vino amaro in memoria dell’anima mia... Aspettami. E non t’affrettare a bere insieme con loro. Aspettami ed io tornerò ad onta di tutte le morti. E colui che ormai non mi aspettava, dica che ho avuto fortuna. Chi non aspettò non può capire come tu mi abbia salvato in mezzo al fuoco con la tua attesa. Solo noi due conosceremo come io sia sopravvissuto: tu hai saputo aspettare semplicemente come nessun altro. Konstantin M. Simonov
 
 
venditore_diaquiloni
venditore_diaquiloni il 25/04/10 alle 21:44 via WEB
Stupendo questo tuo regalo, mia cara amica: questa immagine dell'attesa del ritorno dell'amato, al di là di ogni aspettativa, di ogni ragionevolezza, è la raffigurazione di un amore che supera anche la morte, di un amore che non ha fine. Grazie per il tuo commento, importante riflessione su una verità spesso obliata, che dà speranza e gioia ad un tempo.
 
lamagiadilali
lamagiadilali il 27/04/10 alle 06:10 via WEB
E' semplicemente un ricamo di dolcezza che fa volare alto l'anima.Bellissima!
 
 
venditore_diaquiloni
venditore_diaquiloni il 27/04/10 alle 11:14 via WEB
E' vero, l'anima si nutre della bellezza della poesia. Grazie, un sorriso.
 
Duchessadgl4
Duchessadgl4 il 01/05/10 alle 12:34 via WEB
Dal tuo profilo queste belle parole:
"Se tu non parli riempirò il mio cuore del tuo silenzio e lo sopporterò. Resterò qui fermo ad aspettare come la notte nella sua veglia stellata con il capo chino a terra paziente."
 
dianavera
dianavera il 07/05/10 alle 09:14 via WEB
Troppo spesso, forse, il compito più insostituibile dell’arte è stato dimenticato: non è la catarsi, né la consolazione, né il talento di disporre ogni elemento in funzione di un lieto fine. Perché il lieto fine non ci sarà. Ma peste, e piaghe, e tormento, e orrore - e se la peste ha smesso di infierire, al suo posto inventiamo orrori più atroci. Che cosa possono le illusioni consolatorie davanti a questa verità? Essa è sempre uguale a se stessa e deve rimanere dinanzi ai nostri occhi. Elias Canetti, Il frutto del fuoco (1980)
 
xxxangela
xxxangela il 08/05/10 alle 10:38 via WEB
bellissima poesia quando si ama custodire dentro di se' la persona amata e' la cosa piu' sublime.....un abbraccio di cielo e di stelle...
 
dianavera
dianavera il 07/06/10 alle 13:05 via WEB
Auguri, AUGURI, A U G U R I
 
ondadgl5
ondadgl5 il 11/06/10 alle 21:58 via WEB
Dolce notte, Aldo un grandissimo abbraccio di cuore,marea d sorrisi
 
piumedoca
piumedoca il 13/06/10 alle 12:36 via WEB
Ho provato una grande emozione nel leggere questa poesia di K.G. che non conoscevo. In particolare: "ascolterò il linguaggio della tua anima come la spiaggia ascolta la storia delle onde" mi ha riportato indietro nel tempo quando il mio corpo e il mio cuore hanno conosciuto l'amore. La mia Cucciola e Grazia. Grazie per le emozioni che riesci a trasmettermi.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

AREA PERSONALE

 
hit counters
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

VASCO - VIVERE

 

WATERMARKS

 

MUSICHE DELLA NATURA

 

BACH - CORALE BWV 839

 

E. MORRICONE - DA NUOVO CINEMA PARADISO